Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum č in modalitą solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualitą
Spiritualitą - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 19-06-2002, 21.05.44   #11
Portland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-06-2002
Messaggi: 48
questa non č un'osservazione del tutto sbagliata
Portland is offline  
Vecchio 20-06-2002, 13.23.05   #12
la voce del cuore
Ospite
 
Data registrazione: 18-06-2002
Messaggi: 11
Esistono persone dogmatiche e comunque sono persone deboli e molte volte perfino un po' stupide. (non voglio offendere nessuno!) Non accettano compromessi di alcun genere; non voglione sentire ragioni; soprattutto non desiderano ascoltare il punto di vista di nessuno altro per via della loro ignoranza, grande come l'himalaya. Quindi il primo tipo di religione presa in considerazione č quella che si basa sull'ignoranza. Le persone di questo genere non di rado finiscono per essere violente, sempre convinti di battersi per cio' in cui credono.
Oggi la meditazione č diventata un grande business. E' diventata veramente a buon mercato. Ma cose' la vera meditazione? La meditazione č la cancellazione della mente, Quando la mente arriva a fermarsi, quando la mente non esiste piu' ( positivamente, negativamente o in modo mondano), questa assenza di pensiero č la meditazione. Un pensiero positivo, dopo tutto č pensiero.
Allo stesso modo, pure il pensiero negativo č un pensiero. Questo vuol dire che i pensieri dovrebbero fermarsi del tutto. Il momento in cui i pensieri si fermano, noi diveniamo liberi dal pensiero. L'assenza di pensiero č cio' che chiamiamo meditazione. Allora la meditazione č al di la del pensiero positivo o negativo. E' uno stato di assenza di pensiero o di liberta' dal pensiero. Quindi la meditazione č assenza di pensieri.
Ma la meditazione non č nč ottimistica nč pessimistica, nč una speranza, nč una fine. La meditazione č oltre entrambe queste cose, perchč entrambe sono legate alla mente. " Io spero! Perche' č la mia mente che spera". Oppure: "Io non spero" perche' la mia mente č in uno stato di assenza di speranza.
Allora, avere speranza o essere senza speranza sono due attitudini della mente. Ma la meditazione č oltre la mente e quindi non č nč positiva nč negativa.
L'estasi invece č qualcosa di SPIRITUALE. Lestasi č un fatto religioso.
Lestasi č Divinita'. L'estasi č uno stato al di la' della mente e dell' intelletto. Lestasi č qualcosa risevato all'Essere e non seve a far passare il tempo...
Pertanto fate in modo che questo corpo abbia nel cuore il sentimento dell'Amore. Il cuore ospita il sentimento dell'Amore e viaggia verso lo stato " dell'ignoto, "(cio' che noi ancora non conosciamo) Quindi, dalla nostra nascita alla nostra morte fisica, apriamo la porta dell'Amore, che ci conduce verso il primo gradino dell'Eternita'
Ciao a tutti.
la voce del cuore is offline  
Vecchio 20-06-2002, 13.46.50   #13
Catharsis
 
Messaggi: n/a
Il passo successivo all'eliminazione del pensiero č l'eliminazione del corpo....

Io,pił che l'idea di amore farei entrare in noi l'idea di vita,il primo vero motore immobile...la scintilla da cui tutto ha avuto origine...ma forse intendiamo la stessa cosa...
 
Vecchio 20-06-2002, 15.00.24   #14
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Padre Pio................
ci sarebbe molto da dire, ma ciņ che vorrei sapere se vi siete mai domandati: Padre Pio, ha fatto dei "miracoli", ma questi "miracoli li ha fatti perchč č un santo o perchč era una persona dotata di poteri paranormali, meglio ancora, le persone miracolate non potrebbero essersi autosuggestionate fino al punto di esercitare su se stessi una guarigione grazie alla propria mente?
Un po come l'effetto placebo.
Armonia is offline  
Vecchio 20-06-2002, 15.16.11   #15
Portland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-06-2002
Messaggi: 48
Credo che non si possa affatto escludere come possibilitą.
Se cosģ fosse rimarrebbe comunque la positivitą di questo uomo che ha fatto del bene a molte persone in quanto le avrebbe comunque aiutate ad autosuggestionarsi.
Portland is offline  
Vecchio 20-06-2002, 16.10.39   #16
la voce del cuore
Ospite
 
Data registrazione: 18-06-2002
Messaggi: 11
iL TERMINE "SANTO" SIGNIFICA SEPARATO, APPARTATO.
CHIUNQUE OGGI DESIDERA CONVERTIRSI A CRISTO DIVENTA PER DIO UN SANTO NEL VERO E BIBLICO SENSO, SENZA BISOGNO CHE MUOIA E CHE GLI SI FACCIA DOPO QUALCHE ANNO UN "PROCESSO DI BEATIFICAZIONE".
Ricordiamo quello che Gesu' ha detto in Marco 9:38-41. E ricordiamo che non tutto cio' che e' soprannaturale č un prodigio bugiardo o una menzogna di satana,
Dovremmo invece essere grati a Dio per i doni dello Spirito Santo.
Solo tramite lo Spirito Santo avvengono i veri Miracoli.
Padre Pio č Spirito in Cristo, Padre Pio non č separato da Cristo.
Ciao
la voce del cuore is offline  
Vecchio 20-06-2002, 17.17.09   #17
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Question

"iL TERMINE "SANTO" SIGNIFICA SEPARATO, APPARTATO"

Sei proprio sicura, voce?
A me non risulta, ma posso sbagliare: tu dove hai trovato questi significati?
784 is offline  
Vecchio 20-06-2002, 19.08.38   #18
la voce del cuore
Ospite
 
Data registrazione: 18-06-2002
Messaggi: 11
Precisiamo:
Il termine Santo indica una persona chiamata e si riferisce ad ogni vero credente.
Il significato di separazione, "termine teologico" del Santo viene attribuito a colui che si separa dal mondo ma rimane nel mondo.
Capisco profondamente che sei una persona preparata.
Sono molto contento di sapere che in questo forum non vi sfugge nulla Ciao e grazie.
la voce del cuore is offline  
Vecchio 20-06-2002, 19.25.41   #19
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Non si tratta di preparazione, ma di convenzioni: per capire il discorso di una persona č bene essere d'accordo sui significati che si danno alle parole, e io sinceramente non avevo mai sentito usare "santo" in nessuna delle accezioni che riporti.
784 is offline  
Vecchio 20-06-2002, 20.27.21   #20
Pie'oh'pah
 
Messaggi: n/a
Insomma da tutto questo si evince che i cattolici non sono altro che un branco di idolatri...no?

Adorano immagini e pezzi di morto, croste e lingue, ossa e pezzi di tessuto...costruiscono croci e ci mettono sopra l'immagine di un presunto figlio di dio (o dio fatto uomo, come preferite...), quando mi pare di ricordare che dio stesso o chi per lui disse proprio di non costruire idoli e di non adorare immagini o gił di lģ...

Essere un pochino pochino pił coerenti no, vero?





Pie
 

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it