Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-06-2002, 15.20.22   #61
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
per Visechi:
Ho letto con molto interesse il tuo lunghissimo post.
Concordo alla perfezione sull'argomento preti, però voglio sottoporre una, come dire, associazione mentale che mi è venuta riguardo all'idea di Maria. Vediamo se ci riesco
Ho riflettuto sul concetto di Maria Vergine, colei che i cristiane definiscono La Madre delle Madri (detto da un amico cristiano).
Ciò che nella mia mente contorta è balenato è il seguente pensiero.
Il triangolo dei Superni posto in cima all'Albero della Vita e composto dai Sephiroth Kether, Chokmah e Binah.
Kether, posto in cima la Pilastro dell'Equilibrio, il centrale dell'Albero della Vita, il Primo Manifesto che rappresenta la cristallizzazione primale nella manifestazione di ciò che era Non Manifesto. In esso non c'è forma ma solo puro "essere". Con il Primo Manifesto vengono all'esistenza le coppie di Opposti, ma in Kether non esistono divisioni. Kether, il Punto formulato nel vuoto, stato d'esistenza inerte. Puro essere senza attività.
Secondo Euclide un punto ha posizione ma non ha dimensioni. Se questo punto può essere concepito come estendentesi attraverso lo spazio, esso diviene una linea.
Come dicevo sopra, Kether non ha forma è puro "essere", energia statica. Con il fluire dal Non Manifesto di energia non organizzata, attraverso il Primo Manifesto, si ha l'emanazione di Chokmah, pura forza e l'inizio dell'attività.
Chokmah è chiamato anche Il Grande Stimolatore dell'Universo. Da Esso (Forza pura) Binah (il terzo Sephirah) riceve il flusso d'emanazione. Binah è i primo dei Sephirah organizzatori e stabilizzatori d'energia. Binah (Forma)
In questi due Sephiroth troviamo il Positivo e Negativo archetipale, il Maschile e Femminile primordiale.
Sono anche chiamati Abba-Padre Supremo (Chokmah) e Ama/Aima- Madre Suprema (Binah).
Binah o Madre Superiore ha duplice aspetto, Ama- L'oscura Madre Sterile ed Aima-La Lucente Madre Fertile, Grande Mare, Marah (che non significa solo amaro) ma è anche la radice di Maria.... eccomi al punto.
L'idea di Maria-Madre Suprema, da principio, vergine e poi con un figlio dallo Spirito Santo.
Credo, (mio parere) che se si concepisce il concetto della Maria del cristianesimo in questo modo, il tutto puo essere più, come dire, accettabile? Cosa ne pensi?

Non so se è giusto questo mio pensiero, ma è ciò che è apparso nella mia contorta mente dopo aver letto il tuo post.

(Non linciatemi per questa mia uscita.... Vi prego)
baci
deirdre is offline  
Vecchio 27-06-2002, 15.52.38   #62
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
Catharsis

"Non si può combattere contro chi non combatte!E' un atteggiamento che effettivamente ha qualcosa di poco umano,di poco vitale"

in un'arte di combattimento vera e propria penso che quando uno deve combattere debba combattere anche contro chi non combatte, per qual motivo??? vedro' di spiegarmi,
sono davanti a degli avversari, sono pronto a combattere, ma un qualcosa blocca le mie mani e mi leva la volonta' di farlo, e vedendogli negli occhi sono conscio che un attimo dopo essere grazieti mi trovo coltelli nella schiena oppure una schiera di amici che mi stira due ora dopo.
e' in quel preciso istante che non posso commettere errori, ossia
evitare di combattere perche' li vedo fermi e poi soccombere, oppure dar loro una lezione di quelle che ricorderanno per sempre e non si azzarderanno piu' a commettere lo stesso errore, nel ninjitsu c'e' un modo di agire," quando hai 10 avversari alle calagna, isola il primo che che capita e massacralo quel tanto che basta, salverai la vita agli altri 9".
kayten is offline  
Vecchio 27-06-2002, 22.13.03   #63
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Kayten... non so ... continui a tirar fuori esempi che dovrebbero essere marziali... ma mi sanno tanto di frustrato... perdona la sincerità.
 
Vecchio 28-06-2002, 08.25.47   #64
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
Caro Morfeo

non mi sento frustrato per niente e sono anche il piu' allegro di questa terra, vivere al giorno d' oggi e' piuttosto difficile specie per voi giovani,con tutto il casino che c'e' intorno, sono ricorso a qualche esempio tipo marziale per il semplice fatto che il combattimento non e' solo quando fai a botte, ma anche nello studio, nelle amicizie, nel mondo del lavoro,si che non ti tempri rischi di soccombere non per mano dell' intelligente ma del piu' furbo.tante volte riflettere a fondo su se stessi e' una cosa scomoda,poiche' vengono a galla momenti che vorresti dimenticare, ma e' comprendendone il motivo e non sfuggendolo che di solito ri riesce a fare un passo
avanti in piu'. comunque tranquillo!!! prima di scrivere verifico e se e' il caso mi taglio le dita'!!!
Ciao
P.s.
questi pensieri "marziali" li trovi in molte filosofie pacifiche orientali,e ne son rimasto stupito anche io, poiche' pensavo fossero solo marziali. chiudo!

Ultima modifica di kayten : 28-06-2002 alle ore 08.29.13.
kayten is offline  
Vecchio 28-06-2002, 13.31.14   #65
Morfeo
 
Messaggi: n/a
So benissimo che il modo di vedere in oriente è applicato ad ogni cosa della loro vita, quindi anche alle arti marziali, io non critico l'aspetto di base...

Critico la visione pratica del pensiero il "Jitsu" (per dirla alla giapponese), sono per la parte spirituale il "Do"...

E purtoppo in occidente, causa la voglia di picchiare gli altri e sentirsi grandi, molti sport da combattimento vengono assurti ad arti marziali...

Per non parlare degli ibridi americani "fitness-arti marziali", cazzate per ricchi annoiati e giovani col cervello a fast food...

Tutto qui...


 
Vecchio 28-06-2002, 13.50.39   #66
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
daccordo con te amico mio!

infatti penso di essere uno dei pochi che non insegna per arrotondare lo stipendio,ma per amore della conoscenza,ai miei dico, se la tecnica non viene giusta e' perche' e lo spirito che non e' allineato,detesto anche io certi sistemo occidentali di vedere le cose, piu' che agli uomini macchina credo algli uomini di pensiero che l' occorrenza sanno essere ottime macchine.
l' anno scorso ero partito con l' idea di un' unione di scuole indipendenti, non l' avessi mai fatto ora sono tantissime e per giunta in tutto il mondo con le stesse idee da me proposte e siamo una forza grande che preserva sia l' allievo in primis che l' arte.ma la mazzata finale e' stata che il capo supremo della federazione nazionale indiana di taekwondo mi manda giu' il capoistruttore e 4 maestri, a questo punto mi chiedo..ne mi ha visto, ne mi conosce, sono occidentale...per qual motivo manda a me il suo fior fiore da momento che l' india e' ritenuta la patria delle varie arti?? ...non mi pongo domande, ringrazio il fato e faro' del mio meglio per ringraziarlo.
kayten is offline  
Vecchio 30-06-2002, 22.39.54   #67
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Certo che bisogna combattere per evitare di soccombere... Ero, però, convinto che contro i più forti fosse sufficiente il CRICK della macchina...


Devo avedr sbagliato qualcosa


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 30-06-2002, 23.06.18   #68
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Grazie Visechi per esserti fatto carico di un'esplicitazione che sarebbe toccata a me, sei un generoso.


Alle cose da te affermate aggiungerei un invito ad approfondire la figura di Paolo di Tarso, alias San Paolo, che dopo essere stato assassino e persecutore dei Cristiani è stato uno dei pilastri della Chiesa romana, promuovendosi latore della parola di quel Cristo, che, a differenza di Giacomo e degli apostoli, non aveva MAI conosciuto personalmente e di cui si impegnò a travisare il messaggio, unitamente ai Papi,agli imperatori e ai Concilii , che produssero quella grande opera di fantasia che sono i dogmi.
Non a caso fu soprannominato Paolo il menzognero.

Cito alcune considerazioni al riguardo:


Chi era Paolo di Tarso?









La tesi di R. H. Eisenman secondo cui Paolo di Tarso altro non sarebbe che l'Uomo di Menzogna di cui parlano i rotoli di Qumran, che si contrapponeva a Giacomo, Maestro di Giustizia della comunità essena del tempo di Gesù - notizia che ha un riscontro preciso nel loghion n.12 del Vangelo di Tomaso -, trova conferma in uno dei più antichi testi sacri gnostici: "L'Apocalisse di Pietro".
Nell'Apocalisse di Pietro, infatti, si parla di Paolo di Tarso come dell'"Uomo della menzogna" negli stessi termini con cui ne parlano i rotoli qumranici.
Questa è una circostanza che chiarisce in maniera definitiva la veridicità delle tesi di R. H. Eisenman, tanto avversate dalla critica cattolica, sulle figure del Maestro di Giustizia, cioè di Giacomo fratello di Gesù, e dell'Uomo della Menzogna, cioè di Paolo di Tarso, che, quindi, di fatto risulta essere semplicemente il capo di una frazione della comunità essena espulsa in quanto "eretica".
L'importanza di questa scoperta è evidente perché permette di cercare la genesi del cattolicesimo in una setta scismatica del movimento esseno e permette di strappare il nebuloso velo mitico che fino ad oggi la ha avvolta.
La presenza nell'Apocalisse di Pietro e in altri testi trovati a Nag Hammadi di indizi come questo, che indicano una grande conoscenza da parte dei principali esponenti delle comunità gnostiche della dinamica dei rapporti tra gli esseni di Giacomo e la setta scismatica di Paolo di Tarso e la presenza di riferimenti testuali precisi al Vangelo copto di Tomaso, rappresentano una evidente conferma delle radici essenzialmente essene delle comunità gnostiche di cui questi testi sono espressione.
Il mantenimento della tradizione ereditata dagli esseni aveva per gli gnostici anche un fondamentale importanza politica: riportare, come fa il Vangelo di Tomaso (loghion n. 12), frasi con cui Gesù invita i suoi discepoli a tornare da Giacomo, cioè in seno alla comunità essena, era un modo per dare un forte fondamento teologico alla negazione del conferimento a Pietro o a qualsiasi altro apostolo o discepolo del compito speciale di "costruire" la nuova istituzione-Chiesa. Viene, quindi, negata la leggittimità di sette come la cosiddetta "setta degli apostolici" di Paolo di Tarso, tramite la pretesa "successione apostolica" dei suoi vescovi, di dotarsi di una gerarchia sacerdotale che si ponga come unica leggittima erede della missione di Gesù di guidare l'umanità verso la salvezza.


Per chi senta il bisogno di approfondire l'argomento senza dover affrontare lo studio di migliaia di pagine suggerisco questo sito , molto ben fatto, sulla figura storica del Cristo:

http://digilander.iol.it/capurromrc/cristo1.htm
LIGHT is offline  
Vecchio 02-07-2002, 22.27.37   #69
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Per MORFEO

"...Anche sulle cazzate inventate dai pretacci, ho avuto modo di leggere un speciale di Focus sulle religioni e le più "belle" le ho messe nel mio sito..."


Perfetto... centro... ho attinto, in parte, anche da quello speciale


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 02-07-2002, 22.31.24   #70
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Per DeirDre

Riferimento Post 26 giugno 15.20

Non son riuscito a capirne un'autentica mazza...


Letture leggere la ragazza...


Cosa significa tutto, proprio tutto, quello che hai scritto...


Ciao
visechi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it