Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 24-06-2002, 07.04.36   #41
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Voglio dire solo una cosina...

In ogni religione, in ogni credo (e l'uomo per sentirsi vivo ha bisogno di credere nell'esistenza di un Dio), sono date delle informazioni, regole, ecc...
Poi sta all'uomo interpretarle.

Non si può dare la colpa alla religione in se stessa, scusate faccio un paragone per rendere l'idea....
Sappiamo che l'alcool fa male e da asuefazione se bevuto in grandi quantità, allora che si fa per ovviare al problema dell'alcoolismo? Eliminamo tutte le piante d'uva e le mettiamo fuori legge?
Non credo che le colpe delle varie religioni siano da attribuire alle religioni stesse ed a ciò che esse ci dicono, bensì all'interpretazione umana dei loro principi.
Questo in riferimento ai comportamenti cristiani, ma credo anche musulmani, ecc..

Baci...
deirdre is offline  
Vecchio 24-06-2002, 19.45.51   #42
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Deirdre, scusami se faccio a pezzi il tuo intervento per risponderti.

<In ogni religione, in ogni credo (e l'uomo per sentirsi vivo ha bisogno di credere nell'esistenza di un Dio),>
questa è una tua "opinabilissima opinione".
Io mi accontenterei della fata turchina.

<sono date delle informazioni, regole, ecc...
Poi sta all'uomo interpretarle. >

Ecco questo è ciò che fa incivili i musulmani: il confondere i piani della fede, della politica e del diritto........dobbiamo imitarli?
Dobbiamo credere che la religione sia fonte di "regole"?

<Non si può dare la colpa alla religione in se stessa, scusate faccio un paragone per rendere l'idea....
Sappiamo che l'alcool fa male e da asuefazione se bevuto in grandi quantità, allora che si fa per ovviare al problema dell'alcoolismo? Eliminamo tutte le piante d'uva e le mettiamo fuori legge?>
Insomma la religione per te è una moto che va a 260 Km all'ora, ma ti obbliga a non superare il limite di velocità?

<Non credo che le colpe delle varie religioni siano da attribuire alle religioni stesse ed a ciò che esse ci dicono, bensì all'interpretazione umana dei loro principi.
Questo in riferimento ai comportamenti cristiani, ma credo anche musulmani, ecc..>
Sono in assoluto disaccordo. Tu parli come se le religioni fossero sempre esistite, con i loro scritti e le loro regole, indipendentemente dagli uomini, che avrebbero solo il compito di accettarle ed interpretarle.
Ma quegli stessi scritti sono opera degli uomini, per il bene o il male che possano suggerire...........
Ora io sono a favore di uno stato laico, di una religione che resti nel suo ambito e non disponga di diritto di opzione su scelte di natura politico, sociale, scientifico.
Credo che questo sia necessario e che le regole che le religioni impongono finiscano, invece, per influenzare queste scelte.
Sei d'accordo su questo?
LIGHT is offline  
Vecchio 24-06-2002, 21.47.08   #43
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Innanzitutto buona sera,
non mi offendo se "fai a pezzi" il mio post.


Citazione:
questa è una tua "opinabilissima opinione".

Infatti l'ho detto che si tratta della mia opinione. :-)

quando ho detto che non si può dare la colpa alla religione intendevo ed intendo dire che non si può dare la colpa a delle "regole" (non amo questo termine, ma, al momento è l'unico termine che mi viene in mente.. sarà colpa del caldo), comunque, come ogni testo anche le sacre scritture, il corano ed ogni altro libro che tratti argomenti religiosi o spirituali, va interpretato. Chiaro che l'interpretazione è soggettiva.
Del resto, ogni libro, ogni racconto, ogni scritto è interpretato in modo differrente da persona a persona.

Sinceramente non vedo cosa possa centrare la moto.. comunque.. non importa. Ribadisco che non sono cristiana ma credo che esista un Dio, ciò che non sopporto è il clero, non vedo il motivo di dover passare attraverso un, come lo chiamano, ministro di Dio, per poter entrare in contatto con il Dio stesso. (Mia opinione).

Bhe! scusa, Light, ma adesso sono io in disaccordo...
Le religioni sono esistite da quando l'uomo ha sentito la necessità di dare una spiegazione al creato.
siano esse politeiste o monoteiste...
La differenza?
All'inizio si attribuiva un nome specifico ad ogni manifestazione della natura, poi, si è sentita la necessità di radunare tutte queste divinità sotto un unico nome, e le manifestazioni che allora erano ritenute degli dei, sono diventate emanazioni o manifestazioni del divino.

Citazione:
Ora io sono a favore di uno stato laico, di una religione che resti nel suo ambito e non disponga di diritto di opzione su scelte di natura politico, sociale, scientifico.

Su questo concetto mi trovi in pieno accordo.
Purtroppo, ai nostri giorni, la religione è divntata ciò che non doveva diventare... un modo per governare ed imporre regole.

spero di essermi fatta capire...
baci

deirdre is offline  
Vecchio 25-06-2002, 00.06.26   #44
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Deirdre provo a sintetizzare, purtroppo ho perso, per un errore di digitazione, una lunga risposta che avevo dedicato al tuo intervento.
Nella mia allegoria la moto è la religione che esprime le sue migliori prestazioni quando non è frenata. In antitesi a quella del saggio e moderato consumo di alcool.
In merito alle scritture e alle sue interpretazioni, difficile trovare un senso agli incitamenti alla violenza che Dio avrebbe usato nei confronti del popolo ebreo, nella Bibbia.
Su monoteismo e politeismo, entrambi comunque non danno una risposta esauriente circa le origini del creato.
E trovo che il pensiero monoteista, ponendo Dio al centro dell’universo riesca a deresponsabilizzare l’uomo,di fronte alle sue miserie,ma anche di fronte alle sue colpe.
Un Cristiano riesce a “peccare” con maggior disinvoltura, rispetto ad un ateo o ad un buddhista.
Nonostante le parole ci siano nemiche, credo nel'affinità delle nostre idee. Ora smentiscimi se non hai cuore..........

LIGHT is offline  
Vecchio 25-06-2002, 01.07.51   #45
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
per questioni di spazio e tempo, rispondo al primo post di Deidre

Ti ricopio un periodo estratto da un libro abbastanza attinente al tema da te proposto:


"... Nel corso della storia la religione è servita a dare senso di appartenenza alle comunità, a renderle più efficienti, fino a creare sistemi di valori che giustificassero una netta divisione del lavoro, il comando dei primi re, perfino le guerre contro gli infedeli. In un certo senso, nelle religioni, soprattutto in quelle che si considerano depositarie esclusive della verità, c'è insomma anche il germe dell'intolleranza... Questo nonostante tutti i grandi fondatori delle religioni, da Gesù a Maometto, fossero per la libertà religiosa.


Infatti, la religione in sé non genera intolleranza. I problemi nascono quando la religione si sovrappone al potere temporale. Quando religione e stato coincidono, chi dissente è fuori dalla civiltà, è un eretico ed è accusato delle peggiori cose. Per questo, oggi, è necessario tenere separati i due piani..."

Abbastanza condivisibile, non credi???


Ciao a tutti
visechi is offline  
Vecchio 25-06-2002, 10.34.21   #46
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Nella mia allegoria la moto è la religione che esprime le sue migliori prestazioni quando non è frenata. In antitesi a quella del saggio e moderato consumo di alcool
AHHHHH!!!!! EEEEEECCCCCCCCCOOOOOOOOO!!!!!! !!!
Scherzi a parte, ho capito cosa intendi....

Non so che dirti, nel senso che per me la religione è un mezzo per raggiungere un obiettivo.
Sto cercando di capire cosa si nasconde dietro ciò che viene chiamato Dio! (Obiettivo da poco è? :-) )
Comunque, m'interessa capire le forze e le potenze che hanno dato origine al creato, il lato occulto dell'esistenza.
L'anima dell'uomo e le sue relazioni con il cosmo.
Citazione:
Su monoteismo e politeismo, entrambi comunque non danno una risposta esauriente circa le origini del creato
Dipende...
Citazione:
E trovo che il pensiero monoteista, ponendo Dio al centro dell’universo riesca a deresponsabilizzare l’uomo,di fronte alle sue miserie,ma anche di fronte alle sue colpe.

Se poniamo Dio al centro dell'universo e sappiamo che una parte del divino è insita nell'uomo, poichè l'uomo da lui deriva, allora l'uomo stesso sta al centro dell'universo.
Citazione:
Un Cristiano riesce a “peccare” con maggior disinvoltura, rispetto ad un ateo o ad un buddhista

hai ragione!
E sai perchè?
(Mia opinione)
Perchè i cristiano sanno che basta chiedere perdono e confessarsi per avere la salvezza... (ma ti rendi conto?)
questa è una delle più grandi assurdità del cristianesimo!
Citazione:
Nonostante le parole ci siano nemiche, credo nel'affinità delle nostre idee. Ora smentiscimi se non hai cuore..........

Ho un cuore....bacio!!
Credo tu abbia ragione, ci sono delle affinità...
buona giornata
baci
deirdre is offline  
Vecchio 25-06-2002, 10.41.20   #47
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Infatti, la religione in sé non genera intolleranza. I problemi nascono quando la religione si sovrappone al potere temporale. Quando religione e stato coincidono, chi dissente è fuori dalla civiltà, è un eretico ed è accusato delle peggiori cose. Per questo, oggi, è necessario tenere separati i due piani..."

Direi... decisamente condivisibile...

Il mio modo di vedere la religione non è quello tipico del cristianesimo.
La interpreto come un mezzo per raggiungere la consapevolezza (mia opinione), non tollero la passività del cristiano... Se Dio è forza, potenza, energia... forse è possibile entrare in contatto con queste manifestazioni...
cosa ne pensi?

Bacibacio!!
deirdre is offline  
Vecchio 25-06-2002, 23.46.33   #48
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Un Cristianesimo primitivo,Deirdre? Come quello di Giacomo?
LIGHT is offline  
Vecchio 26-06-2002, 00.00.18   #49
Catharsis
 
Messaggi: n/a
Secondo il mio modesto parere il Cristianesimo è la perfetta antitesi di forza, potenza, energia...
 
Vecchio 26-06-2002, 01.23.13   #50
LIGHT
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 61
Non sempre si riesce ad esser chiari, la mia moto non è la religione (come ho erroneamente scritto, nè il Cristianesimo, come qualcuno ha inteso ) ma la spiritualità".
Non sono Cristiano e comunque mi sorprende sempre la confusione tra Cristianesimo primitivo e tutte quelle cose inventate su Cristo, che poco hanno a che vedere con la sua consistenza storica.
Il Cristianesimo primitivo non potrebbe essere antitesi di energia.
LIGHT is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it