Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-09-2006, 17.50.17   #41
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Arrow

Vi invito ad utilizzare il tasto e l'anteprima dei messaggi e ad inviare il post solo se comprensibile.
Gli ultimi interventi sono illeggibili.
Inoltre vi ricordo che avete 24 ore (dall'invio) per correggere i post pubblicati.

Grazie
webmaster is offline  
Vecchio 17-09-2006, 19.58.09   #42
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

...e tuttavia non ho mai rinnegato
nè mai rinnegherò Gesù Cristo
il Maestro dei Maestri.....


nessun maestro. Il pane di Vita;
la fede in Lui non è una delle fedi, è il seguire la Via , la Verità, la Vita!
seguire e credere nell'amore; ma non rinnegherai Gesù solo se farai la sua volontà d'amore verso chi ha bisogno, verso il piccolo.

un bacio.
joannes is offline  
Vecchio 17-09-2006, 21.58.11   #43
masay
Ospite
 
Data registrazione: 30-08-2006
Messaggi: 23
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Scusate il sadismo che trasuda da questo thread, ma ho voglia di sconvolgere un pò chi ha voglia di pensare su una cosa. I razionali di tutti i fronti (credenti, gnostici, atei, professanti altre religioni) lo negheranno a se stessi, a me e al mondo intero..... ma sapete che per quanto oggi vi professiate, se siete stati battezzati da bambini (con rito Cattolico) e magari avete ricevuto anche comunione e cresima siete Cattolici? Ci sono solo due modi per essere liberi, uno è la scomunica (anche se alla fine... non è proprio libertà), l'altro non lo scrivo perchè non è nello scopo del 3D... lo scopo è solo far pensare (chi vuole) che qualsiasi ideologia si abbia da grandi, cioè abbiate oggi, alcuni sigilli sono stati posti.
Adesso dite pure di essere liberi e di non crederci... spero che non vi giriate mai a vedere l'entrata della caverna quando non c'è più nulla da fare

non credo che pensare a cose religiose un pò fuori schema significhi essere solo " razionali ",
forse Uno, non siamo noi che neghiamo a noi stessi
masay is offline  
Vecchio 17-09-2006, 22.11.29   #44
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
Per questo si lascia la scuola per andare a zonzo, per predicare da se stessi cosa è meglio e cosa è peggio, chi razzola e chi non razzola in modo che nessuno ci faccia notare se quel che diciamo o facciamo sia giusto o sbagliato. Quanta presunzione nel giudicare finanche il vangelo. Ma se si ama piu se stessi che Dio questo è inevitabile, proprio perchè la struttura parte da Dio e non, come si vuole, da se stessi prima di Dio, tutto è frainteso!

Ciau joannes, ho evidenziato una frase che tu hai messo per un motivo, ma a me ha fatto venire in mente il filiol prodigo.
Evidentemente il Padre ha dato una certa liberta' a quel figlio, gli ha lasciato spazio, lo ha lasciato andare......a vivere e peccare, perche'?
Quell'atteggiamento del Padre e' secondo me molto profondo e significativo, da piu' punti di vista, alcuni dei quali molto profondi, direi ontologici...ed e' segno di grande Amore lasciar andare un Figlio, sapendo anche che quasi sicuramente, perche' lo si conosce bene, sbagliera'.....
Cosa significa per te "lasciar spazio" all'altro?
Yam is offline  
Vecchio 17-09-2006, 22.52.23   #45
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

spazio secondo cosa yam? Dio non vorrebbe che nessun suo figlio peccasse ma siccome sa che per lo piu è inevitabile ha dato il suo Figlio perchè ove cadessimo venissimo lavati dal suo sangue e, per mezzo del suo sangue tornare puri. Ma ad una condizione; quale? te lo dice proprio la storia a cui fai riferimento, il figliol prodigo! ma il figlio che si perde e pur sapendolo non crede che al suo ritorno il padre lo perdonerà non crede forse che l'amore del padre è piu grande del suo sbaglio? Giuda si impiccò proprio per questo motivo. Il padre ha dato libertà ai figli non per peccare ma per obbedirgli perchè i suoi dettami sono dettami d'amore, nel mentre l'uomo vuol essere libero per altre cose secondo le sue passioni che portano inevitabilmnte a soffocare l'amore. Dunque citando kennedy ,non ti chiedere cosa il padre puo fare per te ma cosa tu puoi fare per il padre! Ecco perchè qui si parla d'amore del padre nel mentre noi in cambio non gli dobbiamo nulla. Giusto? ma questa è l'ipocrisia e la cecità del cuore, perchè come possiamo pensare di non essere peccatori quando il padre ha pagato il piu caro prezzo per questo, ha dato il suo Figlio prediletto? ecco l'amore del padre, e l'indifferenza dell'uomo che nulla vuole avere a che fare con tale amore. Il figliol prodigo cosi può essere libero di decidere, se nel suo cuore ha compreso l'amore del padre o meno.
joannes is offline  
Vecchio 18-09-2006, 09.58.30   #46
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
spazio secondo cosa yam? Dio non vorrebbe che nessun suo figlio peccasse ma siccome sa che per lo piu è inevitabile ha dato il suo Figlio perchè ove cadessimo venissimo lavati dal suo sangue e, per mezzo del suo sangue tornare puri. Ma ad una condizione; quale? te lo dice proprio la storia a cui fai riferimento, il figliol prodigo! ma il figlio che si perde e pur sapendolo non crede che al suo ritorno il padre lo perdonerà non crede forse che l'amore del padre è piu grande del suo sbaglio? Giuda si impiccò proprio per questo motivo. Il padre ha dato libertà ai figli non per peccare ma per obbedirgli perchè i suoi dettami sono dettami d'amore, nel mentre l'uomo vuol essere libero per altre cose secondo le sue passioni che portano inevitabilmnte a soffocare l'amore. Dunque citando kennedy ,non ti chiedere cosa il padre puo fare per te ma cosa tu puoi fare per il padre! Ecco perchè qui si parla d'amore del padre nel mentre noi in cambio non gli dobbiamo nulla. Giusto? ma questa è l'ipocrisia e la cecità del cuore, perchè come possiamo pensare di non essere peccatori quando il padre ha pagato il piu caro prezzo per questo, ha dato il suo Figlio prediletto? ecco l'amore del padre, e l'indifferenza dell'uomo che nulla vuole avere a che fare con tale amore. Il figliol prodigo cosi può essere libero di decidere, se nel suo cuore ha compreso l'amore del padre o meno.

Forse non mi sono spiegato bene.
Ti ho chiesto, tu lasci spazio agli altri?
Il Padre in quella parabola ci indica una cosa ben precisa, per esempio se siamo genitori, e cioe' che la Sua Essenza e' Spazio, Vastita', Infinita' e Liberta'. Liberta' di sperimentare la Vita, anche peccando. Non sto ponendo l'accento sul figlio, ma sul Padre che lascia andare il proprio figlio e anzi gli da tutta la sua parte di ricchezza, pur sapendo che sperperera' tutto.
Perche'?
E' forse stupido questo Padre?
O forse sa qualcosa....per esempio sa che se non morira' quel figlio tornera'.
Non e' straordinario?
Sa anche che potrebbe morire, ciononostante lo lascia andare e gli dona la sua parte di ricchezze.
Tu sei come questo padre?
Io ho dei figli e non e' facile.

Ultima modifica di Yam : 18-09-2006 alle ore 10.14.59.
Yam is offline  
Vecchio 18-09-2006, 10.20.34   #47
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Il Padre in quella parabola ci indica una cosa ben precisa, per esempio se siamo genitori, e cioe' che la Sua Essenza e' Spazio, Vastita', Infinita' e Liberta'. Liberta' di sperimentare la Vita, anche peccando. Non sto ponendo l'accento sul figlio, ma sul Padre che lascia andare il proprio figlio e anzi gli da tutta la sua parte di ricchezza, pur sapendo che sperperera' tutto.
Perche'?
E' forse stupido questo Padre?
O forse sa qualcosa....per esempio sa che se non morira' quel figlio tornera'.
Non e' straordinario?
Sa anche che potrebbe morire, ciononostante lo lascia andare e gli dona la sua parte di ricchezze.

Morire? In che senso?

Mi hai comunque fatto tornare in mente questo passo di Aurobindo, che amo molto:

Per l'essere originario di luce che si accingeva a discendere, le uniche cose ignote erano infatti le profondità dell'abisso, le possibilità del Divino nell'Ignoranza e nell'Incoscienza. Dall'altro lato, nell'Unità divina, c'era una vasta acquiescenza compassionevole, consenziente, soccorrevole, una conoscenza suprema che questa possibilità doveva essere, e che, essendo apparsa, doveva realizzarsi, che la sua apparizione faceva parte in un certo senso di un'insondabile, infinita saggezza, e che se l'immersione nella Notte era inevitabile, l'emersione in un nuovo Giorno senza precedenti era anch'essa una certezza, e solo così poteva essere effettuata una sicura manifestazione della Verità suprema — attraverso un'elaborazione dei suoi opposti fenomenici come punto di partenza dell'evoluzione, come condizione posta per un'emersione trasformatrice. Questa acquiescenza abbracciava anche la volontà del grande Sacrificio, la discesa del Divino stesso nell'Incoscienza per prendere su di sé il fardello dell'Ignoranza e delle sue conseguenze, intervenendo come l'Avatar [Incarnazione divina] e la Vibhuti [Emanazione divina], che camminano tra il doppio segno della Croce e della Vittoria verso il compimento e la liberazione. È forse questa una rappresentazione troppo immaginativa della Verità inesprimibile? Ma come presentare senza immagini all'intelletto un mistero che lo supera di molto? Solo quando si è attraversata la barriera dell'intelligenza limitata e si è partecipi dell'esperienza cosmica e della conoscenza che vede le cose per identità, le supreme realtà che stanno dietro a queste immagini — immagini che corrispondono alla realtà terrestre — assumono le loro forme divine ed appaiono semplici, naturali, inerenti all'essenza delle cose. Solo entrando in quella coscienza più grande si può afferrare l’inevitabilità della sua creazione e del suo scopo.

https://www.riflessioni.it/testi/enigma_mondo.htm
ancient is offline  
Vecchio 18-09-2006, 10.41.10   #48
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

forse mentirei se dicessi, si sono coi anch'io e sai bene il perchè, come tutti; dare le proprie ricchezze ossia dare il proprio amore. Per questo è difficile in special modo quando il figlio non comprende che quel che da il padre è amore e non imposizione; non ne soffrirà forse il padre per la perdita del figlio? eppure proprio l'amore da questa libertà al figlio, perchè l'amore non è imposizione od egoismo, non è amor proprio o possidenza.
joannes is offline  
Vecchio 18-09-2006, 10.46.39   #49
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da ancient
Morire? In che senso?


Beh se parte per un lungo viaggio e tu sai che e' un malandrino, come ero io da giovane che me ne stavo via per mesi e mesi senza dare mie notizie, in regioni del pianeta lontanissime dai miei genitori.....
Yam is offline  
Vecchio 18-09-2006, 11.08.48   #50
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Beh se parte per un lungo viaggio e tu sai che e' un malandrino, come ero io da giovane che me ne stavo via per mesi e mesi senza dare mie notizie, in regioni del pianeta lontanissime dai miei genitori.....


ah, ok, credevo che parlassi in senso metaforico...
ancient is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it