Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 26-09-2006, 23.57.58   #61
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

[quote=Sweet Cat]
Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Su tutto o quasi mi sento di concordare salvo sulle ultime affermazioni!
Nulla può superare l'amore incondizionato del Cristo e quindi la manifestazione dell'amore divino, ma tale è solo perchè il Cristo ce lo ha dato..........e ce lo ha manifestato. Nessuno prima di Lui ha detto
qualcosa del genere e la buona novella è proprio quella che tutti siamo Figli
e quindi eredi di un Regno (che speriamo non sia più diviso in sè stesso)[/QUOTE

..............

non credo che tutti siamo figli di Dio ...questa è pura illusione, solo chi fa la volonta di Dio puo essere degno di chiamarsi suo figlio o almeno chi in qualche modo di sforza di fare la sua volonta.
Gesu stesso disse:
" Il mio cibo è fare la volonta di Dio che mi ha mandato e compiere la sua opera fino in fondo" giov.4,34
purtroppo si fa molta fatica a seguire le leggi di Dio, questo perchè esiste tra carne e spirito una lotta continua e un scontro quotidiano

l'uomo è per essenza "debitore" e che cosa è questo debito se non il " peccato"?
tutte le volte che sbagliamo,che pecchiamo, che facciamo un torto agli altri ecc...diventiamo debitori cioè dobbiamo volente o nolente pagare un prezzo.

non l' amore incondizionato ci salva....e al quale non credo.poi molto....ma l'amore misericordioso di Dio.

ciao
Mah!...Non so se son figlio o meno del tuo Dio, non so se fare o meno la Sua volontà, ma son certo che tra gli attributi assoluti ascrivibili a Dio (non tanto xché sia così, ma tanto per far sì che la nostra mente limitata possa attraverso tali attributi comprendere della inimmaginabile grandezza di cui stiam parlando) vi è anche Infinito. Ora, se io non facessi la Sua volontà, quindi, secondo la tua visione di Dio, non sarei suoi figlio. Quindi, Dio avrebbe tutti eccetto me, quindi tra me e Lui vi sarebbe una linea di confine, quindi un Dio NON Infinito, quindi un NON Dio...
Perciò o tal Dio è falso quindi NON Dio, o tal Dio è uno degli innumerevoli Dei parziali, settari, domatici di una delle innumerevoli religioni sorte coi loro dogma solo x frazionare Dio Stesso e creare divisione tra le genti con le nefaste conseguenze che vediamo nel mondo da millenni ad oggi
Con simpatia
Carlo
cstg is offline  
Vecchio 27-09-2006, 09.10.16   #62
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Dio non è tanto IN-finito fine a se stesso ma IN-finita è la sua misericordia; misericordia per cosa? se non fossimo peccatori nemmeno Dio avrebbe bisogno di essere misericordioso! cosi se io peccatore, ritengo nella mia non IN-finita visione di limitarla gravemente di piu e dunque ritenendomi IN-guaribile perchè suppongo di essere sano allora metto io quella linea di confine tra me e il Dio misericordioso! le nefaste conseguenze sono date proprio da chi, non ritenendosi peccatore e vivendo senza Dio fa la sua volontà di male come meglio gli piace; è curioso come chi non accetta regole dia poi la colpa del male a chi queste regole d'amore le vive proprio perchè nel mondo c'è il male. Se poi ti riferisci a coloro che nominano Dio per le loro guerre allora stai parlando di ben altro che di religiosi, tantomeno stiamo parlando di un qualsiasi dio d'amore. E' falso il Dio di chi, come essi, se lo crea a sua immagine e somiglianza.
joannes is offline  
Vecchio 01-10-2006, 22.49.22   #63
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
Dio non è tanto IN-finito fine a se stesso ma IN-finita è la sua misericordia; misericordia per cosa? se non fossimo peccatori nemmeno Dio avrebbe bisogno di essere misericordioso! cosi se io peccatore, ritengo nella mia non IN-finita visione di limitarla gravemente di piu e dunque ritenendomi IN-guaribile perchè suppongo di essere sano allora metto io quella linea di confine tra me e il Dio misericordioso! le nefaste conseguenze sono date proprio da chi, non ritenendosi peccatore e vivendo senza Dio fa la sua volontà di male come meglio gli piace; è curioso come chi non accetta regole dia poi la colpa del male a chi queste regole d'amore le vive proprio perchè nel mondo c'è il male. Se poi ti riferisci a coloro che nominano Dio per le loro guerre allora stai parlando di ben altro che di religiosi, tantomeno stiamo parlando di un qualsiasi dio d'amore. E' falso il Dio di chi, come essi, se lo crea a sua immagine e somiglianza.
Ma come fai a sapere come è Dio? Per me, povero ignorante qual sono, parli in modo incomprensibile, ma quel che capisco è che AFFERMI un qualcosa pertinente all'Eterno. Una comprensione della TUA mente, quindi un Dio circoscritto da te... Pertanto, non so di qual tuo Dio limitato tu stia parlando, ma certo non dell'Infinto...
Con simpatia
Carlo
cstg is offline  
Vecchio 02-10-2006, 14.33.36   #64
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Filippo disse: "Signore, facci vedere il Padre e ci basterà!"
9 Gesù rispose: "Dopo tutto il tempo che ho trascorso con voi, non mi hai ancora riconosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Perché allora, mi chiedi di mostrartelo?
10 Non credi che io sono nel Padre e che il Padre è in me? Le parole che dico a voi non sono mie, ma di mio Padre, che vive in me ed agisce attraverso di me.
11 "Credetemi quando vi dico che io sono nel Padre e che il Padre è in me, o almeno credete in me, se non altro per i grandi miracoli che mi avete visto compiere!
12 "In tutta sincerità, vi dico che chi crede in me farà le stesse opere che faccio io, anzi ne farà di più grandi ancora,
13 perché io tornero al Padre; e qualsiasi cosa chiederete nel mio nome, io la faro, affinché il Padre sia glorificato in me.

ecco Carlo come faccio a saperlo; ti assicuro che non c'è nulla di limitato all'amore, ma noi che pensiamo di non dover aver nulla a che fare con Dio ci nascondiamo dietro maschere e supposizioni su come sia o come non sia Dio, purchè non sia! questo è il vero limite, il limite del cuore e della mente chiusi al vero amore, quello che salva.
joannes is offline  
Vecchio 03-10-2006, 23.31.05   #65
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Cosa significa non essere cattolici ?
…I cristiani cattolici sono un gruppo di persone che si fidano ( fede )……

1 delle chiese del I e II secolo dC le quali dicono che i vangeli riportano effettivamente ciò che trasmettevano gli apostoli
2 degli apostoli i quali trasmettevano effettivamente gli insegnamenti di Gesù
3 di Gesù che effettivamente ha trasmesso la volontà di Dio

Quindi secondo me non essere cristiani cattolici significa non sentirsi di fare questi tre atti di fede e di conseguenza non sentirsi parte del gruppo di persone che invece lo ha fatto.

Secondo me molte persone cristiani e non …..non hanno capito che queste persone “che si fidano “ non devono fare gruppo per differenziarsi dagli altri ma…..

1…si riuniscono per ringraziare ( eucaristia ) Dio per aver” mandato in mezzo agli uomini “ il figlio ..Gesù
2…devono mantenere inalterato il messaggio di Gesù e trasmetterlo agli altri …

Questo secondo punto è il fulcro dell’esistenza della chiesa…una chiesa che non abbia come scopo principale …mantenere inalterato e trasmettere il messaggio di Gesù ….non ha motivo di esistere

Tutti gli uomini hanno il diritto di conoscerlo e di decidere se seguirlo e ritrasmetterlo agli altri …oppure no

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 07-10-2006, 15.46.49   #66
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
Filippo disse: "Signore, facci vedere il Padre e ci basterà!"
9 Gesù rispose: "Dopo tutto il tempo che ho trascorso con voi, non mi hai ancora riconosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Perché allora, mi chiedi di mostrartelo?
10 Non credi che io sono nel Padre e che il Padre è in me? Le parole che dico a voi non sono mie, ma di mio Padre, che vive in me ed agisce attraverso di me.
11 "Credetemi quando vi dico che io sono nel Padre e che il Padre è in me, o almeno credete in me, se non altro per i grandi miracoli che mi avete visto compiere!
12 "In tutta sincerità, vi dico che chi crede in me farà le stesse opere che faccio io, anzi ne farà di più grandi ancora,
13 perché io tornero al Padre; e qualsiasi cosa chiederete nel mio nome, io la faro, affinché il Padre sia glorificato in me.

ecco Carlo come faccio a saperlo; ti assicuro che non c'è nulla di limitato all'amore, ma noi che pensiamo di non dover aver nulla a che fare con Dio ci nascondiamo dietro maschere e supposizioni su come sia o come non sia Dio, purchè non sia! questo è il vero limite, il limite del cuore e della mente chiusi al vero amore, quello che salva.
grazie x avermi risposto, ma hai eluso la domanda, mostrandomi Flippo...
Siam sempre nel campo delle 100 pertiche, perchè, senza scomodare il Cristo, Dio è anche in chi LO nega, per 2 semplicissimi ed inequivocabili motivi: uno, è INFINITO, quindi anche in anime aride e menti annebbiate...secondo: siamo TUTTI, immagine e somiglianza, quindi se questo motivo risultasse non degno di considerazione, riguardare il primo... Il fatto è che quel GRANDE SPIRITO Gesù può mostrarLo più e meglio, un povero peccatore come me, magari fatica a comprenderLo anche solox sè...
Ringraziandoti sempre con simpatia...
Carlo
cstg is offline  
Vecchio 07-10-2006, 20.09.15   #67
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

non devi ringraziarmi Carlo, è un piacere;
infatti Dio è in tutti anche in chi lo nega, proprio questo afferma il cristianesimo. Solo che bisogna vedere anche e per l'appunto l'altra metà, l'uomo. Creandoci liberi Dio ha rischiato ma lo ha fatto per amore; ha rischiato di perderci perchè noi possiamo rinnegarlo ed anche odiarlo. Siccome egli solo è amore, molti uomini , pur conoscendo l'amore non vogliono vivere di esso, non lo ricercano con cuore e per questo non tanto Dio non si rivela a loro, ma da essi non vogliono aprirsi perchè ciò accada. Dunque è sempre colpa dell'uomo, non di Dio se c'è poco amore e si opta per il male; cosi come è sempre colpa dell'uomo e non di Dio se non sappiamo chi egli sia, visto che nel Figlio si è rivelato ma, per l'appunto, si può crederlo come non gli si può credere; credendogLi lo si prega, ed egli si rivela; non credendogLi non si spera, non si ha una visione certa della morte e della vera vita che viene dopo, si può rimanere tristi e frustrati cercando invano la felicità in questa vita che è futile, effimera; l'anima diviene sterile, viviamo di poco amore, di odi, di rivalse, di invidie, di prepotenze, di furberie perchè non conosciamo il Figlio che ci libera da tutto questo; ma non lo conosciamo non per colpa del Figlio che si è donato, ma sempre per colpa nostra, perchè il Figlio può seriamente cambiare il nostro modo di pensare e di essere, che tanto ci fa comodo; non ci fa forse piu comodo non sapere nulla di questo Dio che tanto vale si dica siamo fatti a sua somiglianza? nell'aspetto senza dubbio, ma a lui interessa il cuore. pensi forse infatti che un assassino, un pedofilo, un usuraio sia ad immagine di Dio? impossibile. Ma anche per essi può esserci la redenzione grazie al Figlio; ma solo se da essi stessi lo vorrano, convertendosi del proprio peccato; se non sei tu ad andare alla fonte per dissetarti come potrai dare colpa alla fonte se sei morto di sete? prima di poter vedere e conoscere Dio dovremo distruggere altri dei, come l'orgoglio e la presunzione, padri dell'incredulità non finendo come la rana che nello stagno, non può concepire l'immensità del cielo. A noi è possibile concepire questo credimi.
joannes is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it