Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-09-2006, 11.32.57   #51
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da ancient
ah, ok, credevo che parlassi in senso metaforico...

Anche ovviamente.....l'Amore sembra dover passare attraverso il dolore, la sofferenza, che sembra tale...pero' sino ad un certo punto, dopo sembra Amore...boh non so se mi spiego, e' una cosa inspiegabile....
Yam is offline  
Vecchio 20-09-2006, 23.48.34   #52
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Posso osare darti un consiglio anche se non richiesto? (scusami per questo, ma mi sono riconosciuta in me stessa qualche anno fa nelle ultime affermazioni che fai e per questo mi permetto)
1) Non dire mai è difficile, perchè di qualunque cosa tu lo dica te ne convinci
e crei ostacoli insuperabili
2) Non dire mai Vorrei, ma:Voglio, Dovrei ma: devo, Potrei ma :Posso
e vedrai che cambiamenti.....
QUANTO AL COMANDAMENTO CHE CITI
UNA VOLTA CHE AVRAI IMPARATO L'AMORE INCONDIZIONATO PER TE
TI VERRA FACILE E NATURALE TUTTO IL RESTO
auguri

Può darsi tu abbia ragione, ma il fatto del condizionale sta nel sottolineare la grossa difficoltà nel cercar di essere come vorrei essere. Eppoi, i tempi e modi verbali che tu indichi, per me forzano a VOLER essere per vie mentali quindi materiali, che poco si addicono a quel che è REALMENTE la coscienza. L'essere è in coscienza quel che SENTE, non quel che VUOLE...
Secondo me...
Con simpatia
Carlo
cstg is offline  
Vecchio 20-09-2006, 23.59.20   #53
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Per me non essere cattolica vuol dire non appartenere più a quel "gruppo".
Non tifo più per la chiesa cattolica e per nessuna chiesa in generale.
Non mi sento in dovere di osservarne le norme, né di ascoltare i loro sermoni.

Forse più semplicemente è una bandiera che non seguo più.

E' davvero difficile, oserei dire impossibile, amare gli altri se prima non riesci ad amare te stesso.
Più ami te stesso più è naturale quasi inevitabile amare gli altri e fare loro quel che vorresti fosse fatto a te.

La chiesa predica bene e razzola malissimo. Troppe volte non predica neanche bene.

Nel Vangelo si sono dimenticati di cancellare un piccolo passaggio che rende chiaro tutto il resto. Gesù disse che vi era un solo comandamento: ama Dio, ama il prossimo, ama te stesso. Forse avrebbe voluto dire: ama te stesso, ama il prossimo, ama Dio. Ma se è stato frainteso con questo ordine figuriamoci con l'altro.

Se non parti dall'amore verso te stesso non puoi arrivare a nulla. Sarebbe come voler costruire un grattacielo cominciando.... dall'ultimo piano!!!!

ciao
mary

A parte delle sottigliezze, mi sento perfettamente in linea con te. Appartenere a questa o quella confessione che per statuto tutte asseriscono d'esser depositarie di verità e di divulgare il vero Dio, significa eliminare le altre, quindi frazionare Dio stesso. Lo star con nessuna a me ha dato la libera ricerca di Dio punto e basta e quel comandamento AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO E FAGLI QUEL CHE VORRESTI TI FACESSERO, ingloba tutte le religioni e getta alle ortiche tutto lo sfronzoloso contorno.
Tale comandamento del Cristo è così potente che supera il Cristo stesso, ha una potenza tale in sè e per sè che sarebbe tale anche se il Cristo stesso non fosse mai esistito
Ciao
Carlo
cstg is offline  
Vecchio 21-09-2006, 08.25.51   #54
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da cstg
A parte delle sottigliezze, mi sento perfettamente in linea con te. Appartenere a questa o quella confessione che per statuto tutte asseriscono d'esser depositarie di verità e di divulgare il vero Dio, significa eliminare le altre, quindi frazionare Dio stesso. Lo star con nessuna a me ha dato la libera ricerca di Dio punto e basta e quel comandamento AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO E FAGLI QUEL CHE VORRESTI TI FACESSERO, ingloba tutte le religioni e getta alle ortiche tutto lo sfronzoloso contorno.
Tale comandamento del Cristo è così potente che supera il Cristo stesso, ha una potenza tale in sè e per sè che sarebbe tale anche se il Cristo stesso non fosse mai esistito
Ciao
Carlo

Su tutto o quasi mi sento di concordare salvo sulle ultime affermazioni!
Nulla può superare l'amore incondizionato del Cristo e quindi la manifestazione dell'amore divino, ma tale è solo perchè il Cristo ce lo ha dato..........e ce lo ha manifestato. Nessuno prima di Lui ha detto
qualcosa del genere e la buona novella è proprio quella che tutti siamo Figli
e quindi eredi di un Regno (che speriamo non sia più diviso in sè stesso)
paperapersa is offline  
Vecchio 25-09-2006, 15.40.01   #55
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

l'amore incondizionato papera e l'amore piu grande qual'è? dare la vita per i propri amici! perchè mai dare la vita? per liberarci dal peccato. Se non c'è peccato mentiamo a noi stessi e la verità non è in noi, giacchè l'Agnello sacrificale da cosa è stato ucciso se non dal peccato?
joannes is offline  
Vecchio 25-09-2006, 19.52.01   #56
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
l'amore incondizionato papera e l'amore piu grande qual'è? dare la vita per i propri amici! perchè mai dare la vita? per liberarci dal peccato. Se non c'è peccato mentiamo a noi stessi e la verità non è in noi, giacchè l'Agnello sacrificale da cosa è stato ucciso se non dal peccato?


se veramente credi in ciò che professi e cioè nell'amore di Cristo
Egli è il Cristo di Tutta l'umanità nessuno escluso e non solo "degli amici",
e pertanto egli è Logos planetario....e come Lui stesso afferma non se ne perderà neanche uno...affinchè tutti siano Uno
Quanto a dare la vita per salvarci dal peccato a questo mi dispiace
ma non credo.....Egli è morto perchè nessuno ha capito la grandezza del suo messaggio, che la buona novella era che siamo tutti Figli di Dio e che Dio ci ama tutti....ha accettato di morire in croce perchè ha accettato fino alla
morte di compiere la volontà del Padre, mostrando a tutti gli uomini
delle verità essoteriche ed esoteriche....
La croce simbolo di radicamento nella materia
è simbolo dell'uomo con i piedi sulla terra, con la testa volta al cielo
e con le mani tese verso gli altri uomini
è simbolo di una religione che tende quindi ad unire tutti e non a dividere..
e questa è la cosa più evidente
per le verità esoteriche si tratta invece di un percorso
spirituale in cui crocifiggendo la personalità nasce l'individualità
e cioè il vero Sè......ma questo è un percorso che non tutti riescono
a fare .
paperapersa is offline  
Vecchio 25-09-2006, 21.41.06   #57
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

purtroppo papera non vuoi comprendere. Gesù ha parlato di dare la vita per gli "amici" perchè cosi chiama l'uomo; in croce ha supplicato il padre di perdonare coloro che non sapevano quel che facevano. Ha nel vangelo piu volte affermato di essere venuto per i peccatori non per i giusti ed anche questo:

«Nessuno mi toglie la vita, ma la offro da me stesso» (Gv 10, 18)!

si è offerto dunque, se avesse voluto non sarebbe stato ucciso; ma si è offerto per cosa? per il nostro peccato.
cosi poi è resuscitato; ma come predisse Simeone alla Vergine Madre:

“Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione” (Lc 2, 34).

per questo chi ne è scandalizzato, chi si reputa senza peccato è da se stesso che si separa dalla croce, perchè nulla vuol avere a che fare con un Dio che ci mette innanzi alla nostra miseria, alle nostre infermità per guarirci.
joannes is offline  
Vecchio 25-09-2006, 23.37.01   #58
cstg
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 7
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Su tutto o quasi mi sento di concordare salvo sulle ultime affermazioni!
Nulla può superare l'amore incondizionato del Cristo e quindi la manifestazione dell'amore divino, ma tale è solo perchè il Cristo ce lo ha dato..........e ce lo ha manifestato. Nessuno prima di Lui ha detto
qualcosa del genere e la buona novella è proprio quella che tutti siamo Figli
e quindi eredi di un Regno (che speriamo non sia più diviso in sè stesso)

ho usato il condizionale...
cstg is offline  
Vecchio 26-09-2006, 09.51.03   #59
Sweet Cat
Ospite abituale
 
L'avatar di Sweet Cat
 
Data registrazione: 04-09-2004
Messaggi: 586
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

[quote=paperapersa]Su tutto o quasi mi sento di concordare salvo sulle ultime affermazioni!
Nulla può superare l'amore incondizionato del Cristo e quindi la manifestazione dell'amore divino, ma tale è solo perchè il Cristo ce lo ha dato..........e ce lo ha manifestato. Nessuno prima di Lui ha detto
qualcosa del genere e la buona novella è proprio quella che tutti siamo Figli
e quindi eredi di un Regno (che speriamo non sia più diviso in sè stesso)[/QUOTE

..............

non credo che tutti siamo figli di Dio ...questa è pura illusione, solo chi fa la volonta di Dio puo essere degno di chiamarsi suo figlio o almeno chi in qualche modo di sforza di fare la sua volonta.
Gesu stesso disse:
" Il mio cibo è fare la volonta di Dio che mi ha mandato e compiere la sua opera fino in fondo" giov.4,34
purtroppo si fa molta fatica a seguire le leggi di Dio, questo perchè esiste tra carne e spirito una lotta continua e un scontro quotidiano

l'uomo è per essenza "debitore" e che cosa è questo debito se non il " peccato"?
tutte le volte che sbagliamo,che pecchiamo, che facciamo un torto agli altri ecc...diventiamo debitori cioè dobbiamo volente o nolente pagare un prezzo.

non l' amore incondizionato ci salva....e al quale non credo.poi molto....ma l'amore misericordioso di Dio.

ciao
Sweet Cat is offline  
Vecchio 26-09-2006, 16.26.31   #60
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Che significa non essere Cattolici?

[quote=Sweet Cat]
Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Su tutto o quasi mi sento di concordare salvo sulle ultime affermazioni!
Nulla può superare l'amore incondizionato del Cristo e quindi la manifestazione dell'amore divino, ma tale è solo perchè il Cristo ce lo ha dato..........e ce lo ha manifestato. Nessuno prima di Lui ha detto
qualcosa del genere e la buona novella è proprio quella che tutti siamo Figli
e quindi eredi di un Regno (che speriamo non sia più diviso in sè stesso)[/QUOTE

..............

non credo che tutti siamo figli di Dio ...questa è pura illusione, solo chi fa la volonta di Dio puo essere degno di chiamarsi suo figlio o almeno chi in qualche modo di sforza di fare la sua volonta.
Gesu stesso disse:
" Il mio cibo è fare la volonta di Dio che mi ha mandato e compiere la sua opera fino in fondo" giov.4,34



ma come si fa a conoscere la volontà di Dio?
leggendo la Bibbia o facendo parte della Chiesa?
Ci sono delle leggi che abbiamo incise nel nostro cuore
e non abbiamo bisogno d'altro
sono le leggi del rispetto e dell'amore
con il cui bisogno veniamo al mondo
e solo quando ci vengono a mancare
cadiamo in un tale stato di sofferenza
che spiegai nostri "errori" o "peccati"

purtroppo si fa molta fatica a seguire le leggi di Dio, questo perchè esiste tra carne e spirito una lotta continua e un scontro quotidiano

] Questo scontro fra carne e spirito
è talmente inutile e nocivo!!!!!
Perchè scontrarsi con ciò che abbiamo di più reale con cui confrontarci?
la nostra incarnazione!
Negando la carne, lottando contro di essa non facciamo che acuirne i bisogni,
assecondandola con equilibrio e moderazione (è qui la vera educazione....!)
riusciamo a vivere bene ...

l'uomo è per essenza "debitore" e che cosa è questo debito se non il " peccato"?
tutte le volte che sbagliamo,che pecchiamo, che facciamo un torto agli altri ecc...diventiamo debitori cioè dobbiamo volente o nolente pagare un prezzo.

non l' amore incondizionato ci salva....e al quale non credo.poi molto....ma l'amore misericordioso di Dio.

ciao
Tu la chiami misericordia infinita
io amore incondizionato
il primo concetto presuppone
il riconoscersi colpevoli
e chiedere di non pagarne il
fio
il secondo è la certezza
che Dio ti ama comunque
e che responsabilmente
sei disposto ad assumerti
gli effetti di una eventuale
mala parte.....
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it