Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-08-2006, 00.37.37   #11
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Naturalmente volevo dire che il diavolo è costretto a rispettare il nostro libero arbitrio di non accettare le sue tentazioni o la sua presenza ma se io scelgo di chiamarlo esso ha campo libero di venire.
Vyvian sinora sei stata tu a pormi delle domande perchè avevi bisogno di capire. adesso ho io questo bisogno per cui spero non ti dispiaccia se ti pongo una qualche domanda a proposito di questa reincarnazione così plausibile. ovvero:

1)se io mi rincarno vita dopo vita cosi come tutti gli esseri cosidetti umani, come mai la popolazione di oggi è una cinquantina se non di piu maggiore di quella di qualche millennio fa, e ogni dieci anni si fanno stime di crescita sempre maggiori?

2) se la reincarnazione contempla il miglioramento di se vita su vita, come è possibile un male sempre crescente e di proporzioni sempre maggiori rispetto non dico all'antichità ma già al secolo scorso? come mai l'uomo invece di migliorare scopre e crea sempre maggiori soluzioni di sterminio? come mai dopo la bomba atomica non c'è stato un miglioramento ma oggigiorno una piccola testata nucleare ha una potenza centinaia di volte superiore a quella di appena cinquanta anni fa?

3)se io non ricordo di aver commesso il male in una mia vita passata (qui si favella di confuse visioni sotto ipnosi, mai nulla di chiaro, ne un nome, ne famigliari o amori passati, ne male ne bene), come posso migliorare vita dopo vita?

4) se è vero che vi è una legge causa -effetto di giustizia perfetta (dunque già Dio è scomparso) se dunque io sparo e uccido un altro essere a mia volta dovrei essere ucciso o sparato da un altro e così all'infinito; in pratica anche dove facessi il bene dovrei comunque pagare per causa di questa "giusta" legge. Ma soprattutto allora chi mi spara lo fa perchè è questa legge che "crea" il mio omicida per farmi pagare il mio gesto, o anch'esso sarà colpevole del gesto che commette su di me? ma insomma dove non vi è il ricordo dove vi può essere un cambiamento? l'amore assieme a Dio è scomparso. siamo soggetti ad una legge che non è amore, non è odio, non è nulla. però che pace. Si crea un inferno al posto di un altro per non accettare l'esistenza di quest'ultimo e la vera giustizia divina. Il fatto di cui non si tiene conto è che questa giustizia ti da modo di cambiare in amore la propria vita. quale altra legge della mente dell'uomo senza Dio può far questo? quel che ci rende umani in fin dei conti non è forse anche il sapere di avere un padre che ci ama?

ma senza dilungarmi attendo risposte a domande già fatte qualche tempo fa in una lunga discussione e che non hanno sortito alcuna delucidazione ne speranza alcuna. fai tu.
shakespeare is offline  
Vecchio 25-08-2006, 09.28.57   #12
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Sceki, io davvero non vi capisco piu’ voi cristiani.
Ma in cosa credete?
Gesu’ era dio? Ok cosa ha detto gesu’? ha detto qualsiasi cosa facciate al prossimo e’ come lo aveste fatto a me.
In bene come in male.
Ora dimmi a te basta credere che lui era dio e pace cosi’? o occorre anche guardarsi dal dire “non hai capito” al tuo prossimo, che tra l’altro significa dargli dello stupido cosa che gesu’ ha espressamente vietato insieme al dare del matto al prossimo..

x vivian
Il sito che ho linkato prima era la versione del cristianesimo ortodosso
Qui c’e’ una serie di citazioni prese da vari link, che pero’ non ho ancora letto.
Comunque a quanto pare quello che ce ne da piu’ notizia e’ proprio Origene, ma quanto sia farina del suo sacco e quanto invece riporta di reale questo proprio non lo so
Quindi prendi tutto colle pinze

dal sito http://www.viviamoinpositivo.org/spi...arnazione.htm:

“Il concetto di reincarnazione è decisamente una componente anche del primo Cristianesimo; ciò nonostante, molti cristiani moderni tendono a considerare l'idea come una buffa superstizione. I padri della Chiesa Cristiana, comunque, testimoniano che le reincarnazione era parte del pensiero cristiano primitivo. Per esempio, nel terzo sec. d.C., Origene […] Con il tempo, quando la teologia cristiana iniziò a cambiare, l'idea della reincarnazione divenne sinonimo di eresia, e nel 553 d.C., nel secondo Concilio di Costantinopoli, l'Imperatore Giustiniano proclamò il suo anatema contro Origene […] Questo pose fine ad ogni disquisizione seria sulla trasmigrazione dell'anima nella cristianità organizzata”.

dal http://www.geocities.com/CapeCanaver...arnazione.htm:

“Origene , uno dei più dotti tra i Padri della Chiesa, osservando come tutti gli uomini fossero assai diversi tra loro fin dalla nascita, concluse che essi dovevano aver già vissuto in precedenza […] Da quel momento in poi (condanna di Origene, n.d.r.) furono combattute tutte le Scuole di pensiero che accettavano la dottrina della rinascita e coloro che parlavano a favore del concetto della rinascita furono etichettati come eretici e scomunicati. Anche i testi riportanti tale dottrina furono distrutti o fatti sparire, insieme a tutti i riferimenti al riguardo presenti nei testi sacri, Bibbia compresa”. (nota: quella di Origene che aveva osservato che "gli uomini erano diversi sin dalla nascita" fu sicuramente una "pia" menzogna, come si diceva allora, per obnubilare il fatto che Origene sapeva perfettamente che Gesù predicava la metempsicosi! n.d.a.)

da http://www.esonet.org/dizionario/r02.htm

“Purtroppo il quinto Concilio Ecumenico, manovrato dall'imperatore Giustiniano e contro la volontà dello stesso papa Vigilio (553 d.C.), ha decretato, oltre a ben quindici diversi anatemi antiorigeniani, la totale esclusione dalla dottrina cristiana del concetto di preesistenza dell'anima e quindi, naturalmente, della Reincarnazione. Al suo posto venne invece introdotto un nuovo dogma: quello riguardante la resurrezione della carne, tuttora valido ed ipersfruttato”.
La_viandante is offline  
Vecchio 25-08-2006, 09.54.53   #13
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Originalmente inviato da shakespeare
Chi crede alla reincarnazione non ha fede in Gesù Cristo, ma al suo avversario! questo sia chiaro l'ho detto secondo misericordia affinchè non si inganni il proprio cuore prima che i propri sensi.
A parte la sgrammaticature sembra di leggere che chi crede nella reincarnazione ha fede nell‘avversario di Gesù Cristo, cioè nel diavolo.

Beh ci sono al mondo almeno 3 miliardi di anime, (forse molte di più), che credono nella reincarnazione e tu le hai appena insultate, e lo hai fatto gratuitamente perché non ti sei neppure peritato di spiegare cosa c’è di sbagliato nella dottrina della reincarnazione.

Non sta a me dirlo ma se sei venuto qui per offendere gli esponenti di altre religioni forse hai sbagliato forum.

Per tutti: non mi si chieda più di rispettare una religione che condanna come satanisti gli esponenti di altre religioni.
VanLag is offline  
Vecchio 25-08-2006, 10.12.18   #14
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Originalmente inviato da shakespeare
Naturalmente volevo dire che il diavolo è costretto a rispettare il nostro libero arbitrio di non accettare le sue tentazioni o la sua presenza ma se io scelgo di chiamarlo esso ha campo libero di venire.

Ti spiacerebbe approfondire cosa vuoi dire? Non ho capito.


Citazione:
1)se io mi rincarno vita dopo vita cosi come tutti gli esseri cosidetti umani, come mai la popolazione di oggi è una cinquantina se non di piu maggiore di quella di qualche millennio fa, e ogni dieci anni si fanno stime di crescita sempre maggiori?

Sono morto come minerale e come pianta sorto.
Sono morto come pianta e ancora risorto come animale.
Sono morto come animale e risorto come uomo.
Perché temere allora di divenire meno morendo?
Ancora una volta moriro' come uomo.
Per risorgere come un angelo perfetto dalla testa
alla punta dei piedi.
Ed ancora quando da angelo soffrirò la dissoluzione
Io mutero' in cio' che supera l'umano concetto

Mevlana Jalaluddin Rumi (Poeta e Mistico Sufi, quindi l'Islam....)

Citazione:
2) se la reincarnazione contempla il miglioramento di se vita su vita, come è possibile un male sempre crescente e di proporzioni sempre maggiori rispetto non dico all'antichità ma già al secolo scorso? come mai l'uomo invece di migliorare scopre e crea sempre maggiori soluzioni di sterminio? come mai dopo la bomba atomica non c'è stato un miglioramento ma oggigiorno una piccola testata nucleare ha una potenza centinaia di volte superiore a quella di appena cinquanta anni fa?

Questo dovresti scoprirlo da te.
Se tu vedi il male ovunque non significa che quel male e' oggettivo, molto piu' probabilmente ne sei pieno tu.
Quando mi guardo intorno, anche nei paesi poveri, vedo ben altro negli uomini e nella natura e come dice il teologo Cristiano Thomas Berry "L' universo Intero e' una enorme Liturgia", se non senti questo nel tuo cuore, il tuo e' un cuore ancora malato, malato di materialismo.
Yam is offline  
Vecchio 25-08-2006, 10.16.03   #15
Donatella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-12-2005
Messaggi: 301
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
A parte la sgrammaticature sembra di leggere che chi crede nella reincarnazione ha fede nell‘avversario di Gesù Cristo, cioè nel diavolo.

Beh ci sono al mondo almeno 3 miliardi di anime, (forse molte di più), che credono nella reincarnazione e tu le hai appena insultate, e lo hai fatto gratuitamente perché non ti sei neppure peritato di spiegare cosa c’è di sbagliato nella dottrina della reincarnazione.

Non sta a me dirlo ma se sei venuto qui per offendere gli esponenti di altre religioni forse hai sbagliato forum.

Per tutti: non mi si chieda più di rispettare una religione che condanna come satanisti gli esponenti di altre religioni.
Infatti riflettevo proprio su questo.
Perchè i cattolici, ogni volta che vengono messi in difficoltà o discutono con persone che hanno opinioni diverse dalle loro tirano fuori sempre il diavolo?
Donatella is offline  
Vecchio 25-08-2006, 11.14.37   #16
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
ciao,
Ho avuto modo di dare solo un'occhiata ad una Bibbia che se ricordo bene è la traduzione di Lamsa, la prima traduzione diretta dall'aramaico insomma. Questa versione è sicuramente la più fedele all'originale. In ogni caso...

La Bibbia...
Di quale Bibbia parli?
Di quella ebraica, o di quella cristiana?

L'Antico Testamento, lo abbiamo in gran parte in ebraico, e alcuni passi in aramaico (vedi libro di Daniele).
Il Nuovo Testamento, lo abbiamo in greco. Sono solo pure ipotesi, quelle che vogliono degli originali in aramaico (lingua parlata da Gesù). Secondo gli accademici è con il greco che sono stati scritti i testi neotestamentari originali (che non abbiamo). Anche perché le copie (e frammenti di copie) più vecchie che abbiamo, sono tutte in greco.

Citazione:
Originalmente inviato da Vyvyan
Angelo, potresti dirmi quali sono i passi della Bibbia, di cui mi hai parlato, che secondo te rimandano all'idea di Reincarnazione?
Non penso che si riferisca all'Antico Testamento, ma piuttosto al Nuovo Testamento.
Alcuni ci vedono nella questione che mi concerne, un indizio di credenza alla reincarnazione.
Ma Giovanni il Battista ha negato di essere me, il Profeta Elia, quando gli è stato posto il quesito.

Essi (dei sacerdoti e Leviti) gli domandarono: «Chi sei dunque? Sei Elia?» Egli (il Battista) rispose: «Non lo sono».
(Giovanni 1:21)

Per non dire, che io non sono mai morto...

Ecco un carro di fuoco e dei cavalli di fuoco che li separarono l'uno dall'altro (Eliseo da Elia), ed Elia salì al cielo in un turbine.
(2 Re 2:11)

Quindi come farei a reincarnarmi? Se non sono neanche morto?

La cosa che bisogna chiedersi, è se la concezione della reincarnazione era presente in Palestina ai tempi di Gesù.
Da chi avrebbe potuto prendere ispirazione il Cristianesimo primitivo, per quanto riguarda la reincarnazione?

Se la risposta è nessuno, tanto vale discuterne. Se c'è qualcuno, vediamo.
(Un'altra questione, è definire il termine reincarnazione...).

Elijah is offline  
Vecchio 25-08-2006, 11.56.49   #17
Vyvyan
Anima in viaggio
 
L'avatar di Vyvyan
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 53
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Vivyan mi parli di fede e di "modi di sentire", la fede. ma la fede in chi?

La mia fede, Shake, che è diversa dalla tua e da quella di chiunque altro, perchè io sono individuo, con un vissuto, una mente e un cuore diverso da quello di chiunque altro. Questo non vuol dire che io sia nel giusto e tu nel torto. Ma nemmeno viceversa. La fede in Dio, la mia è fede in Dio, in qualcosa che può anche avere nome di Universo, il tutto, l'anima suprema (chiamiamola "soffio di Vita") che tutto comprende e a tutto dà origine. Un concetto forse diverso dal tuo... o forse molto più simile di quanto tu pensi.


Citazione:
lascia perdere l'apertura di cuore che non centra nulla in questo senso.

No Shake, non lascio perdere l'aperutra di cuore; e in questo caso centra forse più che in ogni altro discorso. Mi fa specie che un Cristiano mi dica di lasciar perdere l'apertura di cuore...

Citazione:
Se un genitore sgrida il figlio che sbaglia è una chiusura di cuore?

Quindi tu ti poni nei miei confronti nella veste di genitore e non di fratello? E in base a cosa? E per cosa mi avresti sgridata (io, onestamente, nemmeno l'avevo presa per una tirata d'orecchie).

Citazione:
bidogna guardarsi dall' essere ipocriti e ame non va di parlare tanto per parlare. Una settimana fa stavo discutendo con un sacerdote su delle scalinate all'entrata di una Chiesa in pieno centro (Roma) quando d'improvviso arrivano due ragazzi sui 23 anni praticamente terrorizzati. Raccontano quel che è accaduto ad un loro amico che assieme a loro si era divertito la notte prima a fare una seduta spiritica chiamando nientemeno che il diavolo. A un certo punto questo loro amico comincia a parlare in lingue antiche, e con voce tenebrosa il diavolo si è annunciato per quello che è. sappiamo bene che se il diavolo viene chiamato esso viene, giacchè è costretto a rispettare la nostra libera scelta, ma questi poveretti cosa ne potevano sapere? In pratica il sacerdote gli ha detto di tornare con questo loro amico che a loro detta ha solo la terza media e di comunicarsi perchè di fatto erano scomunicati. Ora per chi crede di aver vissuto una possibile vita passata sotto ipnosi, sappia che questi ragazzi erano ben svegli e tutto hanno visto e sentito, nessuna ipnosi, nessuna suggestione. Mi sembra che anche Giuseppe di Davide ti abbia dato testimonianza al riguardo. Vi è un abisso credimi tra la testimonianza e il "sentire" una fede. Chi crede alla reincarnazione non ha fede in Gesù Cristo, ma al suo avversario! questo sia chiaro l'ho detto secondo misericordia affinchè non si inganni il proprio cuore prima che i propri sensi

A questo non rispondo perché esula dal discorso che ho intrapreso aprendo questo topic. Nelle tue parole, secondo me, risuona solo tanta, immensa paura. Non mi esprimo su Giuseppe di Davide, l'ho già fatto nel suo topic sulla magia e questo basti.
Credo colo che col terrorismo psico-religioso non si risolva nulla, non oggi quanto meno (forse nel Medioevo) e che una parola di dolcezza e uno scambio di cuori si arrivi molto più lontano!

Citazione:
il diavolo è costretto a rispettare il nostro libero arbitrio di non accettare le sue tentazioni o la sua presenza ma se io scelgo di chiamarlo esso ha campo libero di venire.

Non vedo cosa c'entri il Diavolo con la Reincarnazione.
Suvvia, Shake, sei una persona troppo intelligente per cadere nei retaggi di una religione vecchia e asfittica, risalente a secoli fa, quando ogni cosa che non era spiegabile veniva affibiata a Illo detto anche Satana (che, a quanto sembra, parrebbe avere un potere molto più forte di quello di Dio stesso). Ma sai che un gruppo di monaci nel Medioevo fu accusato di essere eretico perchè aveva ipotizzato che l'energia contenuta in un fulmine potesse essere sfruttata e utilizzata per scopi umani? O Galileo, Giordano Bruno ecc... ti dicono qualcosa? Consideri ancora eretico chi dice che la Terra gira attorno al Sole e non viceversa, come è scritto nella Bibbia?

Ma ora passiamo alla discussione in questione e su cui mi hai posto delle domande. Premetto una cosa: delle innumerevoli domande che ho posto (non direttamente a te, o per lo meno non solo, ma a tutti qui), ho avuto risposte ben poche. E mi sono sentita spesso rispondere con frasi del tipo: "Il Signore vuol così, fà così, prepone così ecc...". Quindi non ti soprendere se nelle mie risposte non troverai nulla che ti convinca... In fondo, a differenza mia, tu parti già con delle certezze assodate e non per scandagliare ipotesi ma per distruggere la teoria in cui credo per fede (e la fede, penso, non si possa nè giudicare nè sfiorare con etichette).

Citazione:
1)se io mi rincarno vita dopo vita cosi come tutti gli esseri cosidetti umani, come mai la popolazione di oggi è una cinquantina se non di piu maggiore di quella di qualche millennio fa, e ogni dieci anni si fanno stime di crescita sempre maggiori?

Come ti ha risposto già qualcuno, perchè ci s'incarna dal più basso stadio evolutivo verso quello più altro. La teoria della reincarnazione crede nel percorso di sublimazione dello Spirito, al fine di unirsi di nuovo a Dio, da cui, sotto forma di "scintilla" (chiamiamola così questa energia che è il nostro Sè), si era originariamente staccato per... imparare.

Citazione:
2) se la reincarnazione contempla il miglioramento di se vita su vita, come è possibile un male sempre crescente e di proporzioni sempre maggiori rispetto non dico all'antichità ma già al secolo scorso? come mai l'uomo invece di migliorare scopre e crea sempre maggiori soluzioni di sterminio? come mai dopo la bomba atomica non c'è stato un miglioramento ma oggigiorno una piccola testata nucleare ha una potenza centinaia di volte superiore a quella di appena cinquanta anni fa?

La vita in piccola scala (rispetto a quella reincarnazionista) è piena di up and down. In questo non ci trovi nulla di anomalo? La storia è piena di cambiamenti, epoche più o meno oscure e altre più luminose.
Inoltre quello sopra citato è un tuo giudizio.
Io, invece, ho una prospettiva diversa dalla tua: quest'epoca non la vedo così negativa come te. C'è gran parte di mondo che di nuovo si occupa di questioni spirituali, si sono sviluppate forme di tolleranza che prima non esistevano, in certe parti di popolazione mondiale c'è immensa fratellanza, un concorrere al bene dell'umanità e, soprattutto, un discutere, apertamente, per raggiungere compromessi e arricchirsi vicendevolmente del supporto altrui (sia esso di pensiero, di conoscenze o esperienze). Cinquant'anni fa la bomba atomica è stata fatta scoppiare con estrema facilità, senza troppi scrupoli. Oggi i popoli concorrono a limitarne e evitarne l'utilizzo. Ti sembra poco? Ti sembra un'involuzione? A me no, affatto. Il fatto che la testata nucleare odierna abbia una potenza centinaia di volte superiore a quella del passato dipende da una cosa che si chiama tecnologia (strumento che, nelle mani dell'uomo, può essere la cosa più benefica per l'umanità, così come la peggiore). A maggior ragione, se oggi abbiamo armi potenzialmente più potenti e non le utilizziamo è un segno di intelligenza e evoluzione civile. Non nego tutte le altre forme di brutalità, inciviltà ecc... Ma tu una volta mi hai chiesto se l'intolleranza non si riproduce proprio negli ambienti meno rigidi. A me non sembra, a me sembra che l'intolleranza oggi sia perpetrata in paesi in cui Dio è ancora Colui in nome del quale combattere o in paesi in cui si vuole l'omolgazione a tutti i costi, per gestire meglio la cosa... perchè se fossimo tutti uguali, il mondo sarebbe meno bello ma più facilmente gvernabile dai pochi.
Vyvyan is offline  
Vecchio 25-08-2006, 11.57.12   #18
Vyvyan
Anima in viaggio
 
L'avatar di Vyvyan
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 53
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
3)se io non ricordo di aver commesso il male in una mia vita passata (qui si favella di confuse visioni sotto ipnosi, mai nulla di chiaro, ne un nome, ne famigliari o amori passati, ne male ne bene), come posso migliorare vita dopo vita?

Non importa il ricordo ma l'effetto del ricordo che portiamo con noi e si ripercuote sulla vita nostra giorno dopo giorno. Tu ricordi ogni cosa di ciò che hai detto o fatto durante la tua infanzia? Non credo, eppure in base alle tue scelte passate, oggi porti dentro un... "sentore", una sensazione, un qualcosa che ti fa agire di conseguenza.
Inoltre ti chiedo: come vivresti ricordando, che so, di aver ucciso o sterminato persone, oppure con le cicatrici aperte (il ricordo vivo di cui parli) di torture subite o misfatti si cui sei stato vittima? Sembri dimenticare che l'uomo è im-perfetto. La Reincarnazione ti dice che il compito del reiterarsi di esistenze serve a fare migliorare il tuo Spirito, aspirando sempre e solo a Dio (nella versione Buddista le cose stanno un po' diversamente, ma il mio credo è più vicino a quello druidico e/o induista).

Citazione:
4) se è vero che vi è una legge causa -effetto di giustizia perfetta (dunque già Dio è scomparso) se dunque io sparo e uccido un altro essere a mia volta dovrei essere ucciso o sparato da un altro e così all'infinito; in pratica anche dove facessi il bene dovrei comunque pagare per causa di questa "giusta" legge. Ma soprattutto allora chi mi spara lo fa perchè è questa legge che "crea" il mio omicida per farmi pagare il mio gesto, o anch'esso sarà colpevole del gesto che commette su di me? ma insomma dove non vi è il ricordo dove vi può essere un cambiamento? l'amore assieme a Dio è scomparso. siamo soggetti ad una legge che non è amore, non è odio, non è nulla. però che pace. Si crea un inferno al posto di un altro per non accettare l'esistenza di quest'ultimo e la vera giustizia divina. Il fatto di cui non si tiene conto è che questa giustizia ti da modo di cambiare in amore la propria vita. quale altra legge della mente dell'uomo senza Dio può far questo? quel che ci rende umani in fin dei conti non è forse anche il sapere di avere un padre che ci ama?

Shake, il tuo è un cervello umano che, quindi, mi rifiuto di pensare che ponderi solo su basi dicotomiche così riduttive.
La gamma di possibilità che possono scatenare le mie azioni passate è immensa. Perchè mai necessariamente io nella prossima vita - lì dove in quella scorsa ho ucciso - dovrò essere uccisa? L'importante è che io sperimenti sulla mia pelle la sofferenza che quel mio antico gesto ha procurato a qualcuno. E allora, guarda, può anche semplicemente capitare che io sia coinvolta in una rapina in banca dove mi muore tra le braccia una persona e portarmi quel senso di dolore per tutta la vita. Non è una questione di punizione. Mi rendo conto che nel tuo modo di sentire e vivere la punizione la fa da padrone, ma così non è. E' un comprendere, com-dividere, com-patire.

Citazione:
ma senza dilungarmi attendo risposte a domande già fatte qualche tempo fa in una lunga discussione e che non hanno sortito alcuna delucidazione ne speranza alcuna. fai tu.

E temo che nemmeno questa sarà servita a molto. Ma io sono qui per parlare e, se vuoi, possiamo continuare. Io continuerò rispettarti sempre, anche se resterai delle più rigide e irremovibili certezze, anche se sarai intollerante con me e giudicherai sbagliati i miei pensieri!
Luce, Shake!
Vyvyan is offline  
Vecchio 25-08-2006, 12.51.53   #19
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

Citazione:
Originalmente inviato da Vyvyan
Carissimo Angelo,
anch'io tempo fa avevo pensato di sottopormi a una seduta di ipnosi regressiva. Ho letto moltissimi libri di Brian Weiss e del dott. Angelo Bona. Ma alla fine ci ho ripensato, un po' per paura e un po' perché il bisogo, almeno per il momento, si è estinto nel tempo. Il timore è un po' anche legato al fatto che può capitare che lo psicoterapeuta possa influenzare il paziente, specie se crede nella Reincarnazione e possa involontariamente "pilotare" la seduta.
Ti sarò grata se vorrai raccontarmi la tua esperienza, davvero! Non te ne dimenticare!
Intanto, se vi può interessare, ho trovato un articolo molto interessante sullargomento Cristianesimo-Reincarnazione:

http://www.pointovu.com/pagine.php?id=Cristianesimo+e+ reincarnazione

Mi sembra dia una botta al cerchio e una alla botte, come si suol dire.
Vorrei fare alcune ricerche in più su alcune cose scritte qui, come per esempio sul Concilio di Costantinopoli e su S.Giustino e poi, domani, discuterne con voi!

Angelo, potresti dirmi quali sono i passi della Bibbia, di cui mi hai parlato, che secondo te rimandano all'idea di Reincarnazione? Quando vuoie e puoi!
Bonne nuit (anche se è un po' prestino!).

eh, i passi della bibbia te li dovrei riportare pari pari, sai bene che qui, una virgola fuori posto rischierebbe di far passare per bestemmia una preghiera; se capiterà che andrò a ritrovare quel mio amico gi darò un'occhiata poi ti saprò dire.
La prenotazione che ho fatto per la seduta è con il Prof Bona. Perchè lui? Il primo contatto che ho cercato era tramite un sito ben curato che ispira fiducia. quando ho chiamato per un appuntamento mi hanno detto di riprovare più avanti perchè non hanno ancora costruito la sede il secondo non mi ha lasciato parlare, parlava solo lui. Il terzo è stato tramite e mail con il dott. Bona al quale ho chiesto un colloquio. Mi ha risposto: ci sentiamo a settembre, buona vita. :-) Ovvio che prima voglio fare un colloquio, ma l'approccio mi è piaciuto. Io sono incuriosito per il fatto di aver avuto dei flash piuttosto lucidi riguardanti almeno 4 esistenze nell'arco di 3000 anni e vorrei verificare se sono matto oppure no, comunque anche per altre cose meno frivole, ma questo sarà il mio strumento di misura.
Ciao
angelo2 is offline  
Vecchio 25-08-2006, 12.52.16   #20
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
Riferimento: Cristianesimo e Reincarnazione

<<<Ora dimmi a te basta credere che lui era dio e pace cosi’? o occorre anche guardarsi dal dire “non hai capito” al tuo prossimo, che tra l’altro significa dargli dello stupido cosa che gesu’ ha espressamente vietato insieme al dare del matto al prossimo.. >>>Viandante

No Viandante ma chi si ritiene cristiano e poi crede a tutt'altro è bene che sia avvertito o ammonito. Finora per quanto riguarda questo Gesù da parte tua mi sembra di aver visto un bel po di verità inventate, dunque non ti ho dato della matta o stupida perchè per me sei comunque una sorella che amo. Solo un tantino distratta da qualcos'altro.

<<<A parte la sgrammaticature sembra di leggere che chi crede nella reincarnazione ha fede nell‘avversario di Gesù Cristo, cioè nel diavolo. >>>Van Lang

chi si reputa cristiano e crede nella reicarnazione , crede all'amo gettato dal menzognero, l'eresia giacchè Gesù è morto e risorto una volta sola perchè avessimo la Vita per sempre. La reincarnazione di fatto rende vano il sacrificio di Cristo, anzi, se essa vi fosse realmente Cristo non sarebbe nemmeno venuto perchè nessun peccato vi sarebbe.

<<<Beh ci sono al mondo almeno 3 miliardi di anime, (forse molte di più), che credono nella reincarnazione e tu le hai appena insultate, e lo hai fatto gratuitamente perché non ti sei neppure peritato di spiegare cosa c’è di sbagliato nella dottrina della reincarnazione.>>>Van Lang

Mi sono peritato di riferirmi al cristiano che crede nella reincarnazione, non di 3 miliardi di anime ma come già ti dissi una volta, bisogna saper leggere prima di pronunciarsi.

<<<Non sta a me dirlo ma se sei venuto qui per offendere gli esponenti di altre religioni forse hai sbagliato forum.

Per tutti: non mi si chieda più di rispettare una religione che condanna come satanisti gli esponenti di altre religioni>><Van Lang

come vedi non ho offeso nessuno, per quanto riguarda il rispetto del cristianesimo mi sembra che non occorra shakespeare perchè sia rispettato o meno. Ci vuole prima l'amore e poi il rispetto viene di conseguenza.

<<<Originalmente inviato da shakespeare
Naturalmente volevo dire che il diavolo è costretto a rispettare il nostro libero arbitrio di non accettare le sue tentazioni o la sua presenza ma se io scelgo di chiamarlo esso ha campo libero di venire.

Ti spiacerebbe approfondire cosa vuoi dire? Non ho capito.>>>Yam

Se potesse il diavolo ci annienterebbe seduta stante ma non può farlo per via di chi gli è superiore. di fatto però può tentarci (vedi Giona) di aver rispiegato meglio la questione in un post successivo.

<<<<1)se io mi rincarno vita dopo vita cosi come tutti gli esseri cosidetti umani, come mai la popolazione di oggi è una cinquantina se non di piu maggiore di quella di qualche millennio fa, e ogni dieci anni si fanno stime di crescita sempre maggiori?

Sono morto come minerale e come pianta sorto.
Sono morto come pianta e ancora risorto come animale.
Sono morto come animale e risorto come uomo.
Perché temere allora di divenire meno morendo?
Ancora una volta moriro' come uomo.
Per risorgere come un angelo perfetto dalla testa
alla punta dei piedi.
Ed ancora quando da angelo soffrirò la dissoluzione
Io mutero' in cio' che supera l'umano concetto

Mevlana Jalaluddin Rumi (Poeta e Mistico Sufi, quindi l'Islam....)>>>Yam



Yam nonostante diventi una pianta o un animale, dopo dovrò necessariamente ridivenire un uomo dunque secondo te questo spiega la crescita demografica? al contrario dovrebbe essere rallentata e di parecchio visto tutti questi passaggi e la vita assai longeva delle piante se non di minerali. Poi mi si deve spiegare cosa capirei e come migliorerei da minerale la mia condizione umana. Di amore mi sembra non si faccia accenno alcuno, e non so di quanto amore siano capaci i minerali. E' questo l'inferno della reincarnazione?

<<<2) se la reincarnazione contempla il miglioramento di se vita su vita, come è possibile un male sempre crescente e di proporzioni sempre maggiori rispetto non dico all'antichità ma già al secolo scorso? come mai l'uomo invece di migliorare scopre e crea sempre maggiori soluzioni di sterminio? come mai dopo la bomba atomica non c'è stato un miglioramento ma oggigiorno una piccola testata nucleare ha una potenza centinaia di volte superiore a quella di appena cinquanta anni fa?


Questo dovresti scoprirlo da te.
Se tu vedi il male ovunque non significa che quel male e' oggettivo, molto piu' probabilmente ne sei pieno tu.
Quando mi guardo intorno, anche nei paesi poveri, vedo ben altro negli uomini e nella natura e come dice il teologo Cristiano Thomas Berry "L' universo Intero e' una enorme Liturgia", se non senti questo nel tuo cuore, il tuo e' un cuore ancora malato, malato di materialismo. >>>Yam

Beh ognuno di noi può fare il male, e mi sembra che non solo hai evitato la questione ma soprattutto vuoi farmi credere di un male soggettivo come se il male esistesse solo se ce lo creiamo nella nostra mente e non nel nostro cuore. Thomas Berry intendeva ben altro; ossia il cercare di vedere la bellezza del mondo attraverso l'amore piuttosto che morire nella freddezza di cuore dovuta al materialismo e di quel che vanamente ci circondiamo. vi rientra sempre l'amore come vedi. E' questo che deve essere liberato nel nostro cuore altrimenti vi è solo il male...oggettivo. Ma insomma, come spiega il male sempre crescente la reincarnazione visto che se da milenni dovremo essere migliorati, all'inverso c'è un male così oscuro e devastante?

<<<Infatti riflettevo proprio su questo.
Perchè i cattolici, ogni volta che vengono messi in difficoltà o discutono con persone che hanno opinioni diverse dalle loro tirano fuori sempre il diavolo?
>>>Dontella

forse perchè Donatella non hai seguito altri centinaia di post dove il diavolo dai cattolici non veniva nemmeno menzionato? Ma esso non lo si tira fuori quando sono i cattolici ad essere in difficoltà ma quando serve perchè il diavolo non è invenzione(anche se non capisco sempre questo confrontarsi come se cercar di mettere in difficoltà qualcuno vuol dire di voler eliminare il proprio interlocutore invece di cercar di capire. )Qui io non sto discutendo con chi crede alla reincarnazione e basta. ma con chi, reputandosi cristiano, vi crede. Per cui pongo domande a cui non ho ricevuto risposte adeguate. Oppure solo i cristiani debbono far questo? rifletti e non tirare conclusioni avventate.

pace e bene.
shakespeare is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it