Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-11-2006, 12.47.31   #31
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da Cruzdorada
Pace Profonda Turaz,

Nellinsegnamento che seguo le parti che hai enunciato sono diversamente disposte...
Spirito Anima e Corpo.

Lo Spirito che è l'essenza che ci Collega al Padre, quella luce o fiamma che abbiamo di Lui dentro al Nostro cuore.
L'anima contenitore delle nostre emozioni e personalità.
Il Corpo contiene la mente che riceve imput dall'anima e dallo spirito.

Il corpo è neutro, l'anima è neutra, Lo spirito E'.

che ne pensate?

Pace Profonda
Tutti Per il Ritorno

concordo con quanto hai detto.

ciao
turaz is offline  
Vecchio 03-11-2006, 12.52.30   #32
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
credo che nessuno dei presenti qui sia nello stato "non-duale".
per cui mi domando se non sia il caso di comprendere la dualità (opera al nero) e viverla
piuttosto che vederla come un "danno" e ricercare vie di "fuga".
l'uomo è anima, mente, corpo
spirito, ragione, fisicità
le tre parti devono essere equilibrate
questo si intende a mio modo di vedere

questo turaz è giudizio (ego).. ed è ciò che volevo solleticate prima con i miei interventi..
siamo sempre pronti a voler vedere l'altro.. ma solo da dove possiamo... (livello di consapevolezza)
atisha is offline  
Vecchio 03-11-2006, 13.02.03   #33
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
mmm. posso essere d'accordo.

sicura di "liberarti ogni volta del tuo sapere per confrontarti?"

guarda che quanto stai giustamente sottolineando è quanto si osserva in certe situazioni.
più che "notarlo" sarebbe utile comprenderlo e andare oltre.
e questa è l'opportunità che si perde con il "non-dialogo"


ovvio.. è ciò che tendo spesso a fare... liberando i "pensieri"... conoscenze di parte ecc..

ora dovresti per cortesia esprimere senza mezzi termini che significa per te andare Oltre.. forse pochi l'hanno capito.. ed anch'io ho una certa confusione..

poi.. chi è che rifiuta il dialogo.. e dove vedi ciò...

sei sicuro di star dialogando..almeno tu? e con chi?
atisha is offline  
Vecchio 03-11-2006, 13.40.53   #34
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
questo turaz è giudizio (ego).. ed è ciò che volevo solleticate prima con i miei interventi..
siamo sempre pronti a voler vedere l'altro.. ma solo da dove possiamo... (livello di consapevolezza)


lo stesso giudizio che ti ha fatto scrivere ora.
quindi non ci scorgo differenze (nel metodo) ma è normale che sia così

il giudizio è ciò che ti fa evolvere.
anche solo parlare di dimora nel Sè e cosi via che cos'è se non un giudizio?
ove si sceglie che il "dimorare nel Sè" sia giusto e il non dimorare "sbagliato"?
ed ecco la differenza tra ego distorto (giudizio distorto o confuso) e ego incanalato verso la luce (giudizio in funzione di essa)

tutti giudichiamo (si preferisce dire "scegliamo"? sempre di giudizio si tratta perchè una scelta la si fa se la si considera "Migliore" dell'altra) ed in base a ciò evolviamo.

oppure no?
turaz is offline  
Vecchio 03-11-2006, 13.45.39   #35
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
ovvio.. è ciò che tendo spesso a fare... liberando i "pensieri"... conoscenze di parte ecc..

ora dovresti per cortesia esprimere senza mezzi termini che significa per te andare Oltre.. forse pochi l'hanno capito.. ed anch'io ho una certa confusione..

poi.. chi è che rifiuta il dialogo.. e dove vedi ciò...

sei sicuro di star dialogando..almeno tu? e con chi?


"comprenderlo e andare oltre" significa rimanere aperti.
comprendere che in un momento di "blocco" c'è qualcosa che "manca" alla nostra consapevolezza.
saper vedere questo qualcosa, rivedere se stessi (umiltà) e ripartire in un'unione più consapevole.
non sto dicendo sia "facile" sto dicendo che è possibile proprio attraverso quanto si specifica qui.staccando il mentale, non collegandosi al risultato,dimorando nel silenzio ecc ecc
turaz is offline  
Vecchio 03-11-2006, 14.30.26   #36
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Si puo' dimorare in un certo stato di rilassamento in cui c'e' una certa naturalezza che pero' non e' il vero Stato Naturale in cui e' impossibile distinguere tra se e l'altro.....non so se e' chiaro.
Li per sempio, non ci sono piu' le emozioni, nascendo queste dal contatto tra soggetto ed oggetto.
Tu provi ancora emozioni?
Si, dunque e' scientifico (visto che hai usato questa parola [edit] in un altro 3d) che tu non sei nello stato non duale (naturale).
Bisognerebbe fare un po' di chiarezza su queste cose...ed smitizzare un po' di altre cosette.
Appunto. Bisognerebbe fare un pò di chiarezza.
Questo è il modesto punto di vista.
Certo che il corpo-mente prova emozioni, ci mancherebbe che non le provasse. Sarebbe un cadavere ambulante.
Ma la Consapevolezza, il Testimone, Sakshin, ciò che sono realmente, ciò che è il centro del ciclone dell'essere nel mondo, ne è fuori, non è identificato con esse. Esso è immobile, imperturbabile, aldilà del tempo-spazio.
Questo centro dell'essere è sempre rilassato e irradia, emana, alla periferia dell'organismo corpo-mente, all'involucro che lo porta nella manifestazione, onde di pace e tranquillità, andando pure oltre... fino a toccare chi è intorno, aperto a riceverle.
Bisogna anche chiarire che nella manifestazione dell'organismo corpo-mente siamo sempre e necessariamente nel mondo dualistico.
Non lo siamo invece nella Consapevolezza, ovvero nella Coscienza disidentificata.
E i due aspetti vanno insieme, simultaneamente. Sono l'unità dell'essere e del non essere.

Mirror is offline  
Vecchio 03-11-2006, 15.04.20   #37
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
io credo anzi, ho chiarezza che tu non legga affatto ciò che si scrive..
o meglio ciò che ho scritto chiaramente più volte dall'inizio del topic
e ciò che è peggio noto che ti sono servita come pretesto per ribadire i tuoi propositi, che per altro appoggio..

mah.. non ho altro da aggiungere...

Figurati se non leggo, e scusami se ti martello perche' a volte manifesti una certa ingenuita'...nel modo di esprimere le cose, so benissimo che sei una praticante seria...magari ce ne fossero altri/e.....ma io sono (Y)am...
Adesso vado a leggermi cosa hai scritto prima
Yam is offline  
Vecchio 03-11-2006, 18.16.16   #38
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Appunto. Bisognerebbe fare un pò di chiarezza.
Questo è il modesto punto di vista.
Certo che il corpo-mente prova emozioni, ci mancherebbe che non le provasse. Sarebbe un cadavere ambulante.
Ma la Consapevolezza, il Testimone, Sakshin, ciò che sono realmente, ciò che è il centro del ciclone dell'essere nel mondo, ne è fuori, non è identificato con esse. Esso è immobile, imperturbabile, aldilà del tempo-spazio.
Questo centro dell'essere è sempre rilassato e irradia, emana, alla periferia dell'organismo corpo-mente, all'involucro che lo porta nella manifestazione, onde di pace e tranquillità, andando pure oltre... fino a toccare chi è intorno, aperto a riceverle.
Bisogna anche chiarire che nella manifestazione dell'organismo corpo-mente siamo sempre e necessariamente nel mondo dualistico.
Non lo siamo invece nella Consapevolezza, ovvero nella Coscienza disidentificata.
E i due aspetti vanno insieme, simultaneamente. Sono l'unità dell'essere e del non essere.


Perfetto. Tuttavia questo non e' il vero Stato Naturale, e' solo questo che mi premeva chiarire...da circa un po di anni.
Yam is offline  
Vecchio 03-11-2006, 18.47.35   #39
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
"comprenderlo e andare oltre" significa rimanere aperti.
comprendere che in un momento di "blocco" c'è qualcosa che "manca" alla nostra consapevolezza.
saper vedere questo qualcosa, rivedere se stessi (umiltà) e ripartire in un'unione più consapevole.
non sto dicendo sia "facile" sto dicendo che è possibile proprio attraverso quanto si specifica qui.staccando il mentale, non collegandosi al risultato,dimorando nel silenzio ecc ecc


bene!..
io vedo che è così come dici tu.. per tutti..! pur con le proprie modalità ed apparenze...(ed appartenenze empatiche)

ed ora?
atisha is offline  
Vecchio 03-11-2006, 20.40.06   #40
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: U.G. … l’uomo naturale

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Perfetto. Tuttavia questo non e' il vero Stato Naturale, e' solo questo che mi premeva chiarire...da circa un po di anni...

certamente.. lo stato naturale è qualcosa che avviene dopo...
forse è ciò che va a far sparire totalmente l'emotività..
la visceralità come la chiamo io..

hey ma l'amico UG mi pare vecchiotto.. che ne dite se ne riparliamo fra una quarantina d'anni? sarebbe interessante.. chissà quante cose da raccontarci avremo... (beh, diciamo una trentina)

Il processo "dolorosissimo" (per come lo descrive UG.. come reazioni "atomiche")..credo vada a far parte di un accadere, di una "predisposizione" individuale che s'inserisce nello sforzo precedente della ricerca..
ma non credo debba a tutti avvenire nello stesso modo.. infatti i racconti sono contrastanti.. diciamo diversi..

condivido quanto dice UG che prima che l'intero processo si stabilisca, passano anni.. e che l'alchimia del corpo cambia..
e che un uomo del genere non è di nessuna utilità alla società
ho detto alla società...

e siccome anch'io non penso di essere stata eletta .. scelta, per riformare il mondo...

(inizia ad essermi simpatico UG..)
atisha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it