Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 13-02-2005, 13.29.56   #11
pisquo85
Ospite abituale
 
L'avatar di pisquo85
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 167
Citazione:
Riguardo alla sparata dei 20 milioni di morti, secondo il "Libro Nero del Comunismo" (non so se mi spiego) i prigionieri raggiunsero "la punta massima di 2 milioni e 800000 nel 1953". E i decessi furono "tra il 1930 e il 1940" "circa 400.000". Contando che dopo la morte di Stalin i Gulag vennero graduatamente smantellati poi raddoppiare o anche triplicare quel numero per avere un'idea del totale, cioè dal 1930 fino a circa il 1960, ma 20 milioni come li raggiungi? Onestamente io mi affido al "Libro Nero del Comunismo", se conosci altre fonti dimmele pure.

hai detto questo... ti ho fatto vedere che hai letto male le tue fonti... Avevi delle informazioni sbagliate, ti ho corretto... questo non è costruttivo?

Rispondendo a trounoir...
si parla di meno del comunismo perchè l'URSS è caduta da poco... e solo adesso stanno cominciando a venir fuori notizie e quant'altro...
pisquo85 is offline  
Vecchio 13-02-2005, 13.33.09   #12
Lenin
Marxista
 
L'avatar di Lenin
 
Data registrazione: 12-02-2005
Messaggi: 78
Citazione:
Messaggio originale inviato da pisquo85
hai detto questo... ti ho fatto vedere che hai letto male le tue fonti... Avevi delle informazioni sbagliate, ti ho corretto... questo non è costruttivo?

Rispondendo a trounoir...
si parla di meno del comunismo perchè l'URSS è caduta da poco... e solo adesso stanno cominciando a venir fuori notizie e quant'altro...

I crimini Staliniani sono stati denunciati nel primo congresso del partito comunista avvenuto dopo la morte di Stalin.

Eppoi io mi riferivo a questo:
Citazione:
Sia il comunismo che il nazismo sono dei totalitarismi che hanno fatto milioni di morti...

E' una frase sbagliata, anti-storica, di cui ho già detto il perchè non è vera.
Lenin is offline  
Vecchio 13-02-2005, 13.37.07   #13
pisquo85
Ospite abituale
 
L'avatar di pisquo85
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 167
Quindi per te è Stalin che ha fatto milioni di morti, non il comunismo... giusto?
pisquo85 is offline  
Vecchio 13-02-2005, 14.14.56   #14
Lenin
Marxista
 
L'avatar di Lenin
 
Data registrazione: 12-02-2005
Messaggi: 78
Citazione:
Messaggio originale inviato da pisquo85
Quindi per te è Stalin che ha fatto milioni di morti, non il comunismo... giusto?

I diretti responsabili di quei milioni di morti possono essere Stalin, la strutturazione del partito comunista russo e la sua incapacità di tutelare la democrazia, il popolo russo che non ha saputo reagire, che ha accettato tutto questo, ma non il comunismo, in quanto l'applicazione del comunismo è la negazione di quello che l'URSS è stato.
Lenin is offline  
Vecchio 13-02-2005, 15.01.23   #15
pisquo85
Ospite abituale
 
L'avatar di pisquo85
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 167
Citazione:
la strutturazione del partito comunista russo e la sua incapacità di tutelare la democrazia

beh è difficile che un partito salito al potere con la violenza e mantenga il suo potere con la violenza tuteli la democrazia...
pisquo85 is offline  
Vecchio 13-02-2005, 15.30.43   #16
Vale
Ospite abituale
 
L'avatar di Vale
 
Data registrazione: 06-11-2004
Messaggi: 191
Infatti.
Democrazia è una parola creata dall'occidente che però non vuole intendere ciò che la parola etimologicamente significa: potere al popolo.
Il potere che il popolo esercita è un potere delegato, rappresentativo, attraverso i menbri che esso stesso "democraticamente" elegge.
Però non c'è mandato imperativo
La democrazia reale è un grande bluff!!
Vale is offline  
Vecchio 13-02-2005, 15.48.26   #17
pisquo85
Ospite abituale
 
L'avatar di pisquo85
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 167
infetta la "democrazia" si differenzia dalla "democrazia diretta"...
pisquo85 is offline  
Vecchio 13-02-2005, 16.20.37   #18
Vale
Ospite abituale
 
L'avatar di Vale
 
Data registrazione: 06-11-2004
Messaggi: 191
Non volevo partire da così lontano!
Del resto il primo esempio di democrazia diretta risale all'antica Grecia, con la polis ateniese: ma anche quello era un bluff, perchè la democrazia era prerogativa solo dei liberi.

Mi riferisco alle nostre democrazie parlamentari del dopoguerra, dove la parola democrazia a volte assume significati sinistri.

Specie a causa dei meccanismi perversi di sistemi elettorali strettamente maggioritari, la democrazia può diventare la dittatura della maggioranza, a discapito delle minoranze (che spesso tanto minoranze non sono).

Bisogna considerare poi la struttura delle varie costituzioni nei diversi Paesi.
Un esempio per tutti: la Francia della V Repubblica (De Gaulle), dove il governo ha strumenti precisi e pesanti per imbavagliare il parlamento.

Mi scuso per la divagazione e vi invito a continuare con il discorso del topic che mi pare molto importante.
Vale is offline  
Vecchio 13-02-2005, 19.05.19   #19
Vale
Ospite abituale
 
L'avatar di Vale
 
Data registrazione: 06-11-2004
Messaggi: 191
Parlare di identica natura criminale tra nazismo e comunismo mi fa accapponare la pelle.
E mi fa anche chiedere se vale la pena di scrivere queste parole in questo forum, già sapendo che saranno beffeggiate e bocciate sic et simpliciter, solo per presa di posizione.
Prima di tutto la domanda che mi faccio è quanti anni avete, perchè se siete molto giovani (intorno ai venti) è tecnicamente impossibile che voi abbiate avuto il tempo di venire a conoscenza di tutto ciò che è necessario per esprimere giudizi informati, al di là di articoli sui giornali, o di propaganda politica televisiva,ecc.
Se avete qualche anno in più mi chiedo se avete avuto l'opportunità di rendervi conto, di leggere, di studiare direttamente i testi di Marx.
Nessun uomo di media cultura può negare di avere in sè parte del pensiero di Marx.
Avete mai sentito parlare di alienazione? di teoria del valore in economia? sapete cos'è il plusvalore? e lo sfruttamento? e l'accumulo del profitto?
Marx fa un'analisi scientifica dell'economia del capitalismo.
Quanti dei termini e delle categorie da lui enunciate sono ormai patrimonio del nostro linguaggio, e quanti dei malesseri da lui denunciati sono ormai nostre stesse denunce?

Forse è vero, le conclusioni che lui trae da questa analisi, nel concreto, si sono rivelate pura utopia (e si può anche approfondire perchè).
Il comunismo marxista è l'ideologia della speranza, della giustizia, del superamento delle conflittualità, della solidarietà.
Quasi una società escatologica ma da realizzare e da fruire su questa terra.

Lo stalinismo è la negazione del marxismo.
Fra comunismo e stalinismo non vi è continuità, ma contraddizione.
Fra l'idea della rivoluzione sociale e la controrivoluzione burocratica vi è una frattura abissale.

Ultima modifica di Vale : 13-02-2005 alle ore 19.08.51.
Vale is offline  
Vecchio 15-02-2005, 23.22.27   #20
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
2+2=5

Parlare d numeri mi sembra un pò assurdo, dato che la follia inarrestabile non lascia spazio al registro delle morti e alle eventuali accertazioni...rimangono dei numeri puramente indicativi, magari ingigantiti o al contrario occultati nella loro realtà...

C'è un'altra cosa che incuriosisce (può sembrar banale)...è vero che in un palazzo di Mosca era stato affisso un cartello cn su scritto "2+2=5"?
Ricordo di aver letto la stessa cosa sul libro 1984 di Orwell, stupendo manifesto della tortura psicologica, della "morte" inflitta all'individuo prima ancora del corpo...
Se è vero che era stato affisso come ci si può piegare all'evidente falsità di un enunciato (2+2=5)?
è normale che il terrore, il sospetto diffuso ovunque portava a seguire ciecamente gli slogan del partito, ma nessuno avrebbe potuto rinchiudere in manicomio gente che si metteva lì a dimostrare realmente le loro intenzioni, soggiogando anche la stessa "certezza matematica"?

saluti, trounoir
trounoir is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it