Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 04-02-2005, 22.54.34   #1
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
perchè solo il nazismo?

Salve a tutti!
Mi chiedevo...perché si parla quasi esclusivamente del nazismo che ha provocato 6milioni di ebrei, mentre non si parla allo stesso modo dello stalinismo che ne ha provocato più di 20 milioni?
Mi piacerebbe approfondire il problema, affrontando quelle che sono le caratteristiche dello stalinismo, capire insieme perchè esso sia stato il più duraturo dei totalitarismi..
Un favore posso chiedervelo?
Potreste darmi qualche info in + per quanto riguarda il patto di non aggressione stabilito tra Hitler e Stalin?
Grazie mille spero in una bella discussione!
trounoir is offline  
Vecchio 05-02-2005, 14.58.49   #2
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Beh, allora mettiamoci anche le attraversate transoceaniche tra Europa/Africa/America, in cui venivano venduti schiavi in cambio di cotone, oro e altro.... tutto a vantaggio dell'Europa. E' anche vero che ogni 6 minuti muore una persona per fame.... quante fanno in un anno?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-02-2005, 07.54.17   #3
Tornelius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-01-2005
Messaggi: 134
non sono riuscito a cogliere il nesso con il primo post...
dato che questa discussione mi interessa mi spieghi a cosa ti riferisci? sia il nazionalsocialismo che il comunismo sono finiti, cosa c'entrano con tutti questi morti?

edit: mi sono scordato di quotare, mi riferivo a mister bean.
Tornelius is offline  
Vecchio 06-02-2005, 09.09.56   #4
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Chiedo scusa ma mi ero lasciato ingannare dal titolo e dalla prima parte del post. Però, perché lo stalinismo è stato secondo te il più duraturo tra i totalitarismi?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-02-2005, 15.33.56   #5
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
Mi dispiace che il mio post sia stato frainteso...eppure mi spiego bene: tra tutti i totalitarismi quello russo "dittatura del proletariato", ovvero comunismo, è stato quello che si è imposto + facilmente e accolto per tanto tempo come una sorta di "salvezza"...
Il nazismo è quello più documentato in assoluto, si parla sempre deri campi di concentramento dove furono sterminati gli ebrei ma spesso si dimenticano le vittime del comunismo e le atrocità dei gulag...
la mia domanda era perchè secondo voi si è discusso da sempre maggiormente del nazismo e non dello stalinismo?
perchè il comunismo russo apparentemente sembrava innocuo?
trounoir is offline  
Vecchio 07-02-2005, 14.09.06   #6
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da trounoir


la mia domanda era perchè secondo voi si è discusso da sempre maggiormente del nazismo e non dello stalinismo?
perchè il comunismo russo apparentemente sembrava innocuo?


Perchè, essendo ancora molto presente una cultura "sinistra", in Italia, come in gran parte dell'Europa, non conviene sottolineare troppo questa cosa, che invece è una drammatica "realtà": il comunismo, ha ucciso molto più del nazismo.

Semplice!

Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 07-02-2005, 14.58.19   #7
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
tutti gli "ismi" uccidono...
Mr. Bean is offline  
Vecchio 13-02-2005, 12.24.43   #8
Lenin
Marxista
 
L'avatar di Lenin
 
Data registrazione: 12-02-2005
Messaggi: 78
Re: perchè solo il nazismo?

Citazione:
Messaggio originale inviato da trounoir
Salve a tutti!
Mi chiedevo...perché si parla quasi esclusivamente del nazismo che ha provocato 6milioni di ebrei, mentre non si parla allo stesso modo dello stalinismo che ne ha provocato più di 20 milioni?
Mi piacerebbe approfondire il problema, affrontando quelle che sono le caratteristiche dello stalinismo, capire insieme perchè esso sia stato il più duraturo dei totalitarismi..
Un favore posso chiedervelo?
Potreste darmi qualche info in + per quanto riguarda il patto di non aggressione stabilito tra Hitler e Stalin?
Grazie mille spero in una bella discussione!

Ci sono numerose inesattezze, vediamo di chiarirle.
L'Unione Sovietica non è stato un totalitarismo per tutta la sua storia, cioè dal 7 Novembre del 1917 fino al 1991, ma lo è stato nella parentesi dello stalinismo, dal 1927 circa fino al 1957.
Non è vero che si parla solo del Nazismo, anzi, è vero l'esatto contrario. Perchè, sebbene non esista una giornata della memoria per le vittime dei Gulag, la propaganda capitalista odierna pone l'equazione Stalin=comunismo, e imperterrita continua, in ogni occasione, a linciare mediaticamente il comunismo.
Detto questo, quali sono le caratteristiche dello Stalinismo?
Dopo la morte di Lenin i dirigenti del partito comunista, dopo aver occultato il suo testamento (perchè esponeva i difetti e la pericolosità di numerosi pezzi forti tra cui Stalin e Trockji), si videro coinvolti in una lotta interna. Stalin fu il più furbo e il più scaltro. Prima si appoggiò alla destra del partito, con Bukharin, combattendo Trockji, Kamenev e altri. Dopo averli sconfitti, li fece arrestare ed esiliare come traditori, e poi voltò faccia all'improvviso, facendo proprie le tesi degli sconfitti andando contro i suoi ex-alleati. Vinti anche quelli (li fece fucilare) rimase solo Stalin come leader indiscusso del partito.
Dopo questo l'URSS si trasformò da un paese governato dal Partito Comunista in un totalitarismo governato da un unico uomo: Stalin.
Da notare che nei Gualg ci finiro inialmente i Kulaki, ma anche gli oppositori del regime, i quali erano solo in minima parte ex-zaristi o "capitalisti", il grosso erano comunisti che si opponevano alla deriva aberrante di Stalin. Le purghe staliniane videro vittime ufficiali, generali, membri del partito, a migliaia e migliaia, e questi non erano oppositori dell'URSS, erano possibili oppositori di Stalin.
Riguardo alla sparata dei 20 milioni di morti, secondo il "Libro Nero del Comunismo" (non so se mi spiego) i prigionieri raggiunsero "la punta massima di 2 milioni e 800000 nel 1953". E i decessi furono "tra il 1930 e il 1940" "circa 400.000". Contando che dopo la morte di Stalin i Gulag vennero graduatamente smantellati poi raddoppiare o anche triplicare quel numero per avere un'idea del totale, cioè dal 1930 fino a circa il 1960, ma 20 milioni come li raggiungi? Onestamente io mi affido al "Libro Nero del Comunismo", se conosci altre fonti dimmele pure.
Lenin is offline  
Vecchio 13-02-2005, 13.14.40   #9
pisquo85
Ospite abituale
 
L'avatar di pisquo85
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 167
Il comunismo è stato autore di un "genocidio di classe" che ha provocato un numero di morti maggiore del "genocidio di razza".
questa frase è presa da qui... dal libro...
http://www.cafeletterario.it/049/cafelib.htm

tu dici che il comunismo ha fatto 2.800.000... il nazismo ha fatto all'incirca 6.000.000 di morti nei campi di concentramento...

2.800.000 > 6.000.000 ??? Non mi pare...

Sia il comunismo che il nazismo sono dei totalitarismi che hanno fatto milioni di morti...
pisquo85 is offline  
Vecchio 13-02-2005, 13.18.36   #10
Lenin
Marxista
 
L'avatar di Lenin
 
Data registrazione: 12-02-2005
Messaggi: 78
Citazione:
Messaggio originale inviato da pisquo85
Il comunismo è stato autore di un "genocidio di classe" che ha provocato un numero di morti maggiore del "genocidio di razza".
questa frase è presa da qui... dal libro...
http://www.cafeletterario.it/049/cafelib.htm

tu dici che il comunismo ha fatto 2.800.000... il nazismo ha fatto all'incirca 6.000.000 di morti nei campi di concentramento...

2.800.000 > 6.000.000 ??? Non mi pare...

Sia il comunismo che il nazismo sono dei totalitarismi che hanno fatto milioni di morti...

Sui numeri possiamo discutere, ma non mi sembra utile. Io ho riportato una frase del "Libro Nero del Comunismo", ma ovviamente posso sbagliarmi.
Riguardo al resto trovo insopportabile la tua mancanza di una minima intenzione di dialogo. Mi hai ripetuto sterilmente ciò che ho contestato ignorando a piè pari ciò che ho detto. Se non sei daccordo critica in modo costruttivo.
Non ho intenzione di ripetere all'infinito un concetto e di vedermi tutte le volte ridirmi: "Hai torto", e basta.
Lenin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it