Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 19-05-2006, 19.02.10   #71
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Avevo capito male allora. Comunque la contrarietà della Chiesa alle unioni gay, discende proprio dal considerare l'omosessualità un vizio, un disordine, e arrivando perfino a giustificare alcune forme di discriminazione.
Sentite infatti cosa è scritto nei documenti ufficiali.



"Non esiste alcun diritto all’omosessualità”

“La tendenza sessuale non costituisce una qualità paragonabile alla razza, all’origine etnica, etc., rispetto alla non-discriminazione. Diversamente da queste, la tendenza omosessuale è un disordine oggettivo e richiama una preoccupazione morale. Vi sono ambiti nei quali non è ingiusta discriminazione tener conto della tendenza sessuale; per esempio, nella collocazione di bambini in adozione o affido, nell’assunzione di insegnanti o allenatori sportivi, nel servizio militare. Gli omosessuali, in quanto persone umane, hanno gli stessi diritti di tutte le altre persone. (…) Nondimeno, questi diritti non sono assoluti. Essi possono venire legittimamente limitati a motivo di un comportamento esterno oggettivamente disordinato. Ciò è talvolta non solo lecito ma anche obbligatorio, e inoltre si imporrà non solo nel caso di comportamento colpevole, ma anche nel caso di azioni commesse da persone fisicamente o psicologicamente malate. (…) Includere la tendenza omosessuale fra le considerazioni in base alle quali ogni discriminazione è illegale, può facilmente condurre a valutare l’omosessualità come fonte positiva di diritti umani. (…) Ciò è tanto più deleterio, dal momento che non esiste alcun diritto all’omosessualità, la quale pertanto non può costituire la base per rivendicazioni giudiziali. Il passaggio dal riconoscimento dell’omosessualità come fattore in base al quale è illegale discriminare può portare facilmente, se non automaticamente, alla protezione legislativa ed alla promozione legale dell’omosessualità. (…) Inoltre, c’è il pericolo che una legislazione che trasformi l’omosessualità in una fonte di diritti possa di fatto incoraggiare le persone con tendenze omosessuali a dichiarare la loro omosessualità o addirittura a cercare dei partners allo scopo di sfruttare le disposizioni di legge” (Congregazione per la Dottrina della Fede, Lettera sulla cura pastorale delle persone omosessuali, Appendice del 1993, nn. 10-14).


La Chiesa non può appoggiare i fautori dell’omosessualità

“Dovrà essere ritirato ogni appoggio a qualunque organizzazione che cerchi di sovvertire l’insegnamento della Chiesa, che sia ambigua nei confronti di esso, o che lo trascuri completamente. Un tale appoggio, o anche l’apparenza di esso, può dare origine a gravi fraintendimenti” (Congregazione per la Dottrina della Fede, Lettera sulla cura pastorale delle persone omosessuali, n. 17).

“Nella Sacra Scrittura, esse sono condannate come gravi depravazioni ed anzi vengono presentate come funesta conseguenza del rifiuto di Dio. Questo giudizio della Scrittura (…) attesta che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati e che non possono in nessun caso ricevere una qualche approvazione” (Congregazione per la Dottrina della Fede, Dichiarazione Persona humana, n. 8).

“Basandosi sulla sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, la Tradizione ha sempre dichiarato che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati. Sono infatti contrari alla legge naturale, precludono all’atto sessuale il dono della vita, e non sono frutto di una vera complementarietà affettiva e sessuale. Non possono essere approvati in nessun caso” (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2357)

bside is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.05.47   #72
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Copio incollo da Tgcom.

"LO STATO NON EQUIPARI LE COPPIE GAY AL MATRIMONIO"
Lo Stato non equipari le coppie gay al matrimonio; un "riconoscimento giuridico di tali coppie sarebbe negativo in ordine alle nuove generazioni". Lo ha ripetuto il cardinale Camillo Ruini, spiegando che la "vera questione riguarda le coppie omosessuali: è da lì che viene tutta la pressione per il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto". "Non tutte le coppie di fatto omosessuali - ha sottolineato il porporato - vogliono il riconoscimento e il clamore". "Non vogliamo - ha specificato - alcun aggravio contro gli omosessuali, se vogliono possono accedere ai diritti previsti e dunque possono accedere a tutte le forme previste dal diritto italiano per dare sicurezza ai rapporti. "Riteniamo - ha detto il card. Camillo Ruini - che lo Stato procedendo con un riconoscimento" sul piano del diritto pubblico "produca un effetto negativo specialmente in ordine alle nuove generazioni".

"LA CHIESA HA DEI VALORI IRRINUNCIABILI"
Il card. Camillo Ruini ribadisce che ci sono valori "irrinunciabili" per la Chiesa. "La divisione su questi valori - sottolinea - non è un fatto positivo, occorre prenderne atto, ma noi non possiamo rinunciare a questi valori solo per la finalità che non ci siano divisioni". "Noi non chiediamo molto" alle forze politiche "solo che non siano introdotte cose nuove che rappresentino un vulnus alla tradizione etica e culturale del nostro popolo". Il porporato rispondeva a una osservazione dei giornalisti sul fatto che il dibattito sui valori non negoziabili genera "divisione" nel Paese.

http://www.tgcom.mediaset.it/politic...lo310441.shtml
Patri15 is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.20.34   #73
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
«Il mio sogno è che i miei quattro bambini
possano vivere un giorno in una nazione
dove non saranno giudicati dal colore
della loro pelle ma dal
contenuto del loro carattere.»


«L'ingiustizia in qualsiasi luogo
è una minaccia alla giustizia ovunque.»


«Abbiamo imparato a volare come gli uccelli,
a nuotare come i pesci,
ma non abbiamo imparato
l'arte di vivere come fratelli.»



Martin Luther King

Ultima modifica di klee : 19-05-2006 alle ore 19.25.12.
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.32.33   #74
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
«La giustizia deve essere congiunta
al potere,
così che ciò che è giusto possa
anche aver potere, e che ciò
che ha potere possa essere giusto.»


B.Pascal
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.33.04   #75
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Citazione:
Messaggio originale inviato da klee
«Il mio sogno è che i miei quattro bambini
possano vivere un giorno in una nazione
dove non saranno giudicati dal colore
della loro pelle ma dal
contenuto del loro carattere.»


«L'ingiustizia in qualsiasi luogo
è una minaccia alla giustizia ovunque.»


«Abbiamo imparato a volare come gli uccelli,
a nuotare come i pesci,
ma non abbiamo imparato
l'arte di vivere come fratelli.»



Martin Luther King


Patri15 is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.41.04   #76
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Ognuno può giustificare,
nessuno vietare.»



«La natura ha delle perfezioni
per dimostrare che essa è l'immagine di Dio
e ha dei difetti per mostrare

che ne è solo un'immagine.»

B.Pascal

Ultima modifica di klee : 19-05-2006 alle ore 19.42.39.
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 19.48.19   #77
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
«Ogni situazione, buona o cattiva,
può arricchire l'uomo di nuove prospettive.
Se abbandoniamo al loro destino
i duri fatti che dobbiamo
irrevocabilmente affrontare,

allora non siamo una generazione vitale.»


Etty Hillesum
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 21.04.13   #78
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Negli ultimi decenni l’omosessualità non solo è uscita allo scoperto, ma è anche andata coraggiosamente un po’ più in là e, almeno all’interno di una cerchia sempre più vasta di intellettuali progressisti, è diventata persino chic, e alla moda. Inchieste giornalistiche hanno rivelato che una buona parte dei teenager americani si vanta delle sue tendenze bisessuali, proprio come fosse una marca di jeans, o di scarpe da tennis… alla moda. Qui non si tratta solo delle rivendicazioni dei diritti dei gay: è una specie di ‘va bene tutto’, molto familiare a una generazione arrivata dopo la liberazione sessuale degli anni ‘70.

Che cos’è che sta causando questa tendenza all’allargarsi dell’orgoglio gay, come sta succedendo in Occidente?

Ultima modifica di klee : 19-05-2006 alle ore 21.09.18.
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 21.11.31   #79
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Per la Chiesa...

l’omosessualità impedisce la nascita di nuovi esseri umani...
klee is offline  
Vecchio 19-05-2006, 21.53.46   #80
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da visechi
La pretesa della Chiesa si fonda su basi che attingono da Scritture ritenute sacre da un’enormità di persone, non si può prescindere da questo dato di fatto, siano esse genuinamente interpretate o meno.
Non so oh saggio Visechi….. Mi chiedo se è sufficiente il numero a giustificare una mistificazione? Mi chiedo quante speranze ha la ragione di aprire gli occhi a quell’enormità di persone che è, + o –, la stessa enormità di persone che pretende di raccontarci che una donna può partorire e rimanere vergine.

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it