Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 06-09-2006, 20.01.15   #71
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Bambi o Bambini?...

vabbè.....qui ormai si parla di caccia anzichè del thread iniziale.
Cmq mi viene in mente, grazie a Patrizia ed anche a Cannella per gli spari ravvicinati, che una volta ho visto "gli uccelli da richiamo" chiusi in gabbiette anguste e ho proprio chiesto al cacciatore (perchè di cacciatore si trattava) come potesse tenere un animale in quelle condizioni e la risposta fu: lo tengo nella gabbietta solo in funzione del richiamo, ma a casa ha una gabbia bella comoda come lo possono essere le gabbie per canarini, pappagalli et simila. Invece, Cannella, mi ha ricordato che anche dove abitavo, in precedenza, ho avuto la visita dei cacciatori, i quali, sparavano dalle 4/5 del mattino e mi svegliavano e, in alcuni casi, avrebbero voluto passare sulla mia proprieta' (se non ricordo male c'è stato un referendum in proposito nel 1990 che non ha raggiunto il quorum, a torto), cmq, come già espresso, ritengo che l'accanimento contro la caccia o pesca sia solo per evitare, a ragione, tutte quelle attività che hanno a che fare con il bracconaggio e con fini puramente pecuniari. Un' attività praticata per hobby, nel pieno rispetto degli altri, non vedo a chi o cosa possa nuocere.
tammy is offline  
Vecchio 07-09-2006, 08.58.54   #72
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
In attesa di Minni, faccio rispondere al Ripa di Meana dall'OIPA: quale migliore avversario?
Allora:

"Riteniamo che la caccia sia soltanto la più bieca manifestazione delle peggiori pulsioni di animi primitivi:
dallapreparazione allo sparo, infatti, è tutta una sequela di violenza barbara e sfogo di frustrazioni.
Quella venatoria è un'attività immorale e distruttiva perchè viene praticata in modo che nessun animale riesca ad evitare gli spari del cacciatore.

Nella caccia agli ungolati, per esempio, vengono utilizzati fucili di precisione che possono colpire facilmente la preda a centinaia di metri.
Nella caccia agli uccelli migratori, invece, il cacciatore aspetta nascosto nei capanni la sua vittima, che viene richiamata da volatili chiusi in anguste gabbiette.

Da questi pochi esempi, la figura del cacciatore appare in tutto il proprio squallore: che divertimento si può trovare nel
procurare la morte di un essere vivente? Oltre al ferimento e all'uccisione degli animali, fra i danni che la caccia reca all'ambiente si devono annoverare quelli legati ai ripopolamenti della fauna destinata a fare da facile preda ai cacciatori e perlopiù estranea all'ambiente in cui viene introdotta, quelli legati all'inquinamento da piombo (soprattutto nelle zone umide) e agli incidenti
stradali dovuti ai poveri animali in fuga dagli spari. Per questo, oltre che immorale e pericolosa,l'attività venatoria non è ambientalmente sostenibile.
Ad aggravare la situazione, si ricordi che l'ambiguità e la permissività delle
decisioni politiche dell'amministrazione provinciale e regionale lombarda, unite agli esigui e poco incisivi controlli, incentivano i cacciatori a sparare, anche in spregio alla legge. Per verificare la gravità della situazione basta fare un giro nelle valli bresciane da Colle San Zeno a Passo Maniva, da Lavenone a Bagolino,da Vestone a Lodrino. ...."

Ciao

Potrebbero aver ragione…
Potrebbero aver individuato in maniera chiara l’aspetto psicologico che muove alla passione venatoria. Hanno definito in maniera precisa gli aspetti etico-morali dei cacciatori.

Io potrei veramente essere l’ultimo discendente dei primi uomini cacciatori comparsi 2 milioni di anni fa sulla terra…sono homo habilis e non homo sapiens….e che sia habilis piuttosto che sapiens lo dimostra la mia praticità nel risolvere la questione senza perdermi in chiacchiere che non portano da nessuna parte.
I sapiens dell’OIPA (organizzazione internazionale protezione animali) oltre a fare i sapiens hanno anche ipotizzato, in maniera habilis, una soluzione del problema per questi caprioli? No vero?

Questa discussione ha avuto 71 interventi…più di 900 visite, l’intervento di una zoologa e di molti altri sapiens…
…ma qualcuno che si fosse azzardato a buttare li due righe su una possibile soluzione del problema non c’è stato.
…si…aspetta…c’è stata la proposta di reintroduzione del lupo quale unico predatore naturale del capriolo…
…branchi di lupi che cacciano di notte sulle nostre colline e dormono di giorno dentro le metropolitane…

Altre soluzioni possibili oltre a quella del lupo delle metropolitane?
maxim is offline  
Vecchio 07-09-2006, 09.33.11   #73
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Potrebbero aver ragione…
Potrebbero aver individuato in maniera chiara l’aspetto psicologico che muove alla passione venatoria. Hanno definito in maniera precisa gli aspetti etico-morali dei cacciatori.

Io potrei veramente essere l’ultimo discendente dei primi uomini cacciatori comparsi 2 milioni di anni fa sulla terra…sono homo habilis e non homo sapiens….e che sia habilis piuttosto che sapiens lo dimostra la mia praticità nel risolvere la questione senza perdermi in chiacchiere che non portano da nessuna parte.
I sapiens dell’OIPA (organizzazione internazionale protezione animali) oltre a fare i sapiens hanno anche ipotizzato, in maniera habilis, una soluzione del problema per questi caprioli? No vero?

Questa discussione ha avuto 71 interventi…più di 900 visite, l’intervento di una zoologa e di molti altri sapiens…
…ma qualcuno che si fosse azzardato a buttare li due righe su una possibile soluzione del problema non c’è stato.
…si…aspetta…c’è stata la proposta di reintroduzione del lupo quale unico predatore naturale del capriolo…
…branchi di lupi che cacciano di notte sulle nostre colline e dormono di giorno dentro le metropolitane…

Altre soluzioni possibili oltre a quella del lupo delle metropolitane?

Scusa Maxim, era anche stato proposto di trasferire i caprioli in sovranumero in altri Parchi Nazionali, anzi per qualche giorno sembrava cosa fatta:
Mi pare che l'Abruzzo avesse accettato di accoglierli.
Non so poi cosa sia successo e perchè.
Patri15 is offline  
Vecchio 07-09-2006, 11.04.06   #74
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Scusa Maxim, era anche stato proposto di trasferire i caprioli in sovranumero in altri Parchi Nazionali, anzi per qualche giorno sembrava cosa fatta:
Mi pare che l'Abruzzo avesse accettato di accoglierli.
Non so poi cosa sia successo e perchè.


...che sia forse perchè quando è stato il momento di mettere in pratica fantasie disneyane di cattura con le reti, si sono resi conto che l'impresa sarebbe stata impossibile?

...che sia forse perchè quando si sono resi conto che i caprioli non sono quei simpaticoni quadrupedi che ti mangiano dalle mani quando sono allo zoo se ne stavano minimo, minimo a 300 metri di distanza dall'uomo ed i loro fucili super anestetizzanti arrivavano a 15 metri di tiro utile?


...che sia forse perchè si sono resi conto che solo i bracconieri riescono a piazzare trappole efficaci?


...o forse perchè l'effetto mediatico aveva già dato i suoi frutti e sarebbe stato tempo perso?

mah...
maxim is offline  
Vecchio 07-09-2006, 12.08.12   #75
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Bambi o Bambini?...

In sintesi:

Emerge da questo "carteggio" che gli unici buoni sono i cacciatori; gli animalisti sono poveri drogati o comunque illusi che non di carne si cibano (ahimè) ma di favolette.

Con questo ammetto la tua cultura "animalesca" Maxim.
Su alcune cose mi sembra tu abbia ragione: certo meglio 1 (un) cacciatore che l'allevamento osceno che il consusmismo e la sete di denaro rendono così .. straziante - non solo per gli animali, ma anche per gli umani.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 07-09-2006, 14.10.44   #76
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
In sintesi:

Emerge da questo "carteggio" che gli unici buoni sono i cacciatori; gli animalisti sono poveri drogati o comunque illusi che non di carne si cibano (ahimè) ma di favolette.

Con questo ammetto la tua cultura "animalesca" Maxim.
Su alcune cose mi sembra tu abbia ragione: certo meglio 1 (un) cacciatore che l'allevamento osceno che il consusmismo e la sete di denaro rendono così .. straziante - non solo per gli animali, ma anche per gli umani.

Ciao

Non ho più aggettivi per provocarvi

Ho tentato in tutte le maniere di strapparvi una proposta ragionevole per questi poveri 600 caprioli, che a sentir i miei amici/colleghi piemontesi, sono tutti dentro i freezer in attesa di essere ricordati in tavola.

Nulla...nessuno che oltre il "non è giusto" sia riuscito ad avanzare uno straccio di proposta tecnicamente percorribile.
Siamo rimasti al "canis lupus metropolitanis".

Non mi permetterei mai di dire che gli animalisti sono dei drogati...di favole...anzi...sono serviti moltissimo, soprattutto negli anni 70 - 80 qui in Italia, per una corretta sensibilizzazione della gente ma anche loro hanno avuto quel picco emozionale non traducibile poi a livello pratico quando è stato il momento di fare i conti dal vivo.
Siamo fermi!

Io personalmente tra una foglia di lattuga, un'orata, un capriolo non ci vedo nessuna differenza etico-morale tale da impedirmi di non mangiare l'una o l'altra cosa. Nessuna di queste è in via di estinzione e sono tutti frutti che la natura ci offre...meglio ancora se si sa raccogliere i migliori...

maxim is offline  
Vecchio 08-09-2006, 09.34.05   #77
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Per vostra informazione e a chi può interessare la notizia, il TAR ha sospeso la caccia al capriolo piemontese fino al 4 ottobre prossimo.

Gli occhioni di bambi son salvi e le nostre coscienze pulite...è stata data prova di vero ambientalismo e di come devono essere condotte le battaglie ecologiche affinchè questa nostra terra, distrutta dall'uomo, si ripopoli di animali belli...

...voglio rinascere un animale bello...pensa che sfiga se rinasco cinghiale!
maxim is offline  
Vecchio 08-09-2006, 09.47.22   #78
Minni
Ospite
 
Data registrazione: 25-08-2006
Messaggi: 10
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Ciao "carissimo" Maxim! Scusa se ti rispondo sempre tardi ma sai com' è, il lavoro non dà tregua! Comunuque per la gioia di "tutti" ho "buone" notizie sull' argomento Capriolo! Ho letto sul sito della LAV che da ieri è stata sospesa la "selezione"! Ehhhhhhhhhhhhh!!!

07/09/2006-

“Il TAR del Piemonte, in data odierna, ha accolto tutte le censure alla delibera della Giunta Regionale del Piemonte, avanzate nel ricorso presentato da LAC, Legambiente Piemonte, ENPA e Associazione Familiari e Vittime della Caccia in rappresentanza del Comitato “BASTA con questa CACCIA” per quanto riguarda la caccia di selezione agli ungulati e l’attività venatoria nelle aziende private.
Il Tribunale Amministrativo regionale ha sospeso integralmente e con effetto immediato l’esecuzione di tutti e due i provvedimenti impugnati.
Per quanto riguarda gli ATC e i CA sono stati sospesi:
- i piani di abbattimento selettivo degli ungulati
- le variazioni del carniere stagionale
- la modifica dei periodi venatori
Per quanto riguarda le Aziende private (AFV e AATV) il TAR ha sospeso:
- i piani di abbattimento selettivo agli ungulati
- l’elenco delle specie cacciabili
- la modifica dei periodi venatori
Il TAR ha ritenuto l’istruttoria della Regione Piemonte carente e non corretta ordinando alla stessa di consegnare ulteriore documentazione rimandando alla Camera di consiglio del 4 ottobre 2006 ulteriori valutazioni e decisioni.
Da oggi tutti i fucili devono tacere in tutto il Piemonte.
“ Deve cambiare di qui in l’approccio alle tematiche legate alla protezione della fauna da parte della Regione Piemonte a cominciare dall’accoglimento della moratoria della caccia alle specie della tipica fauna alpina (gallo forcello, pernice bianca, lepre variabile, coturnice) giunte ormai sull’orlo dell’estinzione” – ha dichiarato Roberto Piana a nome del Comitato appena avuta la notizia della clamorosa vittoria giudiziaria.

Coordinamento regionale piemontese
"BASTA con questa CACCIA"
L.A.C. Lega per l'abolizione della caccia; Animalisti Italiani - Peta; A.T.A. Associazione Tutela Animali; A.P.D.A. Associazione per i Diritti degli Animali; E.N.P.A. Ente Nazionale Protezione Animali; L.A.V. Lega Anti Vivisezione; Legambiente Piemonte; L.I.P.U. Lega Italiana Protezione Uccelli; Pro Natura; AgireOra Piemonte; WWF World Wildlife Fun

Sei felice?! Io tantissimo!!!
W i caprioli
W la lattuga
W i lupi nelle metropolitane
W Maxim

PS: tu sei "simpatico" (Solo simpatico! Senza alcuna punta di sarcasmo ) con me e io lo sono con te!
Minni is offline  
Vecchio 08-09-2006, 10.30.30   #79
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Per vostra informazione e a chi può interessare la notizia, il TAR ha sospeso la caccia al capriolo piemontese fino al 4 ottobre prossimo.

Gli occhioni di bambi son salvi e le nostre coscienze pulite...è stata data prova di vero ambientalismo e di come devono essere condotte le battaglie ecologiche affinchè questa nostra terra, distrutta dall'uomo, si ripopoli di animali belli...

...voglio rinascere un animale bello...pensa che sfiga se rinasco cinghiale!

Maxim, sottopongo a te e agli alri del forum che fossero interessati un articolo di Matteo Toniato che su Criticamente scrive quanto segue:

"....In questa sorta di realtà parallela il Piemonte giace isolato dal resto del continente europeo, pur transitando attraverso la sola Valle di Susa ben un terzo di tutto il traffico merci che valica l’arco alpino.
Il TAV è talmente indispensabile da trasmutare a questione di vita o di morte, poiché ritenuto l’unico mezzo idoneo a trasportare quelle merci che mai sono esistite nella nostra realtà mentre invece abbondano e s’incrementano in maniera esponenziale in quella del Governatore (Bresso).

La colpa dell’inquinamento è tutta di coloro che irrispettosi dell’ambiente e talvolta pure colpevoli di essere poveri, si ostinano a possedere un’auto di vecchia generazione con la quale osano transitare su quelle strade per usare le quali pagano annualmente un salatissimo bollo di circolazione. Gli inceneritori, come quello che sorgerà al Gerbido, s’integrano perfettamente con l’ambiente, anzi finiscono per costituire un valore aggiunto poiché carichi di messaggi architettonici, così come architettonicamente gradevoli saranno i nuovi depositi che la Sogin costruirà per le scorie radioattive di Saluggia.

Nella realtà di Mercedes Bresso perfino le acciaierie Beltrame di San Didero, un mostro in grado d’inquinare quanto 20 megainceneritori immerso nel bel mezzo di una valle alpina, sono in sintonia con l’ambiente circostante e la vocazione agricolo/turistica che ad una valle alpina dovrebbe per forza appartenere.

Autostrade, tunnel, ferrovie (possibilmente ad alta velocità) ponti, centrali idroelettriche, viadotti, mega centri commerciali ed ogni altro manufatto di derivazione cementizia sono dunque in “Mercedes nel paese delle meraviglie” gli unici strumenti in grado di permettere una sana integrazione dell’uomo con la natura e l’ambiente, un’integrazione rispettosa degli animali, delle piante, dell’uomo e soprattutto del cemento che serve a “legarli” insieme in un quadretto cosmico intriso di felicità.

Ma i caprioli no! I caprioli nel mondo di Mercedes Bresso proprio non ci devono stare, o meglio non ci possono stare tante sono le loro colpe imperdonabili ed inqualificabili. I caprioli danneggiano l’ambiente peggio di quanto non lo faccia un cementificio o un’acciaieria, mangiano ed in quanto mangiatori devastano (novelle locuste) i raccolti rovinando la fiorente agricoltura piemontese e come se non bastasse ogni giorno si gettano contro le auto in corsa sulle strade di montagna, occupando un ambiente che non è il loro, osando ribellarsi come novelli attentatori suicidi, all’occupazione che il cemento e l’asfalto devono fare della montagna, affinché l’integrazione con la città non risulti solamente utopia. I caprioli non hanno scusanti, sono tanti, troppi perché l’ambiente possa sostenerli, probabilmente le loro emissioni di diossine e pcb sforano di molto le norme europee e anche il loro respiro affannoso (perché corrono, corrono troppo) contribuisce ad impedirci di rispettare gli accordi di Kyoto.

E allora avanti con la mattanza, ne verranno uccisi circa 5000, nonostante il dissenso del Ministro per l’Ambiente Pecoraro Scanio, nonostante le proteste degli animalisti e degli ambientalisti, nonostante la logica più elementare avrebbe imposto almeno un ripensamento. Fuori i caprioli dal mondo di Mercedes Bresso, per far spazio a nuovi tunnel, ponti, viadotti, strade, autostrade, ferrovie, centrali elettriche, inceneritori. Una volta eliminati i caprioli poco rispettosi dell’ambiente, veri usurpatori di aria e spazio, sorge spontaneo domandarsi a chi toccherà la prossima volta.[ Le rondini? I cani? i gatti? Le lepri? Le marmotte? Gli scoiattoli? Oppure qualche specie umana particolarmente “scomoda” come i valsusini incazzati e sfaccendati impenitenti? ..."

Chi scrive non è un animalista e forse ancora non sapeva ancora della MIRACOLOSA PROROGA al 4 di ottobre

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 08-09-2006, 14.54.15   #80
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Bambi o Bambini?...

Riferimento a questo post diciamo che mi viene da pensare che vdendo come vanno le cose gli unici animali non protetti da qualcuno sono gli scarafaggi, le zanzare e l'uomo .... per cui non vorrei che fra quache anno invece di fare gli stivali di coccodrilo le pellice di ermellino si dfaranno stivali e pellicce di essere umano ...
bomber is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it