Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-10-2007, 19.01.51   #31
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Salve Emmeci, come devo intendere la tua frase ( è inutile andare avanti con le geremiadi......... ma una cosa vorrei sottolineare che pur esistendo religioni diverse .. il vizio d'origine è sempre lo stesso....... è quel LORO ritenersi l'unica verita' ........)? Dunque io che credo in " questa " verita', essa è per me unica !! E seppur esistono " altre forme " di verita', la MIA è quella valida. Allora - se ho capito bene - l'intollerenza è giustificata ! Chi non la pensa come me, è un empio, quindi deve essere " eliminato " . Io ho capito cosi'. Se invece il tuo pensiero era un altro, ti prego, spiegamelo in un altro modo. Quanto alle descrizioni dei massacri / stermini - ho iportato quanto scritto dalla Armstrong ( Storia di Dio - Marsilio editore). Infatti l' autrice, per spiegare il concetto proprio di " Elezione ", riporta quei fatti storici ( A) genocidi commessi da Giosue' - B) lo sterminio degli ebrei da parte dei cristiani ( il nuovo popolo eletto ) e C) le crociate dei cristiani contro i musulmani ). ---- Ti trascrivo integralmente un passo del libro = i pericoli insiti nelle teologie dell' ELEZIONE sono dimostrati chiaramente dalle guerre che di quelle teologie furono il prodotto, e che hanno lasciato molte " cicatrici " nella storia del monoteismo. Dio puo' essere un simbolo utile a mettere in discussione i ns. pregiudizi, MA puo' essere usato per dare una giustificazione all'odio egoista e renderlo assoluto . ------------ Tu scrivi che la fede ha avuto un " enorme importanza " nello sviluppo della civilta' nella prima fase della cultura umana. Non esiste una controprova, quindi accontentiamoci che sia cosi' . ------- Quanto al nostro modo di esprimerci liberamente, lo ripeto ( almeno per me ) sono convintissimo che è grazie al trionfo dell'Illuminismo che cio' è stato possibile. Ti prego Emmeci, dimostrami il contrario . ---- Se mi permetti ti riporto due frasi del defunto pontefice, Giovanni Paolo II ( anche se non parlava ex cattedra) è comunque la verita' ASSOLUTA del cattolicesimo - e se tu sei cattolico ti sfido a negarlo, il quale in occasione del giubileo chiese perdono per le malefatte compiute dai suoi predecessori. Trattasi della bolla " Incanationis Mysterium" per l'indizione del Giubileo dell'anno 2000 = purificazione della memoria - la Chiesa e le colpe del passato ( 29 / 11 / 1998). Trascrivo " integralmente " = 1 )Chiediamo perdono per l'uso della violenza che alcuni di essi ( i cristiani cattolici ) hanno fatto nel servizio della VERITA' e per gli atteggiamenti e ostilita' nei confronti dei seguaci di ALTRE RELIGIONI . 2) un altro capitolo doloroso , sul quale i figli della chiesa non possono non tornare con animo aperto al pentimento, è costituito dall'acquiescenza manifestata, specie in alcuni secoli ( !!!!) a metodi di intolleranza e persino di violenza nel servizio alla VERITA'. --- cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 26-10-2007, 19.34.51   #32
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Purtroppo il papa quando chiese perdono per "alcuni sbagli di alcuni figli della chiesa" non si sa bene a chi lo ha chiesto.
Ha chiesto perdono agli ebrei ?
Ha forse chiesto perdono ai musulmani ?
Ha forse chiesto perdono agli eredi di Giordano Bruno o a quelli di Galileo ?

Si è autoperdonato direttamente col principale, una vera ipocrisia mediatica.
E comunque, gli errori compiuti erano sempre a fin di bene, secondo lui: autogiustificazione.

Leggete la colossale opera di Karlheinz Deschner, "Storia Criminale del Cristianesimo" - Ariele

Capiremo le nostre radici.
Eretiko is offline  
Vecchio 26-10-2007, 20.15.17   #33
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
Un solo fatto potrebbe differenziare il buddismo dalle altre religioni, il fatto che non sembra aver innescato una guerra contro coloro che la pensano diversamente, anche se la storia del buddismo è piena di travagliate vicende, scissioni e sinodi canonici e contro-canonici, forse anche più della religione cristiana: ma la mansuetudine dei monaci tibetani di fronte all’usurpazione straniera e i recenti avvenimenti della Birmania sono fatti storici e, credo, inconcepibili nell’Occidente – a meno di considerare la remissione degli ebrei di fronte alla ferocia nazista come qualcosa di simile all’umiltà dei buddisti.
Ribadisco che il discorso sul buddismo è un discorso complesso. Ad esempio citi il tibet ma il buddismo del tibet è abbastanza anomalo, così anomalo che è chiamato anche lamaismo. Il perché è dovuto al fatto che nasce da un sincretismo con la preesistente religione del Bön.

Il buddismo assomiglia la cristianesimo solo nel fatto che prevede ordini religiosi monastici ed incoraggia la diffusione del messaggio del Budda, che non è una “verità rivelata” ma solo l’informazione che esiste l’illuminazione e che ogni uomo può raggiungerla. A coloro che decidono di abbracciare quella strada vengono offerte le informazioni sul come raggiungerla e nessuna verità.

Credimi, se tu guardi la storia dei popoli vedrai che ad un certo punto dell’evoluzione umana alcuni popoli sono diventati bellicosi ed aggressivi mentre altri sono rimasti calmi e tranquilli. Quelli tranquilli li trovi in Asia, in Africa e nelle civiltà indigene delle due americhe, fino ad arrivare all’assurdo estremo cinese dove su un pezzo di terra relativamente piccolo vive un quinto della popolazione mondiale, senza avere mai sentito il bisogno di andare ad invadere nessuno. Quelli aggressivi e guerrafondai li trovi nell’Europa cristiana e nei paesi mussulmani.

E questa non è una mia opinione personale ma è storia.

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Molti errori sono stati commessi e compiuti nell'arco della storia umana sino ai giorni nostri, ma è necessario un Tribunale per giudicare e per comprendere tutti i casi, tutte le circostanze e decretarne il contesto secondo una data ambientazione storica.
Ma mi pare che il discorso qui non sia quello di giudicare nessuno bensì di comprendere se parole che eleggono un popolo come prediletto da Dio non abbiano come conseguenza anche lo sviluppo di sentimenti razzisti. Perché se così fosse, come sembra essere, dovrebbe intervenire la ragione e spiegare alla fede che è impossibile che Dio abbia delle preferenze.

L’avere tacitato la ragione, poi ci offre scenari dove Bush va in guerra contro l’Iraq rassicurando l’America che “Dio è con noi” mentre dall’altra parte Saddam Hussein incita il suo popolo dicendo “Allah è con noi”..... E' ridicolo.

VanLag is offline  
Vecchio 26-10-2007, 20.28.45   #34
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Sebastian, a quanto tu stesso sei costretto a comprendere, si parla di una Verità unica, che viene trasformata in qualcosa d'altro, erroneamente ..
Non esistono più Verità, ma una sola verso cui tutto tende e converge; dimostratemi il contrario. L'Ordine stesso della Vita e dell'Esistenza rispetta Leggi molto precise in perfetta armonia ed equilibrio tra esse.
In nome della Verità si può commettere il 'male', relativamente ad un giudizio storico e non posteriore, ma è pur sempre vero che la Verità resta la stessa.
Il processo di crescita umana che è descritto nelle Sacre Scritture ha una spiegazione molto precisa, la quale è dipesa dal libero arbitrio umano, a cui Dio ha dovuto attenersi al fine di condurre il Suo Popolo Scelto/Eletto al livello tale perché esso potesse ricevere il Salvatore.
Il Peccato Originale esiste, segue Leggi spirituali-fisiche molto precise, subentrate nel processo di Crescita dell'Uomo/Donna e non ci si libera da esso mentalmente o psicologicamente o filosoficamente, ma SOSTANZIALMENTE, rispetto alla Verità tutta intera.
Questa è una guerra, sia spirituale che terrena, inevitabili.
Le Religioni ed ogni persona, credente o non, convergeranno alla Verità.
In Nome di Essa si sono commessi molti 'mali', solo nel caso in cui:
1) non si comprende la Verità tutta intera ( in qualunque verso si voglia applicare la frase ) .. dunque NESSUNO è escluso; neanche io o tu caro Sebastian.
L'Illuminismo ha portato al 'materialismo ideologico' e all'idolo della "dea ragione", nell'esaltazione di 'sé' e dell''individualismo'; tra - anche - le relativamente "buone rivoluzioni" a cui ha portato, quella - evidenziata - sopracitata è la più tremenda batosta piombata addosso all'Uomo ed alla Donna nel corso di tutta la storia umana... !
Se essa - la citata concezione di vita di stampo 'relativista' - mai prevalesse, neanche le scuse temo avrebbero possibilità di poter essere espresse ..
koan is offline  
Vecchio 26-10-2007, 20.34.38   #35
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

P.S.: la 'logica' dell'odio e del disprezzo, caro Eretiko, faranno il loro corso/decorso ..
koan is offline  
Vecchio 26-10-2007, 23.48.22   #36
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Shalom...
Vengo un po' a scassarvi, perché noto che la base della discussione è un po' priva di senso...

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Ovvero: una religione che afferma che è lei l'unica detentrice della verità divina, e che eleva il popolo che l'ha creata e divulgata come popolo eletto dal suo dio, non vi sembra che in ciò vi sia dell'abbondante razzismo costituzionale?
Perché parli di qualcosa legato ad una razza?
Gli ebrei mica sono una razza... esistendo pure degli ebrei neri!
Gli ebrei neri

Di conseguenza, come giustifichi il termine razzismo? Lo trovi adeguato? (Pretenderei delle scuse da parte tua nel confronto del popolo ebraico, se il termine non è idoneo).

Citazione:
Originalmente inviato da katapillar
Se poi consideriamo che in quel dio non esiste il concetto di democrazia, allora il quadro è completo.
In pratica sono tremila e cinquescento anni che ci propongono un paradiso antidemocratico e razzista e nessuno ha nulla da obbiettare?
La cara e nobile democrazia.
Ma dimmi, cosa intendi con democrazia? (Sono veramente curioso di saperlo e capire il motivo per cui è così tanto buona e nobile tale democrazia).
Quali sono le caratteristiche a cui pensi, o a cui ti riferisci?

Grazie per l'eventuale risposta.

Passando a quell'eretico di uno...
Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Non dimentichiamo che per Paolo di Tarso (l'inventore del cristianesimo) le donne erano inferiori e come tali andavano trattate
La realtà è ben più complicata. Ci sono studiosi che tendono a dire che Paolo non era affatto contro le donne (la maggior parte dei passi contro le donne li troviamo nelle lettere deuteropaoline, e non in quelle autentiche), e che quei pochi passi contro le donne presenti nelle lettere autentiche (come nella prima lettera ai Corinzi 14:34, ecc.), sono interpolazioni, anche perché alla luce di altri passi in altre lettere, Paolo dimostra di essere aperto nei confronti delle donne (cfr. ad esempio Galati 3:28).

Quindi... è una questione che meriterebbe un thread a sé, molto più complicata di quanto potrebbe sembrare in apparenza.

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Che gli schiavi dovevano restare tali e rispettare il padrone. Non dimentichiamo che il cristianesimo, su basi teologiche, ha giustificato lo schiavismo
Altra questione assai dolente.
Paolo era sì del parere che era bene che ognuno rimanesse nello stato in cui si ritrovava - al momento della conversione (quindi se sei schiavo, rimani ahimè schiavo) -, ma nella Lettera a Filemone ci sono degli indizi che possono far credere che Paolo, se possibile, era concorde nel fatto che se uno si ritrovava con l'opportunità di diventere un uomo libero, era giusto che l'accogliesse.

Poi, francamente, alla luce di alcune parole espresse da Gesù (cfr. Marco 10:42-45), non si può giustificare in alcun modo il comportamento di un cristiano che si prende il potere e schiavizza il suo prossimo. Semai il problema è un altro (non il cristiano dominatore, cosa che va assolutamente contro gli insegnamenti presenti nel N.T.), ma che tutti i cristiani finiscano per diventare schiavi... (insomma, lo schiavismo potrà sì venir giustificato, ma solo quando gli schiavi sono i cristiani stessi).

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
E che ancora oggi giustifica la pena di morte (bella etica naturale, non c'è che dire...).
A cosa alludi.
In prevenzione dico: Distinguiamo Catechismi vari dal N.T. pf.

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Non dimentichiamo che Hitler trovò qualche giustificazione nel cristianesimo nella sua folle persecuzione agli ebrei.
Qui cadi in basso, ma proprio giù in profondità.
Come dire che sia stata colpa di Nietzsche se Hitler ha ripreso da lui l'idea del super-uomo (Übermensch), quando è chiaro che Hitler interpretò a sua maniera il tutto, proprio come fece con il Cristianesimo.
Quindi, evitiamo di dire castronerie.

(E già che stiamo parlando di Hitler, vorrei chiedere una cosa a Katepillar: Dimmi, Hitler come arrivò al potere? Democraticamente forse? Spero di no).

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
E a pensarci bene il cristianesimo non è nemmeno monoteista: trinità, maria madre di dio e dunque dea anch'essa (deìpara), santi semi-dei (un bel politeismo mascherato).
Sii più specifico, pf. Cristianesimo = Cattolicesimo è forse un'equazione che andrà bene da voi in Italia, ma non qua in Svizzera dove sto io, e nemmeno in altri luoghi ancora.
Oltre al fatto che - al di là di tutti i discorsi che uno vuole fare - dire che il Cattolicesimo è un politeismo, lo trovo una mancanza di rispetto nei confronti dei cattolici, i quali si considerano monoteisti, cercando di spiegare anche il perché. Se poi a te non ti va bene, è un altro discorso ancora.

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Leggete la colossale opera di Karlheinz Deschner, "Storia Criminale del Cristianesimo" - Ariele

Capiremo le nostre radici.
Il caro Deschner. Compi letture interessanti, ma che non vanno assolutamente lette in modo a-critico. Già solo il fatto che lui scrive perché che l'ha contro il Cristianesimo (in particolar modo la Chiesa Cattolica Romana), dimostra come non possiede i requisiti base che qualsiasi storico doc dovrebbe avere, quando espone qualcosa (questo al di là del fatto che Deschner possa scrivere cose vere e attestabilissime).

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
Questa LIBERTA' di espressione, tienamocela preziosa
Sai... La libertà è un valore enigmatico... La totale libertà infatti porterebbe solo al caos. Quindi, per avere un senso, la libertà deve essere limitata. Perché mai? Beh, se proprio vuoi che inizi a bestemmiarti contro, e a dire come la mia razza (di svizzeri) sia superiore rispetto alla vostra (di italiani), ecc. ecc. Credo e spero che tu abbia compreso come la libertà deve essere per forza di cose seguita da regole da rispettare da tutti (come d'altro canto anche in questo forum: vedi nel regolamento cosa NON si può dire o fare).

Come diceva MLK: La mia libertà finisce dove inizia la tua.

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
Quanto al nostro modo di esprimerci liberamente, lo ripeto ( almeno per me ) sono convintissimo che è grazie al trionfo dell'Illuminismo che cio' è stato possibile.
E dimmi, quanti morti ci sono stati in nome di questa libertà, di cui tu vai tanto fiero? Troppi.
Ma non erano mica tutti liberi di dire la propria...?
Può darsi, eppure... se uno non era d'accordo (alla libertà), veniva fatto fuori.

Elijah is offline  
Vecchio 27-10-2007, 05.24.06   #37
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

sebastianb
Citazione:
Citazione:
Originalmente inviata
Questa LIBERTA' d'espressione, tienamocela preziosa
Elijah
Citazione:
Sai... La libertà è un valore enigmatico... La totale libertà infatti porterebbe solo al caos. Quindi, per avere un senso, la libertà deve essere limitata. Perché mai? Beh, se proprio vuoi che inizi a bestemmiarti contro, e a dire come la mia razza (di svizzeri) sia superiore rispetto alla vostra (di italiani), ecc. ecc. Credo e spero che tu abbia compreso come la libertà deve essere per forza di cose seguita da regole da rispettare da tutti (come d'altro canto anche in questo forum: vedi nel regolamento cosa NON si può dire o fare).
katerpillar
Ho frequentato gli svizzeri, "in Svizzera", e quello che tu porti come esempio, per loro è una sacrosanta verità, sopratutto verso gli italiani, per cui sarebbe tempo di aprire gli occhi e le menti di questi signori, ricordangogli che l'italia è il 6 paese più industrializzato del mondo e, per chi non lo sapesse, possediamo il 65% del patrimonio arecheologico e artistico di tutto il mondo, mentre un'altro 10-15 % ci è stato depredato, o lo abbiamo lasciato come testimonianza in tutte le altre nazioni che abbiamo civilizzato, Svizzera compresa.

Non preoccuparti Elijah non sto andando fuori tema, perché il razzismo delle religioni non è nato dalle religioni, ma è dato dal razzismo degli uomini ( Non a caso, tra i tanti che potevi scegliere, hai portato l'esempio della superiorità degli svizzeri sugli italiani), e, oggi, parlare di razzismo, non si intende la "razza pura" (poiché non esiste e non dovrebbe essere mai esistita per te, giacché dovremmo essere tutti figli di uno stesso dio, mentre per me siamo il risultato di un miscuglio di razze).

Pertanto, voler fare una questione di lana caprina, tra l'altro infondata, non porta nessun contributo al thread che, da quello che si può riscontrare dalle risposte, risulta perfettamente comprensibile e non fuorviante.

Per altro, perdonami Elijah: ma il fatto di rispettare le regole non sempre impedisce di essere razzisti nel profondo del cuore, come moltissime persone che ho conoscituto dalle tue parti.
In ogni caso, razzismo per razzismo, come ben sai, la vostra abilità nel gestire le vostre banche e quelle degli altri è notoria in tutto il mondo, insieme a quella nel costruire gli orologi a cuccù....Ad ognuno i suoi meriti: quello che è giusto è giusto. shalom, Elijah, shalom.
katerpillar is offline  
Vecchio 27-10-2007, 09.28.29   #38
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Sarà soddisfatto katerpillar della serie di risposte e controrisposte che ha sollevato il problema iniziato con le religioni abramitiche….e tanto per non perdere il posto invio alcune osservazioni attinenti agli ultimi interventi qui giunti.
VanLag: il buddismo non è una verità rivelata? Ma non l’ha rivelata Buddha? E senza quella e le relative “informazioni” adatte a raggiungerla, la società castale dell’India l’avrebbe spontaneamente raggiunta? (Non è proprio nell’India che il buddismo non riveste il ruolo di religione principe?) Ho riconosciuto volentieri che il buddismo non è bellicoso, anche senza estendere questa mitezza a popoli interi d’Asia, Africa e America Centrale (con le ben note offerte di cuori alla fame divina). I cinesi non hanno sentito il bisogno d’invadere altri paesi? Sì forse quelli delle steppe erano così aggressivi da spingerli a costruire una grande muraglia, ma il Tibet, guidato da teneri monaci, era una preda più facile….E mi pare comunque che sia ingiusto giudicare interi popoli in base a dottrine che sorsero migliaia di anni fa e che spesso sono seguite solo per sentito dire.
Koan: proprio davanti a questa ridda di lodi e di accuse, di santificazioni e anatemi (che si riverberano anche nel nostro forum) dovresti sì riconoscere che il relativismo impera, ma è un relativismo che viene dall’alto cioè dagli stessi rivelatori o creatori di religioni, o da una fede che si frantuma in sé mostrando che la verità non è unica ma molteplice e che il relativismo è il destino dell’umana fede, oltre che di teologi e di profeti. E se è vero che ogni religione ha l’aspirazione ad abbracciare tutto, lo fa con la conquista più che con l'umiltà, promettendo premi e castighi a seconda della lingua con la quale pronunciano Dio. Col che io sono tutt’altro che relativista, perché credo, come mi pare tu creda, Koan, che esista una verità unica e incontrovertibile anche se non la conosciamo e ne siamo in cerca con il nostro pensiero e con le nostre misere frasi, mentre il bisogno di universalità delle religioni, la loro brama di abbracciare tutto è incitamento a missioni, crociate e stermini di popoli, a deformare gli dei degli altri, a cambiare il senso delle parole, rendendo la bibbia (dalla quale siamo partiti) un racconto di terrifiche imprese che, con qualche sforzo allegorico e licenza grammaticale o semantica, si trasformano in mirabili imprese (questo per Elijah).
Insomma, direte, non si salva nessuno: ma sarebbe solo un mea culpa parziale se si ributtasse sugli altri la colpa di una storia che ci tocca tutti e che proprio se è vista come un’immane tragedia può – come al tempo dei Greci – trasformarsi in una catarsi. Cioè in una richiesta – a dl di là di razze, popoli, religioni – di universale pietà.
- -
emmeci is offline  
Vecchio 27-10-2007, 14.18.15   #39
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Sono pienamente d'accordo su quello che ha scritto
Katerpillar :

"Non preoccuparti Elijah non sto andando fuori tema, perché il razzismo delle religioni non è nato dalle religioni, ma è dato dal razzismo degli uomini..."

"Si nasce scuri per volere diventare chiari"
"Il razzismo degli uomini è nel quotidiano"
"Ho vissuto episodi di razzismo da bambina"

non è facile parlare di razzismo ad una donna d'origini siciliane che
è nata è vissuta per 22 anni in Svizzera in un cantone misto (francese-tedesco),
in un pasese di 10 mila abitanti dove la maggioranza era protestante e l'altra cattolica.
Si notava anche il razzismo fra francesi e tedeschi.Il clima era molto teso troppe nationalità e religioni diverse.Vivevo in un palazzo insieme a famiglie italiane,spagnole,svizzere tedesche e francesi.La religione nel mio quartiere era mista,la lingua parlata era il francese.A pochi metri il quartiere svizzero tedesco...per passare da un quartiere all'altro (avevo 8 anni)dovevo pagare "una somma che era un pacco di caramelle"
ad un ragazzo biondo svizzero tedesco che era sempre accompagnato da un pastore tedesco.Gli serviva come arma..spesso urlava al cane che doveva mordermi,ma,lui spesso rimaneva calmo.

Avevo sempre nella mia cartella di scuola un pacco di caramelle..e spesso un forte mal di pancia.
Avevo timore del ragazzo biondo dagli occhi celesti!!!

I miei non erano ricchi..le caramelle costavano..un giorno non avendo quelle caramelle,quel ragazzo che si chiamava Wolfgang prese con le sue mani i miei capelli neri e mi tiro fino ad
un campo di grano e mi buttò a terra..Dicendomi :brutto Chink vai via da questo paese!!Chink era una parola dispregiative per dire brutti italiani.

Io ero soltanto una bambina con occhi scuri,capelli neri,carnagione olivastra che sognava di cambiare il suo viso..i suoi occhi..

volevo diventare come "loro" bionda con gli occhi celesti.Mi guardavo allo specchio con un cucchiaio in mano e spesso pregavo affinche i miei occhi color nocciola diventassero Blau "azzurri"..Si,con il cucchiaio per scavare in profondità,per togliere l'occhio e sostituirlo con un altro.

Mi odiavo,odiavo le mie origini..odiavo il sole che adorava colorare la mia pelle!
Una delle mie sorelle era ancora molto più scura di me..erano anchora più
cattivi..Ci sputtavano addosso..le altre due mie sorelle erano chiare e bionde,
loro hanno vissuto la loro infanzia nella calma.Tanti altri episodi che ancora non racconto.Io e mia sorella siamo state zitte perchè non volevamo che qualcuno cacciasse via i miei genitori dalla Svizzera.

Fra bambini siamo ancora più cattivi..provare da piccoli l'emozione di essere rifiutati perchè diverse sulla pelle,diverse nel modo di fare..ti fa crescere
più velocemente.

Con la fede sono cresciuta ,
Le religioni diverse (cattolico e protestante) mi hanno arricchito
"Sono nata scura per poi volere diventare chiara"
Adesso sono consapevole di essere felice cosi come sono e di vivere
in Italia nel mio paese d'origine.
klee is offline  
Vecchio 27-10-2007, 16.46.58   #40
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
VanLag: il buddismo non è una verità rivelata? Ma non l’ha rivelata Buddha? E senza quella e le relative “informazioni” adatte a raggiungerla, la società castale dell’India l’avrebbe spontaneamente raggiunta? (Non è proprio nell’India che il buddismo non riveste il ruolo di religione principe?) Ho riconosciuto volentieri che il buddismo non è bellicoso, anche senza estendere questa mitezza a popoli interi d’Asia, Africa e America Centrale (con le ben note offerte di cuori alla fame divina). I cinesi non hanno sentito il bisogno d’invadere altri paesi? Sì forse quelli delle steppe erano così aggressivi da spingerli a costruire una grande muraglia, ma il Tibet, guidato da teneri monaci, era una preda più facile….E mi pare comunque che sia ingiusto giudicare interi popoli in base a dottrine che sorsero migliaia di anni fa e che spesso sono seguite solo per sentito dire.
Noi possiamo avere il coraggio di guardare la storia e fare auto-critica e da lì imparare, oppure per difendere l’immagine che abbiamo di noi stessi possiamo nascondere la testa sotto la terra e fare finta che va tutto bene.
In India il buddismo è stato quasi completamente riassorbito, così come in Palestina il cristianesimo è una religione minoritaria e già questo dovrebbe fare molto riflettere.
Comunque quello che volevo evidenziare è che tutta la parte del mondo che non è stata contaminata dalle religioni “del libro”, è meno aggressiva di quella che invece ha sposato tale religione. L’invasione del Tibet da parte della Cina, fatto oltre modo riprovevole, nella sua eccezionalità, non può che confermare la scarsa propensione del popolo cinese ad invadere e colonizzare e, (fra parentesi), i cinesi non sono buddisti se non in minima parte. Il buddismo appartiene al resto dell’Asia, Vietnam, Laos, Corea, Birmania, Tailandia, Buthan, etc.etc

La convinzione di possedere la verità e la volontà di esportarla imponendola al resto del mondo ha reso così invadenti i popoli che avevano adottato il cristianesimo come religione spingendoli ad insulse guerre di conquista che da una parte tentavano di soggiogare culturalmente gli altri popoli, per altro senza riuscirci, mentre dall’altra davano origine ad uno sfruttamento sistematico delle risorse dei paesi conquistati. La nostra ricchezza di occidentali si basa principalmente sulla rapina e sul razzia di popoli poveri, miti e pacifici.

Se poi tu vuoi continuare a dire che tutte le religioni sono uguali, è certamente un tuo privilegio, ma permettimi di dissentire.

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it