Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 01-11-2007, 16.38.26   #71
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

La democrazia viene definita come il governo del popolo,
per il popolo e da parte del popolo. Ma non è nessuna di queste cose. Non è da parte del popolo, né per il popolo.

Chi ha detenuto il potere nel corso dei secoli è sempre
riuscito a persuadere la gente che ciò che fa,
è fatto per il bene della gente.
E loro ci hanno creduto perché sono stati "educati a crederci"


La religione predica la fede e
distrugge la capacità delle
persone di fare domande.
E lo stato le sfrutta in ogni possibile maniera –
eppure riesce a conservare -
il sostegno della gente, perché questa

è stata educata a credere, non a mettere in dubbio.


Come opera la Religione in una Democrazia Razzista?
klee is offline  
Vecchio 02-11-2007, 10.53.46   #72
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Tanto per ravvivare la discussione, rammento che il primo caso di "pulizia etnica" che la storia ci abbia tramandato è stato messo in pratica proprio dagli ebrei.
A tale scopo leggere, nell' AT, i Libri "storici" di Esdra e di Neemia.
Con Esdra si dice sia iniziato il vero e proprio "giudaismo": elezione di Jahvè ad unico dio (e qui faccio notare che in molte altre parti della bibbia è Jahvè ad eleggere gli ebrei come suo popolo, ma di contraddizioni è pieno il libro sacro...) e soprattutto piena accettazione dell'antico comandamento, sempre violato, per cui un ebreo poteva sposare solo un'ebrea e viceversa.

E il primo atto del giudaismo fù proprio la pulizia etnica operata da ebrei su altri ebrei in nome di Jahvè: mogli e figli che non appartenessero alla "stirpe santa" dovevano essere "allontanati" (e privati dei loro beni).

Parola di dio.

Non è forse razzismo questo ?
Eretiko is offline  
Vecchio 02-11-2007, 11.33.43   #73
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Tanto per ravvivare la discussione, rammento che il primo caso di "pulizia etnica" che la storia ci abbia tramandato è stato messo in pratica proprio dagli ebrei.
A tale scopo leggere, nell' AT, i Libri "storici" di Esdra e di Neemia.
Con Esdra si dice sia iniziato il vero e proprio "giudaismo": elezione di Jahvè ad unico dio (e qui faccio notare che in molte altre parti della bibbia è Jahvè ad eleggere gli ebrei come suo popolo, ma di contraddizioni è pieno il libro sacro...) e soprattutto piena accettazione dell'antico comandamento, sempre violato, per cui un ebreo poteva sposare solo un'ebrea e viceversa.

E il primo atto del giudaismo fù proprio la pulizia etnica operata da ebrei su altri ebrei in nome di Jahvè: mogli e figli che non appartenessero alla "stirpe santa" dovevano essere "allontanati" (e privati dei loro beni).

Parola di dio.

Non è forse razzismo questo ?

Eretiko, vedo continui ad aggirare i discorsi, ma lo sfondo resta sesta sempre lo stesso, o no .. ?
Conosci la storia Sym-Ballica e Provvidenziale del popolo di Israele... ?

Da dove nasce Israele e perché ?
Perché Dio costituisce una Linea di Sangue ?
I parametri della Storia Antica, sono gli stessi di quella Post-Moderna ?
In che cosa consiste il binomio YHWH - Israele ed il Patto tra i due distinti "Contraenti" .. ?

Le "contraddizioni" che affermi sono le tue personali, ossia quelle di un non religioso ( da cui piuttosto la necessità di domandare e non di asserire... ), oppure quelle applicate ad un contesto profondamente Antico e Religioso che non conosci minimamente, se non da un punto di vista meramente esteriore/dal di fuori .. ?

Dì un po', quanto ho scritto - nel primo post - a riguardo, cioè rispetto ad un tal banale giudizio "a-storico", vedo non lo hai digerito molto bene .. o magari non lo hai neanche letto ?
koan is offline  
Vecchio 02-11-2007, 16.24.56   #74
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Dì un po', quanto ho scritto - nel primo post - a riguardo, cioè rispetto ad un tal banale giudizio "a-storico", vedo non lo hai digerito molto bene .. o magari non lo hai neanche letto ?

Di barbarie nè è piena la storia dell'antichità, di trucidazioni, di genocidi...
Ma credo sia il primo caso in cui un popolo "pulisca" sè stesso per perpetuare la pura razza in nome di un dio, ripudiando mogli e figli. Questo è il "sottosenso" storico che io leggo in Esdra e Neemia.

Dimmi tu quale è il "sovrasenso" teologico di questi 2 libri della bibbia.
Eretiko is offline  
Vecchio 02-11-2007, 18.19.06   #75
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Di barbarie nè è piena la storia dell'antichità, di trucidazioni, di genocidi...
Ma credo sia il primo caso in cui un popolo "pulisca" sè stesso per perpetuare la pura razza in nome di un dio, ripudiando mogli e figli. Questo è il "sottosenso" storico che io leggo in Esdra e Neemia.

Dimmi tu quale è il "sovrasenso" teologico di questi 2 libri della bibbia.

Prima di risponderti circa la storia ebraica di carattere esclusivamente Religioso, che parte dal ritorno dall'esilio di 50-70 anni alla ricostruzione del Tempio, grazie all'editto del profetizzato re Ciro, e della ricostruzione del Tempio, ponendosi sotto l'egida della Legge per il ristabilimento delle promesse davidiche ( e l'avvento del Messia ), rispondimi a questa domanda ( visto che parli di trucidazioni avvenute durante tutta la storia dell'Antichità ):

quanti morti ci sono stati nel XX ( anti-religioso per eccellenza ) ?
koan is offline  
Vecchio 02-11-2007, 18.22.47   #76
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Errata corrige, manca il sostantivo sottinteso:

quanti morti ci sono stati nel XX secolo ( anti-religioso per eccellenza ) ?
koan is offline  
Vecchio 02-11-2007, 19.13.17   #77
rigolen
.
 
Data registrazione: 31-10-2007
Messaggi: 31
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
E' da tanto tempo che, leggendo i contenuti del forum di filosofia, rifletto sul titolo di questo 3d. In realtà, il condizionamento che ho avuto dalla religione monoteistica ed escatologica abraminica, tramite il cristianesimo, m'induceva ad abbandonare il quesito, anzi, oserei affermare che, mi dava quasi fastidio proporlo; ma poi il piacere della riflessione e il possesso della libertà me lo ha imposto, quasi fosse un dovere approfondire i pensieri che si erano formati in me.
Non so cosa ne pensate, ma il breve assunto che vi propongo mi sembra originale, poiché ha l'intento di vagliare un quesito che non ho mai letto su questo forum.
Ovvero: una religione che afferma che è lei l'unica detentrice della verità divina, e che eleva il popolo che l'ha creata e divulgata come popolo eletto dal suo dio, non vi sembra che in ciò vi sia dell'abbondante razzismo costituzionale?

Se poi consideriamo che in quel dio non esiste il concetto di democrazia, allora il quadro è completo.
In pratica sono tremila e cinquescento anni che ci propongono un paradiso antidemocratico e razzista e nessuno ha nulla da obbiettare?

Non confondere l'Ebraismo degli Ebrei Biblici,degli Esseni e degli Hassidim con l'Ebraismo politico degli Israeliani.Come non devi confondere il Cristianesimo di Teresa d'Avila e di meister Eckhart con il partito della Democrazia Cristiana che,per vent'anni è stato il sinonimo di Cristianesimo.

Una cosa che pochissimi sanno: a New York vivono circa 300.000 Ebrei tra cui:
Farisei,Sadducei,Samaritani,As hkenazy,Sefarditi,Esseni,Hassi d ecc.ecc.
Ciò che a me sembrava molto strano era l'esistenza attuale dei Farisei e degli Esseni.
Ho letto un libro del Fariseo Robert Aaron: stupendo !

Rigolen.
rigolen is offline  
Vecchio 02-11-2007, 19.20.20   #78
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Errata corrige, manca il sostantivo sottinteso:

quanti morti ci sono stati nel XX secolo ( anti-religioso per eccellenza ) ?

Decine di milioni; ma tu non puoi rispondere ad una domanda con un'altra domanda.

E comunque non mi interessava discutere di storia ebraica; in questa discussione si sta riflettendo sul presunto razzismo (fisico ed ideologico) delle relegioni derivate dal ceppo di Abramo.

Allora, leggendo la bibbia, si ha più che una netta sensazione che l'oggetto della discussione sia verificato. Poi tu potrai trovarmi mille sensi religiosi alle non esaltanti imprese compiute dal popolo di Israele in nome di Jahvè (almeno come riportate dalla bibbia), e potrai anche dirmi che quei fatti non sono avvenuti storicamente e magari sono tutte allegorie dei redattori della bibbia (ispirati da jahvè), ma rimane il fatto che quelle pagine trasudano di sangue, intolleranza, schiavismo, razzismo, incesti, mogli date in prestito ai faraoni, contraddizioni, leggi di Jahvè promulgate e mai rispettate da Jahvè stesso.

Chiedo a te allora: che moralità nè dovrei ricavare io dal libro ispirato da dio ?

Accetta allora, con senso critico e serenità, di capire da dove viene la tua religione e forse capirai anche il perchè dei morti delle guerre del XX secolo. E questo te lo dico non perchè devi mettere in discussione la tua fede, ci mancherebbe, ma solo per invitarti a riflettere sul come una religione possa essere responsabile, magari indiretta, di ideologie nefaste.
Eretiko is offline  
Vecchio 02-11-2007, 20.37.20   #79
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Decine di milioni; ma tu non puoi rispondere ad una domanda con un'altra domanda.

Direi piuttosto una sessantina di milioni


Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
ma rimane il fatto che quelle pagine trasudano di sangue, intolleranza, schiavismo, razzismo, incesti, mogli date in prestito ai faraoni, contraddizioni, leggi di Jahvè promulgate e mai rispettate da Jahvè stesso.

Chiedo a te allora: che moralità nè dovrei ricavare io dal libro ispirato da dio ?

Perché stavi cercando in realtà la "moralità" nel libro del dio di cui parli ?
Non mi pareva volessi cercare questo... dunque scusami.

"Rimane il fatto" che quanto "trasuda di sangue", a quanto constato, ti interessa relativamente alla religione ebraica antica, non alle filosofie materialiste ed anti-religiose dell'epoca moderna...
Rispetto a quanto non conosci e di cui parli a-storicamente, senza possedere alcun giudizio storico, dato che ti fa evidentemente comodo, ti rimando al mio primo post inviato nel thread medesimo ..
La mentalità attuale ( senza contare l'aborto ) NON fa davvero MENO morti, ma MOLTI di più, rispetto a quella Religiosa Antica ( la quale sarebbe da valutare nell'interezza del processo storico che ha portato all'evoluzione e sviluppo della coscienza umana; come la Bibbia riporta e senza bisogno di sezionarla adeguatamente per far tornare i propri discorsi anti-religiosi di defautl ) ..


Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Accetta allora, con senso critico e serenità, di capire da dove viene la tua religione e forse capirai anche il perchè dei morti delle guerre del XX secolo. E questo te lo dico non perchè devi mettere in discussione la tua fede, ci mancherebbe, ma solo per invitarti a riflettere sul come una religione possa essere responsabile, magari indiretta, di ideologie nefaste.

Sei bravo a ribaltare i discorsi, a quanto leggo.
Quali fossero le "ideologie nefaste" di cui parli sparando a vuoto dovresti chiederle magari ad Hitler e Stalin ( che mi sembra non c'entrano un'emerita H col discorso religioso ebraico-cristiano ), e ce ne sono molti altri ancora - e per assurdo - più piccoli ..
Quanto è stato piuttosto prodotto dal socialismo francese, dalla filosofia tedesca e dall'economia inglese, da cui comunismo e imperialismo, derivano da quale forma di religione ?!?
Dì un po': Marxismo ( materialista ) e Nietzscheanesimo ( morte di dio ), hanno per caso a che fare con correnti di pensiero religiose, o di anti-religiose
koan is offline  
Vecchio 03-11-2007, 08.53.19   #80
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: La Religione Di Abramo, Il Razzismo E La Democrazia

Credo che abbia ragione koan col suo richiamo alle condizioni storiche e all’opportunità di non sostituire alla conoscenza degli eventi e dei fini che li hanno ispirati parole d’ordine che oggi sembrano non solo moralmente auspicabili ma politicamente corrette (almeno in questa parte del mondo): è assurdo (anzi ha una sfumatura dello stesso deprecato razzismo) trattare la storia come zavorra di fronte a un’idea, per quanto rispettabile e nobile, sorta in un’epoca diversa e condizionata da altri fattori, tanto che sembrerebbe giusto ricordare la raccomandazione di Weber che lo studioso lasci da parte i valori e si limiti ai fatti, specialmente oggi che siamo attorniati da fondamentalismi di tutte le specie. Dunque, si potrebbe obiettare, sorge un nuovo Gesù e cambiano i giudizi morali? Sorge un nuovo Nerone e cambiano le idee sui tiranni?….. Tutto è veramente relativo, di un relativismo al quale obbediscono perfino le religioni decretando la condanna degli dei delle altre?
Certo, assistendo alle discussioni che si svolgono in questo forum parrebbe di sì – dunque mi sembra giusto il richiamo alla storia che vedo guizzare qua e là, anche se rifarsi alla storia non significa elidere tutti i valori ma sottometterla al solo valore che può resistere al relativismo, cioè a quella norma che potremmo definire “pietà della storia” – il dovere di aprirsi a tutto e comprendere tutto – qualcosa dunque che nel profondo supera il relativismo imponendo di abbattere barriere e confini, infrangere la finitezza in tutti i modi in cui ciò sia possibile – ossia non solo nel pensiero (questo è troppo facile) o nel chiuso del proprio cuore (un po’ più difficile ma sempre attuabile senza soverchi rischi) ma nel modo che alle nostre forze può sembrare possibile, per esempio evitando nei dibattiti di questo forum il ricorso a perentori anatemi dopo averli condannati quando li usavano Esdra e Neemia. Sì, io non vedo che un valore o addirittura una legge che s’inarca sopra tutti i codici e tutte le bibbie, anche se è così difficile riconoscerla lungo il corso irritabile della storia: quella di aprirsi a tutto e a tutti – che è poi la legge che insegna, se non ai vivi ai morti, l’imperturbabile cosmo. Mentre, se vogliamo rimanere nel campo della intellettuale cultura - che fino a prova contraria è il nostro campo - questa legge s’identifica prima di tutto e prima ancora di agire con la volontà di conoscere e di capire. Il che non esclude, naturalmente, la libertà di giudizio e la critica storica.
emmeci is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it