Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 07-02-2015, 14.45.30   #41
SinceroPan
Ospite
 
L'avatar di SinceroPan
 
Data registrazione: 27-08-2008
Messaggi: 135
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Buon giorno a tutti i partecipanti di questo bellissimo forum, ed un grazie particolare a CVC che ha lanciato questa discussione. Proseguo con 2 Post Separati A) e B).

POST A) RIASSUNTO DELLE LINEE DI PENSIERO, che potremmo compattare così:

1) PESSIMISTI DELLA RAGIONE (SinceroPan, Acquario, DavideM) che dicono => a livello Individuale ognuno se la vive e se la caverà come può, ma nel lunghissimo periodo su scala planetaria Logicamente andrà tutto in malora (poi alcuni come Acquario o Severino dicono che ripartirà / partirà il bengodi per i posteri, ma solo dopo molte sofferente per alcune generazioni future)

2) OTTIMISTI DELLA VOLONTA’ (Cvc, Paul) che dicono => siccome questo Trend ci fa Schifo Umanamente e Moralmente almeno il 50%+1 della popolazione mondiale cambierà e farà ciò che non ha mai fatto negli ultimi 3000 anni di storia (PS di SinceroPan => con la differenza che Oggi e Domani con l’incredibile Aumento della Potenza Tecnica & Capitalistica Globale gli Errori si Pagano 1.000.000 Volte più Cari che nel Passato,es. bombe atomiche e distruzione ambiente). ED al mio amico Paul cui faccio schifo chiedo: ma tu non usi la macchina perchè senò finanzi i dittatori ? non mangi le banane perchè seno finanzi i latifondisti ? non hai i cellulari occidentali perchè senò finanzi la Foxcom cinese dove gli operai si suicidano ? non hai il computer con cui scrivi questi post xrchè i microchip interni son fatti con alcune “terre rare” estratte in paesi africani in miniere disumane ? scusa ma tu tra 2 prodotti di pari qualità compri quello al prezzo maggiore perchè sai che lì non ha sfruttato i lavoratori ?).. Scusa ma tu se 6 o fossi un Pensionato Italiano rinunceresti al 30% della Pensione che col Retributivo sin son presi milioni di italiani, ed ora i "loro" figli ed i nipoti anch'essi italiani col Contributivo pagheranno contributi per pensioni che non avranno mai ? ecc ecc..
Scrivo questo post poco dopo esser stato a far la spesa al supermarket, in fila in coda alla cassa la radio in filodiffusione riporta il discorso di Papa Francesco sulla Dittatura dei Mercati Finanziari e sull’Uomo Ridotto a Mezzo del Profitto (Kant: l’Uomo sia il Fine).
Son d’accordo con Papa Francesco ? Risposta: dipende da che cosa si intende con Esser d’Accordo. Se si intende che umanamente fa schifo, certo che sì. Se si intende che Logicamente 5 miliardi su 7 miliardi di persone inizieranno a sentire / ragionare / comportarsi in modo diverso dal passato sono in disaccordo. Logicamente Sono più d’accordo con il fondatore dell’Antopologia del ‘900 Claude Lévi-Strauss: “il mondo è iniziato senza l’uomo e finirà senza l’uomo”. Se tu sei cristiano diciamo che potrebbe essere la traduzione laica del vangelo che dice “quando Dio tornerà sulla Terra non troverà neppure un cristiano”.
Forse aveva più ragione il più radicale e cinico nichilista pazzo Nietzsche: al mondo c’è stato un solo cristiano, Gesù (PS: ricordati della benzina e delle “terre rare”). (PS BIS: la LIBERTA' NON E' la VOLONTA' !).

3) EROICI (Sgiombo) che dicono : sì il Trend è Destinato ma cmq Individuo d’Elite AutoCosciente si Ribella e Lotta CONTRO il Sistema Pur Sapendo di Perdere (PS di SinceroPan => rispetto a questa visione, io personalmente Sfrutto il Sistema Utilitaristicamente per Cavarmela Materialmente decentemente, non sono un eroe).
.
SinceroPan is offline  
Vecchio 07-02-2015, 15.29.48   #42
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Volendo prendere una posizione devo dire che almeno il capitalismo produce ricchezza ....... Se poi l'uomo non la sa redistribuire....per esempio in occidente il pensiero di keines avrebbe dovuto consentire di superare il biblico eterno dei problema dei cicli economici : i periodi di vacche grasse e vacche magre . In periodi di vacche magre lo Stato avrebbe dovuto intervenire con investimenti produttivi indebitandosi per superare il momento di decrescita ma poi nel periodo di vacche grasse avrebbe dovuto accantonare per ripristinare l'equilibrio . Ma se l'uomo insensato disconosce questo elementare principio e continua ad indebitarsi per garantire sprechi e ruberie e profitti illimitati che colpa ne ha il capitalismo e la finanza Che serve a reperire le risorse ? Ma chi fa la finanza cattiva ? Sempre lui : l'uomo . Non possiamo prendercela con il coltello occupiamoci di chi lo brandisce .
nikelise is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.26.28   #43
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise

(@ Paul11)
Bellissimo scenario davvero !!! Ma se non è' metafisica questa , cos'è ? Metafisica : oltre la fisica oltre la condizione media naturale umana !!!! Ma qualcosa di buono , qualcuna delle cose che suggerisci si può fare pian piano molto lentamente si può fare . C'era qualcuno , più di qualcuno per la verità , che voleva fare in fretta e la fretta si sa e' cattiva consigliera , rinnego' (come sempre accade ) per primo tutti i suoi sogni e i principi che voleva affermare .......in Italia questo qualcuno si faceva chiamare BR !!! Ma ha molti nomi sparsi in giro per il mondo .

Beh, a me pare di un' evidenza solare che non affatto pian piano bensì con moto "forsennatamente accelerato" (perfino da noi, nell' Occidente-Settentrione sfruttatore, rapinatore e privilegiato, per non parlare dell' Oriente-Meridione rapinato) si stia andando in tutt' altra direzione (soprattutto da dopo il 1989 ...e secondo me non a caso).

...Oltre che verso la progressiva distruzione delle risorse naturali e delle stesse condizioni fisico-chimiche e biologiche della sopravvivenza della specie umana

E questa, purtroppo, non é metafisica, é fisica (cioé fatti reali).
sgiombo is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.33.10   #44
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Ciao CVC.
Non penso che tecnica e tecnologia siano antagonisti dell'uomo morale, tanto per essere chiari.
nemmeno io, ho fatto una precisazione al proposito
Citazione:
La divisione del lavoro con il fordismo e il taylorismo finiscono con la coscienza di quegli operai nelle catene di montaggio che si ribellano ai cottimismi e ai tempi cadenzati dalla catena a cui sono asserviti.
I sindacati industriali nascono da questa coscienza rivendicativa sulle condizioni umane nei luoghi di lavoro.
a parte lo sfruttamento, la divisione del lavoro porta a far sì che l'uomo abbia di che vivere svolgendo una stessa mansione, spesso alquanto semplice e ripetitiva, che, in qualche modo lo rende poco dinamico e poco stimolato a sviluppare il suo ingegno applicandosi in lavori diversi. Se ha tempo libero può sopperire dedicandosi ad attività ricreative. Ma oggi la tendenza sembra quella di lavorare sempre più, non per migliorare le proprie condizioni, ma per mantenerle. E anche i sindacati possono far poco se oramai la civiltà del consumo ha assuefatto il lavoratore rendendolo rassegnato come un manzo al mattatoio
Citazione:
E' la cultura mediocre borghese il vero problema e quell'operaio si è imborghesito mandando i suoi figli a studiare perchè mentre combatteva il "padrone"voleva allo stesso tempo che suo figlio undomani fosse migliore di lui, fosse a sua volta un padrone: così quando si è comunque dentro una regola del gioco alla fine si cambiano sedie e ruoli prendendosela con la malasorte o la buonasorte.
I peggiori capi sono ex operai e l'ascesa sociale ha venduto la morale sui piatti della fantasia. risvegliandosi nel ciclo dell'economia dellle crisi.
Ma tanto non avendo capito la crisi, ripeteranno l'errore con la prossima ripresa del ciclo economico, facendosi prendere per il.....naso da Stato e imprenditori.
c'è chi ha cavalcato la tigre della lotta sindacale per il proprio opportunismo. Ma il sindacato, credo, è forte se fa l'interesse di molti, se lo fa di pochi...

Citazione:
Il problema è un'altro.
L'essere umano da Lao Tzè a Buddha, da Socrate a Gesù nella sua coscienza, nella sua moralità si è evoluto nel passaggio dall'antichità alla modernità fino alla post-modernità?
a mio parere c'è molto da imparare dagli antichi
Citazione:
L' unica cosa che si è evoluto è una emancipazione del diritto individuale e sociale, ma sottoposto alle regole dell'economia: oggi sono date perchè il ciclo economico è favorevole, domani le riprendo con gli interessi perchè sono sfavorevoli le condzioni. Ma anche in questo sono diventati "furbi", fanno apparire le crisi anche quando vanno benissimo i conti aziendali, oggi si danno gli stati di crisi anche ad aziende che hanno bilanci in attivo. L'immoralità è prima economica, quando i l"furbo" vince sull'onesto.
in molti casi si è evoluta la faccia tosta e l'ipocrisia di chi promette sapendo che non potrà mantenere, tanto il gioco funziona sempre se chi parla ha il crisma del meneur de folle
Citazione:
Ribadisco se l'uomo è risorsa economica ed è funzionale al profitto, significa che è una pedina sacrificabile, sia in guerra militare, sia in guerra economica.
basterebbe stabilire che l'uomo viene prima dell'economia e non viceversa
Citazione:
Sei convinto che Pavlov abbia ragione? Mi pare superato dalla stessa scienza. Noi siamo esseri cognitivi e inspiegabili dal punto di vista scientifico, siamo imponderabili dal punto di vista quantitativo che qualitativo: il libero pensiero non può essere ingabbiato mentre un corpo fisico sì e questa è la differenza fra determinismo e indeterminismo. Non siamo la macchina di Turing, il computer ci batte in velocità di computazione ,ma non nelle correlazioni parallele di un cervello che è una rete neuronale con continue sinapsi di conoscenze. Noi siamo lineari e non lineari, siamo algoritmo ed eurisitica, siamo i creatori del computer .
qualcuno disse che se la mente umana fosse semplice, non saremmo abbastanza intelligenti per tentare di comprenderla. Ma dato che è complicata, è impossibile comprenderla completamente
Citazione:
In definitiva siamo noi a costruire conoscenza e il prodotto della nostra conoscenza non può dirci di noi. La Bibbia non è Dio, la logica non è l'uomo, la matematica non è l'universo, tutta la nostra conoscenza è assiomatica, è una palafitta costruita su sabbie mobili.
La conoscenza diventa potente quando diventa coscienza, quando il concetto si sposa con le motivazioni e gli atteggiamenti, quando si "mangia un'idea" l'uomo diventa quell'idea sino a farsene una ragion di vita.

un pò come Frankeinstein, spesso l'uomo crea cose che gli si rivoltano contro

Ciao paul11
CVC is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.39.41   #45
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Citazione:
Originalmente inviato da Davide M.
Retaggio di lotta di classe, mah... Non ho mai capito perché in politica capitalismo è sinonimo di profitto. Nel capitalismo il mezzo non è l'uomo, se mi è permesso, ma è proprio il capitale! Lo scopo, è il profitto. L'uomo non è mai un mezzo, al massimo lo sarebbe il suo lavoro. Cioè il tempo che impiega per fare il suo lavoro. Ma il tempo che impiega per fare il suo lavoro non è tempo perso, poiché essendo retribuito è la molla stessa dell'economia. Ciò che il lavoratore produce non è il bene che il capitalista pone sul mercato, ma è il suo stesso lavoro che essendo retribuito è un bene che il capitalista acquista per la sua impresa. Che la dialettica servo/padrone sia il motore della sovrastruttura economica è stata la più grande intuizione di Marx, ma che l'economia debba essere necessariamente "la" sovrastruttura è stata "assiomaticamente" la più grande stronzata detta dal filosofo; il capitalismo, secondo me, paradossalmente è stato il frutto del materialismo storico, e non in un certo sensa sua causa, perché i rapporti di produzione prima della rivoluzione industriale semplicemente non esistevano. Non c'era alcun rapporto. Solo sottomissione, sfruttamento unilaterale. La redistribuzione delle risorse naturali è stata sempre scambiata per redistribuzione del reddito, proprio perché il capitale è stato sempre considerato esclusivo appannaggio di elites e gruppi di potere, così inevitabilmente si finisce per mettere al centro dell'economia l'uomo, invece delle sue capacità, delle sue facoltà, dei suoi interessi. Ed è proprio dalle capacità, dalle facoltà dell'uomo che si deve ripartire, secondo me, perché se si hanno qualità, queste necessariamente innalzeranno il livello culturale dell'uomo, perché anche l'economia procede dal lato culturale, è una dimensione antropologica come la religione, l'arte, la tecnica, come dice giustamente sinceroPan, non è frutto del caso, ma segue determinate logiche di mercato, che sono sempre il prodotto della cultura del tempo. Il vero capitale, è, è stato e sempre sarà quello umano.

Ciao Davide.M.
Basta rovesciare i termini del problema per far risultare che il capitalismo è caritatevole e solidaristico, egualitaristico ed è giusto?
Il capitalismo è sinonimo di accumulazione di un capitale e in quel capitale c'è il tempo del lavoro umano e in quel profitto che diventa accumulazione e alla fine patrimonio dei beni di una persona chiamata imprenditore, sta il plusvalore, cioè il prezzo del bene non corrisponde alla somma dei costi, ma ad un valore aggiunto che l'imprenditore decide in funzione di un mercato, dove la domanda è lo stseso lavoratore che compra quel bene che magari lui stesso ha prodotto ad un prezzo superiore al tempo di lavoro retribuito:hai capito?
Quando i l capitale frutta un interesse significa che chi ha più capitale avrà più interesse che diventa montante per cui nel tempo la ricchezza si concentra nelle mani di pochi e i tanti si arrabbattano.
L'uomo come prestatore d'opera non è l'uomo ma una risorsa come la biada per i cavalli, cioè serve ad uno scopo, quel profitto, se non serve sono fatti suoi, si arrabbatti a cercar lavoro:questo è il dettame del capitalismo.

Allora ritorno alle mie domande e ribadisco ,togliamo per cortesia politica e ideologia, mi interessano solo i concetti:
1) è giusta la proprietà privata?
2) è giusto che pochi lavorino troppo e molti non lavorino affatto in in sistema dove il reddito è fondamentale per sopravvivere?
3) la successione ereditaria, come logica di continuazione familiare di mantenimento di un patrimonio privato, è giusta?
4) è giusto che il figlio di Bill Gates sia privilegiato per spermatazoi mentre il figli o della tribù in Africa in perenne carestia sia danneggiato dalla nascita per spermatozoi?

...ne avrei altre, ma mi fermo quì. Decontestualizziamo politica e ideologie e direi persino storia, mi piacerebbe capire cosa ne pensiamo eticamente dei concetti su esposti, perchè questa mi pare la domanda posta da CVC: il rapporto morale /economia.
paul11 is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.45.31   #46
CVC
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-01-2011
Messaggi: 747
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Galvan1224, mi pare tu abbia capito che anche in un mondo matematizzato come quello attuale, non si può fare a meno della letteratura. Non basta che ci sia una storia, serve anche qualcuno che la sappia raccontare. Servono maestri della parola che sappiano usare la magia del verbo per creare le stimolazioni psicologiche necessarie per stimolare l'attenzione su ciò che abbiamo intorno, sul valore delle cose. Serve la letteratura perchè è il linguaggio dei sentimenti, e l'uomo di oggi non sa più esprimere i propri sentimenti, ha smarrito le parole, il linguaggio si è svilito, omogeneizzato, liquefatto. Si arriva al punto in cui non si riesce a comunicare ciò che si sente e ci si trova di fronte un muro. Allora scatta il corto circuito, scatta la pazzia, si va in tilt. Ciò che potrebbe essersi risolto in un discorso e una riflessione, ci fossero state le parole, diventa un cazzotto o un bicchiere rotto in testa o qualcosa di più meschinamente preditato nel silenzio delle camere buie delle nostra mente.

La magia del verbo non ha prezzo
CVC is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.52.02   #47
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Tutto ha un prezzo

@Paul11

Beh, di filosofia della mente ne abbiamo (anche) già parlato in varie altre discussioni e credo che torneremo a parlarne ancora con interesse.

Qui, oltre a rammaricarmi del fatto, certamente poco gratificante, che nel forum sono state attribuite a te tesi e atteggiamenti che non ti sono propri (almeno in parte importante) ma invece sono propriamente miei (sei stato erroneamente confuso per certi versi con me), ti muovo solo un' obiezione:

Dissento dalla tua affermazione che Se fosse vero che siamo inquadrabili nella sfera deterministica, le statistiche elettorali, le statistiche studiate dai marketing sul lancio dei prodotti andrebbero tutte a buon fine. quindi la predittività funziona:invece no, perchè possono essere state sottovalutate delle variabili o delle qualità volitive, cioè quella volontà legata alla libertà di agire di un agente cognitivo.

Gli errori nei calcoli statistici e nei sondaggi non dimostrano necessariamente l' esistenza della volontà libera da determinismo intrinseco (o libero arbitrio): un' elevata complessità, numerosità e una misurabilità largamente approssimativa dei fattori in gioco (sia pur meccanicisticamente-deterministicamente) é più che sufficiente a rendere in un sistema deterministico (anche assolutamente ferreo, "laplaciano") di fatto incalcolabile e non dominabile con sicurezza.

La prevedibiltà di un sistema deterministico può benissimo essere puramente "teorica o di principio" e sposarsi tranquillamente con un elevatissima (illimitatamente elevata) imprevedibilità di fatto o pratica.
sgiombo is offline  
Vecchio 07-02-2015, 16.52.31   #48
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Bellissimo scenario davvero !!! Ma se non è' metafisica questa , cos'è ? Metafisica : oltre la fisica oltre la condizione media naturale umana !!!! Ma qualcosa di buono , qualcuna delle cose che suggerisci si può fare pian piano molto lentamente si può fare . C'era qualcuno , più di qualcuno per la verità , che voleva fare in fretta e la fretta si sa e' cattiva consigliera , rinnego' (come sempre accade ) per primo tutti i suoi sogni e i principi che voleva affermare .......in Italia questo qualcuno si faceva chiamare BR !!! Ma ha molti nomi sparsi in giro per il mondo .

Ribadisco con toni cortesi che la mia ricetta è una provocazione, non vuole essere politica o ideologia.
Semplicemente questa è la realtà, perchè per fare la metafisica di Nembo Kid sono capaci tutti. Ma parlare della realtà sono capaci pochi.

ll post introduttivo di CVC pone problemi sull'uomo dal punto di vista etico in un contesto che è la nostra realtà, il capitalismo,.Se fossimo stati in Russia di qualche decennio fa forse sarebbe stata posta l'etica in modo opposto. Ma le domande rimangono le stesse da sempre fuori dal contesto storico.
Se l'uomo ha un prezzo è giusto che sia così? E io ho aggiunto delle proposte, non sono la fonte di verità sia chiaro, è solo il mio punto di vista.

..speriamo di esserci capiti

paul11 is offline  
Vecchio 07-02-2015, 17.09.10   #49
SinceroPan
Ospite
 
L'avatar di SinceroPan
 
Data registrazione: 27-08-2008
Messaggi: 135
Riferimento: Tutto ha un prezzo

CONTINUA => POST B) PASSIAMO DALLA FILOSOFIA E DALLA MORALE AD ALCUNI GRAFICI MACRO-ECONOMICO-FINANZIARI di Lungo Periodo


E’ poco Filosofico, molto lungo, forse Tecnico. Spero che a qualcuno interessi lo stesso.

La voglia di scrivere questo secondo post mi è venuta vedendo che Paul ha citato l’economista keynessiano quasi marxista di nome Piketty (che s’è fatto un pò di grano anche per lui con quel successo editoriale: bravo).
Lui parla delle crescenti Discriminazioni di Ricchezza tra i Pochi ed i Molti. Diciamo subito che dice il vero, e che ha scoperto l’acqua calda. Ad un certo punto spiega che siccome il Pil Reale cresce ormai del 2% mente la Rendita Finanziaria del 5% vuol dire che anno dopo anno il divario aumenta, e la quota salari diminuisce sempre più. Corretto. Vi faccio un esempio numerico per scendere dalla metafisica alla terra. Se usiamo la formula della “matematica finanziaria” dell’Interesse COMPOSTO M=C*(1+I)^N scopriamo che il capitale (= il Pil Reale = i Salari) che rende il 2% dopo 100 anni vale 7 volte di più, mentre quello delle Rendite al 5% vale 130 volte di più. Ovvero: se ad inizio secolo un povero aveva 100 a fine secolo i suoi nipoti si troveranno con 700. Mentre il ricco che aveva 1.000 (= 10 volte di più del povero in partenza) si troverà con 130.000 (= 185 volte di più del povero alla fine).

Riassunto sino a qui : in un secolo matematicamente la Discriminazione passa da 7 volte a 185 volte. ERA GIA’ SCRITTO NELLA MATEMATICA DEL DESTINO CHE SAREMMO ARRIVATI A QUESTO PUNTO. Piaccia o non piaccia era già IN POTENZA così.

Tra le mie tante vite di Giano PoliFronte (un mostro) mi son occupato “professionalmente” di informatica, controllo economico di gestione, marketing ed investimenti finanziari.
La vera passione è la filosofia. Ma per mangiare ed esser libero (??) di pensare il destino mi ha dato (per ora) altro. Ha proprio ragione Paul: faccio schifo

Ho costruito, attraverso il sito della Fed (la Banca Centrale Americana, uno dei MegaCentri di Potere che Cercano di Regolare il Mondo Capitalistico Moderno), due grafici sugli USA.
Solo se siete dei “rari malati” forse avete già visto qualcosa di simile.
SPERO si aprano con il click.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxx

1) TASSO DI UTILIZZO DEGLI IMPIANTI ed ORE LAVORATE PRO CAPITE

https://research.stlouisfed.org/fred...0&category_id=

Tasso di Utilizzo degli Impianti (in blu) all’80% significa che anche se le Fabbriche Già Installate POTREBBERO produrre 100 invece producono solo 80 perchè c’è Eccesso di Offerta (teoria Liberista) o Carenza di Domanda (teoria Keynessiana). In verità un 10% di Insaturazione è cmq necessario per gestire manutenzioni, guasti, imprevisti. Si nota chiaramente che Dopo Ogni Ciclo Recessivo degli ultimi 45 anni si sono sempre formati una serie di Max e Min Decrescenti. Cioè: ORMAI IL TREND PLURIDECENNALE DELLA CAPACITA’ PRODUTTIVA E’ STRUTTURALMENTE IN ECCESSO. Eppure se parlate con un artigiano, un lavoratore dipendente, un sindacalista, un politico di sinistra, uno di destra, un imprenditore, un banchiere, un italiano, un russo, un americano : tutti vi diranno che BISOGNA INVESTIRE DI PIU’. Quando la FOLLIA E’ DI MASSA allora io dico che ciò avvalora la mia tesi del DESTINO e della IMPOSSIBILITA’ di INVERSIONE NON-TRAUMATICA della AUTO-COSCIENZA PLANETARIA.

Le ORE MEDIE LAVORATE PRO CAPITE (linea rossa), cioè l’Altro Fattore Produttivo abbinato al Capitale, è ANCH’ESSO STRUTTURALMENTE DECRESCENTE. Ovvero vi è una DOPPIA SOVRA-CAPACITA’ CRESCENTE sia di LAVORO che di CAPITALE. Eppure se parlate con un artigiano, un lavoratore dipendente, un sindacalista, un politico di sinistra, uno di destra, un imprenditore, un banchiere, un italiano, un russo, un americano : tutti vi diranno che BISOGNA LAVORARE DI PIU’. Quando la FOLLIA E’ DI MASSA allora io dico che ciò avvalora la mia tesi del DESTINO e della IMPOSSIBILITA’ di INVERSIONE NON-TRAUMATICA della AUTO-COSCIENZA PLANETARIA.
Faccio notare che la Delocalizzazione negli Emergenti è partita in massa solo alla fine degli anni ’90 con l’approvazione degli accordi del WTO (l’Organizzazione per il Commercio Mondiale). Mentre l’Eccesso di Capacità Capitale/Lavoro partì 30 anni almeno prima. Cioè NON è la SOLA DELOCALIZZAZIONE che può spiegare il trend (come spesso dicono i Liberisti). (PS: la linea rossa si ferma al 2013 perchè il dato è annuale, sicuramente sarà ad oggi sarà salita un pò grazie alla Ripresa CICLICA).


xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxx


2) PIL Reale ProCapite (rosso) e Profitti Reale (verde) e Base Monetaria (blu)

https://research.stlouisfed.org/fred...1&updated=6677


Premesse tecniche: la parola “Reale” davanti sial al Pil che ai Profitti significa che è Nettata dell’Inflazione che nel Lungo Periodo distorcerebbe molto i dati ; ho usato alcuni aggiustamenti matematici x rendere paragonabili ad occhio i trend. La sostanza è intatta.

Aveva ragione Piketty. Sì. Ovvio. Lo sapevano già tutti. Certo che vedere AD OCCHIO la VELOCITA’ con cui i Profitti Reali (verde) hanno STACCATO il Pil Reale ProCapite (rosso) soprattutto a partire dalla Fine dagli Anni ‘90 fa Tremare.
Come dicevo all’inizio del Post era già scritto fin dall’inizio. Il grande Marx (e lo dico senza ironia: nonostante ciò che ora dirò lo credo veramente che sia stato un grande pensatore) predisse la Caduta del Saggio Tendenziale di Profitto=> i Fatti gli han dato Torto perchè, a mio parere, non aveva previsto che SE i Mercati sono INSATURI (cioè gli eccessi di automobili sarebbero migrati in lavatrici, e poi in telefoni, e poi in cellulari, ecc...) il Profitto (ed in Misura Minore i Salari) possono ENTRAMBI AUMENTARE.

Inoltre Marx non poteva prevedere l’EFFETTO SECOLARE DELLO SPOSTAMENTO DI BASE MONETARIA dal CETO MEDIO ai CAPITALISTI => se il Profitto Industriale Ristagna allora Gonfio il Profitto Finanziario.
Vi prego di notare che la BASE MONETARIA tra il 2008 ed il 2014 => è ESPLOSA in soli di 6 Anni del 500% (mentre aveva impiegato 30 anni per aumentare del 400%).
In pratica: la SOVRA-CAPACITA’ (CAPITALE+LAVORO) alla fine del 900 era tale che PER TENERLA IN VITA ARTIFICIALMENTE è stata GENERATA DOMANDA ARTIFICIALE (il Consumismo Usa e Getta) grazie all’ESPLOSIONE di DEBITI (Privati in Usa/Uk, Pubblici in Europa). Nel Nuovo Millennio questi DEBITI era MATEMATICAMENTE IMPOSSIBILE RIMBORSARLI.
Abbiamo RISCHIATO IL CROLLO DELL’INTERO OCCIDENTE FINANZIARIO + INDUSTRIALE + OCCUPAZIONALE + SOCIALE + DEMOCRATICO forse Peggio che nel 1929. Così hanno STAMPATO ENORMI QUANTITA’ DI MONETA DAL NULLA per ASSORBIRE i DEBITI e CONVERTILI a TEMPO INDETERMINATO. UN ESPERIMENTO DI QUESTA PORTATA E' SENZA PRECEDENTI DELLA STORIA.. Oggi quello che stà in parte facendo la Bce di Draghi (che Lavora per gli Americani, ed è stato messi Lì contro il Volere di Tedeschi che non vogliono farci regali) è simile alla Fed (ed alla Banca di Inghilterra, e del Giappone, e della Cina ; e della Russia sotto attacco speculativo per punirla sulla questione Ucraina). Ma ora veniamo al punto: CHI HA GODUTO MAGGIORMENTE DELLA MEGA MONETIZZAZIONE DEL DEBITO ? IL CETO MEDIO OD I CAPITALISTI ? Il grafico parla chiaro. I capitalisti.
Provo a tradurvi il concetto con un esempio pratico. Negli anni ’80 un Capitalista guadagnava 100, un operaio 10, la Base Monetaria Globale era pari a 1000. Quindi un Capitalista aveva il 10% della moneta (100/1000) e l’operaio l’1%. Oggi invece la Base Monetaria Globale è esplosa DAL NULLA a 10000. L’operaio (ed il politico, ed il sindacalista, e la stragran parte degli economisti) non sà che il suo salario per ipotesi fisso di 10 ora è lo 0,1% della Base Monetaria.

Ma soprattutto. Mentre con le continue paure di Fallimenti (per ora gestite Artificialmente) hanno inchiodato il 90% dei Piccoli Risparmiatori Mondiali (il Parco Buoi) nel Reddito Fisso con Interessi pari all’1%, i Capitalisti si son Quotati e le Borse Azionarie (eccetto il Sud Europa) son Cresciute del 130% (POMPATE DA QUELLA NUOVA MONETA). Il Gap 2% vs 5% di cui parlava Piketty è stato surclassato dalla realtà. Solo chi è dentro i mercati finanziari può capire cosa stanno facendo. Tutti gli altri sono fuori. Vedi l'esempio della fine che fece il premio Nobel per la Finanza (Pura ma TEORICA) Markowitz (e che citai qualche post fa).

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Paul e CVC (OTTIMISMO DELLA VOLONTA’ MORALE) mi dovrebbero contestare. Ma allora è Vero che 1000 capitalisti turlupinano miliardi di ceto medio. Non è vero che la colpa è anche del ceto medio come dice SinceroPan. La mia risposta a questo quesito, se qualcuno avrà avuto il coraggio di leggere questo sermone tecnico, la lascio ai prossimi post. Credo che digerire questi concetti tecnici, per chi nella vita si occupa di altro, richieda almeno qualche giorno di riflessione.
.
SinceroPan is offline  
Vecchio 07-02-2015, 19.08.17   #50
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Tutto ha un prezzo

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Ribadisco con toni cortesi che la mia ricetta è una provocazione, non vuole essere politica o ideologia.
Semplicemente questa è la realtà, perchè per fare la metafisica di Nembo Kid sono capaci tutti. Ma parlare della realtà sono capaci pochi.

ll post introduttivo di CVC pone problemi sull'uomo dal punto di vista etico in un contesto che è la nostra realtà, il capitalismo,.Se fossimo stati in Russia di qualche decennio fa forse sarebbe stata posta l'etica in modo opposto. Ma le domande rimangono le stesse da sempre fuori dal contesto storico.
Se l'uomo ha un prezzo è giusto che sia così? E io ho aggiunto delle proposte, non sono la fonte di verità sia chiaro, è solo il mio punto di vista.

..speriamo di esserci capiti

Ringrazio per i toni cortesi anzicche' altro .
Neppure io voglio fare politica ne' ideologia ho solo detto la mia sulla tua ricetta ; tuttavia non capisco del tuo ultimo post : la tua ricetta e' una provocazione cioe' uno scherzo serio o e' una cosa in cui credi , che possa accadere , reale , concretizzabile ? Ad esempio l'eliminazione dell'interesse economico , della proprieta' privata ,
della successione ereditaria la vedi come una cosa possibile , reale o e' solo una provocazione ?
Ciao grazie
nikelise is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it