Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dellĺessere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche



Vecchio 11-05-2004, 22.14.38   #11
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Fine/scopo : ci˛ a cui si tende, a cui si vuole giungere, a cui si indirizzano le proprie azioni, i propri sforzi; Fine, proposito, risultato che si intende ottenere attraverso un particolare modo d'agire e di comportarsi ;

...l'universo ha una personalitÓ?
Marco_532 is offline  
Vecchio 11-05-2004, 22.18.00   #12
nicola185
al di lÓ della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Al momento non possiamo sapere se l'univero ha un fine al di fuori di se oppure no.

Bisogna aspettare che sia la scienza a dare una risposta o la morte?
PerchŔ se Ŕ la scienza che dobbiamo aspettare temo ahimŔ che nel frattempo si possa estinguere il genere umano, se Ŕ la morte il genere umano, in quanto noi nella tomba, saremo giÓ estinti indipendentemente che vi sia ancora vita fuori da quella tomba. Almeno secondo una certa concezione. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 11-05-2004, 22.46.34   #13
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Fine/scopo : ci˛ a cui si tende, a cui si vuole giungere, a cui si indirizzano le proprie azioni, i propri sforzi; Fine, proposito, risultato che si intende ottenere attraverso un particolare modo d'agire e di comportarsi ;

...l'universo ha una personalitÓ?

Anche le cose senza personalitÓ possono tendere a un fine, MAGARI INCONCAPEVOLMENTE.

Se lanci una palla da Baseball, lei vola in aria verso un obiettivo, magari non comanda lei, magari Ŕ inconsapevole, ma un fine lo ha !
Dato da un essere supremo? Non possiamo saperlo.
Dato da un "Chimico" gigantesco che vive in un universo pi¨ grande del nostro? Bho?

Qualcuno si ricorda le animazioni finali del Film "man in Black", dove le galassie vengono sballottate di qua e di lÓ come biglie da esseri giganteschi e mostruosi?
Dunadan is offline  
Vecchio 11-05-2004, 22.55.36   #14
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da nicola185
Bisogna aspettare che sia la scienza a dare una risposta o la morte?
Se la parola "scienza" ti provoca "orticarie improvvise" potresti chiamarla "FATTO VISTO E DOCUMENTATO".
Non Ŕ un nemico, Ŕ un metodo di distinzione tra ci˛ che viene dalla fantasia e ci˛ che viene dai fatti.

Dico sempre le stesse cose? EmbŔ, ante te !!!!!!!!!

Citazione:
PerchŔ se Ŕ la scienza che dobbiamo aspettare temo ahimŔ che nel frattempo si possa estinguere il genere umano,
Esatto, Forse, Molto probabilmente.
Prevedo: Sicuramente.


Nicola, brontoli anche quando d˛ involontariamente una mano alla concezione CREAZIONISTA?

ciao

Ultima modifica di Dunadan : 11-05-2004 alle ore 22.59.20.
Dunadan is offline  
Vecchio 11-05-2004, 22.57.29   #15
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
...finalmente siamo arrivati ad un punto cruciale : il fine o lo scopo sono in essere solo in presenza di una scelta (quella che appare una scelta) ... es : io studio al fine di imparare ... io non studio al fine di non imaprare ... ora, la pallina lanciata non ha il fine di cadere, ma Ŕ succube dell'unico evento inevitabile che pu˛ svolgersi ...

... per ora mi fermo ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 11-05-2004, 23.16.15   #16
nicola185
al di lÓ della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Se la parola "scienza" ti provoca "orticarie improvvise" potresti chiamarla "FATTO VISTO E DOCUMENTATO".
Non Ŕ un nemico, Ŕ un metodo di distinzione tra ci˛ che viene dalla fantasia e ci˛ che viene dai fatti.

Dico sempre le stesse cose? EmbŔ, ante te !!!!!!!!!


Esatto, Forse, Molto probabilmente.
Prevedo: Sicuramente.


Nicola, brontoli anche quando d˛ involontariamente una mano alla concezione CREAZIONISTA?

ciao


Ho delle allergie ma non alla scienza. E in effetti sono rimasto sorpreso nel vedere quella mano involontaria di cui tu parli nella concezione creazionista. Vedi, io credo, che sia io che te, cerchiamo lo stesso punto d'arrivo: L'EternitÓ. Mi spiego meglio. Secondo la tua concezione molto razionale e direi anche piuttosto affidabile, scientificamente parlando, giungo alla conclusione che una volta morti, non vi sia pi¨ nulla oltre. E questo per l'EternitÓ. Non tanto rassicurante come prospettiva, (almeno quando la si considera da vivi) ma piuttosto realistica sotto il profilo scientifico. In effetti basta osservare un animale morto, ma anche un uomo, e scientificamente non dÓ pi¨ segni di vita per l'eternitÓ. Io, invece, con teorie un p˛ pi¨ "fantasiose", legate al mio sentire, (non so se hai letto il post rispetto alle mi "fantasie in "Atei per istinto") credo nell'eternita della vita in quanto slego la vita dal movimento della materia. (prospettiva indubbiamente pi¨ rassicurante ma, scientificamente anche pi¨ opinabile). Ma fondamentalmente che sia vita eterna, o morte eterna, sempre di eternitÓ parliamo. Non credi?

P.s. Non ti ho nominato Dio perchŔ temevo che ti venisse anche a te un attacco di starnuti. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 12-05-2004, 13.21.25   #17
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
X NICOLA

C'Ŕ una sola differenza, io quell'eternitÓ non la vedr˛ e non mi importa molto se ci sia o meno, te invece vuoi vederla !!!!!!!!
Non miriamo alla stessa cosa, io sto cercando la felicitÓ nella coprensione della realtÓ, voglio essere felice senza illudere me stesso. Voglio essere felice accettando la natura come Ŕ realmente. Voglio sorridere pensando che il mio corpo farÓ da concime per le piante ! Sorridere pensando che io morir˛ e i giovani continueranno (Ŕ anche per questo che si fanno i figli), sorridere pensando che eternamente non ci sar˛ pi¨.
Ripeto una cosa che t'ho giÓ detto: non si pu˛ mettere sullo stesso piano la fantasia con la scienza.
Slegare la vita con la materia non Ŕ solo scientificamente opinabile, Ŕ scientificamente impossibile.
La vita Ŕ il risultato del materiale. In psicologia penso che si dica che "la mente emerge dal cervello". Tu pensi in un certo modo non perchŔ il tuo flusso vitale ti fa pensare in quel modo, ma perchŔ ci sono meccanismi nel cervello che ti fan pensare in quel modo.
Come un computer, come un'automobile...
Tu vedi nel monitor non perchŔ c'Ŕ un flusso vitale che Ŕ separato dal pc, tu vedi nel monitor perchŔ nel pc c'Ŕ una cosa materiale come la scheda video.
In psicologia si usa molto il confronto cervello-computer.




OK, TORNIAMO ALL'UIVERSO E SCUSIAMOCI CON SCORPIONE PER AVER CAMBIATO DISCORSO.
Dunadan is offline  
Vecchio 12-05-2004, 13.22.56   #18
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
...finalmente siamo arrivati ad un punto cruciale : il fine o lo scopo sono in essere solo in presenza di una scelta (quella che appare una scelta) ... es : io studio al fine di imparare ... io non studio al fine di non imaprare ... ora, la pallina lanciata non ha il fine di cadere, ma Ŕ succube dell'unico evento inevitabile che pu˛ svolgersi ...

... per ora mi fermo ...

SIAMO SICURI CHE UNA COSA NON PU˛ AVERE UNO SCOPO E UN FINE ANCHE SENZA UNA MENTE CHE LO PONE? UNA MENTE CHE SCEGLIE?

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 12-05-2004, 16.31.04   #19
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Thumbs up

allora
cercando di rientrare
sui binari del discorso
vi ricordo
che anche la pi¨ brillante e capace
fra tutte quante le menti umane
nel contesto dell'universo
non sarebbe che una microscopica
praticamente invisibile
cosuccia senza senso
quindi
sarebbe il caso di provare
a disamplificarne la portata
di tanto in tanto

io sento che
L'UNIVERSO si manifesta
in modi e forme
che nulla hanno a che vedere
con ci˛ che da parte nostra
potrebbe definirsi un'aspettativa
di qualsiasi genere

w.

Ultima modifica di dawoR(k) : 12-05-2004 alle ore 16.36.05.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 12-05-2004, 18.13.33   #20
nicola185
al di lÓ della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
X NICOLA

C'Ŕ una sola differenza, io quell'eternitÓ non la vedr˛ e non mi importa molto se ci sia o meno, te invece vuoi vederla !!!!!!!!
Non miriamo alla stessa cosa, io sto cercando la felicitÓ nella coprensione della realtÓ, voglio essere felice senza illudere me stesso. Voglio essere felice accettando la natura come Ŕ realmente. Voglio sorridere pensando che il mio corpo farÓ da concime per le piante ! Sorridere pensando che io morir˛ e i giovani continueranno (Ŕ anche per questo che si fanno i figli), sorridere pensando che eternamente non ci sar˛ pi¨.
Ripeto una cosa che t'ho giÓ detto: non si pu˛ mettere sullo stesso piano la fantasia con la scienza.
Slegare la vita con la materia non Ŕ solo scientificamente opinabile, Ŕ scientificamente impossibile.
La vita Ŕ il risultato del materiale. In psicologia penso che si dica che "la mente emerge dal cervello". Tu pensi in un certo modo non perchŔ il tuo flusso vitale ti fa pensare in quel modo, ma perchŔ ci sono meccanismi nel cervello che ti fan pensare in quel modo.
Come un computer, come un'automobile...
Tu vedi nel monitor non perchŔ c'Ŕ un flusso vitale che Ŕ separato dal pc, tu vedi nel monitor perchŔ nel pc c'Ŕ una cosa materiale come la scheda video.
In psicologia si usa molto il confronto cervello-computer.
Di quale realtÓ parli? Prova a pensarci. Definiscimela la realtÓ scientificamente. Definiscimi la materia scientificamente. La realtÓ. Una parola senza senso. Io ti sto parlando della mia realtÓ, di come percepisco io il mondo, di come lo sento. Non esiste una sola realtÓ. Affermare questo ha lo stesso valore di affermare che esiste Dio. Una realtÓ sola, oggettiva, uguale per tutti. La scienza parla di istinto di conservazione. PerchŔ l'uomo si suicida? C'Ŕ una risposta per questo? Parliamo dell'origine dell'Universo. Ipotesi pi¨ accreditata il Big Bang. Da un punto adimensionale nel quale erano racchiuse tutta la materia e lo spazio esistente c'Ŕ stata un'esplosione che ha fatto si che l'Universo cominciasse ad espandersi; ed Ŕ ancora in quella fase. Cosa vuol dire adimensionale? L'alfa privativa dall'alfabeto greco lo spiega bene. Senza dimensioni. Per antonomasia nulla ed infinito. Adimensionale secondo la logica significa inesistente, eppure la scienza afferma che queste sono le origini dell'Universo. Ed io sono d'accordo, perchŔ affermare questo significa che il Nulla e il tutto ci sono sempre stati. Il Nulla e il Tutto. Insieme. Contemporaneamente. Se vogliamo parlare di scienza facciamolo seriamente per cortesia. Spero di essere stato chiaro. Nicola
nicola185 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it