Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-06-2004, 01.14.21   #11
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053

(ti facevo più serio!)
r.rubin is offline  
Vecchio 25-06-2004, 11.49.39   #12
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
x bert:

mi piacerebbero sapere le tue conclusioni a riguardo...

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 25-06-2004, 14.51.09   #13
bert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 105
Re: x bert:

mah, ho qualche dubbio che chi abbia risposto alla mia suggestione, abbia capito cosa intendevo (tu sei escluso, naturalmente).

del resto noto con un certo disappunto che la comunità dei filosofi a volte sa essere un po' troppo poco incline all'interdiscipilarietà. Pazienza.....

Parlando con un mio amico che si occupa di logica, è venuto fuori che molte delle cose che dico e diciamo insieme, sono retaggio addirittura platonica, e comunque aristotelico.

poi il tempo e la scienza ha reso tutto questo molto formale, e molto preciso.

Mi sono infine reso conto, proprio in queste diverse discussione, come il senso del senso sia a volte così relativo, al punto che mi sembra che ognuno viva nel suo "sogno". detto questo la struttura della nostra immagine della realtà è nota a tutti, ed è stata formalizzata con il linguaggio. la realtà esiste perchè ma mente ci permette di vederla. quando poi analizziamo la mente stessa, allora vediamo i meccanismi del cervello con i suoi medesi strumenti. E quindi non può che essere come ce lo immaginavamo: complesso e meraviglioso, ovvero razionale e irrazionale. Ovvero noi stessi.

Se ci pensi, basta vedere il meccanismo con il quale noi proiettiamo la nostra storia su quella degli altri. Ma lal fine le storie, entro una certa variabilità, si equivalgono. siamo noi, e basta.




Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
mi piacerebbero sapere le tue conclusioni a riguardo...

ciao
bert is offline  
Vecchio 25-06-2004, 16.13.15   #14
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
io penso che...

ognuno ha un'immagine del mondo personale, questo e` il mondo privato.

noi viamo in questo mondo privato (cio` che tu chiami 'sogno').

le proposizioni sono immagini parziali.

e` per questo che quando si parla di sofferenza e pessimismo, io parlo di interpretazioni personali del mondo (mondi privati) che possono essere equilegittimamente pessimistiche o ottimistiche (o varie sfumature di queste).

e` vero che percepiamo il mondo tramite sensi/mente e dunque proiettimo le proprieta` sensi/mente nel mondo, d'altro canto non e` il mondo ma il nostro mondo privato.

per quanto riguarda il senso del mondo, se c'e` deve star fuori dal mondo, ma per come ho definito io mondo (insieme di tutti gli oggetti e le relazioni tra essi, i fatti) non v'e` un fuori e dunque non v'e` un senso del mondo.

solo le proposizioni (verbali, scritte, corporee, etc...) possono aver senso, ma e` un senso basato sulla convenzione. il significato di una proposizione sta nel suo uso (come diceva W.).

che la logica sia assoluta e universale e` un fatto non importantissimo, infatti la logica non si puo` rifiutare comunque perche` noi ragoniamo cosi` e cosa c'e` oltre la logica e` indicibile, dunque non ne possiamo parlare.

ciao

P.S. ho buttato tutto giu` come mi e` venuito, spero di esser stato chiaro, comunque sono a disposizione per critiche e chiarimenti.
epicurus is offline  
Vecchio 25-06-2004, 17.32.30   #15
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re:risposta a bert

Citazione:
Messaggio originale inviato da bert
salve a tutti,

vorrei, nell'ambito di alcune discussioni lette recentemente sul forum, lanciare un tema di discussione che potrebbe essere interessante.

La mia osservazione parte dalla constatazione che la realtà che osserviamo presenta una struttura logica precisa, che è stata stabilita, e che, a meno di qualche piccolo ritocco dovuto alle recenti scoperte della fisica moderna, prende il nome di logica booleana.

Quindi sembra che la struttura logica sia un attributo del reale.

Ma.........

Dunque, che la sede della struttura logica della realtà sia in noi e non fuori da noi?

La realtà è quella che è, siamo noi, con il nostro cervello, a darle una struttura logica.

Il nostro cervello, come dici tu, rielabora gli stimoli esterni attraverso un codice chimico sequenziale (stimolo-neuro trasmettitore-recettore-risposta allo stimolo), quindi anche la realtà che noi osserviamo viene bypassata da questo stesso codice e assume automaticamente un attributo logico.

Sono dell'idea che tutto ciò che osserviamo abbia una struttura logica, ma perché siamo noi stessi ad attribuirgliela.

Bene o male è stato l'uomo ad "inventare" la logica e non le mele

Ciao Bert

Ultima modifica di iris_1 : 25-06-2004 alle ore 17.35.14.
iris_1 is offline  
Vecchio 25-06-2004, 17.55.20   #16
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
bert e iris, mi sto chiedendo se ha senso di parlare del mondo senza soggetto percepente.

esistono solo i mondi privati?

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 25-06-2004, 18.01.11   #17
bert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 105
Impossiible stabilirlo, ed impossibile stabilire il contrario. solo una annotazione: capista, sti mondi privati si assomigliano tutti, più o meno, all'interno di una varianza NON infinita. Ergo, cervelli simili vedono realtà simili, per altro dotate di struttura logica, più o meno unica,
quindi i cervelli possiedono una chimica simile. Quindi elaborano la realtà in modo simile, e quindi elaborano immagini simili.



Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
bert e iris, mi sto chiedendo se ha senso di parlare del mondo senza soggetto percepente.

esistono solo i mondi privati?

ciao
bert is offline  
Vecchio 25-06-2004, 18.06.16   #18
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
bert e iris, mi sto chiedendo se ha senso di parlare del mondo senza soggetto percepente.

esistono solo i mondi privati?

ciao

Bella domanda!

Se consideriamo come mondo privato anche la nostra percezione della reltà che ci circonda in effetti tutto potrebbe rivelarsi come un mondo privato.
La mia interpretazione di ciò che vedo basata sulle percezioni e sensazioni personali è sicuramente diversa dalla tua e le nostre sono a loro volta diverse da quelle di altri.

Però.... c'è qualcosa che non mi quadra.... ci devo riflettere!
iris_1 is offline  
Vecchio 25-06-2004, 18.14.54   #19
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
x bert: io ho fatto due domande, se ha senso parlare di mondo e se tale mondo esiste.
ovviamente la seconda questione puo` essere discussa solo se alla prima si risponde affermativamente.

dico questo perche` delle volte ho proprio la sensazione che chiedersi se esista il mondo non abbia senso. penso che cio` derivi dalla definizione di 'esistere' e di 'mondo', ma non riesco a focalizzare perfettamente la cosa.

da quel che tu dici, mi sembra che tu assuma sensata la questione della sensatezza della domanda.

x iris: rifletti, rifletti, e fammi sapere. come hai letto, anche a me qualcosa non quadra.


ciao e grazie per gli spunti
epicurus is offline  
Vecchio 25-06-2004, 18.20.28   #20
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
per epicurus

Cosa intendi dire quando affermi che per il mondo inteso come insieme di tutti gli oggetti e relazioni tra essi non v'è un fuori e di conseguenza non esiste un senso del mondo?

Ciao
iris_1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it