Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 24-08-2005, 12.23.35   #41
Gest O
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 125
ripeto che non comprendo la necessità di ancorarsi all'unità del reale o del naturale perché,come ho più volte sottolineato crea non pochi problemi epistemologici e di conseguenza la sopravvivenza di tale concetto resta per me oscura anche nella sua versione "antiriduzionistica" , ovvero con una parziale ma non sostanziale(e dunque insoddisfacente) concessione alla complessità e irriducibilità delle esperienze umane.Detto questo segnalo ad epicurus questo link http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/010114b.htm
in cui avviene(finalmente)una seria presa in considerazione di nietchsze da parte di un epistemologo allievo di quine
Gest O is offline  
Vecchio 26-08-2005, 19.00.00   #42
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Alla Viandante:

Io penso che conoscere l'origine, la storia, la natura e tutto il senso della mente umana attraverso l'evoluzione della biochimica neurale equivalga a pretendere di conoscere l'opera di un Caravaggio o di un Leonardo attraverso l'analisi chimica quantitativa dei pigmenti usati; Quelle molecole costituiscono certo l'espressione materiale del fenomeno che vediamo, ma poco nulla ci possono dire riguardo ai loro autori, alla storia, al senso e alla natura del loro lavoro, esse non possono nemmeno dare ragione compiuta di se' stesse, e del perche' si trovano mescolate in quelle proporzioni e in quelle quantita' proprio su quel determinato cm2 di tela; Eppure…da quelle sostanze chimiche traspare un logos che le oltrepassa, le trascende, che le ha create, manipolate ,usate ,disposte, una volonta' , cioe', che poteva persino fare a meno di loro per produrre le stesse opere, e per esprimere nello stesso modo dei contenuti che nulla hanno a che vedere con la chimica.
…penso, quindi, che la Viandante nutra un eccessivo timore reverenziale nei confronti del nostro piu' grande oracolo contemporaneo, e troppa superstiziosa fiducia nelle profezie e nelle mitologiche visioni con cui esso placa ed immobilizza il nostro istinto di conoscenza vera; …LA SCIENZA…,certo, e' in grado di racimolare qualcuno di quei fenomeni che piu' o meno direttamente appaiono ai nostri sensi, e' in grado di etichettarne un certo numero col nome di "causa" ed un altro po' col nome di "effetto", e' in grado di metterli vicini e ,grazie a qualche lucida visione chiamata modello, di ipotizzare fra loro nuovi nessi ogni volta sempre piu' stabili e universali all' apparenza ,ogni volta sempre piu' incerti ed inutili alla conoscenza ; …questo atteggiamento ci e' sempre appartenuto; l'altroieri era mito, ieri era superstizione, oggi e' scienza …ma per conoscere veramente noi stessi e il mondo ,credo che lo sviluppo della nostra mitologia da superstizione a scienza non basti.

Saluti a tutti
and1972rea is offline  
Vecchio 26-08-2005, 19.54.37   #43
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
stento a credere che nel 2005 ancora si possano fare certi discorsi, tutto il progresso ottenuto sarebbe frutto di? superstizione? il fatto che io ora possa curarmi e' solo superstizione? vorrei farvi ragionare su un fatto
se ora molte patologie anche mentali possono essere curate e' sicuramente perche' sulla materia e non sul trascendentale, si e' potuto studiare, elaborare teorie, sperimentare, e trovare soluzioni ai problemi
se ci si fosse barricati sempre dietro le rivelazioni e le verita' trascendentali, che avremmo ottenuto?se grandi uomini che hanno anche perso la vita(anche per chi ora li taccia di superstizione) hanno potuto fare quello che hanno fatto, non e' certo grazie alle preghiere, ma perche' sono andati oltre le superstizioni
ora ammettiamo come dogma che la mente trascenda, bene nel momento in cui ci si ammala di skizofrenia, depressione, e altro.. andiamo a fare sacrifici umani agli dei? perche' a me non torna l'utilita' pratica di questa ipotesi
che ce ne facciamo di una mente trascendentale? tra l'altro senza mai poterlo appurare, ma solo crederlo per fede, ma a che ci serve?
La_viandante is offline  
Vecchio 26-08-2005, 20.25.27   #44
Gest O
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 125
"ogni volta sempre piu' stabili e universali all' apparenza ,ogni volta sempre piu' incerti ed inutili alla conoscenza"

magari non alla conoscenza ma senza dubbio all'etica..

x la viandante:
per me una mente trascendentale non è assolutamente un dogma ma solo un'ipotesi fra le altre per spiegare l'inspiegabile
Poi se penso alle posizioni di certi scienziati in materia di fede(da Zichichi alla Hack)..ultimamente ho letto di non so quale astrofisico premio Nobel che preconizzava l'avvento di una chiesa che adori le superstringhe!
Gest O is offline  
Vecchio 27-08-2005, 10.50.50   #45
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Gest O
ripeto che non comprendo la necessità di ancorarsi all'unità del reale o del naturale perché,come ho più volte sottolineato crea non pochi problemi epistemologici e di conseguenza la sopravvivenza di tale concetto resta per me oscura anche nella sua versione "antiriduzionistica" , ovvero con una parziale ma non sostanziale(e dunque insoddisfacente) concessione alla complessità e irriducibilità delle esperienze umane.Detto questo segnalo ad epicurus questo link http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/010114b.htm
in cui avviene(finalmente)una seria presa in considerazione di nietchsze da parte di un epistemologo allievo di quine

quando ho un po' di tempo mi piacerebbe molto continuare questa discussione (che mi appassiona veramente molto), purtroppo però questi giorni non ho molto tempo. comunque ti devo ringraziare molto della segnalazione di questo autore - che non conoscevo affatto - e ti chiederei se hai dei suoi libri da consigliarmi.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 27-08-2005, 12.19.19   #46
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Citazione:
Messaggio originale inviato da Gest O
"ogni volta sempre piu' stabili e universali all' apparenza ,ogni volta sempre piu' incerti ed inutili alla conoscenza"

magari non alla conoscenza ma senza dubbio all'etica..

x la viandante:
per me una mente trascendentale non è assolutamente un dogma ma solo un'ipotesi fra le altre per spiegare l'inspiegabile
Poi se penso alle posizioni di certi scienziati in materia di fede(da Zichichi alla Hack)..ultimamente ho letto di non so quale astrofisico premio Nobel che preconizzava l'avvento di una chiesa che adori le superstringhe!

non che sia tanto piu' balzano adorare le superstringhe che adorare ipotetici dei, ma non mi hai risposto gest

quando si accettasse che la mente trascende la materia, in presenza di patologie mentali come utilizzi questa conoscenza superiore?

credi sia etico negare le possibilita' di cura?
una patologia schizotipica comporta una mente trascendentale imperfetta? esiste una trascendentalita' difettosa? e se si in cosa? e a quel punto come si interviene per curare la patologia?
vedi quanto e' inutile e infruttuoso difendere idee solo per orgoglio? e anche dannoso e meno male che esistono Hack e company, che non si lasciano deviare da idee balzane come quelle di zichicchi che cerca in tutti i modi di storpiare la conoscenza per adattarla alla Verita'
lo studio della mente non e' solo per bearsi delle teorie piu' o meno suggestive per autocompiacersene, ma andare a utilizzarne le conoscenze nella pratica
La_viandante is offline  
Vecchio 27-08-2005, 19.22.18   #47
Lord Kellian
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-07-2005
Messaggi: 348
Ciao Viandante. Volevo solo sapere se hai letto Capra...
Lord Kellian is offline  
Vecchio 27-08-2005, 20.15.04   #48
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Minima moralia

Anno 1863.
A: "Cosa ne pensi della versione parigina del Tannhauser, di quel tedesco, mi pare che si chiami... 'Wagner'?"
B: "Interessante la sua musica, ma prima di azzardare ogni commento, dimmi una cosa: ti pare che la coreografia si mostri rispettosa del nuovo stile, quello che, qui, a Parigi, si intende come modello e riferimento delle nuove avanguardie operistiche?
A:" A dire il vero non ci pensavo proprio. Anzi, ritengo che questo Wagner abbia perduto qualcosa volendosi concedere a queste mode "parigine"... Sai come la penso, io sono un po' critico, anche se tu mi definisci spesso "reazionario".
B: "Pazienza, amico mio. Ciò che tu non comprendi, i tuoi figli capiranno... Absit injuria verbis..."
A: "Sarà...! Ma io questo Wagner lo trovo sorprendente!"
...
B:"Hai mai studiato qualche lavoro del grande Maestro Meyerbeer?"

...
Weyl is offline  
Vecchio 27-08-2005, 21.18.16   #49
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Citazione:
Messaggio originale inviato da Lord Kellian
Ciao Viandante. Volevo solo sapere se hai letto Capra...

no lord, ancora no, sono piu' interessata ad altre cose al momento
La_viandante is offline  
Vecchio 27-08-2005, 23.29.17   #50
Gest O
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 125
non e' mia intenzione pormi dal punto di vista di chi ha una conoscenza superiore!Esercito solo fino in fondo l'arte del dubbio
Per quanto riguarda le patologie mentali ti consiglio di leggere le fondamentali opere di Foucault e Deleuze sull'argomento.Mi sento di condividere cio' che dicono sulla follia,ovvero,in estrema sintesi,che la follia e' uno strumento di controllo per ingabbiare in una definizione coloro che sfuggono ai regimi di senso comunemente accettati(o imposti,ma la differenza e' piu' complessa),quindi per controllare chi in un certo senso trascende..
comunque non voglio certo dire che si stava meglio quando si stava peggio!
x epicurus: appena conosciuto , subito segnalato
ciao
Gest O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it