Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 28-02-2006, 17.57.27   #1
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Come la materia diventa pensiero?

Vi consiglio di leggere ciò, da un punto di vista abbastanza ateo.
Questa domanda è sicuramente stata pensata da poche persone, questo lo prova il fatto che nonostante io abbia cercato con attenzione, non ho trovato alcun materiale a riguardo. Questo dubbio si può definire di carattere medico-fisico-filosofico. Per capire con cura la mia domanda bisogna pensare a come le particelle più elementari, come quark, atomi, molecole, unite tra loro, possano creare il pensiero. La risposta a questa domanda non si trova su un libro di medicina che parla del cervello, perché questo, che io ho consultato a fondo, ti dice solo una serie di meccanismi e funzioni che il cervello svolge, ma nessun collegamento diretto col pensiero, quindi non va minimamente vicino al mio argomento. Sono sufficienti tanti “pallini” elettricamente carichi, messi in una certa posizione, per creare il pensiero? Anche gli esseri più elementari, come le cellule, hanno una specie di forma di pensiero? Perché questi lottano per la vita sopra ogni cosa?
Una volta pensato a fondo e capito il mio discorso non è troppo improbabile pensare che il pensiero possa distaccarsi dalla materia.
Ma il pensiero esiste davvero, o è solo una strana illusione?
Il pensiero puro, richiede energia?
La materia è energia?
Riflettete.
Questa è la domanda più grande.
Ateo is offline  
Vecchio 28-02-2006, 19.58.48   #2
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Personalmente ritengo che riflettere su questo argomento piu' di quanto basta a dire che non esiste risposta a queste domande, sia una cosa inutile almeno quanto il fatto di volere trovare risposta alle stesse.

Il pensiero è tutto ciò che conosci.
Il pensiero è l'unica cosa che esiste.
Tu se un pensiero di te stesso.

Cercare risposte a domande sulle quali il pensiero stesso non riesce a dare risposta poichè riferite a pure forme di pensiero e non anche a dati sensibili (lo dimostra anche il fatto che tu stesso hai detto :
Citazione:
"La risposta a questa domanda non si trova su un libro di medicina che parla del cervello, perché questo, che io ho consultato a fondo, ti dice solo una serie di meccanismi e funzioni che il cervello svolge, ma nessun collegamento diretto col pensiero, quindi non va minimamente vicino al mio argomento."
) è come voler cercare aira in un sacchetto sotto vuoto.

Ciao, Marco.
Marco_532 is offline  
Vecchio 28-02-2006, 21.15.16   #3
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Re: Come la materia diventa pensiero?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Ateo
Vi consiglio di leggere ciò, da un punto di vista abbastanza ateo.
Questa domanda è sicuramente stata pensata da poche persone, questo lo prova il fatto che nonostante io abbia cercato con attenzione, non ho trovato alcun materiale a riguardo. Questo dubbio si può definire di carattere medico-fisico-filosofico. Per capire con cura la mia domanda bisogna pensare a come le particelle più elementari, come quark, atomi, molecole, unite tra loro, possano creare il pensiero. La risposta a questa domanda non si trova su un libro di medicina che parla del cervello, perché questo, che io ho consultato a fondo, ti dice solo una serie di meccanismi e funzioni che il cervello svolge, ma nessun collegamento diretto col pensiero, quindi non va minimamente vicino al mio argomento. Sono sufficienti tanti “pallini” elettricamente carichi, messi in una certa posizione, per creare il pensiero? Anche gli esseri più elementari, come le cellule, hanno una specie di forma di pensiero? Perché questi lottano per la vita sopra ogni cosa?
Una volta pensato a fondo e capito il mio discorso non è troppo improbabile pensare che il pensiero possa distaccarsi dalla materia.
Ma il pensiero esiste davvero, o è solo una strana illusione?
Il pensiero puro, richiede energia?
La materia è energia?
Riflettete.
Questa è la domanda più grande.
La tua riflessione è molto bella, e sarebbe interessante leggere come rispondono Dunadan, nonimportachi, epicurus ecc alle tue domande.

Come ho spiegato in tanti altri post, (ad esempio nei miei interventi sotto "Scienza"; La logica dell'universo") i pensieri consistono di ciò che Martinus chiama "materia di pensiero" o "materia spirituale".
Secondo Martinus la materia fisica esiste in quattro stati diversi: solido, liquido gassoso e raggiato.
I pensieri e tutta la coscienza consistono di quest'ultima "materia" che quindi è di natura "micro-elettrica".
I pensieri non sono quindi "creati dalla materia" ma la materia è plasmata o formata dai pensieri.
Ma i pensieri non sono neanche essi l'autore o l'origine della coscienza o dei pensieri. Esiste qualcosa che guida i pensieri e la volontà dell'essere vivente, e questo è ciò che è il "nucleo vitale" in ogni essere. Questo "nucleo" è la nostra identità più intima che chiamiamo "Io". L'io e la coscienza esistono indipendentemente dal corpo fisico ma esistono sempre insieme e costituiscono la struttura spirituale che si può chiamare l'"animo", il quale periodicamente si incarna in corpi fisici per continuare lo sviluppo attraverso le esperienze nel mondi fisico.
Quindi "il pensiero esiste davvero" ed il mondo del pensiero è anzi il più importante, visto che è da qui tutti i movimenti nel mondi fisico sono guidati. Anche quando ad esempio epicurus, crea la sua eventuale critica di questa spiegazione, ciò può aver luogo solo dimostrando il fatto che i suoi pensieri sono guidati dalla sua volontà e dietro essa esistente io, rivelando così che le sue parole scritte, quindi creazioni fisiche, sono prodotti da qualcosa di immateriale o spirituale.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 28-02-2006, 23.37.47   #4
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
Come la materia diventa pensiero?

pensa che questa domanda mi ha talmente affascinato da spingermi sulla strada delle neuroscienze.

purtroppo siamo ancora agli albori di queste (sono più di una) discipline; si sa ancora molto molto poco, ed è anche per questo che non trovi molto materiale;

non sappiamo nemmeno se sia possibile studiare la mente da un punto di vista neurofisiologico o se vada invece studiata da altri punti di vista;

a mio modesto parere la strada che abbiamo imboccato fa ben sperare.

ho letto qualche libro in proposito (ancora poco a dire il vero, ma ho tempo) e i progressi che abbiamo compiuto non sono indifferenti;
una mano potrà certamente darla l'informatica attraverso lo studio dell'Intelligenza Artificiale.
se si riuscisse a costruire un calcolatore dotato di un minimo di intelligenza, sarebbe un grosso indizio circa la riducibilità della mente ai neuroni.

la neurologia da parte sua suggerisce già parecchie cose.

si curano malattie un tempo ritenute esclusiva della psichiatria tramite farmaci, dunque attraverso agenti chimici!
se ci pensi non è un risultato da poco!
cominciamo a capire dove andare a toccare per aggiustare qualcosa che è andato storto; di conseguenza cominciamo a capire attraverso quali collegamenti (sinaptici o altro) "emerge" quello che chiamiamo pensiero.

ti consiglio "La mente e le menti" di D.Dennett (per un approccio più filosofico) e soprattutto "L'anima del cervello" di Goldberg (per un approccio neuroscientifico), due letture che mi hanno fatto riflettere parecchio.

saluti
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 01-03-2006, 09.35.35   #5
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: Come la materia diventa pensiero?

Ateo, è una domanda che dovresti rivolgere a un forum scientifico.
Qui, da parte di chi vuole direttamente rispondere alla domanda, riceverai solo descrizioni molto grossolane sulle sostanze... tipo quella di Rolando.
Ad un livello da pre-1700 dC.

Puoi trovare la risposta solo nelle Neuroscienze.

Ultima modifica di Dunadan : 01-03-2006 alle ore 09.39.08.
Dunadan is offline  
Vecchio 01-03-2006, 10.48.28   #6
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
prova a dare un occhio a questo topic: https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=68 82
epicurus is offline  
Vecchio 01-03-2006, 11.36.31   #7
sunday01
Ospite abituale
 
L'avatar di sunday01
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 464
Premettendo che la materia è energia, intuitivamente direi che il pensiero è energia che forma la materia.

Perciò, a livello universale, è il pensiero intelligente che forma la materia vivente, un'energia intelligente che plasma la materia e non potrebbe essere altrimenti...

L'energia del nostro pensiero è la stessa energia dell'universo, noi prima di produrre pensieri nostri e creativi siamo stati pensati...ooops ... creati....

sunday01 is offline  
Vecchio 01-03-2006, 11.49.54   #8
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Post Dal vangelo secondo Nexus. Lettera ai forumisti.

"Come la materia diventa pensiero?"

Ma che domande fai? Al catechismo non ci sei andato?

E' nostro Signore Gesù Cristo che infonde la capacità di 'pensare' alla materia inerte, questo mi sembra cristallino.

Le infinite capacità dell'Altissimo tuttavia mi pongono dinnanzi al presente ragionamento, tra l'altro infuso da Esso stesso nel mio cervello:

ip 1. Pensieri (eventi mentali) possono essere causa di eventi fisici (es. un sentimento di paura stimola la produzione di adrenalina);
ip 2. Eventi fisici non possono che essere causati da altri eventi fisici (ciò deriva dai principi di conservazione, difficilmente sottoponibili a critiche 'filosofiche').
-----
Tesi. Tali eventi mentali sono eventi di tipo fisico.

Codesta tesi interferisce distruttivamente con ciò che mi hanno insegnato con pazienza certosina al catechismo; ora mi chiedo 2 cose:

1. perchè Dio, Signore del Cielo e della Terra, mi vuol mandare in confusione?

2. le ipotesi e/o la tesi sono sbagliate?

In quest'ultimo caso la mia riflessione non sarebbe certo stata ispirata dallo Spirito Santo............, ma allora sono posseduto da Lucifero?

Non sarebbe una cattiva cosa, forse: lucifero = colui che porta luce (da lucem ferre), ovvero 'illuminante'; sarei dunque un 'illuminato' per l'etimologia ed un 'demoniaco posseduto' per la società.

Amen. Andate in pace.
nexus6 is offline  
Vecchio 01-03-2006, 12.15.40   #9
Ateo
Non lo so...o forse si...
 
L'avatar di Ateo
 
Data registrazione: 19-02-2006
Messaggi: 46
Nexus, ma cosa stai a dire?
Ateo is offline  
Vecchio 01-03-2006, 15.39.43   #10
(XH)
...?!
 
L'avatar di (XH)
 
Data registrazione: 30-01-2006
Messaggi: 106
Il pensiero è energia, così come lo è la materia; ma non c'è un rapporto di subordinazione l'una all'altra, sono semplicemente due diverse manifestazioni dello stesso fenomeno. Il pensiero non crea la materia non più di quanto un albero crei una roccia..

Ultima modifica di (XH) : 01-03-2006 alle ore 15.43.31.
(XH) is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it