Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-09-2007, 16.40.13   #51
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: Il buon comportamento e il suo nemico

Citazione:
Originalmente inviato da marco gallione
....E invece, fosse così semplice! Tutt'altro.

Il buon comportamento di Cannella - che vede nel sottoscritto il suo più strenuo estimatore - ha un nemico pericoloso, acerrimmo, che lo costringe in ritirata proprio quando si avrebbe tanto bisogno di lui.
E chi cotal nemico potente, potentissimo, quasi invincibile? Chi è costui? ...è l'innamoramento, l'infatuazione.

L'uomo nello stato innamorato, o infatuato, fatica assai ad adottare il comportamento-Cannella. Tanto più è infatuato, tanto più si distacca dal buon comportamento. Vuole sedurre, a tutti i costi. E si allontana da sè stesso, diventando posticcio, e suscitanto nella donna talora il sospetto, talora un senso di coercizione, se non addirittura di competizione (ma che vuole da me sto bell'imbusto?! dice lei in extremis..)

Una disdetta.
Un peccato.
A volte una beffa.

E non mi riferisco ai primi approcci, al flirt senza consistenza, al cucco, dove si potrebbe utilizzare l'un comportamento (quello descritto da Canella) o l'altro (quello sbagliato del seduttore di provinci).
Mi riferisco piuttosto alle storie che hanno delle potenzialità vere, a quelle che non sono mai nate (ma sia tu che lei sapevate che sarebbe potuta nascere una storia di peso), e a quelle che sono nate e magari durate anni, forse come quella di Canella.
La scelta del buon comportamento può avere un peso vero rispetto a quelle storie lì.

Morale: il buon comportamento facilita l'intraprendere una storia d'amore con chi non è - più frequentemente - l'oggetto del nostro innamoramento più intenso. Ed è invece latitante quando occorre entrare in sintonia con la lei di cui siamo perdutamente innamorati.
E' un peccato davvero. Ma secondo la mia esperienza (prescindendo dal caso di Cannella quindi) è proprio così.

Capisco cosa intendi e la stessa cosa avviene anche per le donne.
Può capitare anche di sfuggire con lo sguardo l'unica persona che ti fa battere il cuore per timore di un rifiuto, o sentire le parole uscirti da oca quando in modo naturale il comportamento sarebbe stato diversissimo.

Con risultati disastrosi ovviamente.

E' un po' come vestirsi in tiro e poi scoprire che al ragazzo in questione piacciono le scarpe da tennis e i jeans e per lui le altre sono "alberi di natale".

Nel caso che ho raccontato, c'era talvolta anche ini lui, un modo maldestro di voler sedurre; erano alcune piccole frasi iniziali quasi balbettate, una camicia che non c'entrava niente su un tipo che era l'esempio dell'understatement (completamente indifferente alla moda) che corrispondeva di fatto alla sua essenza, l'auto presa a prestito una sera dal padre, la montatura degli occhiali nuova, il tentativo di raccontare barzellette in compagnia (non ne era assolutamente capace)..

Queste piccole cose, assolutamente riconoscibili proprio per la loro dichiarata maldestria, non facevano altro che rafforzare la personalità di fondo, un po' come per quelle bambine che indossano le scarpe con il tacco alto della mamma e poi cadono; il risultato per me era di una tenerezza infinita e anche se non dichiarati, gesti di un corteggiamento velato, che apprezzavo proprio perché non c'entravano niente.

Sì Marco, la storia è durata qualche anno e poi purtroppo finita per.. non lo so: un trasferimento all'estero, l'attesa, e la distanza che amplifica il pensiero che altrove, da entrambe le parti, la vita continua e chissà quali altri esperienze si saranno messe in mezzo; di fatto è giusto anche lasciare andare.
cannella is offline  
Vecchio 29-09-2007, 17.12.50   #52
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
una considerazione dopo gli ultimi due ultimi interventi mi viene di proporvela,se avra seguito bene senno' pazienza!..
l'esperienza cannella credo sia la chiave di lettura,il nocciolo della questione dal punto di vista femminile sul tema in questione,bene,questa vicenda ha avuto il suo felice seguito,tutto e' andato nel verso giusto,in maniera molto fluida e senza quelle forzature che avrebbero bloccato tutto sul nascere..ma cosa dire di quelle occasioni perdute che avrebbero anche loro potuto dare un esito positivo? e mi riferisco,non so se a torto o a ragione,che
molto spesso la prima impressione,sia un filtro potentissimo
(per una donna naturalmente,visto che e' lei a possedere la "password") per
cui se all'inizio la donna non vede di buon grado o non sente di esserne coinvolta poi ce' bisogno di qualcosa che fa scattare qualcos'altro,a volte penso siano pure delle coincidenze che scattano nel momento giusto al posto giusto e questo e' un altro fattore di discernimento..quanti poi riescono in quel momento ad andare oltre (le apparenze) ?..credo molto pochi e allora perche non dare un ulteriore possibilita a chi poi potrebbe anche lui esprimere il suo essere se stesso,magari in circostanze a lui piu favorevoli?
in fondo penso che quasi tutti hanno qualcosa di bello dentro da dare e ognuno porta con se qualcosa che all'altro potrebbe rivelarsi una interessante e piacevole sorpresa,poi vabbe mica tutte le ciambelle escono con il buco ma intanto ce' stata un ulteriore verifica che non e' stata buttata via per superficialita o labilita emotiva del momento...forse qui subentra pure l'inflazione di richieste di avvicinamento da parte maschile nei confronti femminili,per cui se quasi per capriccio oggi non mi stai bene cosi come ti presenti ce' la garanzia che altri cento domani giocheranno con te un altra possibilita,cosi facendo pero' potrebbe anche essere di aver sciupato un incontro che poteva essere quello giusto,forse non tutti riescono da subito a dare una buona impressione ma quanti invece al contrario si sono inseguito rivelati.."meglio perderli che acquistarli"? forse su questo le donne ne sanno qualcosina in piu di noi..

Hai ragione, e anche se esiste la stessa corrispondenza anche al maschile, le donne hanno (diciamocelo) la carta in più da giocare che è quella meramente legata al sesso; nel senso che anche per un uomo al quale non interessa quello che pensi, puoi avere un varco in più relativo al fatto che per molti uomini andrebbe bene anche la cosiddetta botta e via.
Molte donne rimangono comunque invischiate nel ruolo, e poi si dannano come se non avessero intuito fin dall'inizio tutta la faccenda.
In realtà se la prendono con la loro incapacità di non aver fatto, loro per prime, cambiare idea ll'impenitente di turno (e invece non puoi, semplicemente, cavar sangue da una rapa).

Quindi Acquario credo che quell'impossibilità di una chance sia legata a diverse variabili.

Intanto ci sono situazioni tali da diventare possibili paradossi: ci sono cascata anch'io nella situazione di cercare l'anima dove quello che potevo trovare al massimo era.. va beh, censuro.

Partendo da se' stessi credo sia importante capire noi per primi cosa vogliamo, essendo noi per primi a dimenticare gli standard: personalmente sono più affascinata dalle cose nascoste che da quelle palesi e dichiarate, forse perché lo scontato mi annoia.

A questo proposito rimango a volte affascinata da certe persone che incontro per strada o in altre occasioni. Recentemente ho fatto un viaggio in treno; di fianco a me era seduta una donna molto appariscente, molto truccata ed elegante: una nuvola di capelli biondissimi ricci, mani lunghe con unghie laccate, tacchi alti.

Di fronte a me, nell'altro scompartimento, c'era una ragazza che leggeva un libro, col viso leggermente abbassato; aveva la coda, occhiali dalla montatura pesante, una maglia grigia.
Ero affascinata dal suo viso perché mi ricordava una miniatura del settecento, e ad uno sguardo più attento si intravedeva una bellezza perfetta.

Nemmeno a dirlo, gli uomini che passavano gettavano uno sguardo interessato alla signora seduta in fianco a me, e al cammeo nemmeno un'occhiata.

Così capita normalmente e non solo per l'apparenza fisica.

Se tu cerchi qualcuno che sappia andare oltre, devi farlo per primo.
Va beh, c'è tutto il discorso che è la donna a scegliere ecc.. ma non ne sono tanto sicura.
cannella is offline  
Vecchio 30-09-2007, 00.23.12   #53
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Quoto Cannella ma rispondo ad Acquario...

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
sicuramente passero' per bastion contrario su tutto (vabbe chissenefrega) ma almeno spero che questo "tributo" possa spingere oltre e approfondire ulteriormente la discussione che mi pare ne valga la pena.
l'esempio che fai sul tuo amico-baldoria/amico-possibile storia,pur essendo un caso unico percio di interpretazione personale dei due soggetti in questione (tu e lui nella circostanza) mi pare che metta in evidenza una cosa e cioe' che lui probabilmente s'era un po rotto le scatole dei segnali poco convincenti,dei vari dietro front a cui lo sottoponevi,altrimenti sta certa al 99,9% che se fosse stato il contrario a piedi non ti avrebbe certo lasciata ..magari avra' pensato; "ecco mo questa me fa pure aspetta',ma chi se crede di essere,la principessa sul pisello?!"..allora ne ha presa un altra che troppe storie non se le faceva o forse se aveva appuntamento con te poi sarebbe passata a prendere anche l'altra e a quel punto forse gli e' sembrato davvero troppo.."eh no,va bene che non mi vuoi ma che poi devo rinunciare ad avere altre possibilita,facendo pure la figura di m.,questo e' troppo",allora ha preso e se ne andato!
poi un altra cosa..parli di essere diretti e che gli uomini molto spesso non lo siano...pero succede che quando uno e' diretto passi per un cafone,che chissa cosa se' messo in testa e quando non lo sei passi per quello che gli manca il coraggio di prendere le decisioni..allora mettetevi d'accordo,in pace con voi stesse,se ci riuscite,poi pero mi viene pure in mente la canzone del rigoletto..
poi parli d'intuito precedente e post-pratici..insomma basta davvero poco o quantomeno la tua sola interpretazione dell'accaduto e dalle stelle si passa bruscamente alle stalle e viceversa,tanto ce' sempre pronta una squadra a darti il soccorso,un po come la roulette russa...ma che avesse davvero ragione kore nel suo post di prima?!


Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
Scusa nevelasole, ma tu hai mai cercato di fargli capire che per te potevano esserci speranze per lui?
Se lo hai fatto e lui si è comportato così allora hai ragione.
Se invece non hai dato alcun segnale verso di lui, lui ha fatto 2 + 2 ossia "non è interessata ad altro quindi è solo un'amica di baldoria" , e ha fatto un gesto, forse maleducato in generale, ma consequenziale al tuo atteggiamento nei suoi confronti, che sicuramente a lui è in fin dei conti risultato di semplice "conoscenza".
Prima di dichiararlo sentimentalmente morto avresti dovuto riflettere su come ti sei atteggiata verso di lui: se hai dato speranze, hai ragione tu; se non hai dato speranze, per quanto cafone, ha ragione lui.


Questa cosa dei punti di vista si fa sempre più interessante.
Premetto che non sono una che solitamente ritarda.
Entrambi sottolineate che, in qualche modo, la mia incertezza sentimentale giustificasse il comportamento di lui.
Il punto, in realtà, è che per quanto mi riguarda non avrei voluta essere lasciata a piedi neppure come amica.
Ovvero, che cavolo di ragionamento è che mi aspetti solo se sei certo che ci sto? Il modo di fare, il comportamento prescinde dalla relazione.
Per la cronaca, lui si è preso la partaccia anche dagli altri amici uomini, e poi si è scusato.
Non è però questo quello che cercavo di dire io.
Quello che cercavo di dire io è che ogni donna ha determinati, chiamiamoli "bisogni", ed in base a quelli sceglie.
Lui, in rapporto alla mia, personale, necessità di essere sostenuta, ha fallito. Non è venuto incontro a me, ha semplicemente agito per come gli tornava comodo. Non è importante se abbia fatto bene o male, in assoluto. Ha semplicemente tenuto un comportamento confermante la mia convinzione di inadeguatezza relativa, ovvero in relazione a me e alle mie esigenze e aspettative. Per molte altre donne va benissimo, perché magari cercano altre caratteristiche.
Entrambi mi pare affermiate che, al più, potrebbe essere etichettato come maledutato.
L'educazione per me è determinante, altra caratteristica evidentemente in lui non così presente.
Sul punto dell'essere diretti e/o indiretti insisto che io spesso non capisco niente (ma niente di niente giuro) di quello che c'avete in testa.
Per carità, pronta a riconoscere di non sapermi spiegare... però spesso io mi sono trovata (e mi trovo) a pensare: ma questo vorrei capire dove voleva andare a parare.
Li troverò tutti io, però secondo me è pieno di uomini che non sanno neppure loro cosa vogliono. Prima mi chiami, poi scompari. Un po' mi guardi con aria ammiccante, un po' ti allontani. Se mi avvicino io ti allontani tu, ma se parlo con qualcun altro... improvvisamente mi sei appiccicato come un francobollo.
Ti dico andiamo al cinema, hai da fare. Poi però nel discorso mi dici che vorresti vedere quel film, e io ripropongo il cinema, e tu ripeti che hai da fare.
Allora che me lo dici a fare? Vacci e non rompere. Ti chiamo e ti propongo cose da fare, tu ti precipiti. Se non ti chiamo io però non ti fai più sentire.
Questa è roba vera, successa.
Successo ad un'amica: il passaggio dal giorno prima (sms e telefonate chilomentriche ti amo ma quanto ti amo) al giorno successivo (sparito via sms: scusa ho troppi casini).
Questi sono gli uomini oggi, almeno molti di quelli che capita di incontrare... tanto che la frase ricorrente ormai è diventata: un altro matto.
Poi, se mi dite che gli uomini hanno difficoltà a capire le donne e, per cortesia, anche come fare a far capire ad un uomo che c'è un sentimento/interesse/attrazione reale vi ringrazio in anticipo... perché ormai di farmi capire ho perso la speranza.
nevealsole is offline  
Vecchio 30-09-2007, 16.16.40   #54
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Quoto Cannella ma rispondo ad Acquario...

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Questa cosa dei punti di vista si fa sempre più interessante.
Premetto che non sono una che solitamente ritarda.
Entrambi sottolineate che, in qualche modo, la mia incertezza sentimentale giustificasse il comportamento di lui.
Il punto, in realtà, è che per quanto mi riguarda non avrei voluta essere lasciata a piedi neppure come amica.
Ovvero, che cavolo di ragionamento è che mi aspetti solo se sei certo che ci sto? Il modo di fare, il comportamento prescinde dalla relazione.
Per la cronaca, lui si è preso la partaccia anche dagli altri amici uomini, e poi si è scusato.
Non è però questo quello che cercavo di dire io.
Quello che cercavo di dire io è che ogni donna ha determinati, chiamiamoli "bisogni", ed in base a quelli sceglie.
Lui, in rapporto alla mia, personale, necessità di essere sostenuta, ha fallito. Non è venuto incontro a me, ha semplicemente agito per come gli tornava comodo. Non è importante se abbia fatto bene o male, in assoluto. Ha semplicemente tenuto un comportamento confermante la mia convinzione di inadeguatezza relativa, ovvero in relazione a me e alle mie esigenze e aspettative. Per molte altre donne va benissimo, perché magari cercano altre caratteristiche.
Entrambi mi pare affermiate che, al più, potrebbe essere etichettato come maledutato.
L'educazione per me è determinante, altra caratteristica evidentemente in lui non così presente.
Sul punto dell'essere diretti e/o indiretti insisto che io spesso non capisco niente (ma niente di niente giuro) di quello che c'avete in testa.
Per carità, pronta a riconoscere di non sapermi spiegare... però spesso io mi sono trovata (e mi trovo) a pensare: ma questo vorrei capire dove voleva andare a parare.
Li troverò tutti io, però secondo me è pieno di uomini che non sanno neppure loro cosa vogliono. Prima mi chiami, poi scompari. Un po' mi guardi con aria ammiccante, un po' ti allontani. Se mi avvicino io ti allontani tu, ma se parlo con qualcun altro... improvvisamente mi sei appiccicato come un francobollo.
Ti dico andiamo al cinema, hai da fare. Poi però nel discorso mi dici che vorresti vedere quel film, e io ripropongo il cinema, e tu ripeti che hai da fare.
Allora che me lo dici a fare? Vacci e non rompere. Ti chiamo e ti propongo cose da fare, tu ti precipiti. Se non ti chiamo io però non ti fai più sentire.
Questa è roba vera, successa.
Successo ad un'amica: il passaggio dal giorno prima (sms e telefonate chilomentriche ti amo ma quanto ti amo) al giorno successivo (sparito via sms: scusa ho troppi casini).
Questi sono gli uomini oggi, almeno molti di quelli che capita di incontrare... tanto che la frase ricorrente ormai è diventata: un altro matto.
Poi, se mi dite che gli uomini hanno difficoltà a capire le donne e, per cortesia, anche come fare a far capire ad un uomo che c'è un sentimento/interesse/attrazione reale vi ringrazio in anticipo... perché ormai di farmi capire ho perso la speranza.

Siamo al punto cruciale: evidentemente molti uomini cominciano a comportarsi come voi donne avete fatto per secoli: il tira e molla, il ci sto ma non ci sto, o il ci sto ma te lo devi sudare.....
è stato ed è tuttora il VOSTRO marchio di fabbrica per secoli; probabilmente noi uomini stiamo cominciando a cambiare strategie perchè non sappiamo più come prendervi (in senso buono...) , ed ecco che arriva la "femminilizzazione del corteggiamento maschile" .
Ora che l'hai visto con i tuoi occhi, hai notato quanto può essere snervante e destabilizzante? Bene , noi uomini ce lo siamo sorbito per secoli.
Spero che ciò "illumini" un pò la visuale femminile....
catoblepa is offline  
Vecchio 30-09-2007, 19.14.08   #55
Kintaro_Oe
Ospite
 
Data registrazione: 28-11-2005
Messaggi: 11
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Personalmente credo che quello che sia donne che uomini vogliono è molto semplice: poca attenzione....questo all'inizio s'intende....mi spiego meglio:

Avrete fatto caso anche voi (parlo agli uomini), che quando sei pazzo di una ragazza e fai di tutto per conquistarla, attenzioni, serenate (si fa per dire), insomma tutto quello che può essere racchiuso nel corteggiamento, questa quasi inevitabilmente ti snobba (ricordo che per il campo in cui ci aggiriamo si parla sempre in generale, che una donna non venga a dirmi io non sono così....lo so....ma nessuna donna è TUTTE le donne...). Quando invece, siamo noi, uomini, a far stare in pena lei, è allora che riusciamo ad avere le sue attenzioni, come il post riportato da catopleba (ottimo nick per altro ) in cui è lei che si strugge per lui. Questa cosa credo sia abbastanza normale, sia perchè probabilmente quello che corteggia è il più coinvolto sentimentalmente quindi se la prende di più, ma anche il fatto di sentirsi desiderati spinge probabilmente chi lo è a far la parte sel "superiore", a me è capitato anche nel precedente rapporto che ho avuto.
I primi tempi io ero il ragazzo che ogni donna potesse desiderare, e lei era quella che una volta aveva un impegno, un'altra usciva con l'amica ecc...dopo un po' di tempo, che io mi sono stancato del rapporto, e non è che lo nascondessi proprio lei era a miei piedi, letteralmente....non fraintendetemi, non è che approfittassi della situazione facendo il cosiddetto bastardo, ma diciamo che gestivo la relazione: quando uscire, cosa fare e cosa non fare ecc ecc....e mi accorgevo che più lo facevo più lei mi veniva dietro......questo non è che mi facesse sentire chissà chi, ho sempre preso la cosa in maniera molto razionale, senza vantarmi o approfittarne, voglio dire però che chi "soffre" e carica di attenzioni è quello che prende le in**late più grosse.....
Kintaro_Oe is offline  
Vecchio 30-09-2007, 21.40.39   #56
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Quoto Cannella ma rispondo ad Acquario...

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
Siamo al punto cruciale: evidentemente molti uomini cominciano a comportarsi come voi donne avete fatto per secoli: il tira e molla, il ci sto ma non ci sto, o il ci sto ma te lo devi sudare.....
è stato ed è tuttora il VOSTRO marchio di fabbrica per secoli; probabilmente noi uomini stiamo cominciando a cambiare strategie perchè non sappiamo più come prendervi (in senso buono...) , ed ecco che arriva la "femminilizzazione del corteggiamento maschile" .
Ora che l'hai visto con i tuoi occhi, hai notato quanto può essere snervante e destabilizzante? Bene , noi uomini ce lo siamo sorbito per secoli.
Spero che ciò "illumini" un pò la visuale femminile....

Volevo dire, se il commento è per esasperazione: ok nessun problema.
Però sarebbe come dire: io odio il fumo e per farti capire quanto è snervante inizio a fumare anche io, così impari.
Vabbe' ... e cosa hai risolto? Che rischiamo il cancro in due?
Non trovo costruttivo disapprovare un comportamento e allo stesso tempo tenerlo... secondo me genera solo una gran confusione... è infatti mi sa che siam tutti confusi...
nevealsole is offline  
Vecchio 30-09-2007, 21.45.36   #57
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da Kintaro_Oe
...probabilmente quello che corteggia è il più coinvolto sentimentalmente quindi se la prende di più...

...ecco, sinceramente mi sembra che come al solito si parla per giorni per tornare a questo, che è sicuramente la spiegazione più logica.
Anche se spesso le relazioni umane sono fatte di molte sfumature...
nevealsole is offline  
Vecchio 30-09-2007, 22.45.08   #58
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Quoto Cannella ma rispondo ad Acquario...

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Volevo dire, se il commento è per esasperazione: ok nessun problema.
Però sarebbe come dire: io odio il fumo e per farti capire quanto è snervante inizio a fumare anche io, così impari.
Vabbe' ... e cosa hai risolto? Che rischiamo il cancro in due?
Non trovo costruttivo disapprovare un comportamento e allo stesso tempo tenerlo... secondo me genera solo una gran confusione... è infatti mi sa che siam tutti confusi...

Non è questione di trovarlo costruttivo come comportamento. L'uomo (in generale) è animale adattabile a vari climi e situazioni sfavorevoli. L'uomo (questa volta nel senso di maschio) si trova a dover riadattare i propri modelli di avvicinamento alla donna; non ne ha altri insiti nel proprio DNA e allora che fa? Fa come i cinesi, che copiano tutto, e quindi cerca (con risultati discutibili) di appropriarsi di un modello "femminilizzato" di approccio, sperando che si avvicini di più alla vostra nuova dimensione di donna-libera-emancipata-sicura-lavoratrice-maipiùcacafigliebasta.
Su quello che ne sta venendo mi pare che siamo concordi, più o meno. Una totale confusione e perdita di ruoli definiti. Dove tutti si lamentano di tutti e l'incomprensione regna incontrastata.
Rimedi possibili?
Magari li sapessi, li brevetterei e ci farei soldi a valanghe....
catoblepa is offline  
Vecchio 10-10-2007, 08.58.18   #59
animastrana
Ospite
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 8
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da vagabondo del dharma
Voglio sapere da ognuna di voi cosa cercate nell'uomo.

Ogni donna, è chiaro, cerca qualcosa di diverso.

Ma in generale, cosa deve avere il tuo compagno per farti innamorare e per "convincerti" che è l'uomo della tua vita?

Qual è il segnale che vi avverte e vi fa "sentire" che "ci siamo è lui"?

La scelta non affonda mai le radici in considerazioni di ordine puramente razionale?

Sto studiando il target e mi mancano degli elementi (levata di scudi!!!).

Ciao! Io credo che non sia il caso di cercare cosa debba avere un uomo per fare innamorare una donna. ...credo che questo sia un mistero perfino per la donna stessa. per la donna, non è imperante l'aspetto fisico, bensì, un insieme di cose, un alchimia, che cambia e muta con lei stessa. oggi si innamorano di un uomo tutto tenerezza e dolcezza, ma poi...mutano le esigenze, e cercano un uomo forte e autoritario, poi...mutano... ed a seconda delle nostre maree di donne, donne mai uguali, pur essendo la stessa donna, cerchiamo un altro uomo che colmi i bisogni e le necessità del nostro nuovo stato d'animo, del nostro intendere l'amore, la vita di coppia in altro modo.
Noi donne cambiamo, siamo mutevoli, imprevedibili, mai le stesse. Sovente ci innamoriamo di un uomo per l'idea che ci facciamo di lui, e...quando gli diciamo : "non sei più quello di prima" e mettiamo in discussione il rapporto...in realtà siamo sempre noi donne che...vediamo diverso, colui che, è sempre uguale. il disorso sarebbe troppo lungo da sviscerare, e non vorrei tediarti. Ti dico solo, di essere sempre te stesso e di non adottare strategie...almeno, sarai sicuro di essere stato o amato o rifiutato..."ma sarai stato sempre fedele a te stesso". ciao.
animastrana is offline  
Vecchio 10-10-2007, 10.03.04   #60
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da animastrana
Ciao! Io credo che non sia il caso di cercare cosa debba avere un uomo per fare innamorare una donna. ...credo che questo sia un mistero perfino per la donna stessa. per la donna, non è imperante l'aspetto fisico, bensì, un insieme di cose, un alchimia, che cambia e muta con lei stessa. oggi si innamorano di un uomo tutto tenerezza e dolcezza, ma poi...mutano le esigenze, e cercano un uomo forte e autoritario, poi...mutano... ed a seconda delle nostre maree di donne, donne mai uguali, pur essendo la stessa donna, cerchiamo un altro uomo che colmi i bisogni e le necessità del nostro nuovo stato d'animo, del nostro intendere l'amore, la vita di coppia in altro modo.
Noi donne cambiamo, siamo mutevoli, imprevedibili, mai le stesse. Sovente ci innamoriamo di un uomo per l'idea che ci facciamo di lui, e...quando gli diciamo : "non sei più quello di prima" e mettiamo in discussione il rapporto...in realtà siamo sempre noi donne che...vediamo diverso, colui che, è sempre uguale. il disorso sarebbe troppo lungo da sviscerare, e non vorrei tediarti. Ti dico solo, di essere sempre te stesso e di non adottare strategie...almeno, sarai sicuro di essere stato o amato o rifiutato..."ma sarai stato sempre fedele a te stesso". ciao.

..."ma sarai stato sempre fedele a te stesso". ..quindi in finale di tutto sarebbe come dire; l'unica certezza possibile
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it