Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-10-2007, 00.11.55   #71
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Il perchè da indagare

Citazione:
noi uomini faremmo meglio a non scervellarci per capire un vostro rifiuto, un vostro "no"...
Citazione:
spessissimo, noi donne ci sentiamo dire : sei carina, bella, simpatica, intelligente...ma... non voglio continuare a stare con te!
A quanto pare è stato isolato un punto comune, il no inspiegabile. Ma che importanza ha capire il senso di un no? E' già così difficile essere giusti per se stessi, fare un uso proficuo delle possibilità della vita, è davvero magico trovare una persona giusta per se ed anche per un altro essere. E' statisticamente plausibile ci siano innumerevoli cilecche prima che ciò avvenga, ammesso che avvenga, è una perdita di bilancio preventivabile ed ammortizzabile. Io non trovo utile indagare sul perchè l'avventore di turno non mi abbia trovata amabile, cosa può insegnarmi uno che non ha scoperto le mie ricchezze (o le povertà) e che indipendentemente dal loro ammontare sono sicura di possedere? Perchè lasciare che un illustre sconosciuto usi la freccia di cupido come fosse il pugnale della doccia di psyco? La questione non mi riguarda, il problema non è mio, il rompicapo che mi appassiona è scoprire qualcuno che intrighi me, che sia stimolante e divertente, ad ognuno i suoi puzzle! E poi le bagarre amorose sono a mio avviso codificate con un linguaggio basic, un codice binario and/or, dentro o fuori, è elementare. Qualora lasciassi che un no mi destabilizzasse, se cercassi sempre un perchè, sarebbe come lasciar passare l'idea di una mia eventuale inadeguatezza, mettere in dubbio se stessi può essere una pratica utile a migliorarsi in corso d'opera o a posteriori, solo in casi di indiscutibile rilevanza.
sentieroluminoso is offline  
Vecchio 11-10-2007, 08.56.44   #72
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

rispondo a kore e a pallina.

il divenire ok,siamo esseri in mutamento come tutto del resto,fatto sta che secondo me la contraddizione di per se resta comunque..

non e' invece mia opinione pensare che se uno si innamora,dia per scontato che questa finira,ci sono infinite possibilita,tutta una serie di scelte che vengono fatte dopo..certo se uno rimane ancorato con l'ideale che se' creato all'inizio e' scontato che poi e' destinato a finire..poi secondo me subentra l'accettazione e quanto poi a sua volta siamo in grado di accettare l'altra persona e questo sempre secondo me e' il cammino piu interessante di qualsiasi infatuazione iniziale

acquario69 is offline  
Vecchio 11-10-2007, 09.56.16   #73
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Caro Marco,
è vero, forse siamo tutti dei nani, ma io personalmente posso godere di una vista più ampia, giacché ho seguito il consiglio di un caro amico (Bernardo), e mi sono appollaiata sulle spalle di un gigante. Il giaciglio è scomodo, ma io mi adatto.

Caro Catopleba,
se consciamente o inconsciamente il mio lui mi ricordasse il mio primo amore, ho già dato disposizioni agli amici di sopprimermi con un colpo alla nuca. Non c'è niente che mi terrorizzi di più della coazione a ripetere. Per fortuna secondo i neuropsichiatri è sufficiente fare per 9 volte di seguito una data azione, per ritenerla acquisita, e io mi sono data da fare.
Ogni volta che l'immagine del mio ex si sovrapponeva, in maniera fastidiosissima a quella del mio lui, chiudevo e riaprivo gli occhi ripetendomi: lui è Berengario, lo vedi no? Il colore degli occhi è diverso!

Cara Ginevra,
(che bello, voglio fare come Marco e rispondere a tutti quanti!)
Io non vorrei essere proprio il centro dell'universo del mio lui. Io sto con me stessa 24 ore su 24, e ho bisogno di distrarmi ogni tanto. Per questo sono contenta che il centro dell'universo del mio lui sia la musica. Innanzitutto per lui, che almeno evita di destabilizzarsi a ogni mio cambio di umore, e poi per me che, con la scusa di seguirlo nei suoi concerti in giro per feste e locali, ho l'occasione di conoscere un sacco di gente e di sbevazzare birre e vino gratis.
Nella periferia più immediata del centro dell'universo del mio lui c'è la moto. Anche questo mi va benissimo, perchè ci rimedio delle vacanze adventure niente male (sapessi l'ultima Parigi-Dakar... ).
Un pò più distante gravito io, alla giusta distanza dal sole, il che ha permesso che si mantenesse la vita sul pianeta Kore.

Caro Sentieroluminoso,
verissimo, mai lasciarsi destabilizzare dai "no", soprattutto se offendono la nostra intelligenza e il nostro senso estetico.
Io però parlo da un punto di vista privilegiato (la cucuzza del gigante), perchè di solito, davanti a un rifiuto motivato in quella maniera, capisco l'abisso che mi separa da quella persona, ci faccio al limite un pianto e un lamento e due giorni dopo sono di nuovo in forma.
kore is offline  
Vecchio 11-10-2007, 11.56.48   #74
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da kore
Caro Marco,
è vero, forse siamo tutti dei nani, ma io personalmente posso godere di una vista più ampia, giacché ho seguito il consiglio di un caro amico (Bernardo), e mi sono appollaiata sulle spalle di un gigante. Il giaciglio è scomodo, ma io mi adatto.

Spero che tu pigli una capocciata su uno stipite di una porta, camminando in groppa al gigante.
Ribadisco la mia simpatia per la Kore
marco gallione is offline  
Vecchio 11-10-2007, 12.52.49   #75
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Errata corrige

Citazione:
Originalmente inviato da kore
Caro Marco,
è vero, forse siamo tutti dei nani, ma io personalmente posso godere di una vista più ampia, giacché ho seguito il consiglio di un caro amico (Bernardo), e mi sono appollaiata sulle spalle di un gigante. Il giaciglio è scomodo, ma io mi adatto.

Sorry. Spero che tu NON pigli una capocciata sullo stipite ovviamente, se no di quale simpatia stiamo parlando?
marco gallione is offline  
Vecchio 11-10-2007, 14.22.59   #76
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
rispondo a kore e a pallina.

il divenire ok,siamo esseri in mutamento come tutto del resto,fatto sta che secondo me la contraddizione di per se resta comunque..

non e' invece mia opinione pensare che se uno si innamora,dia per scontato che questa finira,ci sono infinite possibilita,tutta una serie di scelte che vengono fatte dopo..certo se uno rimane ancorato con l'ideale che se' creato all'inizio e' scontato che poi e' destinato a finire..poi secondo me subentra l'accettazione e quanto poi a sua volta siamo in grado di accettare l'altra persona e questo sempre secondo me e' il cammino piu interessante di qualsiasi infatuazione iniziale


Chiaramente non era riferito a te "acquario", ma era una mia supposizione... in generale.
Invece potrei azzardare l'ipotesi che nel ricercare, nel desiderare un amore che sia "unico e per sempre" a priori ci sia magari, sotto sotto, l'idealizzazione soprattutto dell'amore. Quindi non il reale desiderio di una persona in carne ed ossa ma dell' "idea" dell'amore...... . Da qui poi le grandi delusioni: la raffigurazione mentale, il nostro ideale di " Amore " (che molto probabilmente ci è stato anche inculcato), quello che si scrive proprio con la A maiuscola, non corrisponde assolutamente mai nella realtà all'amore che uomini e donne "mettono in pratica"....Al limite gli amori possono essere tutti unici, ma non tutti possono durare per sempre........
pallina is offline  
Vecchio 11-10-2007, 16.45.54   #77
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Heidi a Francoforte

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
Chiaramente non era riferito a te "acquario", ma era una mia supposizione... in generale.
Invece potrei azzardare l'ipotesi che nel ricercare, nel desiderare un amore che sia "unico e per sempre" a priori ci sia magari, sotto sotto, l'idealizzazione soprattutto dell'amore. Quindi non il reale desiderio di una persona in carne ed ossa ma dell' "idea" dell'amore...... . Da qui poi le grandi delusioni: la raffigurazione mentale, il nostro ideale di " Amore " (che molto probabilmente ci è stato anche inculcato), quello che si scrive proprio con la A maiuscola, non corrisponde assolutamente mai nella realtà all'amore che uomini e donne "mettono in pratica"....Al limite gli amori possono essere tutti unici, ma non tutti possono durare per sempre........

Parto da te Pallina, che hai scritto cose interessanti, per rilevare come a me è capitato - crescendo - di imparare anche a scegliere per ciò che era bene per me.
Trovo che esistano persone, con cui astrattamente staresti bene, però avete scelto percorsi di vita differenti.
Ecco, ho l'impressione che - mentre a vent'anni - si sia propensi a dire: "con te arriverei in capo al mondo", a trenta si comincia a pensare anche a far tornare il resto.
Non so se riesco a spiegarmi, credo che nel conto della vita sia importante molto il progetto comune.
Il progetto comune manda avanti la storia sine die, e la trasforma in amore.
Io ho scelto di non vivere una storia, una storia con una persona con cui mi trovo veramente bene, per incompatibilità di obiettivi.
Vive all'estero, in una grande città. La prima cosa che ho pensato è: non posso costurire la mia vita qui. Non posso accettare che i miei figli crescano qui.
Ancor meno posso accettare che i miei figli crescano dove li porterà l'impiego del padre. Non so se sia giusto, però l'ho pensato, e ho scelto.
Mi ricordo ancora quando dopo fervida discussione chiusi dicendo: "devi trovare qualcuna che condivida la tua idea di vita".
Lo ha fatto, però - dico la verità - non ne sono gelosa. Voglio bene ad entrambi, e sono convinta che lei sia quello che fa per lui.
Ogni tanto ci ripenso: "avrò fatto bene, avrò fatto male"... e poi mi dico che non sarebbe durata. In fondo, sarebbe stato come per Heidi trovarsi a vivere a Francoforte.
Ecco, facevo per dire che amare può anche voler dire capire che non si può mentire tutta la vita, e che sforzarsi di essere diversi da ciò che siamo per andare "astrattamente" incontro all'altro, alla fine secondo me non paga. Non paga perché si finisce col sentirsi dentro una gabbia, sapendo che ce la siamo costruita.
Io però quest'uomo qua un po' lo amo, ma è diverso, è qualcosa che non ha niente a che fare col sesso o con le farfalle nello stomaco. E' il riconoscere la bellezza di un individuo così diverso da me.
Boh, non so se è attinente, ma è amore anche questo, e mi è piaciuto dirlo.
nevealsole is offline  
Vecchio 11-10-2007, 18.45.07   #78
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Caro Acquario,
nonostante la mia leopardiana caduta delle illusioni, io faccio progetti a lungo termine con il mio collaudatissimo lui.

La fase dell'innamoramento, dei cuoricini negli occhi, della tachicardia prima di un appuntamento, quella fase in cui sorvoli anche sull'odore dei calzini dopo una giornata estiva trascorsa a fare trekking sull'Appennino Tosco-Emiliano è per me già trascorsa da un pezzo.
Adesso è già subentrata l'accettazione unita al coraggio di prendere quei calzini e infilarli in lavatrice.

Ma chi mi dice che un domani, in seguito a un trauma cranico, io non mi trasformi improvvisamente in un Marco Gallione ( ) e inizi a pretendere da lui l'assoluta asetticità dei calzini, inorridendo per quel buco lì, all'altezza dell'alluce... chi mi dice che lui, così spartano ed essenziale, un bel giorno, colto da crisi d'identità, non inizi a inseguire le bellone coi tacchi a spillo e pretenda da me prestazioni supererogatorie per aiutarlo a far bella figura in società?

Io ci scherzo su, ma succede, succede spesso e volentieri.
Si cambia.
Possono cambiare anche i valori.
Prima sei comunista così e dopo 10 anni ti iscrivi a Forza Italia. yeeeeh
Prima sei tutta casa, figli e chiesa, e all'improvviso hai voglia di uscire di casa, mollare la chiesa e diventare una lussuriosa frequentatrice di locali notturni.

Per accettare un simile cambiamento, o rivoluzione, nel proprio partner non basta accontentarsi di stare appollaiati sulla spalla del famoso gigante e farsi venire il callo sulla fronte a furia di battere la testa contro le architravi.
Devi essere un gigante!
Altro che protesi sotto la suola delle scarpe.
Amare l'essenza di una persona al di là di tutte le sue future scelte e trasformazioni... ?
Sinceramente dico sì, può succedere e ad alcuni succede.
Un'esperienza fuori dal comune che può trasformare un nano in un gigante? Perché no? Varrebbe certamente la pena, e che ognuno si adoperi a incarnare i propri valori!

Ma ciò che fa bene a uno, può nuocere all'altro.

Non me la sento di aderire a realtà cristallizzate in un concetto assoluto che deve andare per forza bene a tutti.
Magari il mio o il suo cammino di crescita personale esigerà scelte tali che un giorno dovremo per forza di cose separarci.

Oggi so che non lo vivrò come un fallimento.
Sarebbe tale solo nel caso in cui lasciandoci ci guardassimo negli occhi senza riconoscerci, poiché se è difficile che un amore duri per sempre, è altrettanto difficile che finisca bene, con rispetto e gratitudine, in poche parole: con eleganza.
E siccome io credo che tutto sia soggetto a mutamento nel mondo sub-lunare, il virtuoso è anche chi impara a lasciar andare quando è tempo.

Ovviamente io non sono ancora riuscita a fare né l'uno né l'altro... ma ci sto lavorando.
kore is offline  
Vecchio 11-10-2007, 21.47.54   #79
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Salve a tutti..
non so se potrà piacervi quello che ho da dire,anche perchè non so quali siano le vostre età o situazioni..
COsa cerco in un uomo?

Qualcosa che assomigli molto ad un amico.Non credo alle storie che iniziano "direttamente " come storie d'amore.
O meglio,non fanno per me.

Se incontro un bel ragazzo,simpatico e aitante
che bene o male mi "va a genio",sapete cosa penso?
Oh,che bel ragazzo simpatico,aitante e interessante.
Basta!
Nient'altro!
E' solo dopo un gran periodo di frequentazioni,di uscite con tante altre persone,di
domande e risposte fatte per caso,dopo magari qualche viaggio o week end in cui si passano insieme 24 ore su 24..allora inizia ad albeggiare in me un interesse.Solo allora si vedono le cose per quello che sono in realtà!E' come trovare un buon amico:non si realizza subito.Non si può realizzare subito.

Certo un uomo-passatempo lo si può trovare facilmente,ma l'uomo che ci piace davvero,che non inizi a sembrarci insopportabile dopo il primo anno di cuoricini e palpitazioni..deve essere prima di tutto un buon amico!

Certo,il rischio è che poi la storia non funzioni e che l'amicizia finisca...
e allora?Io credo che ne valga la pena.Io cerco in un uomo una piena complicità e capacità di comprendermi,un compagno di vita,
che sia amico dei miei amici.

Che io conosca bene..
Non sopporto quelle situazioni(un paio di volte mi è capitato personalmente,e le vedo di continuo intorno ame)
in cui si inizia a frequentarsi e si mostra tutto il meglio di se,si esce a cena si va di qua ,di là,"per conoscersi"....
MA che conoscersi e conoscersi!!

Mi dispiace,ma credo che chiunque ,e dico chiunque,si trovi all'inizio di una relazione cerchi di mostrare prevalentemente i suoi lati migliori...poi con l'attrazione fisica e l'euforia del nuovo incontro si va avanti...primi mesi tutto perfetto..cuoricini,stelline.. .

E poi BANG! arriva il momento delle vere personalità!Iniziano i primi momenti di incertezza...e credetemi,io non credo assolutamente che sia una questione di "pAzienza" o di "sopportare l'altro" o di "rispettare le sue idee"..
Credo che una persona che veramente stimiamo,che ci ha conquistato comportandosi nella maniera piu spontanea possibile(cioè in una situazione in cui si è "amici",in cui non si è impegnati a sembrare meglio di cio che si è..)sia una buona garanzia,e soprattutto credo che lo sia per la QUALITA' del rapporto,che in questo modo si depriva di tutte quelle angosciose situazioni da coppietta da soap opera.

Per cui quando dopo due settimane che ho conosciuto un bel ragazzo,egli si inizia a comportare come da copione..della serie che ne dici di uscire con me..ti va di...perchè non..sai,ti trovo interessante.
io sorrido e in cuor mio mi dico..cavoli,una situazione persa..non conoscerò mai veramente questo ragazzo.
Dico dolcemente di no
e torno a casa come se avessi appena perso un'opportunità..

Mi piacerebbe sapere se trovate sensato il mio punto di vista..
aile is offline  
Vecchio 12-10-2007, 09.15.27   #80
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Cosa cerca una donna in un uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da aile
Salve a tutti..

Per cui quando dopo due settimane che ho conosciuto un bel ragazzo,egli si inizia a comportare come da copione..della serie che ne dici di uscire con me..ti va di...perchè non..sai,ti trovo interessante.
io sorrido e in cuor mio mi dico..cavoli,una situazione persa..non conoscerò mai veramente questo ragazzo.
Dico dolcemente di no
e torno a casa come se avessi appena perso un'opportunità..

Mi piacerebbe sapere se trovate sensato il mio punto di vista..

Tutto degno di attenzione e rispettabile, ma è l'ultima parte che proprio non mi convince.
Se uno comincia a provare qualcosa per te , allora cosa deve fare? Come dovrebbe comportarsi? Non puoi pretendere che uno si comporti come piacerebbe a te, perchè se uno vuole esternarti qualcosa che ha dentro , forse l'occasione l'hai persa si, ma per colpa tua non per colpa sua.
Pretendi "amicizia" asessuata da un uomo? E fino a quando dovrebbe durare ? C'è un limite massimo oltre il quale si va oltre l'amicizia?

Disegnati un mondo su misura, perchè forse non ti sei accorta che stai vivendo in una realtà differente da quella che sogni.
Perdonami la franchezza.
catoblepa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it