Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 15-01-2008, 14.42.15   #21
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Carissimo Maxim. ringraziandoti mi sento in dovere di rispondere alla tua domanda che riprendo quì sotto.
Volevo però rivolgerti una domanda qualora tu voglia cortesemente rispondermi…45 anni di matrimonio sono moltissimi quindi sarà capitato anche a te, magari solo pensandolo, ciò che tua moglie ha avuto il coraggio di dirti. Come ti sei comportato allora?...supponendo invece che a te non sia mai successo di guardare e fantasticare su di un’altra donna ma consapevole del fatto che è una pratica assai "normale" e diffusa, secondo te sarebbe più corretto reprimere l’idea facendo di tutto per allontanarla dalla propria mente in maniera tale che il problema non si ponga o, con pari schiettezza e sincerità di tua moglie, confidarla sempre e comunque alla persona amata?

Senzaltro è capitato anche a mè,e non una volta sola,e purtroppo nonostante gli sforzi per allontanare l'idea ed eliminare il problema,non sempre ci sono riuscito,(suppongo che ciò faccia parte purtroppo delle debolezze umane) A quel punto però ho sempre chiesto aiuto a lei,come lei ora lo ha fatto con mè. Penso che tutto questo faccia parte di quei valori che contribuiscono a rendere una unione sempre più importante e felice,come la nostra attuale.
Ciao ed a risentirci molto volentieri espert37
espert37 is offline  
Vecchio 15-01-2008, 15.01.24   #22
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Mi pare invece che il rapporto venga a basarsi esclusivamente su un fattore di possesso nel caso in cui mentalmente non ci sia la capacità di scindere le due cose ed oltre all’amore, quello vero, si pretenda anche l’esclusiva della carne, vita natural durante…
…non pensi sia così la questione?
ma quella pretesa sull’esclusiva della carne era quello che mi sembrava di avere colto da alcuni post, per quello la mia risposta contro l’idea di possedere un altro essere umano, cosa per altro non possibile.

VanLag is offline  
Vecchio 15-01-2008, 15.27.50   #23
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Da Maxim:
Mi pare invece che il rapporto venga a basarsi esclusivamente su un fattore di possesso nel caso in cui mentalmente non ci sia la capacità di scindere le due cose ed oltre all’amore, quello vero, si pretenda anche l’esclusiva della carne, vita natural durante…

Non so... alcuni dicono che l'amore comprende tutto (e più di tutto) e se escludiamo qualcosa da esso, vuol dire che non comprendiamo qualcosa in qualcosa che dovrebbe comprendere tutto (e più di tutto)... per cui questo tutto (e più di tutto) verrebbe limitato da quel sé stesso che non è...
L'amore pùo comprendere la carne ma la carne da sola non comprende l'amore... è per questo, come mi sembra che anche tu, Maxim, una volta abbia detto, che ci può essere sesso senza amore coniugale... ma non amore coniugale senza sesso... qui ovviamente, come ho specificato, ho parlato in riferimento all'amore "coniugale" umano, che aspira a quella perfezione mai perfezionabile nella corporeità...

Non c'è esclusiva, si sceglie di "donarsi" all'infinito... di esclusivo c'è solo la morte nella vita... quella è sicuramente nostra...

Questo è quel che rispecchia me ... poi, ovvio c'è chi vede rispettabilmente la questione in modo totalmente diverso... e va bene così...

Ciao a tutti!
veraluce is offline  
Vecchio 15-01-2008, 16.50.26   #24
-Ivan-
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2007
Messaggi: 49
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Ti capisco cara caotica,ma il mio amore è grande,molto più grande di una semplice espressione di sesso. Il sesso è solo un complemento all'amore.Pensi che non si possa amare una persona,con amore profondo,e contemporaneamente dasiderare di fare sesso con un'altra? Credo in fondo che dovrò darmi da fare con tanto impegno e cercare di dare io ciò che probabilmente ho fatto mancare e che lei cerca dall'altro. Pensi possa essere la soluzione giusta? Grazie ciao espert37

Si può amare una persona e desiderare di far sesso con un'altra, assolutamente, anzi direi che capita a chiunque, non agli inizi ma prima o poi che lo si voglia tenere nascosto a sè stessi o agli altri non c'è dubbio che succeda, poi si può per orgoglio, rispetto, innamoramento, o altro decidere di lasciar stare.
Il fatto è questo...per te cosa è una relazione e cosa prevede?
Solo a questo devi pensare, se tu sei in grado di amare una persona lasciandola completamente libera puoi accettare questo fatto, se non lo sei non tentare nemmeno perchè ti faresti del male.
Una storia d'amore è fatta di una serie di convenzioni che di solito vengono dalla società e dal modo di vivere, dovresti parlare con lei di quello che entrambi pensiate sia il modo giusto di affrontare una relazione e di viverla.
-Ivan- is offline  
Vecchio 15-01-2008, 16.52.21   #25
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37

Senzaltro è capitato anche a mè,e non una volta sola,e purtroppo nonostante gli sforzi per allontanare l'idea ed eliminare il problema,non sempre ci sono riuscito,(suppongo che ciò faccia parte purtroppo delle debolezze umane) A quel punto però ho sempre chiesto aiuto a lei,come lei ora lo ha fatto con mè. Penso che tutto questo faccia parte di quei valori che contribuiscono a rendere una unione sempre più importante e felice,come la nostra attuale.
Ciao ed a risentirci molto volentieri espert37

Eccezionale…veramente eccezionale!
Non capita spesso di sentire qualcuno che chiede consiglio al proprio partner sul da farsi con un potenziale amante…e se ti avesse detto di si? Anzi…se avesse trovato pure lei “intrigante” la tua strana richiesta forte dell’amore che vi univa e che per nessuna cosa al mondo avrebbe potuto separarvi?...come ti saresti comportato?

maxim is offline  
Vecchio 15-01-2008, 21.32.32   #26
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione espressa da Maxim:
Eccezionale…veramente eccezionale!
Non capita spesso di sentire qualcuno che chiede consiglio al proprio partner sul da farsi con un potenziale amante…e se ti avesse detto di si? Anzi…se avesse trovato pure lei “intrigante” la tua strana richiesta forte dell’amore che vi univa e che per nessuna cosa al mondo avrebbe potuto separarvi?...come ti saresti comportato?

Carissimo Maxim, E' comprensibile la tua alquanto allegra esclamazione riferita ai fatti da me esposti ma da te
consistentemente alterati. Innanzitutto ti posso garantire che per noi due,nella nostra unione,fondata già da tanti anni in comune accordo per raggiungere un fine molto importante, non c'è stata,non c'e e non potrà mai esserci l'eventualità di un amante o di una relazione continuativa con chiunque altro. Ciò che io ho espresso nel mio post iniziale,è niente altro che la richesta consapevole di una semplice e temporanea esperienza di sesso,simile a quella che a suo tempo avevo richiesto io.Non penso assolutamente che una semplice e tamporanea esperienza simile abbia il potere di distruggere ed annullare una grande costruzione quale la nostra unione rafforzata con tanti anni di recioroco impegno fisico e morale che ci ha sempre coinvolti con tanto AMORE.
Io sono convinto che sia molto utile riuscira a distanziare veramente L'AMORE
dal sesso e collocarli nella loro giusta posizione.
Con tanta amicizia Ciao espert37
espert37 is offline  
Vecchio 16-01-2008, 07.00.50   #27
semplice
Ospite
 
Data registrazione: 09-01-2008
Messaggi: 2
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
14/01/08 11:58Ho un piccolo problema da risolvere,potreste darmi una mano?(mi rivolgo sopratutto al gentil sesso)
Io amo moltissimo la mia donna,di un amore grande e contraccambiato,quindi desidero per lei ogni bene e felicità.Da tempo lei desidera fare del sesso con un amico che ha conosciuto quest'estate al mare.Io desidero la sua felicità,come mi devo comportare?
14/01/08 14:21Ti capisco cara caotica,ma il mio amore è grande,molto più grande di una semplice espressione di sesso. Il sesso è solo un complemento all'amore.Pensi che non si possa amare una persona,con amore profondo,e contemporaneamente dasiderare di fare sesso con un'altra? Credo in fondo che dovrò darmi da fare con tanto impegno e cercare di dare io ciò che probabilmente ho fatto mancare e che lei cerca dall'altro. Pensi possa essere la soluzione giusta? Grazie ciao espert37

14/01/08 21:56Carissimi,vengo a ringraziarvi tutti di vero cuore,i vostri argomenti e le vostra risposte ci hanno dato lo spunto per un colloquio serio e definitivo,ci siamo accorti che ciò che lei cerca è in esuberanza in mio possesso,per cui ci è bastato chiarire certe incomprensioni da parte di entrambi, per darci la certezza di una continua e duratura unione felice. Ciao e tutti e tanti nuovi grazie!! espert37

15/01/08 10:11Carissimo amico,ti ringrazio di vero cuore per la tua sentita partecipazione al mio piccolo ma importante problema. ci tengo a dirti,che oltre ai vostri personali e molto apprezzati consigli, ha avuto un buon ruolo nella soluzione anche la imposizione reciproca che ci eravamo data nei primi giorni della nostra vita in comune, di essere sempre schietti e sinceri,anche nei più pesanti eventi,al fine di darci reciprocamente un ausilio,e questo,visto i risultati lo consiglio a tutte le coppie che si vogliono bene di questo mondo.
Ps. rettifico, i nostri anni di vita bellissima in comune,non sono 35,ma bensì 45.

15/01/08 10:47Carissima, E' da tempo che seguo i tanti argomenti di questo forum,ed ho notato nelle varie esternazioni il giusto valore che viene dato a quel Grande sentimento che si chiama AMORE,ed anche quello che viene dato al sesso.
Per cui io non posso assolutamente accettare il tuo consiglio,perchè da come ti sei espressa mi da l'impressione che te stia dando più importanza al sesso che all' Amore o quanto meno li metti alla pari.Probabilmente ti sei espressa senza troppo riflettere,hai commesso l'errore che purtroppo commettono quelle tantissime coppie moderne che unendosi con alla base questi tuoi principi,dopo poco se ne tornano ogniuno per proprio conto. Secondo mè ogni unione dovrebbe avere un fine inportante in comune,raggiungibile sulla strada dell'Amore,il sesso è solo un semplice complemento a tutto questo.
Scusami, questa non vuole essere una paternale,ma è il mio semplice modo di interpretare la vita.espert37

Ti piace lanciare delle provocazioni per attirare gli interlocutori nella tua rete!! Vero?
Si sta bene al centro dell’attenzione!!

Dopo 45 anni di matrimonio, tua moglie avrà come minimo 65 anni, ha vissuto alla tua dipendenza per anni. Ma fammi il piacere! Non se lo sogna neanche di andare a letto con un altro!!!

L’amore è bello, ma a volte ci si innamora veramente di due persone contemporaneamente e si soffre!!!

Non credo che in una coppia si possa dire tutto.
Perché soffrire in due? E' meglio che soffra uno solo.
semplice is offline  
Vecchio 16-01-2008, 09.51.19   #28
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37

Carissimo Maxim, E' comprensibile la tua alquanto allegra esclamazione riferita ai fatti da me esposti ma da te
consistentemente alterati. Innanzitutto ti posso garantire che per noi due,nella nostra unione,fondata già da tanti anni in comune accordo per raggiungere un fine molto importante, non c'è stata,non c'e e non potrà mai esserci l'eventualità di un amante o di una relazione continuativa con chiunque altro. Ciò che io ho espresso nel mio post iniziale,è niente altro che la richesta consapevole di una semplice e temporanea esperienza di sesso,simile a quella che a suo tempo avevo richiesto io.Non penso assolutamente che una semplice e tamporanea esperienza simile abbia il potere di distruggere ed annullare una grande costruzione quale la nostra unione rafforzata con tanti anni di recioroco impegno fisico e morale che ci ha sempre coinvolti con tanto AMORE.
Io sono convinto che sia molto utile riuscira a distanziare veramente L'AMORE
dal sesso e collocarli nella loro giusta posizione.
Con tanta amicizia Ciao espert37

E’ quello che penso anch’io e mi par di aver compreso, anche VanLag.
Scendendo sul lato pratico e dall’alto della tua esperienza cosa consiglieresti sotto questo punto di vista alle giovani coppie che stanno vivendo una storia d’amore simile alla tua?...qualora ci siano i presupposti per affrontare una determinata esperienza, fondati sulla stima, il rispetto reciproco, la sincerità, il dialogo ed ovviamente l’amore che protende ad un grande obiettivo comune, è possibile godere anche di aspetti secondari quali soddisfazioni e piaceri sessuali con altre persone (da condividere comunque sempre assieme ed in complicità) rispettando sempre quei presupposti che sono alla base di un rapporto felice e duraturo…
Dico bene?

maxim is offline  
Vecchio 16-01-2008, 12.50.22   #29
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Ho un piccolo problema da risolvere,potreste darmi una mano?(mi rivolgo sopratutto al gentil sesso)
Io amo moltissimo la mia donna,di un amore grande e contraccambiato,quindi desidero per lei ogni bene e felicità.Da tempo lei desidera fare del sesso con un amico che ha conosciuto quest'estate al mare.Io desidero la sua felicità,come mi devo comportare? espert37

"Il sesso è secondo me, è tra le più belle, alte e subblimi cose che il nostro Buon Dio ci abbia dato in dotazione, mi sembra un peccato,attraverso tutte queste discussioni che gli danno le più svariate qualità,tipologie ed indirizzi,sminuirlo e qualificarlo quasi come una semplice partita a briscola. cerchiamo per favore di tenerlo più in considerazione dandogli più qualificazione e dignità. "

Scusa expert37 eri ubriaco o invasato quando hai scritto questa frase "sublime"?

Non c'é alcuna coerenza con ciò che domandi adesso?
E non sto qui a parlare di morale o altro. Parlo della coerenza delle tue affermazioni. Se dici che il sesso é un atto che merita rispetto...come puoi ora PROPRIO tu ridurlo ad una partita a briscola?

Allora sei bravo a giudicare il comportamento degli altri..ma quando si tratta del tuo orticello...fai acqua da tutti i lati.

Allora é preferibile l'atteggiamento di maxim:almeno é sincero e coerente.

Mi dispiace. Io non sono mai categorica. Ma se lei desidera fare sesso con un altro, per me significa solo che ha smesso di volere il tuo bene e pensa solo a se stessa.

feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 16-01-2008, 13.53.51   #30
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Volersi bene; ma quanto?

Carissimo Maxim,rispondo alla tua domanda ultima.
E’ quello che penso anch’io e mi par di aver compreso, anche VanLag.
Scendendo sul lato pratico e dall’alto della tua esperienza cosa consiglieresti sotto questo punto di vista alle giovani coppie che stanno vivendo una storia d’amore simile alla tua?...qualora ci siano i presupposti per affrontare una determinata esperienza, fondati sulla stima, il rispetto reciproco, la sincerità, il dialogo ed ovviamente l’amore che protende ad un grande obiettivo comune, è possibile godere anche di aspetti secondari quali soddisfazioni e piaceri sessuali con altre persone (da condividere comunque sempre assieme ed in complicità) rispettando sempre quei presupposti che sono alla base di un rapporto felice e duraturo…
Dico bene?

Alle giovani coppie che eventualmente dovessero vivere una simile storia,consiglio tassativamente; di rapportarsi sempre con sincerità e schiettezza,e nella possibile eventualità di una simile richiesta da uno dei pertner,dettato dalla mia esperienza,e sempre secondo il mio punto di vista,consiglio di rispondere con un forte impegno, atto a riuscire a soddisfare la richiesta rivolta dal proprio partner a terzi. ( maggiore è il problema e più grande sarà la soddisfazione nel riuscire a risolverlo). Questo, prendendo spunto da quel concetto fondato sulla legge della relatività, avrà come risultanza un forte rafforzamento dell'unione.

Con tanta simpatia Ciao espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it