Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-07-2014, 22.08.59   #11
altamarea
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-02-2008
Messaggi: 90
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Marco ha scritto:
Citazione:
io penso che la maggior parte degli uomini più che accettare, si rassegni all'idea che la donna che loro sposeranno abbia copulato con altri prima (o meglio ha lasciato che altri che l'abbiano saputa emozionare e mettere a suo agio e che l'abbiano quindi copulata).

Scusami Marco se te lo dico ma a me dai l’impressione di essere infarcito di pregiudizi. Se il 1980 è l’anno della tua nascita hai 34 anni e alla tua età penso che dovresti sapere come va il mondo.

Hai scritto:
Citazione:
Ha lasciato che altri che l’abbiano saputa emozionare e mettere a suo agio e che l’hanno quindi copulata ?

Come sarebbe a dire che altri l’hanno copulata ? Se l’ipotetica donna ha avuto una relazione o relazioni d’amore con altri prima del marito ha forse tradito il marito che ancora non conosceva ?

L’hanno copulata ? Non dimenticare che il normale rapporto sessuale si svolge tra due persone consenzienti. Da ciò che scrivi traspare chiaramente, te lo ripeto, la tua insicurezza e il tuo timore del possibile confronto. Parli della donna-moglie come se fosse una prostituta, ma ti rendi conto di quello che pensi ? Io credo di si. Sei un convinto maschilista, ma quale ambiente sociale frequenti ? Io invece sono un assertore della parità tra maschi e femmine, nel bene e nel male.

Anche una ragazza potrebbe lamentarsi se il partner prima di conoscere lei ha copulato con altre. La parità ci deve essere anche sul piano sessuale, Perciò rassegnati e convinciti.

Marco ha scritto:
Citazione:
Un uomo che accetta senza alcun fastidio che la donna che ama si sia congiunta carnalmente ad un altro uomo prima di lui non è realmente innamorato.

Ecco un’altra delle tue sbagliate certezze-pregiudizio. Lui non è innamorato invece lei si, anche se il partner ha avuto in precedenza relazioni con altre donne ?

Hai mai provato ad essere coinvolto dal reciproco amore passionale ? Ti auguro di provarlo.
altamarea is offline  
Vecchio 29-07-2014, 00.06.49   #12
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
bah io penso che la maggior parte degli uomini più che accettare, si rassegni all'idea che la donna che loro sposeranno abbia copulato con altri prima (o meglio ha lasciato che altri che l'abbiano saputa emozionare e mettere a suo agio e che l'abbiano quindi copulata).

Perdonami, hai ragione, è colpa mia: ho saltato un mondo intero (ma solo perchè non pensavo potesse interessare) . Ho omesso di parlare delle amiche (che ho avuto , che ho) che ...poitrebbero avere ruoli decisamente manageriali nel comparto "gestione Olgettine et similia" (comparto che personalmente compatisco, ma che esiste).
Queste Amiche potrebbero dimostrarti in qualunque momento che....a poter (come dici Tu) "emozionare qualcuno e copularlo" ....possono tranquillissimamente essere donne.
Più precisamente : la stessa cosa potrebbero dimostrartela tante Donne, solo che ...soltanto le gerenti del comparto Olgettine son disposte a farlo per pura volontà, come un numero da circo.
Per le Altre occorre qualcosa che ...o lo susciti o non esiste.
Ma ci tenevo a precisare : ad emozionare (o non emozionare affatto) son uomini quanto donne.
Normalmente e formalmente fanno sesso consapevole e consensuale.
E se invece vogliamo sottilizzare ...ci sto al concetto che qualcuno sia molto più spesso copulato che copulante. Ma...la vedo come situazione del tutto trasversale ai due sessi, e anzi più frequente il ruolo del copulatO (maschio), proprio nel mondo in cui le olgettine trovano spazio e ruolo (grazie ai copulati che si sentono copulanti ).

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Diciamo che molti pur di avere (illusione di) una vita sentimental-sessuale regolare con una bella figliola sono disposti ad sorvolare e far finta di non sapere....

Perchè "illusione" ? (prima di tutto)

Marcoriccardi....tu mi hai chiesto della gente che conosco.
Come una sorella : io non conosco uomini che da adulti (diciamo dopo i 25) abbiano desiderato una donna illibata.
Conosco , piuttosto, solo uomini che ne avrebbero avuto timore come di un fantasma....
Ma conosco tanta gente "perbene e normale"....te lo giuro!!!!!


Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Un uomo che accetta senza alcun fastidio che la donna che ama si sia congiunta carnalmente ad un altro uomo prima di lui non è realmente innamorato.

E no....ti prego...non puoi dire questo come fosse Verità!
Non ci sta proprio!!!!

Non voglio rendermi artefice di stupri morali on line, e quindi ometto a piè pari di annoiarti o conturbarti con i tanti Gaudenti (uomini e donne) che vivono di cosiddette perversioni al cui cospetto l'illibatezza è solo vuoto che puzza di candeggina e non evoca alcunchè .

La butto sul razionale per essere politicamente corretta, ok?
E ti giro una domanda :

poichè parli di innamoramento...: ti innamori di una donna....o ti innamori della illibatezza?

E se ti innamori della illibatezza (che in omaggio a Iaryn faccio anche finta di ipotizzarla come chance possibile) ....poi riesci pure a dire che eri innamorato DELLA DONNA (illibata) ?



E se , invece, ti innamori della Donna.............riesci ad ipotizzare che ...più ha conosciuto il mondo e più vale il suo "ti amo" a te E PROPRIO A TE? (se sincero, ovviamente)?
vanina is offline  
Vecchio 29-07-2014, 01.03.16   #13
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da laryn
Tu pensi che se (le pie donne) si lasciassero andare, stimolate dalla convinzione altrui, ad
intraprendere un percorso comportamentale/erotico non in linea con il loro sentire se la passerebbero meglio?
Pensi che quelle che non sono pie, ma pronte e disponibili, realizzino meglio il loro desiderio ed i loro sogni? Pensi che siano esenti dal fare i conti con quel che davvero sono interiormente per essersi prestate a giochi, che non han vissuto in accordo con la loro interiorità, nella speranza di coronare, con l'accontentare l'homo sapiens/eroticus, sogni che poi si son visti sfuggire, frantumati da quella che i loro partner definiranno poi leggerezza, considerandole donne da mordi e fuggi, ovvero da letto? Ne ho conosciute tantissime di ragazze di questa portata.
IO penso che entrambi le classificazione necessiterebbero di una mano per ritrovare un certo equilibirio in mezzo a tanta confusione. Dovrebbe, però, essere un equilibrio condiviso, consapevole, che non le lascia nella solita frustrazione, ma nella consapevolezza di essere padrone del loro essere (da far desiderare come merce unica, sola e pregiata) e del loro futuro.
Siamo liberi, sì, Vanina, sì che lo siamo, di fare le nostre scelte, ma non va dimenticato che quelle scelte solleciteranno di volta in volta il conto, che, alcune, saranno liete di pagare e pagare volentieri, per altre sarà duro, durissimo da pagare e... non senza strascichi.


Mi chiedi cosa penso, o sbaglio?

Eccomi!

Siccome avevi mostrato tanto rispetto del quesito di Marcoriccardi....in tutta franchezza penso anzitutto che gli interrogativi che mi poni ...non c'entrino nulla con quanto di suo interesse.
Bon.
Il forum cordialmente ci ospita (finchè vuole) e per me è un piacere risponderTi (sebbene sia convinta che entrambi annoiamo Marcoriccardi se parliamo d'altro).

Cosa penso (dunque) ?

Penso che ognuno di noi, uomo o donna che sia, vivrebbe molto meglio se, anzichè doparsi di formule eteronome e malcapite (non importa la fonte : che sia catechismo, new age, pnl, psicoanalisi, buddismo...............posso continuare fino a domani mattina, ma ci siam capiti sono certa) ...vivrebbe molto meglio, dicevo, se anzichè doparsi di formule eteronome e malcapite...riuscisse a compiere quel percorso prodigioso che è l'ascolto stereo : cosa dice il meglio del pensiero? (a una cassa) e ...cosa dice l'anima mia (all'altra cassa dello stereo) ............
Basterebbe saper essere in ascolto onesto di queste due casse di un antico stereo per trovare un po' di pace, secondo me. E anche per poterne (nell'ultramicro che però arriva al prossimo ed ha un senso) essere di Esempio al prossimo di cui si ha rispetto, se è vero che se ne ha rispetto.

Non ho alcuna intenzione di glissare le domande, che mi lusingano oltretutto.

Ma cosa pensi possa seriamente dirti chi, come me, è onorata della confidenza (e anche della conoscenza che prescinde dalla volontà di confidenza) di donne che vanno....dalla focolarina che a 50 anni ha il deserto relazionale intorno (non parlo di quello sentimentale, addirittura mai pervenuto come territorio sondabile, parlo proprio e solo di quello relazionale) ...sino alla smagatissima borderline clinica , per la quale ...ci siamo capiti senza che mi allungo , passando attraverso le tante e tante che si consumano in perfetta buona fede ma in un un ascolto di voci eteronome che...chissà perchè...son sempre più prepotenti di quelle autonome e dunque si disintegrano in sensi di inadeguatezza che potrebbero risparmiarsi, sesso incluso o a anche a prescindere ?

Ovvio che questo non c'entri nulla col Marcoriccardi.
Ma se mi chiedi quel che penso io (onoratissima della richiesta), io penso di vivere in un mondo che vive di slogan e nel quale uomini e donne (non vedo differenza in questo) ugualmente disorientati , completano il disorientamento (e la disperazione) per affidarsi a slogans, senza mai ASCOLTARE SE STESSI , oltre agli slogans.

E il risultato che percepisco è identicamente fallimentare per tutti.
Ma resto convinta che potrebbe non essere fallimentare , e che basterebbe ascoltare le due casse del vecchio stereo , con coraggio e apertura, per non disperare mai, nè da vergine cinquantenne...nè da olgettina ventincinquenne, nè da moglie e mamma momentaneamente fallita nell'una veste, o nell'altra o anche in entrambe...

Questo penso, io.

vanina is offline  
Vecchio 29-07-2014, 18.59.14   #14
lonelysparrow
Ospite
 
Data registrazione: 15-05-2010
Messaggi: 4
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

rispondo senza aver letto volutamente le risposte degli altri partecipanti:
perché una domanda del genere? mi chiedo ...
non mi interessa la storia di mia moglie ( con la quale convivo da 34 anni) né l’ho chiesta mai , semplicemente perché non mi interessa è sua.
a che scopo chiedere? è una storia che appartiene alla sua dimensione intima, se vuole me la racconta altrimenti va bene uguale.
una donne mi interessa per le emozione che riesco a vivere e condivider con lei e per l’empatia che mi suscita
a che scopo sapere la sua storia, per sapere di che natura e quanto intensa fu?
perdonami ma sono domande banali ...
lonelysparrow is offline  
Vecchio 29-07-2014, 22.25.00   #15
jador
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-08-2009
Messaggi: 154
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Non prendiamoci in giro per favore, uomini e donne danno al sesso una valenza diversa: per gli uomini è un fatto puramente fisico, uno sfogo, mentre per le donne è per lo più uno stato mentale, una condivisione. È la donna che decide se un uomo può avere il privilegio di "entrare" dentro di lei.
Come dice Alberoni: l'essenza della femminilità sta proprio nella sua facoltà di decidere chi è degno o meno di lei.
D'altro canto gli uomini andrebbero con qualunque ragazza carina e disponibile, le donne invece devono prima valutare chi hanno di fronte. Non è una legge ovvio, ma la tendenza è questa.
Le donne danno molto più valore all'atto sessuale di quanto non lo diano gli uomini.

Fatta questa premessa, mi rivolgo agli uomini: come avete fatto ad accettare il fatto che vostra moglie abbia condiviso l'intimità con altri uomini prima di voi, che magari l'hanno pure ingannata per farsi scegliere?
Considerato appunto che per le donne il sesso ha una valenza diversa rispetto a quella che diamo noi uomini....?
La stragrande maggioranza delle donne dice "la mia prima volta deve essere con una persona speciale, un uomo a cui donare la mia verginità".

Visto quanto sopra, non vedo per quale motivo io non possa desiderare di essere quella persona speciale per la donna che amo.

Donne, la mia preferenza è figlia del vostro desiderio.

Perchè questo non vi sta bene?


Ma che ci può trovare una donna di tanto speciale in un uomo che considera il sesso come un fatto puramente fisico, uno sfogo, da donargli la verginità?
jador is offline  
Vecchio 31-07-2014, 04.02.43   #16
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Personalmente dò piena ragione a Marco per le considerazioni che fa riguardo alle differenze di "interpretazione" della sessualità tra uomini e donne.
Anzi, ho persino la presunzione di affermare (poiché lo credo) che le donne siano le autentiche depositarie dell'Amore, in quanto lo sanno meglio coltivare nel suo sinolo aristotelico autentico: di materia e spirito, e di biologia e cultura.
Per questo, purtroppo, dipende assai più da loro il deterioramento morale e civile della società in cui viviamo...
Diceva un principe Indiano: educa un figlio e ne farai un cittadino onesto; educa una figlia e da lei ti verrà un popolo.
Detto questo, però, non capisco bene perché il passato di una moglie debba essere più problematico di quello del marito...
Forse la penso così perché io sono alla terza moglie mentre lei è soltanto al secondo marito, però non capisco bene dove sia il problema.
Alla fine, escluse le storie estemporanee, cioè quelle che, rispettivamente, se gli uomini vivono come "esplorazioni" le donne come "fidanzamento", e se gli uomini vivono come "innamoramento" le donne come "opportunità" (e nell'insieme sono il 90% e più di ciò che ci capita nella vita...)...
Voglio dire: il resto, il poco che rimane, sono cose serie, di quelle che possono anche essere scritte come delle Storie.
Il bello di una Storia qual è? Forse che prima ci fu un "prima" e dopo un "dopo"?
Io non direi.
Per me il bello di una Storia è che, come ogni cosa viva, ha un principio, poi uno sviluppo e una durata e poi, forse, (ma non è detto) una fine.
leibnicht is offline  
Vecchio 01-08-2014, 22.01.40   #17
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da leibnicht
Detto questo, però, non capisco bene perché il passato di una moglie debba essere più problematico di quello del marito...


Perché è sempre la donna che apre la porta....
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 03-08-2014, 02.14.12   #18
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Perché è sempre la donna che apre la porta....


Di primo impatto , sono sincera, mi sembrava una risposta (scusami) assurda e persino in odore di volgarità gratuita.

Poi, solo poi ( e per questo rispondo) mi è venuto il dubbio di un complesso.

Può essere ? (spiegherebbe molto, anche se non felicissimamente).

vanina is offline  
Vecchio 03-08-2014, 11.52.04   #19
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
Di primo impatto , sono sincera, mi sembrava una risposta (scusami) assurda e persino in odore di volgarità gratuita.

Poi, solo poi ( e per questo rispondo) mi è venuto il dubbio di un complesso.

Può essere ? (spiegherebbe molto, anche se non felicissimamente).


Azzeccata la tua riflessione, almeno per quanto mi riguarda.
Io ritengo sia un diritto, quello di MR, in ordine alla scelta della propria compagna.
Lui la gradisce vergine. Se è questo che pensa perchè non opera quella scelta?
Di cosa si preoccupa? Nessuno può giudicarlo per quella scelta, se rispeschiasse il vivere in armonia con il suo sentire.
E' solo coerente vivere in armonia con se stessi, nel senso del proprio MODO DI PENSARE.
Non vedo la ragione, oltre una mera curiosità/voglia di conoscere, che lo spinge a interrogarsi sulla veduta di altri maschi, se non quella della dipendenza sua dal giudizio altrui-
Gli frigge che altri pensino diversamente da lui, E LI SFIDA SUL TERRENO DELLA SENSIBILITA', DELLA MORALITA', O DI QUEL DRAMMATICO CONCETTO UN TEMPO CONOSCIUTO COME "ONORE", nel nome del quale - MA LUI (MR) NON CENTRA NULLA (SIA BEN CHIARO) - sono stati commessi crimini (d'onore un tempo, ma facsimili anche oggi) pur di avere il riconoscimento pieno e indiscusso, dalla comunità di appartenenza, della propria ferma aderenza al concetto comune di onore (quello, sì, dicevano, "è uomo d'onore"). Il principio che dettava un tempo quel comportamento è oggi ancora pienamente vigente, ed è riconoscibile quando i giovani, per altro verso anche gli adulti, ambiscono ad essere accettati dalla cerchia degli altri, oppure vestono in conformità alla moda, o corrono numerosissimi ad un concerto di un personaggio ("famoso"... questo l'asse portante di quel comportamento), o per altre svariate ragioni.
E' questo DESIDERIO DI RICONOSCIMENTO che induce a mettere continuamente in discussione le proprie libere scelte e quelle di altri esseri umani che pensano diversamente, fino a sconfinare nel DISAGIO, NELL' INADEGUATEZZA.
L'unico modo per sconfiggere disagio e inadeguatezza è rappresentato dall'autonomia di pensiero.
Bisogna mettersi in testa che - per fare una similitudine - l'indiano va rispettato quando sceglie di non nutrisi di carne vaccina, così come l'europeo deve rispettare la scelta dell'arabo che disdegna la carne di maiale, così come il cinese deve farsene una ragione quando sente l'europeo schifarsi alla sola idea di nutrirsi di carne di cane, etc. etc.: paese che vai usanze che trovi.
A me può piacere la bagna cauda e ad altri la ventricina... qual'è il problema?
E' una questione di gusto e scelta estetica, in armonia con una propria libera scelta etico/morale... come quando un popolo sceglie di formulare la propria carta costituzionale (ovviamente senza trascurare che la ns libertà cessa dove inizia quella altrui).

Buona domenica
laryn is offline  
Vecchio 03-08-2014, 12.05.59   #20
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da jador
Ma che ci può trovare una donna di tanto speciale in un uomo che considera il sesso come un fatto puramente fisico, uno sfogo, da donargli la verginità?


Molte donne hanno donato la loro verginità a uomini indegni che in quel momento hanno solo avuto l'abilità di mostrarsi migliori di ciò che realmente erano.....
marcoriccardi1980 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it