Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-08-2014, 17.18.41   #31
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
Così elogi le donne russe...ma offendi un pochino le donne di tutto il resto del mondo.
E' vero che ci sono tratti distintivi di un popolo, epperò hanno poco e a volte nulla a che fare con le singole persone. Se sposi una donna araba avrai sottomissione ad uffa. Se sposi una giapponese o una cinese o una filippina ti ritroverai con una caratterialità di massima ligia ad un modo d'essere di quei popoli. A Santo Domingo le donne pagherebbero non so cosa per avere come marito un italiano. Si potrebbe continuare di questo passo ad oltranza.
Quel che una caratteristica sommaria di popolo offre, non corrisponde poi in toto alle singole personalità, con le quali, di fatto, bisogna fare i conti. Io credo che le donne abbiano dappertutto, fondamentalmente, le stesse esigenze, così come gli uomini. La differenza la fa il modo in cui ciascun essere umano ha costruito se stesso in rapporto alle costruzioni di adulti che lo circondano sin da quando è infante. Qualcosa eredita dall'ambiente umano che lo circonda, qualche altra dai genitori e dai parenti, ma poi emerge per come ha costruito la propria personalità, ovvero un mixer di comportamenti. Se così non fosse 5 fratelli di una stessa famiglia dovrebbero avere lo stesso significato, a parte la bellezza fisica, per le donne. Così non è.
Io penso che quel che leibnicht vuol dire è che fra le russe, dal suo punto di vista, emerge una caratterialità di base che potrebbe risultare più confacente alla personalità del maschio italiano. Diciamo che potrebbe anche essere vero in parte, o che una tale veduta lascia il tempo che trova.

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
Sull'orlo delle lacrime mi disse..."sai....comincio ad essere disorientata....qui ho tutto quello che ho inseguito per una vita e anche di più. Ma..........non so come la vivete voi italiane....ma....ma...ma..... l'amore e il sesso con un uomo della mia Terra....è Altro....dentro c'è l'anima.....e qui non è così........"

Anche questo è assolutamente opinabile, cara amica di vanina. L'amore e il sesso con un uomo della tua terra è perfettamente simile a quello della nostra terra. Te lo posso assicurare, mentre non ti posso assicurare che tutti o pochi coincidono con la tua immagine di uomo o che tutti o pochi possano renderti paga.
Sicuramente molti maschi prestano poca attenzione al rapporto con una donna che, di conseguenza, sfugge loro di mano (accade anche in Russia, stanne certa)... la donna sente molto più del maschio l'esigenza d'essere amata, presa, coccolata, abbracciata, rispettata, tenuta sul palmo della mano, circondata di attenzioni, di sentirsi principessa, lodata e apprezzata per tutto quello che fa per tenere il nido confortevole, per il tempo che la vede occupata per i figli, portata per mano a passeggiare, ad accomodarsi in un teatro, di tanto in tanto ad un ristorante, etc. etc...., ma attenzione (maschio) che il troppo non venga confuso con il consentirle di metterti il guinzaglio, lei vuole che tu sia uomo che sa quello che vuole e quello che fa, stimato, ma autorevole, anche con lei etc. etc.

Uomini e donne di questa fatta esistino dappertutto nel mondo, ma anche ubriaconi con comportamento da branco, disinteressati al ventaglio di esigenze femminili e che, appagati nel rapporto, razionalizzano e si vergogna per il gioiello di donna che hanno in casa. Mi viene in mente la canzone, bellissima, di Mia Martino:

Sono stata anch'io bambina
Di mio padre innamorata
Per lui sbaglio sempre e sono
La sua figlia sgangherata
Ho provato a conquistarlo
E non ci sono mai riuscita
E lottato per cambiarlo
Ci vorrebbe un'altra vita.
La pazienza delle donne incomincia a quell'età
Quando nascono in famiglia quelle mezze ostilità
E ti perdi dentro a un cinema
A sognare di andar via
Con il primo che ti capita e ti dice una bugia.
Gli uomini non cambiano
Prima parlano d'amore e poi ti lasciano da sola
Gli uomini ti cambiano
E tu piangi mille notti di perché
Invece, gli uomini ti uccidono
E con gli amici vanno a ridere di te.
Piansi anch'io la prima volta
Stretta a un angolo e sconfitta
Lui faceva e non capiva
Perché stavo ferma e zitta
Ma ho scoperto con il tempo
E diventando un po' più dura
Che se l'uomo in gruppo è più cattivo
Quando è solo ha più paura.
Gli uomini non cambiano
Fanno i soldi per comprarti
E poi ti vendono
La notte, gli uomini non tornano
E ti danno tutto quello che non vuoi
Ma perché gli uomini che nascono
Sono figli delle donne
Ma non sono come noi
Amore gli uomini che cambiano
Sono quasi un ideale che non c'è
Sono quelli innamorati come te.
laryn is offline  
Vecchio 28-08-2014, 21.58.04   #32
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
Di primo acchito non potrei non sottoscrivere quanto osservato da Koirè, ma poi... amo conservare la sensazione che Leibnicht abbia voluto introdurre una "provocazione" pro-dialogo, nelle piena consapevolezza ed allegria di farlo.

E' in questo stesso spirito che, leggiadramente ma non per scherzo, mi permetto di aggiungere qualche mia riflessione al tema.
Io non sono mai stata in Russia, ma per lavoro frequento moltissime persone dell'Est, ed ho avuto piacere anche di stringere qualche amicizia.

Quel che mi arriva da questo mondo mi fa sentire vero quel che dice Leibnicht, in parte. Perchè per la restante parte... è anche vero che è perfettamente possibile percepire un grande spessore caratteriale...completamente votato in modo spregiudicato alla salvaguardia di se staessi (esattamente come accade fra noi).

Quel che però mi fa sorridere è particolarmente il ricordo di una amicizia femminile davvero unica e speciale, con tale Julia.
Dolcissima e fortissima giovane donna, che a trent'anni era qui, neo moglie per procura di un ricchissimo quanto zotico italiano, e già divorziata da un suo conterraneo.
Julia era ...davvero unica...
Con lei era possibile parlare solo di Bellezza (arte, letteratura, musica) verso la quale aveva un anelito monopolizzante, anche ad onta della tanta brutta vita fatta in Russia.......
Eravamo in grande e piacevole confidenza.
Era bellina, ormai ricchissima e con piena licenza di godersi questo nuovo paradiso, con autentica "carta bianca" (anche del carnet di assegni) da parte del marito (che non credo abbia mai assolutamente potuto comprendere Chi gli toccò in moglie, per procura; perchè Julia era Tanta, ma proprio Tanta in Sensibilità e Forza e Vita!) .

Un giorno era molto mesta, e ormai aveva anche provato e riprovato l'ebrezza di stuoli di corteggiatori locali.............

Sull'orlo delle lacrime mi disse..."sai....comincio ad essere disorientata....qui ho tutto quello che ho inseguito per una vita e anche di più. Ma..........non so come la vivete voi italiane....ma....ma...ma..... l'amore e il sesso con un uomo della mia Terra....è Altro....dentro c'è l'anima.....e qui non è così........"

Ho perso questa Amicizia, purtroppo. Perchè poco tempo dopo questa confidenza.... riprese il proprio viaggio nella Vita....scappando con un maestro di yoga (non italiano) ...che non aveva di che pagarsi un sandwich.....

E dunque?
Magari è proprio vero quel che dice Leibnicht!
Solo che...detto da Russa... pare che valga anche al maschile!!!
VANINA come sempre scrivi delle belle storie e sei di un ottimismo invidiabile anche quando dici di non credere piu' nell'amore ; Leibnicht tu sei un poeta , il vero russo sei tu !!!!veramente !! Quanto a julia , concorderei con te VANINA , se questa tua amica russa fosse scappata con lo yoghi senza soldi prima di aver sposato lo zotico ricchissimo italiano ;e che tale fosse , questo italiano assai ricco , una simile anima russa se ne sara' accorta senz'altro prima di sposarlo , non ti pare ? E solo se non avesse detto di aver ottenuto in Italia quello che aveva inseguito tutta la vita . Una simile anima russa cosi' sensibile , per tutta la sua breve vita avrebbe inseguito altro che un conto in banca innanzitutto !! Daiii VANINA !!!! Non che le italiane siano diverse nel loro inseguire questo tipo di sicurezze , solo non lo dicono apertamente come te lo ha detto julia . Ecco in questo , ma solo in questo e per gli effetti psicologici causati dal socialismo reale ( leggasi poverta' )le russe appaiono ma solo appaiono un po' piu' giustificabili delle italiane . Per il resto le donne o ti concedo , certe donne sono tutte uguali . Io VANINA sono molto meno ottimista di te ma siamo in psicologia sicché ci sta che uno stesso quadro colpisca in modo diverso .
nikelise is offline  
Vecchio 29-08-2014, 01.05.15   #33
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da laryn

Anche questo è assolutamente opinabile, cara amica di vanina. L'amore e il sesso con un uomo della tua terra è perfettamente simile a quello della nostra terra. Te lo posso assicurare, mentre non ti posso assicurare che tutti o pochi coincidono con la tua immagine di uomo o che tutti o pochi possano renderti paga.

Non lo Laryn....mai fatto l'amore con un russo...

Forse ha ragione Nikelise quando dice che sono ottimista: io mi fido di quel che il mio prossimo mi confida, almeno fino a prova contraria, e soprattutto se me lo confida in forza di solo rapporto di stima e apertura reciproche, e su capitoli in cui quella confidenza non può sortirgli alcun vantaggio concreto da mia credulità...

A parte questo...è vero che ho rapporti con tante donne (e anche uomini) dell'est (non tutti sono amici e con qualcuno ho anche seriamente discusso).
MA onestamente...restando sul tema aperto da Leibnicht...io non mi sento di relativizzarlo più di tanto.
La Donna dell'est...anche a me risulta diversa da quella italiana.
E...mi spiace (da italiana) ....per me è Superiore.

Mi è piaciuto molto in Leibnicht (e mi ha fatto riflettere un bel po') l'arguta osservazione "veniamo tutti da lì e lì è l'origine della nostra natura".

Resta comunque, a me italiana, che per trenta donne dell'Est ne conosco (bene) tremila di italiane e (mi chiedo) : possibile che di trenta donne dell'Est io DEBBA riconoscere l'autorevolezza anche quando fanno le colf e sono intenzionalmente "cattive e revanchiste" , mentre non riesco a riconoscere la stessa autorevolezza in nessuna italiana su tremila, anche quando iper-colta-manageriale e iper masterizzata?

Possibile che la sorte abbia selezionato per me la accurata e depistante selezione di trenta donne dell'Est che sono eccezioni e Titani?
Il bello è che con qualcuna ho anche dovuto seriamente discutere per ragioni professionali, e quindi...non parlo sull'emotività dell'idillio.

Ma..mi si creda o meno....NON c'è donna dell'Est che non mi abbia dato la sensazione marcata di essere Donna a 360°.
Mentre fatico assai, tra le tremila italiane conosciute in vita mia, a ricordarne qualcuna che superi.... i 90° ...

Io sono italiana...sia chiaro....
vanina is offline  
Vecchio 29-08-2014, 01.31.52   #34
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
VANINA come sempre scrivi delle belle storie e sei di un ottimismo invidiabile anche quando dici di non credere piu' nell'amore ; Leibnicht tu sei un poeta , il vero russo sei tu !!!!veramente !! Quanto a julia , concorderei con te VANINA , se questa tua amica russa fosse scappata con lo yoghi senza soldi prima di aver sposato lo zotico ricchissimo italiano ;e che tale fosse , questo italiano assai ricco , una simile anima russa se ne sara' accorta senz'altro prima di sposarlo , non ti pare ? E solo se non avesse detto di aver ottenuto in Italia quello che aveva inseguito tutta la vita . Una simile anima russa cosi' sensibile , per tutta la sua breve vita avrebbe inseguito altro che un conto in banca innanzitutto !! Daiii VANINA !!!! Non che le italiane siano diverse nel loro inseguire questo tipo di sicurezze , solo non lo dicono apertamente come te lo ha detto julia . Ecco in questo , ma solo in questo e per gli effetti psicologici causati dal socialismo reale ( leggasi poverta' )le russe appaiono ma solo appaiono un po' piu' giustificabili delle italiane . Per il resto le donne o ti concedo , certe donne sono tutte uguali . Io VANINA sono molto meno ottimista di te ma siamo in psicologia sicché ci sta che uno stesso quadro colpisca in modo diverso .

Grazie Nike, ma...sei sicuro che io sia più ottimista di te?
A me sembri eccezionalmente ottimista, ad esempio, quando dici che "il poeta e vero russo" sia Liebnicht...

Senza nulla voler togliere a Leibnicht...............A ME ....l'idea di uno che consiglia di andare nella riserva di caccia, studiare la lingua per capirsi contrattualmente meglio, e ...anche conoscere la famiglia e vedere come si comporta l'animaletto nel proprio habitat.................non riesce ad evocare proprio niente di poetico e manco di Russo......
Credo che non saprei ipotizzare di usare questi metodi "scientifici" neanche per scegliere un cane di razza che intendessi acquistare...
Andrei sull'istinto, come ci andai quando volendo acquistare un pinscher e..dei tre neonati in negozio scelsi il più piccolino (apparentemente fragile) e turbolento (che è mia Gioia Sanissima da 13 anni)....

Hai detto proprio bene : siamo in psicologia e ciascuno dice quel che vede.

Io ho letto un Leibnicht affascinato da aspetti che affascinano anche me.
Poi l'ho letto consigliare un kit ragionieristico che personalmente mi raccapriccia.

Siamo in psicologia....appunto....ed è bello parlarne, no?

P.s. : Julia non poteva sapere che la miniera italiana corrispondesse a uno zotico assoluto (si è sposata per procura, perchè la disperazione era assoluta e doveva fuggire dalla Russia per poter mandare a sua madre...almeno i soldi per mangiare qualcosa e spalare metri di neve...pensava che l'Italia fosse La Soluzione).......il ricchissimo poveraccio che ha trovato sarebbe stata la soluzione ...se Julia avesse puntato solo al conto in banca; Julia ha avuto in quegli anni (pochissimi) di matrimonio cose che anche io e tanti che stanno benino non abbiamo mai avuto : Julia ha acquistato un pianoforte a coda per continuare le lezioni piano...Julia ha acquistato un forno da ceramista (costa proprio molto, me ne intendo) per fare ceramica....Julia ha acquistato quadri e sculture (da me) ....Julia viaggiava in Bmw e acquistare una gonnina da 800 euro (nel 2002) era assolutamente ovvio............MA ....Julia IN TUTTO QUESTO arrivava all'orlo delle lacrime con me ...e ricordava con l'anima lacerata..........persino il marito connazionale da cui aveva LEI divorziato..............
Il problema dello zotico locale non sarebbe stato un problema se non per la coscienza di Julia.
Lei aveva carta bianca assoluta su carnet di assegni con plafond da nababbi, e nessuno mai le ha creato problemi.
I problemi se li è creati lei, per come era.
Non era poter staccare assegni e riempirsi di beni quello che agognava!!!!!!!!!
vanina is offline  
Vecchio 29-08-2014, 11.08.41   #35
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
Grazie Nike, ma...sei sicuro che io sia più ottimista di te?
A me sembri eccezionalmente ottimista, ad esempio, quando dici che "il poeta e vero russo" sia Liebnicht...

Senza nulla voler togliere a Leibnicht...............A ME ....l'idea di uno che consiglia di andare nella riserva di caccia, studiare la lingua per capirsi contrattualmente meglio, e ...anche conoscere la famiglia e vedere come si comporta l'animaletto nel proprio habitat.................non riesce ad evocare proprio niente di poetico e manco di Russo......
Credo che non saprei ipotizzare di usare questi metodi "scientifici" neanche per scegliere un cane di razza che intendessi acquistare...
Andrei sull'istinto, come ci andai quando volendo acquistare un pinscher e..dei tre neonati in negozio scelsi il più piccolino (apparentemente fragile) e turbolento (che è mia Gioia Sanissima da 13 anni)....

Hai detto proprio bene : siamo in psicologia e ciascuno dice quel che vede.

Io ho letto un Leibnicht affascinato da aspetti che affascinano anche me.
Poi l'ho letto consigliare un kit ragionieristico che personalmente mi raccapriccia.

Siamo in psicologia....appunto....ed è bello parlarne, no?

P.s. : Julia non poteva sapere che la miniera italiana corrispondesse a uno zotico assoluto (si è sposata per procura, perchè la disperazione era assoluta e doveva fuggire dalla Russia per poter mandare a sua madre...almeno i soldi per mangiare qualcosa e spalare metri di neve...pensava che l'Italia fosse La Soluzione).......il ricchissimo poveraccio che ha trovato sarebbe stata la soluzione ...se Julia avesse puntato solo al conto in banca; Julia ha avuto in quegli anni (pochissimi) di matrimonio cose che anche io e tanti che stanno benino non abbiamo mai avuto : Julia ha acquistato un pianoforte a coda per continuare le lezioni piano...Julia ha acquistato un forno da ceramista (costa proprio molto, me ne intendo) per fare ceramica....Julia ha acquistato quadri e sculture (da me) ....Julia viaggiava in Bmw e acquistare una gonnina da 800 euro (nel 2002) era assolutamente ovvio............MA ....Julia IN TUTTO QUESTO arrivava all'orlo delle lacrime con me ...e ricordava con l'anima lacerata..........persino il marito connazionale da cui aveva LEI divorziato..............
Il problema dello zotico locale non sarebbe stato un problema se non per la coscienza di Julia.
Lei aveva carta bianca assoluta su carnet di assegni con plafond da nababbi, e nessuno mai le ha creato problemi.
I problemi se li è creati lei, per come era.
Non era poter staccare assegni e riempirsi di beni quello che agognava!!!!!!!!!

Grazie a Te Vanina ,
su julia , ti credo senz'altro anzi quello che dici ci sta tutto : sai perché a Te quelle russe sembrano donne a 360 gradi ? Per una pregevole , con la riserva che ti diro' , ragione e cioe' che sono del tutto prive di moralismo , a differenza delle donne italiane o latine in genere , per cultura '' religiosa '' o di quelle anglosassoni , compenetrate del puritanesimo che sta alla radice dei loro comportamenti , meglio delle loro ipocrisie .
Non parlo di morale/etica , quella e' un'altra cosa e manca a tutte (tutti anzi maschi compresi ) ma di moralismo cioe' di quella degenerazione della morale per la quale bisogna apparire morali cioe' apparire diversi e migliori da quello che si e' realmente .
Ebbene loro , le russe ma tutte quelle dell'est in genere , hanno il pregio di essere esenti da questa sciagura : sono come sono e cosi' si manifestano .
E questo e' , per chi non ne e' abituato , estremamente affascinante , questo le rende donne a 360 gradi , perché sembrano promettere ad un uomo ad un amico , ad un'amica di poter avere tutto da loro e non solo una parte , quella concessa dal moralismo corrente . Sono , pertanto , scopatrici indefesse , dolci mogli e tenere amanti , amiche splendide ,conversatrici interessanti , sensibili alla bellezza come dici tu in tutte le forme , grandi lavoratrici , sembrano essere e poter fare TUTTO insomma .
Se non fosse pero' che per motivi legati , come detto , alla loro atavica e generazionale poverta' e soprattutto alla convinzione di non avere i mezzi propri né le condizioni sociali ed ambientali per uscire mai da tale condizione queste donne russe sono legatissime alle cose , agli oggetti di consumo ed in modo tale da farne la misura anche di valori che con le cose , gli oggetti, non dovrebbero avere alcun legame , come ad esempio i sentimenti . Sono infatti coerentemente anche molto generose .
Ne ho conosciute tante anch'io in qualita' di badanti .
Assenza di moralismo , dunque , questo e' il loro pregio , questo le fa apparire cosi' affascinanti e se poi ci unisci una bellezza a cui non siamo abituati ..... ecco Leibnicht e la sua poesia che apprezzo moltissimo e nello stesso tempo temo , perché ritengo lontana dalla realta' .

Questo concetto del moralismo distinto dalla morale , ci consente anche di ritornare in tema , perché solo il moralismo spinto all'eccesso poteva generare il quesito di questo 3D.
Se uno si pone quella domanda lo fa perché e' intimamente convinto che un passato sessuale sia male , che il sesso sia male salvo se praticato da una Lei per la prima volta solo con Lui .....in tal caso diventa istantaneamente cosa pulita .

Ma ti diro' di piu' sempre prendendo spunto dalle donne dell'est , diciamo russe .
Esiste una legge che guida la psiche e che e' onnipresente , nel senso che sta in ogni nostra manifestazione , la scoperse Eraclito e si chiama enantiodromia , letteralmente : corsa verso o negli opposti .
Molto semplicemente la nostra mente e' in un continuo movimento da un opposto all'altro , da un'atteggiamento psichico al suo opposto .
E' una grande e salutare legge cui obbediamo perché il movimento e' vita e salute .
Ed e' anche una legge banale , se vogliamo ma spesso dimenticata in quanto siamo fuorviati dal fatto che noi vediamo i singoli stati della polarita' e pensiamo che quella singola polarita' sia la condizione definitiva .
Ci dimentichiamo che fa parte di noi anche la polarita' opposta e le 1000 sfumature che si trovano da una polarita' all'altra : in altre parole noi viviamo , volta per volta ,lo stato psichico compreso nella singola polarita' e non l'insieme degli stati compresenti , magari !!! sarebbe la coniunctio oppositorum tanto agognata dagli alchimisti e non solo .

Ecco allora che si spiega , almeno spiega a me , come julia riuscisse a passare con la lacrima ed il dolore vivo nel cuore dalla gonnina da 800 euro e dalla bmw sportiva e quant'altro alla appassionata discussione sull'arte , la bellezza , la natura , l'anima ecc....... ma anche come in assenza delle cose e degli oggetti tanto desiderati e finche' non avesse trovato chi glieli poteva procurare dovesse essere un killer spietato capace di soffocare ogni delicato sentimento .Ed ecco perché , sempre mi spiego , la donna italiana , incapace di quel salutare movimento tra o negli opposti a causa del moralismo , non possa competere con la donna russa che e' capace di vere e proprie acrobazie psicologiche , salti di stato sconcertanti che affascinano e quindi perché la donna italiana appaia a Te , una donnina a soli 90 gradi, rispetto all'altra capace di farne 360
Ed ecco anche il perché della domanda di questo 3D che appare assurda ma che invece tanto assurda non e' , per me , alla luce dell'imperante moralismo di cui tutti , specie noi italiani , in qualche modo siamo intrisi .

Quanto a Leibnicht , insisto nel dire che e' un vero poeta dell'anima : non c'e' nelle sue parole il minimo dubbio sull'immensita' dell'anima della donna russa ...... se non e' poesia questa???!!! Da uomo posso dirti che il suo vademecum non e' quello del guardiacaccia nella riserva ma solo un modo di esporre qualcosa in cui crede fermamente............... d'altronde se le donne russe sono superiori a quelle italiane per te , pensa cosa possono essere per lui .......
nikelise is offline  
Vecchio 29-08-2014, 14.47.09   #36
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Ebbene loro , le russe ma tutte quelle dell'est in genere , hanno il pregio di essere esenti da questa sciagura : sono come sono e cosi' si manifestano .
E questo e' , per chi non ne e' abituato , estremamente affascinante , questo le rende donne a 360 gradi , perché sembrano promettere ad un uomo ad un amico , ad un'amica di poter avere tutto da loro e non solo una parte , quella concessa dal moralismo corrente . Sono , pertanto , scopatrici indefesse , dolci mogli e tenere amanti , amiche splendide ,conversatrici interessanti , sensibili alla bellezza come dici tu in tutte le forme , grandi lavoratrici , sembrano essere e poter fare TUTTO insomma .

SPLENDIDO tutto quel che hai scritto!
Ho quotato , per sole ragioni di spazio forumistico, la parte che emotivamente mi è risultata più sconvolgente (sebbene non sia la più importante)...perchè...Chapeau!!!!...hai effettivamente FOTOGRAFATO quel che io vedo e che mi fa parlare nel modo in cui ho parlato!!!!
Non avevo mai svolto la tua splendida analisi, e molto emotivamente...la vedevo proprio "alla Leibnicht" , per questo mi aveva tanto colpita la Sua condisederazione "veniamo tutti da lì e lì è rimasta la nostra Origine (sottinteso: allo stato più puro e vero)".
Sarei potuta arrivare a delirarci teoreticamente, e sospinta da un indizio che in realtà è un fatto costante : la Donna dell'Est è La Summa , addirittura, del Maschile e del Femminile....
Femminile e splendida come poche....
Forte (anche FISICAMENTE) come non sono tanti maschi....

Ma HAI EVIDENZIATO una spiegazione così Logica che...non solo mi ha inaugurato un filone di pensiero al riguardo (e GRAZIE!) , ma...sai che addirittura sei riuscito a farmi capire PERCHE' ho discusso con quelli con cui ho discusso?
Le discussioni, che hanno anche portato a chiusura di quelle che erano amicizie, le ho sempre provocate io, italiana moralista, ed erano sempre legate a ragioni economico-relazionali (io amministro beni altrui per professione e posso pagare i fornitori dei miei clienti quando i miei clienti mi versano il necessario per pagare il loro fornitori) .
Bene: nelle amicizie appassionatamente reciproche...nel mio mondo non esiste che "la confidenza si trasformi in madre della mala creanza" e per sola questione di quattrini, oltretutto.
E invece...proprio come dici Tu, per questi è talmente essenziale la questione quattrini che...neanche s'accorgono di debordare alla grande rispetto al nostro mondo perbenista, quando sentono leso l'interesse di pancia....
Per loro, senza filtri, è assolutamente normale quel che per me (cresciuta nei Filtri del moralismo) è inconcepibile e intollerabile!!!!
Che poi mi viene anche da sorridere, perchè....quel residuo di russa che ci può essere dentro di me...non mi permette di negare i meriti altrui....
Per cui...sai come mi trovo in questi rapporti?
Mi trovo come chi continua a conoscere e riconoscere i loro meriti professionali, e ...da italiana....(che potrebbe sostituirli in qualunque momento a proprio piacimento) ...si limita a dire "ok...sei una bravissima lavoratrice e onore al merito, però con questi tuoi modi non possiamo essere amiche. Non è un gran danno: i rapporti professionali non richiedono amicizia, e noi siamo la prova che ne sono danneggiati! Continuiamo a lavorare se vuoi, e ...magari parliamo tramite Legale, chè mi trovo più a mio agio e perdo meno tempo!).

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Quanto a Leibnicht , insisto nel dire che e' un vero poeta dell'anima : non c'e' nelle sue parole il minimo dubbio sull'immensita' dell'anima della donna russa ...... se non e' poesia questa???!!! Da uomo posso dirti che il suo vademecum non e' quello del guardiacaccia nella riserva ma solo un modo di esporre qualcosa in cui crede fermamente............... d'altronde se le donne russe sono superiori a quelle italiane per te , pensa cosa possono essere per lui .......

uhmmmm....
Spero che Leibinicht abbia la simpatia e convivialità di tornare a metterci del Suo, e mai vorrei che questo sembrasse un "processo a Leibnicht" !!!!! (ci mancherebbe).

Però Nike....è più forte di me precisare una cosina sul punto, e lo è in linea teorica, non certo per stigmatizzare il Pensiero di Leibinicht come Persona.

Anche qui dici qualcosa di sacrosanto, e cioè : se la Donna dell'Est è vissuta come Ideale da me che son donna....figuriamoci come possa viverla un uomo!!! E se poi consideriamo che le Donne dell'Est sono quasi regolarmente molto belle e che sono sensualissime anche le non bellissime...... chi può darti torto?
Ma infatti...non è su questo che trovavo poco poetico il post di Leibnicht!

Lo trovavo tutt'altro che poetico ...nell'approcciarsi a Tutto Questo (che abbiamo appena finito di tratteggiare: è il mondo ...senza moralismo e anche ...senza morale poi alla fine;...è il mondo mosso da una gran forza ma poi anche da una grande spregiudicatezza;....è il mondo mosso dal coraggio di esserci e far di tutto per esserci, almeno in qualche modo e persino in qualunque modo....).....e (sarò moralista anche qui?) nel mio mondo ha qualcosa di stonatisssimo il desiderare di appropriarsi dei RISULTATI POSITIVI di questo mondo...propalando un metodo talmente ragionieristico e prudente e pavido che PER SE STESSO dimostra che del mondo che si agogna NON si condivide un benemerito NULLA, e manco lo si è realisticamente inquadrato (proprio come me)!!!!

Lo si è mitizzato, se ne apprezzano i possibili risultati funzionali alla propria (necessariamente limitata) visione, e si parte all'arrembaggio con quadernino di computisteria per scegliere l'animaletto che meglio risponde ai test di convenienza, dentro al vivaio di cui...al massimo si conosce l'indirizzo?????

La Gente dell'Est non merita questo.
La Gente dell'Est NON fa così nè lo farebbe mai.
La Gente dell'Est ci si butta dentro anima e core e ...in parte si fida di quel che sente, e in altra parte si fida che...se avesse sentito male....rimedia di sicuro!!!!!

vanina is offline  
Vecchio 29-08-2014, 22.55.23   #37
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da vanina
-,


Però Nike....è più forte di me precisare una cosina sul punto, e lo è in linea teorica, non certo per stigmatizzare il Pensiero di Leibinicht come Persona.
poco poetico il post di Leibnicht!

Lo trovavo tutt'altro che poetico ...nell'approcciarsi a Tutto Questo (che abbiamo appena finito di tratteggiare: è il mondo ...senza moralismo e anche ...senza morale poi alla fine;...è il mondo mosso da una gran forza ma poi anche da una grande spregiudicatezza;....è il mondo mosso dal coraggio di esserci e far di tutto per esserci, almeno in qualche modo e persino in qualunque modo....).....e (sarò moralista anche qui?) nel mio mondo ha qualcosa di stonatisssimo il desiderare di appropriarsi dei RISULTATI POSITIVI di questo mondo...propalando un metodo talmente ragionieristico e prudente e pavido che PER SE STESSO dimostra che del mondo che si agogna NON si condivide un benemerito NULLA, e manco lo si è realisticamente inquadrato (proprio come me)!!!!

Lo si è mitizzato, se ne apprezzano i possibili risultati funzionali alla propria (necessariamente limitata) visione, e si parte all'arrembaggio con quadernino di computisteria per scegliere l'animaletto che meglio risponde ai test di convenienza, dentro al vivaio di cui...al massimo si conosce l'indirizzo?????

La Gente dell'Est non merita questo.
La Gente dell'Est NON fa così nè lo farebbe mai.
La Gente dell'Est ci si butta dentro anima e core e ...in parte si fida di quel che sente, e in altra parte si fida che...se avesse sentito male....rimedia di sicuro!!!!!

Ecco qui vien fuori di nuovo il tuo invidiabile ottimismo ; io la vedo così: loro non aspettano altro che qualcuno le cerchi , fingendosi prede , proprio per questo loro essere animalesche e le valorizzi come portatrici di un'anima ......per fare giustamente solo ciò che comoda loro ......spregiudicatamente , come hai scritto tu . E giocano come al gatto col topo con noi , indeboliti dal moralismo di chi ha la pancia piena .
nikelise is offline  
Vecchio 25-09-2014, 09.48.29   #38
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da Roquentin
In questo post si possono leggere i tratti principali dell'uomo beta:

- investe eccessivamente nel rapporto per ottenere qualcosa in cambio (sesso, attenzioni, fedeltà)
- non avere consapevolezza della propria mascolinità
- non imporre i propri limiti invalicabili
- dare troppo valore alla donna idealizzandone la sessualità
- preconcetti sessuali
- sindrome del "bravo ragazzo"
- non soddisfare i propri bisogni
- visione infantile e irreale della natura femminile e maschile (o principessa o puttana - ******* o zerbino)
- Possibile "monogamismo materno"
- scarsa conoscenza delle reali dinamiche d'interazione tra sessi

prova a sovvertire i tuoi valori e sarà tua moglie a preoccuparsi della tua sessualità.


In poche parole mi stai invitando a comportarmi da uomo e a non indagare sul perchè le donne fanno delle scelte al posto di altre.....
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 28-09-2014, 07.26.54   #39
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

[quote=laryn]E' vero che ci sono tratti distintivi di un popolo, epperò hanno poco e a volte nulla a che fare con le singole persone. Se sposi una donna araba avrai sottomissione ad uffa. Se sposi una giapponese o una cinese o una filippina ti ritroverai con una caratterialità di massima ligia ad un modo d'essere di quei popoli. A Santo Domingo le donne pagherebbero non so cosa per avere come marito un italiano. Si potrebbe continuare di questo passo ad oltranza.
Quel che una caratteristica sommaria di popolo offre, non corrisponde poi in toto alle singole personalità, con le quali, di fatto, bisogna fare i conti. Io credo che le donne abbiano dappertutto, fondamentalmente, le stesse esigenze, così come gli uomini. La differenza la fa il modo in cui ciascun essere umano ha costruito se stesso in rapporto alle costruzioni di adulti che lo circondano sin da quando è infante. Qualcosa eredita dall'ambiente umano che lo circonda, qualche altra dai genitori e dai parenti, ma poi emerge per come ha costruito la propria personalità, ovvero un mixer di comportamenti. Se così non fosse 5 fratelli di una stessa famiglia dovrebbero avere lo stesso significato, a parte la bellezza fisica, per le donne. Così non è.
Io penso che quel che leibnicht vuol dire è che fra le russe, dal suo punto di vista, emerge una caratterialità di base che potrebbe risultare più confacente alla personalità del maschio italiano. Diciamo che potrebbe anche essere vero in parte, o che una tale veduta lascia il tempo che trova.

Koirè:Quello che intendevo dire con il mio passato intervento è che tutto il mondo è paese.Come te ben dici è vero che ogni popolo ha la sua caratteristica,la sua educazione e valori....Ma parlando di donne non posso "accettare" che non si valorizzi anche la passionalità italiana,l'inventiva....o la tenacia svizzera...ma anche io stò cadendo nella trappola delle distinzioni,perchè Italiane,Russe,Giapponesi,Irla ndesi,Americane,Sudafricane... hanno tutte le loro qualità e i loro difetti...es:una donna francese può uccidere i suoi figli....la sua vicina di casa darebbe la sua vita x loro....Una russa può venire in italia x trovare l'uomo che le dà sicurezza economica anche se non gli piace...un'altra viene x amore...idem x tutte le donne del mondo.Dentro di noi albergano si la cultura,l'educazione ricevuta etc...ma nel profondo siamo donne con tanti e tanti tratti in comune.
Giusto l'altro giorno ho visto a Torino una donna "italiana" cercare di aiutare una donna marocchina da 2 tipi poco raccomandabili che la spintonavano...bè anch' io mi son messa in mezzo con il telefono gia all'orecchio x chiamare i carabinieri...chissà,e dico chissà....magari una russa si faceva i fatti suoi,magari invece no.
LE DONNE NON SI POSSONO CATALOGARE,talmente hanno sentimenti,sfumature,passioni che vanno ben oltre da dove son nate.
Con affetto.

S.G.
Koirè is offline  
Vecchio 01-10-2014, 11.35.41   #40
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Come avete fatto ad accettare il passato sessuale di vostra moglie?

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
mi rivolgo agli uomini: come avete fatto ad accettare il fatto che vostra moglie abbia condiviso l'intimità con altri uomini prima di voi, che magari l'hanno pure ingannata per farsi scegliere?
Considerato appunto che per le donne il sesso ha una valenza diversa rispetto a quella che diamo noi uomini....?
Se negassi che la pregressa attività sessuale di mia moglie non mi infastidisce direi una cosa non vera.

Pur tuttavia è cosa superabile e va superata. L'indugiare della mente su questa problematica è poco saggio. Denota inoltre qualcosa di non corretto nella nostra personalità: non sono un esperto e non mi avventuro in analisi al di là delle mie possibilità però rilevo che non va bene. Diciamo che la definerei gelosia esagerata.
freedom is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it