Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-01-2005, 10.36.36   #111
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da neman1
Herzog, non confondiamo la schiettezza-sinceritÓ con la veritÓ, Ŕ ugualmente lontana da essa, come lo Ŕ la "poca chiarezza". La gente sbaglia a intendere "normalmente" la "veritÓ". Perche dove c'Ŕ il "normale" ci sono anche convenzioni. La veritÓ non la trovo tale- convenzionale, tantomeno il modo per raggiungerla.



Sicuro? Nessuno-nessuno???

Saluti

beh nessuno nessuno proprio no ...
cmq anche in questo caso ci sarebbe da fare una distinzione fra veritÓ e veritÓ soggettiva e perchŔ racconti distorti dalla soggettivitÓ...
l'altro giorno sono uscito con un mio amico che non vedevo da tanto tempo ...
abbiamo rimembrato un avvenimento di 4 anni prima e lui disse che era stato lui a farlo mentre alcuni giorni prima lo stesso argomento ne avevo parlato con un altra persona che mi aveva detto la stessa cosa....
insomma io ero convinto che ad avere compiuto quella cosa fosse stato quest'ultimo anche prima che nessuno dei due parlasse mentre ora nonostante sia convinto sempre della mia idea originale ho qualche dubbio ...insomma chi pu˛ essere stato il primo o il secondo a mentire ??
e se Ŕ stato il primo a mentire l'ha fatto perchŔ non si ricordava bene o perchŔ voleva farsi grande ??
bomber is offline  
Vecchio 13-01-2005, 10.43.07   #112
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: veritÓ...

Citazione:
Messaggio originale inviato da herzog
Visto quello che mi pareva essere il tema del topic (siamo in ambito "psicologia" e non "filosofia"), era ovvio che io mi riferissi sempre alla veritÓ "soggettiva" (almeno che non ci sia qualcuno in giro, ma non credo, che pu˛ parlare, con gli altri, esprimendo veritÓ "oggettive"..stiamo parlando di rapporti umani) e, quindi, nessuna confusione (rimando ai miei esempi, per chiarire i miei intenti, ai quali non sono state fornite risposte soddisfacenti...)..
Herzog


beh la realÓ oggettiva esiste ...
o meglio se io dico che il mio cane Ŕ anche nero sicuramente posso dire che arrivo ad avere quasi la certezza ...
ovviamente valutando che le persone che contestano questa affermazione siano concordi ad assegnare la colore nero quello stimolo visivo che io gli assegno ....
in effetti questa Ŕ una realtÓ oggettiva anche se poi come tutte le realtÓ oggettive Ŕ condizionata dalle interpretazioni ...
insomma se arrivasse un eschimese e dicessi che il mio cane non Ŕ nero perchŔ per lui il nero Ŕ un altra cosa chi avrebbe ragione ??
non lo so ...
beh a dire il vero non so neppure perchŔ ho iniziato con queste lugubrazioni mentali ...cmq se accettiamo il riscontro di un margine di errore pu˛ esiste condividendo gli stessi termini comunicativi che riusciamo a realizzare una relativa veritÓ oggettiva non assoluta ovviamente ma almeno dciamo cosi accettabile ...
bomber is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it