Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-10-2007, 14.59.16   #121
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Vedo che non demordi sul senso della discussione che vuoi conficcare con tutte le forze nel tuo atto di "deliberazione"; ma io non ho mai parlato in un tal contesto, mi pare.




No guarda, non è affatto vero quanto ti ostini a contestare, dato che anche per Dio - se è per questo - esiste una Legge a cui attenersi e rispetto alla cui trasgressione si è giudicati - dall'Alto - rei di morte.

Inoltre resta sempre il problema ( che non ti sfugge, ma non ti entra ) di garantire l'incolumità della comunità civile.




Se lo dici tu...




Ora sei anche un teologo ?
Io sono più di un teologo, in realtà, ma non ti dirò cosa intendo dato che non rientra nel caso argomentato.

La Teologia della Salvezza non si applica alla Legge, come tu dici, dato che il suo contesto è quello dell'anima di una persona umana. Esiste altresì anche una Legge ed un'etica, però, le quali seppur vanno integrate, per chi crede, in un tal contesto scritturistico-teologico, NON possono esulare da esigenze d'ordine sociale ed umano che NON pregiudichino la libertà di ogni individuo.

Quindi, traducendo il concetto:

"la mia libertà finisce dove inizia quella di un altro"; Dio ha attribuito all'essere umano una tal Giurisdizione secondo Giustizia !


Riguardo la tua personale "postilla", ribadisco che 'la pena di morte' va valutata in tal contesto, il quale è sia civile-penale che teologico ( la Salvezza dipende sempre e solo da ognuno, mentre il senso e la coscienza sociale SONO SOSTANZIALMENTE SUPERIORI, anche teologicamente parlando, alle singole individualità ! ).


Trovo sia il caso, a questo punto, per quanto mi riguarda di concludere il discorso qui. Comprendi quel che preferisci, nessuno ti obbliga di cambiare la tua personale opinione ..

Considerato il contenuto della tua ultima replica, convengo con te che sia meglio abbandonare la presa.
Bye
visechi is offline  
Vecchio 17-10-2007, 19.16.37   #122
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?

Per concludere il mio - personale - discorso, portando un esempio sui diversi 'casi estremi' sottintesi all'argomento trattato, puntualizzerei universalmente che:
se pur a prezzo della mia vita - quella cioè di "chiunque" abbia Fede in Cristo - riconoscessi la possibilità che la persona giudicata 'rea di morte' e 'pericolosa per l'incolumità altrui' ( non potendo altresì essere reclusa o impedita di agire ), arrivasse a comprendere la verità e a pentirsi ( liberandosi dal giogo ed inganno che lo terrebbe in suo potere ), non esisterei ad offrirla in suo riscatto, affinché potesse ottenere la salvezza; recuperando cioè la piena ed autentica libertà di uomo/donna ( ovvero di 'figlio/a di Dio' ).
koan is offline  
Vecchio 17-10-2007, 23.41.07   #123
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Ora torniamo al tema proposto, grazie.
Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?
webmaster is offline  
Vecchio 18-10-2007, 12.02.47   #124
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?

Per estrema coerenza no! Non ha forse scacciato i mercanti dal Tempio?
Ragazzi, il vicario di Cristo in terra indossa un paio di scarpe da urlo, che ci potrebbe sfamare non so quanti bambini africani.
Passeggia nelle Stanze affrescate da Raffaello, dorme su un materasso di piume, briga come il più scaltro dei politici e della povertà non ha mai sentito neanche l'odore.
Secoli e secoli di proteste, migliaia di gente bruciata sul rogo perché leggendo il Vangelo si accorgeva di una qualche discrepanza tra le parole di Gesù e lo stile di vita di troppi dei suoi sacerdoti!
Lo sapevate che nel '500 parecchi analfabeti imparavano a leggere e a scrivere solo per capire cosa VERAMENTE dicessero i Vangeli e se venivano beccati era Inquisizione?
Lasciamo stare la teologia, che è nata dalle quaestiones, ovvero: si cercava di mettere d'accordo alcuni passi dei padri della Chiesa che si contraddicevano.
Io mi sono sempre immaginata un Gesù che entra in Vaticano, infuriato come solo il Figlio di Dio, e scaccia tutti quanti a calci nel sedere.
Da Lui non mi aspetterei né più, né meno di questo.
kore is offline  
Vecchio 18-10-2007, 16.23.45   #125
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?

Citazione:
Originalmente inviato da webmaster
Ora torniamo al tema proposto, grazie.
Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?
Salve, assolutamente NO. ed è meglio che non si presenti, perchè verrebbe arrestato su indicazione dell' Istituzione ( da lui creata. - ma quando mai ?? ). E se fossimo nel 1300/1600 ( la chiesa era gia' corrotta da alcuni secoli ) il povero Yaeshua sarebbe ancora sottoposto a torture ( non piu' bastonato/flagellato - ma con quei metodi " studiati " dai domenicani ( definiti da G.Bruno: i cani di Dio - E.Drewerman - Processo a G.Bruno - ed.BUR saggi ), e infine arso vivo. La sentenza sarebbe emessa dal sommo sacerdote romano - ( esattamente come Ippolito Aldobrandini salito sul ""trono " di Pietro come Clemente VIII : il vicario giustiziere). - E' meglio quindi che Yeshua rimanga nella pace del nulla - cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 18-10-2007, 22.59.30   #126
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Gesù si riconoscerebbe nella chiesa di oggi?

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
Salve, assolutamente NO. ed è meglio che non si presenti, perchè verrebbe arrestato su indicazione dell' Istituzione ( da lui creata. - ma quando mai ?? ). E se fossimo nel 1300/1600 ( la chiesa era gia' corrotta da alcuni secoli ) il povero Yaeshua sarebbe ancora sottoposto a torture ( non piu' bastonato/flagellato - ma con quei metodi " studiati " dai domenicani ( definiti da G.Bruno: i cani di Dio - E.Drewerman - Processo a G.Bruno - ed.BUR saggi ), e infine arso vivo. La sentenza sarebbe emessa dal sommo sacerdote romano - ( esattamente come Ippolito Aldobrandini salito sul ""trono " di Pietro come Clemente VIII : il vicario giustiziere). - E' meglio quindi che Yeshua rimanga nella pace del nulla - cordialita'


Verissimo, mi sorge un dubbio: e se Gesù, che sapeva leggere sin da adolescente, non avesse lasciato nessun testo scritto proprio perchè non voleva si facesse del Suo insegnamento una religione?

Vi confido il mio piccolo segreto, sapete quante volte provo il grande desiderio che sia già qui?! che torni in mezzo a noi e allo stesso tempo tremo al pensiero che i nostri cuori siano ancora troppo duri per poterLo accogliere.

Dovrebbe fondare una religione non-religione. Tutti uguali, capaci di amarsi gli uni con gli altri. Sono stupida, perdonatemi, questo lo aveva già detto.

L'unica cosa che potrebbe fare, tornando, è disconoscere la chiesa che si fregia del Suo nome e non rispetta i Suoi insegnamenti.

I farisei si sono reincarnati e sono diventati più agguerriti di prima, vendicandosi duramente di quel "sepolcri imbiancati".
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it