Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-11-2007, 00.31.51   #31
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Grazie Malu, sono diventato una pecorella del gregge e non lo sapevo!!!

Non fa nessuna differenza essere o no credenti, chiunque è onesto con se stesso deve riconoscere che c'è un punto interrogativo nella sua mente alla domanda circa la vita futura. Il credente e il non credente sono figure concrete ma sono prima ancora forme della coscienza universale.
Ogni individuo sente a volte la razionalità del cosmo e la sensatezza della vita e all'opposto il nulla e l'assurdo verso cui più o meno tutti camminiamo.
Poi ci sono gli uomini tutto d'un pezzo che assolutamente credono e quelli che assolutamente non credono; ma questo non è necessariamente segno di maggior fede o maggior rigore intellettuale, ma può indicare una ragione ferma e una intelligenza asservita a tesi preconcette.

Io non credo al diritto di autorità, da qualunque parte essa giunga, ma credo che ognuno debba conformarsi all'idea che l'ha pensato e posto in essere di "Diventare ciò che è" (frase di Pindaro resa celebre da Nietzsche)

Non uscire fuori di te, rientra in te stesso, la verità abita nel profondo dell'uomo; e se troverai che la tua natura è mutevole, trascendi anche te stesso. Ricordati, però, mentre trascendi te stesso, che trascendi un'anima razionale: tendi dunque, là dove si accende la stessa luce della ragione. (Agostino)

Finché ci saranno persone che si interrogano, esisterà il cristianesimo e le religioni, che su percorsi diversi cercheranno di indicare una via!

Invece di fare dell'umorismo sull'altrui pensare, cerca non nelle altrui verità (autorità religiose o laiche) ma dentro di te con serietà e onestà. La vita è una, é tua, e vale la pena di spenderla bene!
Guido is offline  
Vecchio 25-11-2007, 19.57.49   #32
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Salve Giraffin, comprendo bene le tue tesi di credente nell'affermare la tua fede. Di questo sono contento per te, perchè è giusto che sia cosi'. - Tuttavia amica/amico l' edizioni che tu mi citi (cattolica delle paoline)è stata la prima che ho ricevuta; io ti chiedevo quella in cui "espressamente" era citata la fatidica frase ( che AVREBBE detto il Rabbi ) : io sono Dio - io sono " come " il Dio Yahwè !! Non quelle frasi che ALTRI gli avrebbero fatto dire. Come temo una simile frase - chiara, limpida, inequivocabile, non è riportata in nessuna libro !! ------ Il teologo gesuita cattolicocristianoromano J.Moingt ( e tu sai Giraffin la preparazione teologica dei gesuiti, vero?) nel libro = storia di Dio /chi è il Dio della Bibbia - Mondadori ) cosi' si esprime - ( trascrivo integralmente) = Il vangelo fu trasmesso oralmente e successivamente fu messo per iscritto. E' da li' che bisogna leggerli. Molti credenti ignorano questa regola di lettura; se hanno un po' spirito critico sono in difficolta' su certi passaggi e, se non ne hanno, pensano e dicono che Jesu E' ANDATO PROCLAMANDO DI ESSERE DIO! - NO ! NON E' COSI !!! - continua il gesuita: Jesu non aveva MAI pensato di provocare una rottura con la religione dei suoi padri. Vi sono , è vero, alcuni elementi di frizione( es. la cacciata dal Tempio) - ma oggi sappiamo che Jesu non era l'unico che criticava le pratiche di culto della sua epoca. Jesu in ogni caso non voleva fondare una nuova religione dissidente rispetto all'ebraismo. ----- Ho gia' riportato quanto scriveva il docente cattolicissimocristianoromano presso la pontificia Lateranense universita' ( Dna del cristianesimo - ediz. s. Paolo srl) = Jesu NON si dichiaro' MAI come maestro, MAI come profeta, MAI come " figlio di Dio, MAI come figlio dell' uomo, MAI come "" messia"" !!! ------------ Vorrei approfondire gli attributi che tu citi. A ) FIGLIO DI DIO = lo studioso Ebreo R.Calimani ( della stessa religione di Yeshua ben Yosef !!!) evidenzia il significato specifico inteso dal giudaismo al tempo del Rabbi. Nei sinottici quel titolo è riportato per ben 27 volte - mentre in altre 9 occasioni compare solo "figlio" - ma viene considerato come sottointeso ( di Dio Yahwè). In ambito giudaico tale titolo comprendeva "tutto" il popolo di Israele ( come da Deut. 14,1). La redenzione del figlio di Dio Yahwè era evidente inteso quindi nell'insieme, come corpo unico. Ogni individuo che tentava di usurpare la prerogativa della "nazione" meritava la divina punizione. Ti ricordo che tale " privilegio" riservato al popolo israelita era subordinato all'obbedienza al Solo/Unico Dio Yahwè, e nell'osservanza del Tanakh ( le S.Srittura ebraiche originali - non il taroccato A.T. contenuto nelle bibbie cristiane). Nella lettura rabbinica si esorta all'importanza di rimanere sempre fedele alla Legge = rivelazione del Dio Yahwè. L'individuo che imita Abramo è simile a colui che indica il Dio Yahwè come Padre ( da cui Suo figlio). - Ti ricordo ancora che nelle SScritture ebraiche - non contaminate, non alterate, non manipolate dagli esegeti cristiani - il re di Israele veniva chiamato "figlio di Dio ". Tale titolo era inteso NON come rapporto filiale ( padre/figlio degli umani) quanto piuttosto : una condizione di "" elevazione morale "". Fa osservare lo studioso - integro monoteista ( quindi non "trinitario" = bestemmia anche per Yeshua) che il Rabbi MAI appilco' a se stesso tale titolo. Infatti durante la sua vita terrena ( quindi l'ebraismo del SUO tempo ! ) non rivestiva alcun senso messianico ! Per significarlo si usava il termine Eved Adonay ( servo di Dio ). Lo studioso israelitico ritiene che in ambiente ellenistico il vocabolo " servo " si prestava ad ambiguita' poichè lo si puo' intendere " anche " come Fanciullo ( !!), da qui la fantastica rappresentazione del picconatore Paolo di Tarso, che lo proclama figlio ( come lo intendevano gli ellenisti !! Ti ricordo infine che i vangeli furono compilati DOPO la morte del picconatore dell'ebraismo. Il suo pensiero condizionera' in modo determinante l'evoluzione della " setta " !!! Questo particolare è da ricordare SEMPRE ! - Conclude l'austero monoteista studioso, (confermando i cattolicissimicristianiromani Penna/Moingt/ Kueng / P.C.Puech ecc....) il Rabbi MAI traviso' la legge e che rimase sempre fedele al suo Unico /Solo Dio Yahwè - l'umano Yeshua agi' con grande forza interiore, in armonia con la dottrina della religione dei suoi padri. --------------- Cito ancora il gesuitacattolico J.Moingt : i diretti discepoli del Rabbi ( giudeicristiani palestinesi !!!) consideravano il Nazareno come " adottato " dal Dio Yahwè, quindi inserito nella linea dei profeti e/o inviati di Dio. L' attributo figlio di Dio, manteneva il "" suo senso "" biblico dell'ambiente semita. Pertanto : figlio di Dio, è l'Inviato MA NON E' DIO !! Al contrario dei futuri dirigenti della santa gerarchia ( i cristianiexpagani ) quel titolo non era loro estraneo in quanto derivava dal politeismo e non comprendevano la " specificita' " giudaica vissuta dal Nazareno - ovvero quello di un liberatore dall'oppressore. Il significato ebraico viene cosi' clamorosamente stravolto. ---------------- Per ora termino - ma ti assicuro che riprendero' quanto prima - cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 26-11-2007, 09.41.17   #33
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da Guido
Non fa nessuna differenza essere o no credenti, chiunque è onesto con se stesso deve riconoscere che c'è un punto interrogativo nella sua mente alla domanda circa la vita futura. Il credente e il non credente sono figure concrete ma sono prima ancora forme della coscienza universale.
Ogni individuo sente a volte la razionalità del cosmo e la sensatezza della vita e all'opposto il nulla e l'assurdo verso cui più o meno tutti camminiamo.
Poi ci sono gli uomini tutto d'un pezzo che assolutamente credono e quelli che assolutamente non credono; ma questo non è necessariamente segno di maggior fede o maggior rigore intellettuale, ma può indicare una ragione ferma e una intelligenza asservita a tesi preconcette.

Io non credo al diritto di autorità, da qualunque parte essa giunga, ma credo che ognuno debba conformarsi all'idea che l'ha pensato e posto in essere di "Diventare ciò che è" (frase di Pindaro resa celebre da Nietzsche)

Non uscire fuori di te, rientra in te stesso, la verità abita nel profondo dell'uomo; e se troverai che la tua natura è mutevole, trascendi anche te stesso. Ricordati, però, mentre trascendi te stesso, che trascendi un'anima razionale: tendi dunque, là dove si accende la stessa luce della ragione. (Agostino)

Finché ci saranno persone che si interrogano, esisterà il cristianesimo e le religioni, che su percorsi diversi cercheranno di indicare una via!

Invece di fare dell'umorismo sull'altrui pensare, cerca non nelle altrui verità (autorità religiose o laiche) ma dentro di te con serietà e onestà. La vita è una, é tua, e vale la pena di spenderla bene!
Cercare dentro di me. E quello che ho fatto quando non me la sono più sentita di seguire il gruppo, ripetendo a memoria il rituale del cattolico e ragionando con la mentalità provvista di paraocchi del cristiano. Io non faccio dell'umorismo sulle credenze altrui, al massimo, come dicevo in un altra discussione, rido di fronte ai presepi, che tra un po spunteranno dappertutto, per la caterva di sciocchezze che rappresentano. Mai sono andato sul discorso religioso con qualcuno senza che me lo abbia chiesto. La vita va spesa bene, verissimo, e se qualcuno vuole viverla credendo in cose palesemente dubbie, per non dire false, sono fatti suoi.Se poi questo lo fa star bene, ti dirò, lo invidio. Perche guardando dentro di me, perdendo la vista su tante ricerche, opinioni non di parte, e discrepanze clamorose dei canonici, io mi sono fatto la mia idea di quegli eventi che sono stati trasformati in fede. Puoi immaginare qual'é.
berenger11 is offline  
Vecchio 26-11-2007, 17.36.09   #34
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Salve Giraffin, come promesso eccomi per continuare sul significato " specificatamente " ebraico - ( quindi quel giudaismo proprio del Rabbi ) del termine: figlio di Dio. I veri monoteisti non potranno mai riconoscere Jesu Il Cristo: figlio di Dio = uguale Dio! poichè come gia detto era inteso a tutto il popolo. E' stata un'usurpazione, una evidente manipolazione di abili falsari. E' una imperdonabile bestemmia ascrivere al Rabbi - quel titolo blasfemo ! - Ed ecco quanto scrive il docente cattolicissimocristiano della lateranense universita' R. Penna ( Dna del cristianesimo - s.Paolo srl) = Yeshua ben Yosef non uso' MAI quel termine. Il docente supercattolico elenca quindi la cronologia di tale attributo. Comincia con Platone ( il mondo intero è figlio di Zeus) alla leggenda di Ercole, quindi Augusto ( il divi filius ) ecc.... Spiega l'illustre cattolico insegnante come era considerato quel termine tanto suggestivo di figlio di Dio = A ) per "eccellenza" il popolo nel suo insieme di cui il Dio Yahwè è padre ( Osea 11.1) -- B ) nel Qaddish: la futura preghiera cristiana del PadreNostro ( ...... perdonaci Padre nostro, perchè abbiamo peccato contro di Te, togli davanti agli occhi Tuoi le ns. iniquita' .. ecc..........) -- C ) nel salmo 89.7 : chi è simile al Signore tra i figli di Dio? Figlio di Dio è il giusto che aderisce alla volonta' divina ( come figlio dell'Altissimo: Siric. 4.10 ) -- D ) figlio di Dio è il re "unto" ( da salmo 2.7) -- E ) dalla figura escatologica ( riportato in un manoscritto di Qumran = Egli sara' chiamato figlio di Dio e lo chiameranno figlio dell'Altissimo ( 4Q246,2). --------------- Precisa il docente della lateranense, che la filiazione del Rabbi non riguarda 1) ad una sua regalita' terrena ( infatti non fu riconosciuto come tale, anzi fu condannato ) - 2) ne' una sua dimensione futura - Infatti MAI rivendico' esplicitamente quel titolo ! ----- Quanto al versetto Mt. 11,27 (Lc. 10,22) = tutto mi è stato dato dal Padre mio e nessuno conosce il figlio se non con il padre ecc.. ecc..... tale frase è chiaramente apologetica, perchè trattasi di un versetto scritto DOPO i fatti politici del '70 ( Tito e distruzione del Tempio ) quando ormai stava maturando la divinita' di Jesu Il Cristo ( che non era Yeshua ben Yosef !!!! ) -------------------------------- E ora passo al titolo piu' significativo di Messia / Cristo / Unto / Inviato / Mashiah / Consacrato di Yahwè. Nell'ebraismo del tempo del Rabbi (!) quel titolo significava una funzione, un ruolo, un disegno, un progetto divino da compiere sulla terra. Quindi un essere umano dotato di grande carisma e potenza. La sua attesa avrebbe permesso la realizzazione di cessazione dell'odio, delle guerre e instaurare la giustizia. Si poteva cosi' realizzare il regno di Dio riconosciuto da tutte le genti. Il Messia è l'espressione della volonta' del Vero/Unico/Solo Dio Yahwè, il servitore di tutti gli uomini capace di debellare tutte le malvagita' !! Questo e "solo " questo era il senso del termine Unto/Messia dell'ebraismo. La figura "camuffata" di Jesu Il Cristo/Messia è fuorviante. I veri monoteisti non corrotti rifiutavano di riconoscere il MessiaDio ( per le ragioni sopra esposte ) ma anche perchè era sotto i loro occhi, che = proprio in nome di Jesu/Messia/IlCristo - il Dio dei cristiani - si perpetravano i piu' spaventosi crimini che mai la storia umana ha conosciuto. Si è verificato il disprezzo per la vita, la soppressione dell'uomo, - questo paradosso è opera dei cristiani. Da qui la giusta osservazione dei correligionari del Rabbi = se veramente Jesu Il Messia avesse agito nel vero contesto ebraico, si sarebbe instaurato il regno celeste, il mondo avrebbe registrato quel cambiamento radicale tanto atteso dalla tradizione profetica: proprio dell'ebraismo " vissuto " da Yeshua. Ora termino, ma riprendero' tra pochissimo- cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 26-11-2007, 17.58.31   #35
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Cercare dentro di me. E quello che ho fatto quando non me la sono più sentita di seguire il gruppo, ripetendo a memoria il rituale del cattolico e ragionando con la mentalità provvista di paraocchi del cristiano. Io non faccio dell'umorismo sulle credenze altrui, al massimo, come dicevo in un altra discussione, rido di fronte ai presepi, che tra un po spunteranno dappertutto, per la caterva di sciocchezze che rappresentano. Mai sono andato sul discorso religioso con qualcuno senza che me lo abbia chiesto. La vita va spesa bene, verissimo, e se qualcuno vuole viverla credendo in cose palesemente dubbie, per non dire false, sono fatti suoi.Se poi questo lo fa star bene, ti dirò, lo invidio. Perche guardando dentro di me, perdendo la vista su tante ricerche, opinioni non di parte, e discrepanze clamorose dei canonici, io mi sono fatto la mia idea di quegli eventi che sono stati trasformati in fede. Puoi immaginare qual'é.
Il discorso che fai tu può essere fatto anche per una scelta "materialistica"!
Se una persona sta bene pensando che la vita è tutta qui, che bisogna godersela e spassarsela poichè non c'è altro che questo, chel'importante è solo fare soldi fregandosene degli altri, che accumulare ricchezze è un bello scopo per cui vivere (saranno falsità per chi crede in altri valori) sono fatti suoi no? Nel massimo rispetto io posso credere che quella sia l'unica via per la felicità......e anche se ciò è palesemente falso....sono fatti suoi.
Quindi che te ne importa se la gente crede che Dio esista, che questa
Fonte di Energia Primaria, abbia voluto espandersi e per Amore
creare i mondi e gli universi, che vedendo come il Suo progetto
di Amore non sia stato compreso, come la caduta nella densità della
materia abbia annebbiato la consapevolezza, ogni tanto mandi degli
emissari a risvegliare le coscienze di noi umani, che ci ricordino che da Lui
veniamo e abbiamo in potenza le stesse caratteristiche genetiche!
E che essendo figli di un Dio d'Amore, non possiamo che divenire
Amore in manifestazione ......e cioè incarnazioni del principio
Cristico? che te ne importa se questo lo realizzano attraverso una delle tante forme di spiritualità che ci sono al mondo?
A ognuno la sua strada......(come diceva Lui, caro il mio Berenger, chi
non è contro di noi ma opera in nome dell'amore va lasciato fare perchè
Gesù è solo e soltanto amore come il Padre di cui parla sempre e quindi
se ci sono altri operatori di guarigioni, di "miracoli", di forme di religiosità
vere......che siano pure!)
Ma poi a chi giova?
Dice San Paolo, tutto ciò che esiste è buono, ma non tutto è utile!
Qual'è l'utilità di combattere una "credenza"? Se vuoi insinuare dubbi nelle menti dei credenti, lascia che da soli se li pongano.
Ad esempio, se il Limbo non esiste più perchè il Papa così ha decretato, che senso ha parlare ancora di peccato originale?
Perchè si ostinano a "lavare l'anima" di queste creaturine innocenti?
Perchè non considerare il "battesimo" solo come una "iniziaziione," un inizio
di un cammino spirituale,.
Gesù fu presentato al tempio secondo le usanze degli Ebrei, per la circoncisione, e solo da adulto si immerse nelle acque del Giordano
per avere un "riconoscimento" pubblico del suo cammino iniziatico
quale Figlio Di Dio.
Il Battesimo come scelta consapevole di un adulto in fondo è questo.
Per una creaturina si accetta di accompagnarla nella scoperta di valori
spirituali, quali il rispetto per la vita, la tolleranza e l'amore per le creature
e per il creato e le si mostra una via fatta di "gioia, di amicizia con Dio,
di Figliolanza diretta, di Fratellanza Universale"
I dubbi Berenger vengono da soli, credimi.
Te lo dice una che è cresciuta con pane e catechismo e che non faceva che rompere le scatole con le sue domande "impertinenti".
E tuttavia, nonostante i dubbi, nonostante i tanti libri letti e le tante religioni studiate, rimane la certezza intima, quella che tu da solo scopri lavorando
su te stesso.....ascoltando le intuizioni che arrivano nel profondo del silenzio dopo una meditazione.....o che spontaneamente vengono su dal tuo cuore.
paperapersa is offline  
Vecchio 26-11-2007, 19.12.26   #36
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Salve Giraffin, eccomi ancora. Un altro determinante titolo è quello di " signore". Come tu saprai, gli ebrei erano cosi' rispettosi verso il Dio Yahwè che mai pronunciavano il Suo nome tantomeno leggevano il tetragramma sacro. Invece usavano il termine Adonai (Signore) per alludere al divino. Quindi il Signore/Adonai era riservato esclusivamente al Dio Yahwè. Quante volte avrai letto nelle SScritture quella forma perentoria= io sono il Signore ! - Nel linguaggio dei cristiani tale termine è talmente di uso comune che è ormai inflazionato. - Anche qui chi altero' il senso specifico ebraico è il " radicale alla Pannella " Paolo, il grande picconatore dell'ebraismo, quello che si autoproclamera' apostolo. Dal suo retaggio giudaico, utilizza " signore " ( ti ricordo che era SOLO per il Dio Yahwè) per affibiarlo al Jesu. Quel gesto è come spogliare ( rifiutare, rinnegare, abiurare ) il vero /Solo/Unico Dio Yahwè e identificare a Jesu Il Cristo come il nuovo Dio. E' inaudito. Nemmeno Pietro e il fratello carnale del Rabbi, Giacomo il Giusto osarono tanto. E' il paradosso, proprio colui che Mai vide Yeshua ben Yosef, eleva a rango divino il personaggio JesuIl Cristo affibiandogli quel titolo proprio per Dio Yahwè. --- Ma chi lo ha autorizzato?? Perchè questa liberta' quasi blasfema?? - Il docente cattolicocristianoromano ( Pena) evidenzia la "foga" dell'apostata dell'ebraismo, nel ripetere in modo ossessivo la grande assurdita' . Per ben 104 volte affibia al "" personaggio "" Jesu Il Cristo il titolo: di figlio di Dio e per ben 160 volte (!!) il titolo di " Signore " (!!) - Non contento, e per farsi capire meglio, il radicale picconatore rafforza ancor piu' il suo visionario pensiero: per 47 volte usera' la formula di = nostro signor Jesu (Il) Cristo, entrata poi in uso nella liturgia ( di quella religione MAI pensata dallo storico Rabbi ). ------------ Ma forse c'è una spiegazione di quella mente " nervosa ". Descrive in ( Verita' e menzogne del cattolicesimo - edizioni Riunite ) P. Rodriguez, specialista e ricercatore in psicologia, l' alterata personalita' quasi paranoica e a tratti fanatica , violenta dell' autoproclamatosi apostolo. Il Tarso soffriva di crisi "" epilettiche "", nelle sue forme acute entrava nelle case facendo arrestare donne e uomini ( Atti 8,3). Mentre era in viaggio verso Damasco subi una crisi violentissima. Lo specialista Rodriguez descrive - forte della sua esperienza clinica, soggetti malati epilettici, che durante le crisi emettono voci gutturali ( tipo ventriloquo ) che producono un grande impatto emotivo tra i presenti. Ecco il quadro del fondatore di Jesu Il Cristo. E' la conseguenza di una grave crisi patologica del suo disturbo sfociante in delirio di tipo grandioso. --- Da qui il motivo del suo stato " euforico " , con una dialettica che gli era propria, affermava che durante la sua crisi vide il Nazareno . era talmente invaghito di essere stato ravveduto che si mise a discutere con gli apostoli. Diventava sempre piu' presuntuoso e sprezzante verso i discepoli del Rabbi e inoltre pretendeva di essere al di sopra della testimonianza " diretta" degli apostoli di Yeshua. Era talmente fuori della realta' che """ pretendeva "" di impartire la dottrina agli stessi apostoli con insegnamenti contrari a quelli predicati dallo storico Nazareno. L'invasato apostolo fa "proprie " le esperienze dei diretti discepoli elaborando una SUA propria PERSONALISSIMA dottrina. E' lui che interpreta in modo "" distorto "" gli eventi, e tutto quello che segue ( appunto il senso giudaico degli attributi ) - La prima trasgressione è contro il Dio Yahwè, proprio Lui che impone ad Abramo una richiesta specifica: quella della circoncisione. Nelle SScrittura è perentorio l'ordine di Yahwè che non necessita alcuna interpretazione esegetica del versetto Gn. 17,13 ( il mio patto nella vs. carne sara' patto PERPETUO ) - Ora se la parola di Dio è immodificabile nel tempo, ( patto Perpetuo ) come ha potuto il picconatore epilettico trasgredire platealmente un ordine di Dio? Risulta allora che la volonta' di un uomo è superiore alla volonta' di Dio !! Non è un atto di sfida?? Da questo clamoroso precedente, iniziera' la formazione del nuovo dio ( Jesu Il Cristo) che scalzera' poi il Dio Yahwè. Questo avverra' con l'uscita del IV Libro dell'ellenista Giovanni. Ma questa è un'altra storia. Amico/Amica Giraffin ora termino, ti prometto la prossima volta trattero' il fatidico versetto Mt 16,18 - della consegna delle chiavi e quindi istituzione della succesione del Vicario. - cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 27-11-2007, 12.11.02   #37
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

A mio avviso, il cristianesimo si fonda su Cristo, ma Gesù Cristo e Gesù sono due persone diverse. Gesù Cristo (figlio di Gesù), detto anche Sananda, ha subìto ora il Giudizio di Dio-Padre a causa di quello che ha combinato sui piani eterici (dopo la sua morte) in questi ultimi 2000 anni. In particolare per aver creato la griglia cristica (radioattiva) allo scopo di manipolare gli esseri umani (che lo venerano) ed impedirne l'ascensione.
http://www.ascensione.com/griglia_cristica.htm

Certo, è dura da digerire questa notizia che ci da Dio-Padre, lo Spirito di Verità, che si rivela oggi. Ma la Verità pian piano si sta facendo strada.
Gianfry is offline  
Vecchio 28-11-2007, 16.52.49   #38
Giraffin
Ospite
 
Data registrazione: 09-11-2007
Messaggi: 17
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Cari Berengher11 e Sebastianb,
che foga…
andiamo per punti.. che è meglio…

1. Voi dite che Gesù è solo un essere umano dotato di grande carisma e potenza. …
Gesù Cristo è Dio fatto uomo perché:
A) perché questa è stata la ragione della sua condanna a morte. Ha bestemmiato, si è proclamato Dio. E i sacerdoti del tempo, proprio come Sebastian, erano scandalizzati, era un’imperdonabile bestemmia! Bastava questo per condannarlo a morte…se no, scusate, cosa hanno trovato, in alternativa in un uomo mite, umile, buono come Gesù per condannarlo a morte? Cosa potevano trovare? Ditemelo voi… la sua autoproclamazione a Dio è la ragione della sua condanna a morte e dunque viceversa è la prova che Lui si è autoproclamato Dio.
B) la sua vita e le sue opere testimoniano per Lui che è Dio: (ma come avrebbe potuto guarire malati che neppure oggi con la moderna scienza medica riusciamo a fare?), ha sanato lebbrosi, cosa vuol dire sanare? Gli arti corrosi dalla lebbra rispuntavano! Ha resuscitato dai morti Lazzaro e altri due ragazzini (il figlio della vedova di Naim e la figlia del capo della sinagoga Giaro). Lazzaro era morto da 4 giorni e Lazzaro era un uomo ricchissimo e potente (scusate il paragone… tipo Berlusconi), aveva palazzi e servitori e un’intera cittadina Betania era sua.. La sua morte era fatto noto, è rimasto nel sepolcro 4 giorni e poi Gesù l’ha risorto.)
C) ha parlato e detto parole da Dio: gli stessi apostoli e discepoli non capivano le sue parole, troppo amore, troppi concetti nuovi di uguaglianza, di perdono, di amore per tutti e anche i nemici, troppe parole di spirito e non di carne…
D) E’ morto come solo il Dio d’Amore può fare, perdonando e pregando per i suoi assassini.
E) E’ resuscitato dai morti. E non solo era fatto noto allora, ma in tutti i secoli è apparso per dare speciali missioni a qualcuno. E’ apparso, tanto per fare nomi celebri a San Francesco, a San Pio da Petralcina, a Madre Teresa di Calcutta, a Santa Teresa del Bambin Gesù. A Suor Santa Faustina Kowalska che ha fatto fare il ritratto di Gesù Misericordioso diffuso in tutto il mondo, a Santa Margherita Maria Alacoque che ha fatto istituire la devozione al sacro cuore di Gesù…
il fatto che il Vangelo inizialmente fosse trasmesso oralmente e poi messo per iscritto… non mi dà nessun brivido e non mi scandalizza minimamente… e allora?

2. Il politeismo dei Cristiani?? …
Dio è RELAZIONE d’AMORE
Dio è un essere trinitrario e anche la logica umana lo può comprendere…
Dio è amore, ma se è amore deve amare qualcuno, se nò ama solo se stesso e questo è egoismo!
Ma chi ama? Le sue creature, noi appunto, ma non basta, noi siamo stati originati in un tempo, ma prima, nell’eternità Dio chi amava? Doveva amare una persona distinta da Lui, e qua ricadremmo nel politeismo… e invece no! Perché il Dio dei Cristiani non è un singolo ma una RELAZIONE, Dio ama un’emanazione di Se, che ha la stessa sostanza di se, ma che è distinta da se: il Figlio appunto. E non dimentichiamoci dello Spirito Santo, la terza persona della trinità, che è l’Amore che dal Padre si trasmette al Figlio e viceversa.

3. San Paolo epilettico, picconatore dell’Ebraismo…???..
non ho mai sentito che l’epilessia cambi il cuore, i pensieri e converta totalmente una persona.
Saulo era un ebreo intransigente e fanatico, che ha lo scopo nella vita di uccidere e imprigionare quegli eretici dei Cristiani!
Ora voi dite che un attacco di epilessia lo fa cadere da cavallo e improvvisamente ribalta la sua convinzione intransigente e, a rischio della vita, cambia partito e da Ebreo si fa Cristiano?
Mi sembra un insulto alla ragione credere questo.
Solo Gesù Risorto, colui che lui perseguitava, ha questo potere di cambiare radicalmente e stabilmente un cuore.
San Paolo è uno dei frutti di Gesù Risorto.
La stessa cosa è avvenuta ai tempi moderni, BRUNO CORNACCHIOLA protestante Luterano ma soprattutto fanatico e propagandista contro il cattolicesimo, contro la messa e la Vergine e il Papa. Suo obiettivo è dimostrare la falsità dei Dogmi su Maria e uccidere il Santo Padre.
Siamo nel 1947: il persecutore di Cristo ha 34 anni. Come San Paolo, egli viene atterrato da una luce, la Luce della Fede: entra per caso in una chiesa e gli appare la Vergine della Rivelazione.
Entra ateo in odio al Cristianesimo e dopo 15 minuti esce Cristiano, convinto e perfettamente devoto.
Perciò attenti!!

4. Voi dite che la circoncisione…eliminata dai cristiani impropriamente
- Ma veramente pensate che a Dio freghi qualcosa di circoncidere l’organo maschile? Dio è spirituale, la circoncisione del corpo era anticipazione della vera circoncisione che devono fare i cristiani.. la circoncisione del cuore.
- E così dicasi dei sacrifici di animali.. che voi non citate… Dio è spirituale e i sacrifici erano anticipazione del vero sacrificio dell’Agnello, di Cristo sulla croce.

5. Voi dite: In nome di Cristo si perpetravano i più spaventosi crimini che mai la storia umana ha conosciuto…???
State esagerando davvero!…
I più spaventosi crimini sono stati frutto di altre “Sette” e “Fedi”:
- il Nazismo che nasce dalla cultura dell’edonismo e della perfezione del corpo: 6 milioni di ebrei morti, aggiungendo anche gli omosessuali, comunisti e zingari… 20 milioni di morti.. con i campi di sterminio!! Seconda Guerra mondiale (sempre frutto del Nazzismo e di Hitler…) altri 50 milioni di morti. Totale 70 milioni di morti. Hitler odiava gli ebrei perché Gesù era ebreo.. il suo piano era arrivare poi a distruggere il cristianesimo e creare una nuova fede!!
- Il Comunismo in 50 anni in Russia e in Cina: 150 milioni di morti. Non mi sembra che siano cristiani e cattolici in Russia e in Cina!!! Il predominio sociale economico e politico del potere del partito e dello Stato sulla persona. Anche il comunismo come ben si sa, (con la chiusura delle chiese, divieto di culto, persecuzione dei cristiani…) è stato il più grande tentativo di distruggere il Cristianesimo
- Gli integralisti islamici, che in nome di Allah diffondono il terrorismo, sfruttano e maltrattano le donne, che condannano a morte gli apostati. Il numero di morti è incalcolabile, solo in Irak gli uomini bomba massacrano in media, poco meno di 100 persone al giorno. Gli integralisti islamici sono accaniti contro i Cristiani, uno dei loro obiettivi è uccidere gli infedeli, i Cristiani appunto!
- La cultura della Libertà e dell’Io: 50 milioni di aborti nel mondo ogni anno.

Morti per gli integralisti Cristiani o sedicenti tali…
- Morti per le crociate, tra il 1000 e il 1300: 2 milioni di morti in 300 anni
- Uccisione delle streghe dal 1400 al 1700: 1 milione di morti in 300 anni.
- Vengono imputati al Cristianesimo anche i genocidi in Rowanda e in Bosnia… falsando la realtà storica che ha sempre contrapposto etnie diverse sia in Bosnia che in Rowanda…e le guerre avevano motivazioni economiche non religiose!!
- Preti pedofili… una vergogna che grida davanti a Dio e all’umanità, avranno la loro tremenda condanna in questa vita (si spera), ma in ogni caso li attende l’inferno…

Io come cristiana mi vergogno profondamente di questi tradimenti…
Ma poi penso che anche Gesù ha dovuto patire e soffrire tremendamente per il tradimento di Giuda, il suo amico, il suo apostolo..

6. ed infine per chiudere… Sebastianb cita, Giacomo come fratello carnale di Gesù
mi meraviglio che dei conoscitori dei termini ebraici come vi siete dimostrati fin’ora, non sappiano che non esisteva la parola cugino o zio o nonno e si usava la parola
vecchio-padre per indicare il nonno, e fratello anche per indicare il CUGINO, infatti Giuda e Giacomo erano cugini di Gesù essendo figli del fratello di Giuseppe.

Cordialità a voi.
Vi ringrazio che mi date modo di approfondire ancora di più la conoscenza della Verità.
Giraffin is offline  
Vecchio 28-11-2007, 18.23.47   #39
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
A mio avviso, il cristianesimo si fonda su Cristo, ma Gesù Cristo e Gesù sono due persone diverse. Gesù Cristo (figlio di Gesù), detto anche Sananda, ha subìto ora il Giudizio di Dio-Padre a causa di quello che ha combinato sui piani eterici (dopo la sua morte) in questi ultimi 2000 anni. In particolare per aver creato la griglia cristica (radioattiva) allo scopo di manipolare gli esseri umani (che lo venerano) ed impedirne l'ascensione.

Scusa gianfry ma con tutta la buona volontà di questo mondo non riesco a cogliere il significato del tuo intervento.
Gesù Cristo figlio di Gesù, Griglia cristica radiottavia, mah...
Non so quali siano le tue fonti ma uscire con delle sparate così mi sembra un pò da avventore, non risentirti ma anzi cerca di capire che che il cristianesimo nel bene e nel male è una cosa voluta da Cristo.
Cristo o Gesù o Gesù Cristo sono sinonimi per un cristiano, capisco che da un punto di vista laico, ateo o aderente ad un'altra religione possa sembrare strano.
e capisco che si vadano a prendere documenti storici, vangeli gnostici, ostici e diagnostici e bla bla bla ma purtroppo che ti piaccia o no, un cristiano crede al vangelo come tu credi che se ti sparo con un fucile a pallottoni in testa e nel cuore tu muoia.
Lo so che questo può essere visto con invidia, può essere giudicato da stolti, ma per chi ci crede, avere Fede è credere in qualcosa di cui non avrà mai una dimostrazione empirica se non dopo il trapasso.
Ti garantisco che non è mia intenzione ne mancarti di rispetto, ne mettere in discussione le tue idee ma prima di sparare a zero almeno leggere il vangelo anche se solo per criticarlo.

legge delle 10p: Prima Pensa Poi Parla Perchè Parlare Poi Pensare Porta Pena.

in fede, the adviser
theadviser is offline  
Vecchio 28-11-2007, 20.10.08   #40
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Carissimo/a Giraffin, le convinzioni che hai tu qualsiasi storico le smonta in pochi minuti. Se mi dici" Io credo e basta." allora io rispetto le tue convinzioni e mi fermo qui.
Ma se dici cose come quelle che hai detto spero vorrai scherzare. Gesù aveva fratelli eccome. Se dici che erano cugini allora la discussione si ferma qui. Mori perché aveva detto di essere il re dei giudei! E furono i romani ad ucciderlo perche facendosi re minava l'autorità dell'imperatore. Fu crocifisso perche le sue colpe erano verso Roma. Senno lo avrebbero lapidato. Per bestemmia ti lapidavano! Giraffin sveglia!
Gesù era un leader politico oltre che religioso.
Quando leggi i vangeli non vedi che non ce nemmeno una parola di condanna verso i romani?! Ma come, questi li tenevano sotto i piedi e nessuno dice niente? Condannano invece gli ebrei, che sono malvagi, cattivi. Non ti viene qualche dubbio?!!! Hanno perfino inventato l'episodio di barabba per accentuarne la colpa. E la resurezzione? Quattro vangeli, quattro versioni. Uno vede un uomo vestito di bianco, l'altro dice che erano due, in un altro l'uomo é diventato un angelo.
La tomba é vuota e il lenzuolo funebre ben piegato in un angolo. Ma scherziamo? Uno risorge e si mette a piegare il lenzuolo! Poi le apparizioni. Paolo dice che appare a 500 persone in un colpo solo. E nessuno ne sa niente! Se fosse apparso davvero a cosi tanta gente nel giro di tre giorni, col passaparola, lo avrebbero saputo migliaia, milioni nel corso degli anni. Quanti lo avrebbero scritto? A centinaia. Quanti la hanno scritto. In quattro.
Mi fermo senno vado avanti una vita.
Se vuoi credere fai pure. Ma se ti basi su quello che scrivi, hai ben poco in mano, te l'assicuro.
berenger11 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it