Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-11-2007, 18.45.49   #51
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
In effetti dovevo evitare di dirti "sveglia". perdonami.
Il caffe te lo offro idealmente io.
L'episodio dell'adultera é opera di un monaco copista pare.
Nel vangelo di giovanni manca perfino l'istituzione dell'eucarestia! Ma Gesu soprattutto sbaglio diverse previsioni. Disse che non sarebbe passata una generazione prima che si manifestasse il regno dei cieli. Adesso dimmi che era una metafora, mi raccomando. Disse ai descepoli andate, io sarò con voi fino alla fine dei tempi. Perche pensava sarebbe arrivato di li a poco. Altrimenti dov'era nei secoli successivi quando i suoi seguaci sterminavano il prossimo nel suo nome? Gesu non voleva fondare una nuova religione, lui amava il suo Yahvé.
Per il resto potremmo discutere a lungo, ma siamo sulle due sponde di un mare. E nessuno dei due raggiungerà l'altro a nuoto. Come ho gia detto prova a leggere "COME GESU E STATO DIVINIZZATO" digita questa frase su google e leggi il brano di Severino Proietti, ex prete ed insegnante di teologia, mandato in pensione perché si era accorto di molte cose.
Ciao e buon caffe.
Io mi faccio una camomilla alla tua salute.

Ciao grazie del caffè virtuale
( Anch'io uso scherzosamente l'espressione svegliati! E chi non ha bisogno di svegliarsi?

Butti continuamente troppa carne al fuoco e su argomenti che non si possono
affrontare con la scure... ... dopotutto siamo su Riflessioni che ha il pregio, fra gli altri, di non pubblicare immediatamente i post...consentendo tempi di riflessione.
Rispondo alla prima affermazione che fai: l'episodio dell'adultera è opera di un copista.
Un copista non avrebbe mai avuto l'autorità di aggiungere un brano nella trascrizione . Un copista nel copiare un manoscritto può commettere sviste, può essere propenso a facilitare un testo difficile ecc. ecc.

La presenza di questa pericope è attestata dalla Didascalia Apostolorum che è del III secolo (e proviene dall'ambiente siriano) dove è presentata come un esempio della gentilezza del Signore.
Capisci che una pericope evangelica non potrebbe entrare a far parte di una Didascalia se non avesse dietro di se una tradizione consolidata, bisogna farla risalire, quindi, almeno al II secolo.

Il motivo più probabile per cui la pericope non è entrata nei codici prima del V secolo è stato trovato da Riesenfeld: la naturalezza con cui Gesù perdonò l'adultera era difficile da conciliare con la rigida disciplina penitenziale in voga nella chiesa primitiva.

Dal V secolo, quando la prassi penitenziale divenne più liberale, entro a far parte delle letture liturgiche.

Naturalmente queste vicissitudini contribuiscono a creare diffidenze riguardo alla chiesa docente... ma così è...perché gli errori si pagano!

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 29-11-2007, 19.40.09   #52
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

[quote=Giraffin]Cari Berengher11 e Sebastianb,
che foga…
andiamo per punti.. che è meglio…

1. Voi dite che Gesù è solo un essere umano dotato di grande carisma e potenza. …
[b]Gesù Cris
Citazione:
Originalmente inviato da Giraffin
Cari Berengher11 e Sebastianb,
che foga…
andiamo per punti.. che è meglio…

1. Voi dite che Gesù è solo un essere umano dotato di grande carisma e potenza. …
Gesù Cristo è Dio fatto uomo perché:
A) perché questa è stata la ragione della sua condanna a morte. Ha bestemmiato, si è proclamato Dio. E i sacerdoti del tempo, proprio come Sebastian, erano scandalizzati, era un’imperdonabile bestemmia! Bastava questo per condannarlo a morte…se no, scusate, cosa hanno trovato, in alternativa in un uomo mite, umile, buono come Gesù per condannarlo a morte? Cosa potevano trovare? Ditemelo voi… la sua autoproclamazione a Dio è la ragione della sua condanna a morte e dunque viceversa è la prova che Lui si è autoproclamato Dio.
B) la sua vita e le sue opere testimoniano per Lui che è Dio: (ma come avrebbe potuto guarire malati che neppure oggi con la moderna scienza medica riusciamo a fare?), ha sanato lebbrosi, cosa vuol dire sanare? Gli arti corrosi dalla lebbra rispuntavano! Ha resuscitato dai morti Lazzaro e altri due ragazzini (il figlio della vedova di Naim e la figlia del capo della sinagoga Giaro). Lazzaro era morto da 4 giorni e Lazzaro era un uomo ricchissimo e potente (scusate il paragone… tipo Berlusconi), aveva palazzi e servitori e un’intera cittadina Betania era sua.. La sua morte era fatto noto, è rimasto nel sepolcro 4 giorni e poi Gesù l’ha risorto.)
C) ha parlato e detto parole da Dio: gli stessi apostoli e discepoli non capivano le sue parole, troppo amore, troppi concetti nuovi di uguaglianza, di perdono, di amore per tutti e anche i nemici, troppe parole di spirito e non di carne…
) E’ morto come solo il Dio d’Amore può fare, perdonando e pregando per i suoi assassini.
E) E’ resuscitato dai morti. E non solo era fatto noto allora, ma in tutti i secoli è apparso per dare speciali missioni a qualcuno. E’ apparso, tanto per ?



4. Voi dite che la circoncisione…eliminata dai cristiani impropriamente
- Ma veramente pensate che a Dio freghi qualcosa di circoncidere l’organo maschile? Dio è spirituale, la circoncisione del corpo era anticipazione della vera circoncisione che devono fare i cristiani.. la circoncisione del cuore.
- E così dicasi dei sacrifici di animali.. che voi non citate… Dio è spirituale e i sacrifici erano anticipazione del vero sacrificio dell’Agnello, di Cristo sulla croce.



- Preti pedofili… una vergogna che grida davanti a Dio e all’umanità, avranno la loro tremenda condanna in questa vita (si spera), ma in ogni caso li attende l’inferno…

Io come cristiana mi vergogno profondamente di questi tradimenti…
Ma poi penso che anche Gesù ha dovuto patire e soffrire tremendamente per il tradimento di Giuda, il suo amico, il suo apostolo..

6. ed infine per chiudere… Sebastianb cita, Giacomo come fratello carnale di Gesù
mi meraviglio che dei conoscitori dei termini ebraici come vi siete dimostrati fin’ora, non sappiano che non esisteva la parola cugino o zio o nonno e si usava la parola
vecchio-padre per indicare il nonno, e fratello anche per indicare il CUGINO, infatti Giuda e Giacomo erano cugini di Gesù essendo figli del fratello di Giuseppe.

Cordialità a voi.
Vi ringrazio che mi date modo di approfondire ancora di più la conoscenza della Verità.
-------------------------------------------------------------
Salve Giraffin, rispondo volentieri al tuo ultimo scritto. Comincio subito con le questioni piu' semplici. La parentela del Rabbi e suoi parenti carnali. Ti consiglio un libro protestante - credimi sono piu' obiettivi dei cattoliciromani ( Figlio di Giuseppe / la famiglia di Jesu - di G.Parrinder, Claudiana editore ). ----- Quanto ai preti pedofili, Giraffin, non tocchiamo questo argomento ti prego, se vuoi ti scrivo privatamente. Ti posso solo dire che sono stato 5 anni in collegio ( per mia disgrazia) dai preti cattolicicristiani ( Torino, dai giuseppini del Murialdo ) e penso di saperne piu' di te. Ti posso solo consigliare come se tu fossi mio fratello / o sorella; se tu sei un padre o una madre NON mandare MAI ( ripeto: MAI ) tuo figlio maschio dai preti !!! Di questo ti sara' grato per tutta la vita. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!------------------------------------------- Perchè Yeshua fu condannato a morte = il processo e relativa condanna contro Yeshua ( bada bene, non Jesu Il Cristo) è dovuto alla reazione del "" sistema "" del clero/casta. In qualsiasi luogo e periodo storico, quando qualcuno è contro il ""potere "" sicuramente viene perseguitato e ridotto al silenzio. Cosi' è stato per il Nazareno. Il " sistema " imperante non sopportava piu' le sue provocazioni. Il Rabbi voleva "" svegliare "" i credenti da quello stato comatoso in cui si trovavano. Amico/amica Giraffin ( ma chi sei? lo puoi dire? o vuoi rimanere come gli angeli: senza sesso?) Yaeshua voleva scardinare le regole, la prassi, la dottrina, la tradizione, la liturgia. Il ribelle Yeshua sosteneva che i fariseipreti non erano necessari, che il credente puo' rivolgersi al suo Dio SENZA intermediari. Quel suo modo di predicare disturbava il clero e il pericolo era che se effettivamente il volgo avesse aperto gli occhi per la potente casta sacerdotale significava che la loro " pagnotta " era finita per sempre. Questo è lo scandalo. E questa è la tesi che da' il gesuita cattolicissimocristiano J.Moingt ( ti fidi dei gesuiti cattolicicristiani ?? ) - ( Storia di Dio - Mondadori) Continua il pretecattolicogesuita: la religione e le sue strutture tendono sempre a mettersi "" al posto "" di Dio e far credere alle masse che SOLO tramite loro è possibile accedere al divino. Giraffin, non farti incantare dai suonatori del piffero, come pure dalle sontuose liturgie, i paramenti d'oro (sic !), la musica d'organo, i cori ad effetto, l'odore dell'incenso, le omelie strappalacrime, ecc......... tutto fumo, tanto fumo, beato fumo, santo fumo. !! Ed è proprio questo che il Nazareno combatteva, questo che Yeshua voleva ridimensionare ! Questo era lo scandalo, Giraffin !!-----------------------------------------------------------------------------Parole e/o guarigioni inspiegabili. Tu sai che in tutte le religioni i loro fondatori hanno compiuto azioni sbalorditive. Sono l'effetto " calamita " -- Quanto ai detti del Rabbi "" nessuno "" degli autori dei vangeli è stato testimone oculare del Nazareno. Le uniche fonti storiche di quel periodo sarebbero quelle di Giuseppe Flavio - ma gli abili nuovi scribi cristiani si sono dimostrati i piu' grandi falsari della storia. - Ti consiglio di leggere dei libri di studiosi ebrei !! ( tu lo sai Giraffin, che Yeshua era un ebreo ? - tu lo sai che il laico Nazareno era un israelita? - tu lo sai che il Rabbi era un giudeo ? ) pertanto fidati degli studiosi ebrei non degli stregoni cattolicicristiani. Scriveva gia' il grande Celso: i predicatori cristiani sono i piu' grandi seduttori degli ignoranti ( H.C. Puech - Cristianesimo - Mondadori, pg. 133 ) ----------------- Quanto al "miracoloso " evento della "resurrezione " che cosa intendi, Giraffin ?? Puoi essere piu' esauriente ?? ------------------------------------ Circoncisione = Amico/amica Giraffin, lo so bene che quel rito è puramente simbolico e non va preso alla lettera. La stessa cosa si puo' dire del battesimo, prescritto dal Rabbi ( Mt. 28,19). Ora se si presentasse un nuovo "" Messia " ed esorta ad abolire il sacro sacramento, qualcuno gli poterbbe chiedere = ma con quale autorita' tu proponi l'abolizione di questo rito iniziatico? Questa disposizione è divina ( !! ), perchè è prescritta da Jesu Il Cristo - il Figlio di Dio !! Fa comunque meraviglia che il Rabbi mai parlo' di abolire quel rito risalente ad Abramo !!! Non sei d'accordo ?? Regge il paragone ?? ------------- Piuttosto amica/amico Giraffin, chi speculo' del lembo - ovvero quella parte rimanente del rito cui fu sottoposto il futuro Salvatore del mondo fu proprio la santa gerarchia cattolicacristianaromana !! No hai mai sentito parlare della venerazione del SACRO PREPUZIO del santoBambinello di Betlemme ?? Lo sai che ben 12 abbazie in Europa si contendevano la venerazione del santo lembo ? Anche un comune d'Italia conservava e faceva adorare il resto del santo prepuzio. Il comune è CALCATA ( Viterbo ) - vuoi che ti racconti tutta la divertente storiella ? - Oppure, se tu hai il libro di Voltaire - Encyclopedie - vai su " superstizioni ". Troverari che anche la Francia rivendicava di possedere il sacro prepuzio del Redentore del Mondo - Era il paese di Puy en Velay !! E che dire del santo prepuzio di Anversa e del venerabile prepuzietto di Charroux ?? - Per ora temino, devo purtroppo andare via, se vuoi ti raccontero ed elenchero' dei " gioielli " fatti venerare dalla santa gerarchia ( quali = latte e forfora della Vergine madre della divinita' ----- di un " dente "" di Gesu'Cristo: conservato nell'abbazia di S. Medardo a Soissons, ( perdonami l'ironia - ma è andato in cielo sdentato ?? ) - della pietra su cui è conservato il sangue del bambinello - durante la circoncisione ( conservato nella chiesa S.Giacomo in Borgo in Roma ) ecc...... ecc....... ( V. P. Delfino " E l'uomo creo' la sindone - editore Dedalo ) - ciao e alla prossima.
sebastianb is offline  
Vecchio 29-11-2007, 20.46.09   #53
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11

Nel vangelo di giovanni manca perfino l'istituzione dell'eucarestia!.

Se lo leggi con “concentrazione” ti renderai conto che c’è una lunga sezione, più lunga dei racconti sinottici della cena d’addio, che va da 6,26 a 6,59, che è una profondissima spiegazione di ciò che rappresenta il gesto di offrire se stesso in sacrificio per i nostri peccati sotto la specie del pane e del vino riportato dai Sinottici.

Quando il Battista incontra Gesù lo indica agli altri con queste parole: “ Ecco l’agnello di Dio che toglie il peccato del mondo! “ ( 1, 29) Queste parole sono riportate solo dal Vangelo di Giovanni.
Non occorre, spero, mostrare il rapporto a cui allude il IV Vangelo con questa proclamazione-rivelazione.

Si può dire che quello di Giovanni è un Vangelo "eucaristico”.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 29-11-2007, 22.41.50   #54
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Pur essendo ormai un ex credente, conservo ancora tra i miei più cari amici un sacerdote, tra l'altro quello che ha celebrato il mio matrimonio e quello con cui passo innumerevoli serate a discutere davanti ad un bicchiere di vino(solo uno) e qualche salatino. Continua a ripetermi che le vocazioni sono in decisa diminuzione, le chiese mezze vuote si lamenta del sempre maggior numero di persone che: o non si sposano, oppure lo fanno con rito civile. Domanda: molte religioni del passato si sono via via estinte, credete che fra qualche secolo, ammesso che il pianeta abbia così tanta vita visto come lo trattiamo, il cristianesimo sarà ancora vivo?
Penso che il cristianesimo non sia ancora veramente arrivato, almeno è praticato in misura abbastanza limitata. Parzialmente è "materializzato" sotto forma della democrazia e i diritti dell'uomo e tutte le altre leggi umani della società moderna.
Io penso che in realtà il cristianesimo sta nascendo, ma fuori della chiesa, e sempre più uomini praticheranno gli ideali cristiani; l'amore per il prossimo e l'amore universale così a dire. Man mano che i crisi mondiali dimostreranno che tutti gli stati devono collaborare saranno create delle leggi globali che regolano la vita in modo che tutti vivono in pace su tutto il globo. Allora il cristianesimo sarà veramente vivo, amen.
Rolando is offline  
Vecchio 30-11-2007, 08.51.03   #55
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Come ho gia detto prova a leggere "COME GESU E STATO DIVINIZZATO" digita questa frase su google e leggi il brano di Severino Proietti, ex prete ed insegnante di teologia, mandato in pensione perché si era accorto di molte cose.
.

Severino Proietti non insegnava teologia ma Religione Cattolica nelle scuole statali...tuttavia non ho trovato informazioni più precise. Se ne hai ti prego di comunicarmele.
Probabilmente aveva solo il Bacellierato (la correzione automatica mi segnala che è sbagliata l'ortografia ma non lo è) cioè , aveva studiato teologia ma solo quanto basta per essere ordinato sacerdote. Per essere "teologi" bisogna fare ulteriori studi coi quali si ottiene la Licenza in teologia.

Non importa, comunque quali titoli abbia, importa ciò che dice, come per chiunque.

Sono andato a leggermi l’articolo che citi.
Ti dirò una mia prima impressione: si direbbe un prete che ha mal digerito le acquisizioni della teologia del secolo scorso e questo lo ha messo in crisi rispetto agli studi teologici che ha fatto in seminario; le “novità” possono essere state traumatiche, come è successo a molti fedeli.
A conferma della mia impressione è la sua affermazione ( l’ ho letta da qualche parte), riguardo a Daniel Rops, indicato come colui che gli ha aperto gli occhi. Rops che è uno scrittore, accademico di Francia, morto negli anni ’60, acquisto notorietà con alcuni saggi sulla storia della religione e sulla Bibbia. Ho letto (parecchi anni fa) di Rops, una o due opere che ho trovato interessanti e piacevoli, uno scrittore che merita la reputazione che ha. Sinceramente, però, non ne ricordo il contenuto. Negli anni 70 era molto letto. Subito dopo il concilio Vat.II c'era un grande fervore e interesse per la lettura della Bibbia che i fedeli cattolici conoscevano molto poco.
Non capisco come gli abbia aperto gli occhi.
Questa, però, è solo una analisi psicologica superficiale e lascia il tempo che trova.

La maggior parte delle cose che dice le trovi in qualsiasi commentario di studio della Bibbia o nei manuali di teologia. La differenza sta nelle conclusioni che se ne traggono.
Sarebbe troppo lungo affrontare un dialogo sugli argomenti che don Severino affronta nell’articolo…però se li vuoi proporre…uno alla volta….

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 30-11-2007, 11.07.06   #56
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Se lo leggi con “concentrazione” ti renderai conto che c’è una lunga sezione, più lunga dei racconti sinottici della cena d’addio, che va da 6,26 a 6,59, che è una profondissima spiegazione di ciò che rappresenta il gesto di offrire se stesso in sacrificio per i nostri peccati sotto la specie del pane e del vino riportato dai Sinottici.

Quando il Battista incontra Gesù lo indica agli altri con queste parole: “ Ecco l’agnello di Dio che toglie il peccato del mondo! “ ( 1, 29) Queste parole sono riportate solo dal Vangelo di Giovanni.
Non occorre, spero, mostrare il rapporto a cui allude il IV Vangelo con questa proclamazione-rivelazione.

Si può dire che quello di Giovanni è un Vangelo "eucaristico”.
Si in effetti metaforicamente ne parla moltissimo. Ho due bibbie una del 1979 e l'altra del 1992.
Pensa un po, in quella del 92 ne parla anche di più, ci sono più vocaboli.
Li però siamo su una montagna, nell'ultima cena Giovanni non descrive il rito.
Quando diceva copista ovviamente non intendevo il monaco (sei pignolissimo!) che materialmente copiava, intendevo chi si occupava, avendo potere decisionale, del testo da copiare, modificare, aggiungere o togliere.
Per quanto riguarda Proietti immaginavo già la risposta, quando qualcuno scrive qualcosa che va ad intaccare il credo di qualsiasi religione, a seconda delle latitudini, o lo giustiziano, o lo bandiscono, o lo screditano.
Non dico che abbia completamente ragione, ma un sacerdote che cambia idea mi da sempre da pensare. E ne ho gia conosciuti due.
buona giornata.
berenger11 is offline  
Vecchio 30-11-2007, 12.19.50   #57
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Personalmente credo che il cristianesimo sia fortemente in declino.
Più che altro in declino è la società in cui viviamo.
Società nella quale è diventato impossibile continuare ad essere cristiani (cristiani veri intendo).

Tra egoismo, il dio denaro, il successo, il potere, l'edonismo, e chi più ne ha più ne metta, come si fa ancora ad essere cristiani e definirsi tali?
Impossibile, se non quasi.
Credere nell'amore, nell'umiltà, nell'uguaglianza, nella non-violenza, e via dicendo, sono cose che non interessano quasi più a nessuno.

Per essere cristiani bisogna veramente andare contro corrente, e molti non hanno né la voglia né la forza di farlo.
Ognuno pensi solo a sé stesso e alla propria vita, che è meglio. Cosa fanno gli altri, come stanno, è irrilevante.

Il Cristianesimo vero non so se è mai esistito.

Elijah is offline  
Vecchio 30-11-2007, 13.11.48   #58
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Si in effetti metaforicamente ne parla moltissimo. Ho due bibbie una del 1979 e l'altra del 1992.
Pensa un po, in quella del 92 ne parla anche di più, ci sono più vocaboli.
Li però siamo su una montagna, nell'ultima cena Giovanni non descrive il rito.
Quando diceva copista ovviamente non intendevo il monaco (sei pignolissimo!) che materialmente copiava, intendevo chi si occupava, avendo potere decisionale, del testo da copiare, modificare, aggiungere o togliere.
Per quanto riguarda Proietti immaginavo già la risposta, quando qualcuno scrive qualcosa che va ad intaccare il credo di qualsiasi religione, a seconda delle latitudini, o lo giustiziano, o lo bandiscono, o lo screditano.
Non dico che abbia completamente ragione, ma un sacerdote che cambia idea mi da sempre da pensare. E ne ho gia conosciuti due.
buona giornata.

Bisogna anche tener conto del fatto che la redazione ultima di Giovanni
si può collocare verso l'anno 100, quando la celebrazione della cena del Signore era già parte della pur breve tradizione, come si evince dalla I lettera
ai Corinzi.
Giovanni dà una interpretazione spirituale delle cose che Gesù ha detto e fatto ( da cui Vangelo Spirituale come viene anche chiamato il Vangelo di Giovanni)
e non c'era nessun valido motivo per riprendere la narrazione della ultima cena
quale l'avevano riportata i Sinottici. Non era più il racconto dei soli avvenimenti che importava ma la loro interpretazione. Come richiamo all'umiltà c'è invece il racconto della lavanda dei piedi prima della cena (solo in Giovanni) .

In definitiva ho solo detto che quello che dice è abbastanza datato, le "scoperte" che faceva ai sui tempi comprensibilmente lo hanno scosso intellettualmente ma ciò è più da addebitarsi alla esegesi ed alla teologia che si studiava allora in seminario. Oggi non potrebbe succedere...in linea di massima, che si "abbandoni" per ragioni teologiche.
Quanto al sacerdozio credo con convinzione che sarebbe assai meglio non vincolare una persona per tutta la vita con l'ordine. Sarebbe assai meglio che ognuno potesse lasciare serenamente il sacerdozio quando la sua coscienza glielo imponesse...con serenità e senza drammi da ambedue le parti. Lo stesso penso per i religiosi.

Fra l'altro non mi sembra che don Severino sia stato sospeso a divinis
né che sia stato in qualche modo ufficialmente "sanzionato". L'istituzione religiosa cui apparteneva lo avrà allontanato da ogni incarico perché il suo insegnamento non era compatibile con l'insegnamento di quelli che rappresentava. Conosco solo, però, però che ho letto in rete.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 30-11-2007, 16.10.24   #59
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da Rolando
Penso che il cristianesimo non sia ancora veramente arrivato, almeno è praticato in misura abbastanza limitata. Parzialmente è "materializzato" sotto forma della democrazia e i diritti dell'uomo e tutte le altre leggi umani della società moderna.
Io penso che in realtà il cristianesimo sta nascendo, ma fuori della chiesa, e sempre più uomini praticheranno gli ideali cristiani; l'amore per il prossimo e l'amore universale così a dire. Man mano che i crisi mondiali dimostreranno che tutti gli stati devono collaborare saranno create delle leggi globali che regolano la vita in modo che tutti vivono in pace su tutto il globo. Allora il cristianesimo sarà veramente vivo, amen.

Salve rolando, devo dire che il tuo post mi ha colpito molto e mi ha dato modo di riflettere e di vedere la cosa in maniera molto diversa da quella che è la mia prospettiva solita.
Le tue considerazioni racchiudono un ideale di speranza che però non tiene conto di un problema millenario.
Come pensi di conciliare un popolo che vede in Cristo il figlio di Dio e include Maometto nel ventottesimo canto dell'inferno con un popolo il cui ideale è la teocrazia e vede in Cristo un aborto divino ed in Maometto, il vero è l'unico profeta depositario della verità assolutà?

in fede, the adviser
theadviser is offline  
Vecchio 30-11-2007, 17.43.09   #60
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: Re: Riferimento: Esisterà ancora il cristianesimo?

Citazione:
Originalmente inviato da theadviser
Salve rolando, devo dire che il tuo post mi ha colpito molto e mi ha dato modo di riflettere e di vedere la cosa in maniera molto diversa da quella che è la mia prospettiva solita.
Le tue considerazioni racchiudono un ideale di speranza che però non tiene conto di un problema millenario.
Come pensi di conciliare un popolo che vede in Cristo il figlio di Dio e include Maometto nel ventottesimo canto dell'inferno con un popolo il cui ideale è la teocrazia e vede in Cristo un aborto divino ed in Maometto, il vero è l'unico profeta depositario della verità assolutà?
in fede, the adviser
È difficile Finché gli integralisti di tutte le religioni continuano il praticare questo: la pace globale rimarrà una bella teoria.
Probabilmente ci vuole un'influenza più grossolana sotto forma di guerre e conflitti mondiali per far cambiare la mentalità di questi gruppi. "Sbagliando si impara" e questo vale anche in questo campo. Ma dopo questi conflitti in cui si imparerà quanto sbagliato è l'egoismo religioso, si può creare un mondo basato sulla tolleranza e la libertà spirituale.
R
Rolando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it