Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 06-10-2004, 16.12.25   #81
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
[...]
Quindi l’essere non è libero!
[...]
Precisamente.
Knacker is offline  
Vecchio 06-10-2004, 19.11.16   #82
ermes
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 388
[quote]Messaggio originale inviato da Knacker
[b]Precisamente.

Da dove proviene tutta questa certezza knacker!!

ciao

ermes
ermes is offline  
Vecchio 07-10-2004, 09.54.04   #83
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror


Ogni cosa a suo tempo...é vero...ma non devo essere io a deciderlo, ma il Mistero della Vita, la Grazia.



Il massimo sforzo!

Ciao, Kannon
Kannon is offline  
Vecchio 07-10-2004, 09.55.11   #84
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Precisamente.

Bene, allora andiamo avanti:

se ti trovi davanti due strade, quale scegli?

Kannon
Kannon is offline  
Vecchio 07-10-2004, 13.20.22   #85
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Bene, allora andiamo avanti:

se ti trovi davanti due strade, quale scegli?

Kannon
Dopo una serie ben precisa di cause mi trovo di fronte al bivio di cui parli tu. Mi fermp e penso quale strada scegliere. Ne scelgo una. - STOP - Cos'è una scelta? Cos'è appena successo nel mio cervello? Ho fatto una decisione, ma in cosa consiste questa decisione? Alla fin fine il nostro cervello è costituito da atomi, molecole: un pugno di particelle che seguono le regole della fisica. Le decisioni sono impulsi elettrochimici che dal cervello possono arrivare alle articolazioni. Anche le scelte quindi sono soggette al principio di causa effetto. Ho scelto una strada, ma questa scelta è stata dettata dalle circostanze, dal presente, dal passato, da un insieme a dir poco complesso di cause.
Se fermassimo il tempo e riavvolgessimo il nastro temporale, facendolo ripartire mi troverei nelle stesse circostanze e farei la stessa scelta di prima. Anche se dovessi ripetere quella scelta mille volte, la mia decisione sarebbe sempre quella (N:B: supponendo che le cause passate e presenti (circostanze) rimangano le stesse). In pratica la scelta che facciamo non è una scelta già decisa (un destino già scritto), ma è l'unica scelta che avremmo potuto fare date quelle circostanze.,
In parole povere il bivio che mi hai presentato non è un bivio, è un'unica strada che prosegue dritta. Io non l'ho ancora percorsa, ma non potrò far altro che percorrere quella strada. Perché non ce ne sono altre (e non è possibile tagliare per i campi ).
Knacker is offline  
Vecchio 07-10-2004, 13.40.58   #86
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Dopo una serie ben precisa di cause mi trovo di fronte al bivio di cui parli tu. Mi fermp e penso quale strada scegliere. Ne scelgo una. - STOP - Cos'è una scelta? Cos'è appena successo nel mio cervello? Ho fatto una decisione, ma in cosa consiste questa decisione? Alla fin fine il nostro cervello è costituito da atomi, molecole: un pugno di particelle che seguono le regole della fisica. Le decisioni sono impulsi elettrochimici che dal cervello possono arrivare alle articolazioni. Anche le scelte quindi sono soggette al principio di causa effetto. Ho scelto una strada, ma questa scelta è stata dettata dalle circostanze, dal presente, dal passato, da un insieme a dir poco complesso di cause.
Se fermassimo il tempo e riavvolgessimo il nastro temporale, facendolo ripartire mi troverei nelle stesse circostanze e farei la stessa scelta di prima. Anche se dovessi ripetere quella scelta mille volte, la mia decisione sarebbe sempre quella (N:B: supponendo che le cause passate e presenti (circostanze) rimangano le stesse). In pratica la scelta che facciamo non è una scelta già decisa (un destino già scritto), ma è l'unica scelta che avremmo potuto fare date quelle circostanze.,
In parole povere il bivio che mi hai presentato non è un bivio, è un'unica strada che prosegue dritta. Io non l'ho ancora percorsa, ma non potrò far altro che percorrere quella strada. Perché non ce ne sono altre (e non è possibile tagliare per i campi ).

Rimani invece un attimino nell'attimo iniziale "prima" della scelta. Adesso pensa la strada che vuoi scegliere, e che sei sicuro di voler prendere. E' estremamente probabile che tu la prenda, perchè l'hai analizzata e lo sai che è quella. Sai anche che puoi ancora scegliere l'altra, anche se è quella che non avevi scelto. Questa possibilità sai di averla sempre, fino al momento in cui scegli realmente, e stai nel "dopo". Nel "dopo", puoi dire quello che hai detto, ma nel "prima" hai sempre la possibilità dell'altra scelta. Che sia molto improbabile che tu la prenda per svariati motivi lo sai, ma fino a che non la prendi, rimane sempre l'altra, e sai che c'è, anche se non la prendi. Lo sai che ce ne sono due, e sai anche che la scelta dipende da te, e che hai la potenzialità (libertà) di cegliere anche l'apparente "assurda" altra strada. E' vero che una conseguenza di cause di porta a sceglierne una piuttosto che l'altra, ma ciò non toglie la consapevolezza che hai di sapere che puoi anche scegliere l'altra. Sai di avere in realtà questa libertà a prescindere da ciò che sceglierai. Se l'altra non fa al caso tuo, è assurda, non ti piace, non la prenderesti mai, e tutto quello che pensi, sai anche che se vuoi la puoi prendere lo stesso, anche contro tutto quello che hai pensato, anche se non la prendi. Il fatto che non accada, nel senso che sia molto probabile che non accada, non significa che la scelta non esista. E dipende sempre e solo da te. Quindi, potrebbe anche accadere.

Tutte le cause che determinano quella scelta, non ti levano la libertà di poterne fare comunque un altra, anche se ti spingono fortemente a scegliere quella. Nel "prima" questa condizione è reale, e lo sai. Comunque c'è.

Kannon

Ultima modifica di Kannon : 07-10-2004 alle ore 13.48.47.
Kannon is offline  
Vecchio 07-10-2004, 14.49.38   #87
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Rimani invece un attimino nell'attimo iniziale "prima" della scelta. Adesso pensa la strada che vuoi scegliere, e che sei sicuro di voler prendere. E' estremamente probabile che tu la prenda, perchè l'hai analizzata e lo sai che è quella. Sai anche che puoi ancora scegliere l'altra, anche se è quella che non avevi scelto. Questa possibilità sai di averla sempre, fino al momento in cui scegli realmente, e stai nel "dopo". Nel "dopo", puoi dire quello che hai detto, ma nel "prima" hai sempre la possibilità dell'altra scelta. Che sia molto improbabile che tu la prenda per svariati motivi lo sai, ma fino a che non la prendi, rimane sempre l'altra, e sai che c'è, anche se non la prendi. Lo sai che ce ne sono due, e sai anche che la scelta dipende da te, e che hai la potenzialità (libertà) di cegliere anche l'apparente "assurda" altra strada. E' vero che una conseguenza di cause di porta a sceglierne una piuttosto che l'altra, ma ciò non toglie la consapevolezza che hai di sapere che puoi anche scegliere l'altra. Sai di avere in realtà questa libertà a prescindere da ciò che sceglierai. Se l'altra non fa al caso tuo, è assurda, non ti piace, non la prenderesti mai, e tutto quello che pensi, sai anche che se vuoi la puoi prendere lo stesso, anche contro tutto quello che hai pensato, anche se non la prendi. Il fatto che non accada, nel senso che sia molto probabile che non accada, non significa che la scelta non esista. E dipende sempre e solo da te. Quindi, potrebbe anche accadere.

Tutte le cause che determinano quella scelta, non ti levano la libertà di poterne fare comunque un altra, anche se ti spingono fortemente a scegliere quella. Nel "prima" questa condizione è reale, e lo sai. Comunque c'è.

Kannon

Comprendo quello che scrivi e, in linea teorica, potrei anche condivderlo. Tuttavia in pratica va a finire proprio come ha spiegato Knacker: puoi anche avere più di 2 opzioni, anche 1.000 ma, fatalmente, date certe condizioni, la scelta è formalmente libera ma sostanzialmente obbligata.

E' questa, a mio avviso, la vera schiavitù dell'uomo.

Cordialmente
freedom is offline  
Vecchio 07-10-2004, 15.23.25   #88
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da freedom
Comprendo quello che scrivi e, in linea teorica, potrei anche condivderlo. Tuttavia in pratica va a finire proprio come ha spiegato Knacker: puoi anche avere più di 2 opzioni, anche 1.000 ma, fatalmente, date certe condizioni, la scelta è formalmente libera ma sostanzialmente obbligata.

E' questa, a mio avviso, la vera schiavitù dell'uomo.

Cordialmente

Vedi, caro freedom, la posizione in cui ti trovi, nel momento della scelta tra le due strade, dipende a sua volta da scelte precedenti, comunque "libere". Significa che tutto ciò che fai è sempre libero e determinato solo da te. Compreso ciò che accade.
La schiavitù è apparente, perchè comunque immersa in una condizione "libera".

Ciao, Kannon
Kannon is offline  
Vecchio 07-10-2004, 15.46.20   #89
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Vedi, caro freedom, la posizione in cui ti trovi, nel momento della scelta tra le due strade, dipende a sua volta da scelte precedenti, comunque "libere". Significa che tutto ciò che fai è sempre libero e determinato solo da te. Compreso ciò che accade.
La schiavitù è apparente, perchè comunque immersa in una condizione "libera".

Ciao, Kannon


Vedo che abbiamo opinioni diametralmente opposte. D'altra parte il contraddittorio sul libero arbitrio dell'essere umano è vecchia come il mondo.

Spero, nel segreto del mio cuore, che tu abbia ragione. Sarebbe molto più dignitoso per l'umanità.........

Cordialmente
freedom is offline  
Vecchio 07-10-2004, 16.08.04   #90
ermes
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 388
qualsiasi strada uno sceglie,non deve mai rimpiangere di non aver scelto quell'altra,ti potranno accadere delle cose,belle o brutte,bisogna accettarle entrambe,in genere si dovrebbe dare retta al proprio istinto,anche se questo ti porterà a perderti.ma alla sera devi ritornare a casa(intesa come dimora della propria spiritualità).

ciao

ermes
ermes is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it