Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-04-2005, 19.34.57   #41
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da SonoGiorgio
Va bene.....l'esperienza è soggettiva, ma non è questo che mi interessa.
Daremo tutti e tre una spiegazione diversa del fenomeno vissuto, oppure sarà identica?

possono valere tutte e due le ipotesi...inizialmente si spiega, racconta un fenomeno per come ci è stato proposto, a seconda della nostra permanenza nello stesso e a seconda di cosa ci è stato raccontato..ovvio.


Citazione:
Se vediamo tutti e tre la Madonna, penseremo tutti e tre che la Madre di Cristo è venuta a farci visita, oppure solo alcuni di noi giungeranno alla conclusione che quel fenomeno energetico si è vestito da Madonna perchè è la nostra Mente che adatta ciò che non riesce a spiegare con concetti noti e rassicuranti?


questa della madonna la lascerei stare..troppo complicato...
si deve distinguere se chi la vede è un cattolico o uno che è sulla Via...

Citazione:
Se viviamo tutti e tre l'esperienza della Dilatazione al punto da sentirci vibrare all'unisono con tutta la Madre Terra, giungeremo tutti e tre alla conclusione che quel fenomeno ha una mera spiegazione elettromagnetica, oppure qualcuno di noi concluderà che lo Spirito Divino ci ha voluto rendere partecipi della sua universalità?
Giorgio

che t'importa? E' UN FENOMENO!!! realizzare è ben altro..bisogna uscire dal fenomenico...lasciare a casa gli effetti..farli passare!
Ho avuto quell'esperienza più volte..ma non mi sono fermata a quella..non m'interessava sapere cosa era..perchè CHI vuole saperlo è sempre la mente che indaga..Uscire dalla mente, ossia renderla silenziosa o osservante è altro... e bisogna provarlo,
ovvio che se noi meditando andremo a caccia di effetti speciali, "poteri" siddhi o chiamale ."magie"..ci fermeremo lì..diventeremo anche potenti sotto certi aspetti..l'energia si manifesterà al meglio (anche se ho dei dubbi personali)..ma non avremo Realizzato la punta più Alta dell'iceberg, ovvero un bel niente...
Ecco la differenza tra manifesto e immanifesto..
bisogna dividere il manifesto dall'immanifesto..per poi ritrovarlo nell'UNO..se non si divide prima..o sottrae..non si giunge a realizzare..
Se non si sposta per un po il Fenomenico, come potremo trovare il non-Fenomenico? mi comprendi?

comunque per risoddisfare la tua domanda, la spiegazione elettromagnetica razionale corrisponde all'Energia vibrazionale che può essere paragonata allo Spirito Divino cristiano.
Sempre Quello è... va meglio?
a poi..
atisha is offline  
Vecchio 08-04-2005, 19.38.05   #42
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Re: Esperienza ed Interpretazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da SonoGiorgio
E' possibile che, pur sperimentando il medesimo fenomeno, due ricercatori giungano a darsene una spiegazione-interpretazione difforme? Così difforme da porsi in assoluta antitesi?
Me lo chiedo perchè se la risposta è positiva, forse abbiamo trovato le ragioni dei nostri contrasti....mentre se è negativa, qualcuno di noi mente sapendo di mentire.
Giorgio

Secondo me i contrasti non sono causati dalle interpretazioni difformi e non sono nemmeno antitesi se visti da un punto di vista piu ampio e non penso nemeno che qualcuno mente sapendo di mentire, non ce n' è guadagno...
Paolo77 is offline  
Vecchio 08-04-2005, 19.42.01   #43
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Re: Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da atisha

Se non si sposta per un po il Fenomenico, come potremo trovare il non-Fenomenico? mi comprendi?


Comprendo perfettamente.
Ma dimmi....come si può giungere alla certezza che quello che definisci "non-fenomenico" non sia altro che un modo diverso del manifestarsi del "fenomenico"?
Giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 08-04-2005, 19.51.54   #44
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Re: Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da atisha

questa della madonna la lascerei stare..troppo complicato...
si deve distinguere se chi la vede è un cattolico o uno che è sulla Via...

Puoi spiegare la differenza?

Ti faccio un esempio se no magari pensi che penso male.

Una persona che non è cattolica la vede. Però è italiana. Dunque è difficile che un italiano non sia, in qualche modo, stato a contatto con la religione cattolica o, comunque, simboli di essa. Inoltre metti che questo avvenga davanti ad una chiesa.

Come lo interpreti?
freedom is offline  
Vecchio 08-04-2005, 20.36.36   #45
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Re: Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da atisha
Ho avuto quell'esperienza più volte..ma non mi sono fermata a quella..non m'interessava sapere cosa era..perchè CHI vuole saperlo è sempre la mente che indaga..Uscire dalla mente, ossia renderla silenziosa o osservante è altro... e bisogna provarlo,

Ti sei illusa di avere quella esperienza, era la tua mente che voleva averla, io che ho provato so... mi rendo conto che con le parole no posso esprimere questo stato in cui permango... ma così è... è la Sua Volontà... insisti che puoi riuscire anche tu un giorno... ma solo quando troverai il testimone potrai iniziare a sperimentare piccoli stati del tutto... con il tempo Comprenderai che l'ego è una brutta bestia....
Uno is offline  
Vecchio 08-04-2005, 20.40.14   #46
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da atisha
riprendo anche qui...
ma non vedo diversità di linguaggio..forse ora tendi ad essere più semplice di altre volte per facilitare "incontri" base..
ok..

Le esperienze-fenomeni (se intendi quei fenomeni, io prima intendevo il Fenomeno finale, lo Stato nuovo) saranno anche diversi..proprio perchè sono fenomeni..
Es.: c'è un temporale...guardiamo il cielo e siamo in tre..la nostra attenzione ci porta a vedere nello stesso fenomeno tre lampi, fulmini...ogni individuo ne vedrà uno diverso dall'altro..chi lo vedrà sul mare in orizzontale..chi lo vedrà lato monti in verticale..chi ne sentirà solo il botto..
tutti e tre avranno avuto l'esperienza (ma è solo un'esperienza ricordiamolo) stessa esperienza del medesimo fenomeno ma diversa apparizione..
Ogni individuo dirà che la sua è quella giusta..forse due di essi diranno che hanno avuto la stessa perchè i fulmini erano per tutti e due verticali..
chi ha ragione? nel fenomenico tutti e tre....
questo è solo fenomenico..manifestazione energetica, che siano profumi di violette...incensi...od olio per friggere...
che dici?


I fenomeni si sperimentano tramite i sensi...la mente li interpreta in base alla memoria, conscia e inconscia, e l'ego dice: questa è la mia esperienza...emotiva, intellettuale ecc.

Ti mai accaduto, invece, di Essere Osservatore impersonale di questo processo...di non attribuirtelo, farlo tuo, testimoniarlo soltanto, senza nessuna valutazione, nessun giudizio? Osservazione Pura?
Avresti scoperto che il fatto esperienziale "realizzato" senza il filtro mentale è unitario:l'oggetto di osservazione, il soggetto che osserva e l'osservare sono un tutt'uno. Non c'è nessuna divisione all'interno della Coscienza. Noi siamo Coscienza.
E la Coscienza è tutto ciò che E'.

Le differenziazioni arbitrarie, convenzionali, funzionali e strumentali al mondo fenomenico avvengono subito dopo, tramite la mente che li immagazzina e codifica, a vari livelli...
Da quel momento, in cui si è creato il dualismo fra soggetto e oggetto, si creano l'io e il mondo, con le relative identificazioni in una realtà "illusoria" ma convenzionalmente reale per ogni "io" che
la vede e esperisce attraverso questo modello descrittivo.
E' questa realtà apparente, interpretata, elaborata successivamente che viene definito "stato di sogno" (maya).

Riconoscere e stabilizzare, invece, lo stato di Consapevolezza primario, neutro, impersonale, antecedente alle differenziazioni significa essere svegli.
Questa condizione di Consapevolezza risvegliata permette anche di vivere nel mondo dei fenomeni, delle apparenti realtà, come un gioco (leela).
Puoi viverti i due livelli simultaneamente: superficialmente identificato nel fìgioco con il mondo fenomenico e profondamente, essenzialmente, disidentificato con la realtà Essenziale.
"E' Essere nel mondo ma non più del mondo".
Però sono solo parole nel sogno...per chi non ha vissuto il risveglio della Consapevolezza.

Ultima modifica di Mirror : 08-04-2005 alle ore 20.44.05.
Mirror is offline  
Vecchio 08-04-2005, 20.56.01   #47
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror


Riconoscere e stabilizzare...........





Non puoi riconoscere e stabilizzare niente....accade da se...

ma so che finchè non succede non si può Comprendere... forse succederà... non è dato a noi saperlo....

Uno is offline  
Vecchio 08-04-2005, 20.56.43   #48
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: Re: Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da SonoGiorgio
Comprendo perfettamente.
Ma dimmi....come si può giungere alla certezza che quello che definisci "non-fenomenico" non sia altro che un modo diverso del manifestarsi del "fenomenico"?
Giorgio

la cosa più semplice che mi viene da dirti è..."Lo intuisci"...

come fai a sapere che l'acqua è calda se non l'hai mai vissuta?
t'immergi..ne scopri la sostanza liquida (fenomeno)..e immergendoti ne "senti" il calore...
Che t'importa a questo punto come sia stata scaldata?
t'immergi e senti...godi e percepisci quel calore che prima mai avevi provato...Tocchi l'acqua, certo toccare è un effetto sensoriale ed anche questo forse non rende bene l'idea...perchè l'idea stessa è inesistente...
Mi torna in mente il classico esempio del profumo..
come fare a descrivere il profumo di una rosa? ci si potrà avvicinare..e solo chi lo ha colto potrà totalmente comprenderlo e difficilmente descriverlo..

Rimane la sperimentazione e per sperimentare è necessario meditare, trovare il metodo (ad ognuno il suo)..uscire o osservare il pensiero..allontanarlo e cercare quello spazio fermo, silente..
Oltre il pensiero, in quel Vuoto..ciò che appare è il non-fenomenico..

Con un po' di esercizio ci si avvicina...

Chi fa domande però è sempre la mente..il "fenomeno" o pensiero che crea e disfa universi.
Oltre la medesima ciò che appare non può essere che Essenza..Energia pura, pulita dal fenomenico..e quando appare l'Essenza, che sia colorata o no..con o senza effetti speciali accompagnata, non ha più importanza perchè diventa Viva sul proprio corpo/strumento... diventa uno stato nuovo d'essere di questo strumento...nasce la famosa Consapevolezza...o Visione profonda.
Nello stesso momento che accade di immergerci in questo Spazio profondo, non viene neanche più in mente la domanda iniziale.."come si fa a riconoscere il non-manifesto"
spero di essere stata un pochino più chiara...
atisha is offline  
Vecchio 08-04-2005, 21.01.22   #49
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: Re: Re: Atisha

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror
I fenomeni si sperimentano tramite i sensi...la mente li interpreta in base alla memoria, conscia e inconscia, e l'ego dice: questa è la mia esperienza...emotiva, intellettuale ecc.

Ti mai accaduto, invece.......

Mirror....ti rivolgi a me? il post era il mio...
atisha is offline  
Vecchio 08-04-2005, 21.06.00   #50
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
dannata-mente

Citazione:
Rimane la sperimentazione e per sperimentare è necessario meditare, trovare il metodo (ad ognuno il suo)


No Atisha, è sempre la mente che si illude di meditare... è meglio farsi una risata... hai le stesse probabilità di riuscita... quando arriverà il momento accadrà...
Uno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it