Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 07-10-2006, 13.14.51   #31
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

joannes sai bene anche tu che l'uomo è cattivo da quando è nato,è inutile negarlo.Secondo te come mai Dio decise di salvare sono Noè??Siamo fatti così,c'è poco da fare,e ovviamente ci sarà sempre qualcuno che usa il denaro con lo scopo di fregare il prossimo e di arricchirsi!!
dany83 is offline  
Vecchio 07-10-2006, 13.27.55   #32
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

caro uranio,dentro di me non c'è nessuna crisi mistica,non ti sbagliare.
Il mio ragionamento è che i soldi sono stati la rovina dell'uomo perchè,essendo cattivi da quando siamo nati, (vedi la storia di Noè,come mai dio salvò solo lui?)
dei soldi ne facciamo cattivo uso.Ci sarà sempre quello che tenterà di fregare un altro per arricchirsi,ci saranno sempre i prepotenti,è inutile negarlo.
Con questo però non voglio dire che non dobbiamo avere fede,non capite male.
E poi un altra cosa.ho notato che qua ci sono persone che credono di vivere nel mondo dei sogni e allora io vi dico:SVEGLIATEVI e leggete i giornali e guardate la tv!ogni giorno succedono cose allucinanti nel mondo e secondo voi come mai succedono?sempre per lo stesso motivo...IL POTERE!
dany83 is offline  
Vecchio 07-10-2006, 13.34.45   #33
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

vi volevo fare una domanda.Come mai Dio punì quelli che costruivano la torre di Babele?Per la loro ARROGANZA!Perchè loro credevano che costruendo quella torre potessero arrivare a essere come Dio.Quell'episodio ci dovrebbe servire di lezione e invece c'è ancora gente che pensa di poter diventare più grandi del Signore...mah...
dany83 is offline  
Vecchio 07-10-2006, 20.13.44   #34
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

si dany ma noi siamo stati chiamati non a questa vita ma a quella che vi è dopo, quella vera, infinita, in abbodanza; per cui chi frega il prossimo, chi ruba, chi compie il male non avrà parte alla vita, ma è figlio di questo mondo che è del signore di questo mondo non di quello del cielo. Noè fu il solo salvo perchè il solo giusto; simbolo di quel solo giusto che verrà poi e che dalla croce ci salva tutti perchè per tutti si è donato; sta a noi fare il passo successivo affinchè ciò avvenga.
joannes is offline  
Vecchio 08-10-2006, 00.10.22   #35
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

Dany83…tu dici…

Siamo tutti peccatori?

Ultimamente mi sono posto una domanda.Visto che al giorno d'oggi nel mondo tutto ruota attorno ai soldi,allora questo vuol dire che siamo tutti peccatori?Il Signore non diceva per caso che per un ricco sarebbe stato molto più difficile andare in paradiso?Lo so che non siamo tutti ricchi,ma se ad ognuno ci offrissero un miliardo non credo che lo rifiuteremo (io compreso),quindi questo significa che anche chi crede va contro i principi della religione cattolica.o no?



Generalmente si lega la parola peccato alla religione cristiana……ma chiunque può peccare …anche l’ateo o l’anticristiano più agguerrito…

Per l’essere umano non è possibile stabilire se un suo simile ha peccato….

Dal momento che una persona si sente….. di avere peccato …….è un peccatore

E’ la nostra coscienza che ci dice quando abbiamo peccato…non un nostro simile.

Per esperienza personale posso dire che il denaro …l’attaccamento al denaro a volte mi ha portato a peccare .
Siamo tutti d’accordo che il denaro causa molta sofferenza …ma non è detto che ci sia sempre di mezzo il peccato.

Qualcuno potrà obbiettare dicendo che i preti condizionano la nostra coscienza ……diciamo che in buona fede ci provano ….come ci provano i genitori …….ci può provare chiunque può avere a che fare con noi …..ma in ultimo sono le esperienze della nostra vita che ci formano la coscienza ..

Si può anche obbiettare dicendo che alla coscienza ci può mentire ……direi piuttosto che si cerca di mentire …di mentire a noi stessi …..ma in fondo nel medesimo istante in cui mentiamo ci rendiamo conto di farlo….

Io ho scelto di essere cristiano …ho scelto Gesù di Nazareth come maestro di vita ….lui con i suoi insegnamenti non ha portato delle novità ecclatanti …ha solo ripetuto all’uomo ciò che già sapeva …..

Ha ricordato all’uomo che alla propria coscienza non si può mentire e per vivere a pieno questa vita è necessario essere in armonia con la propria coscienza….

Dio è dentro e fuori dall’uomo…….

La presenza di Dio nell’uomo è fissata proprio li nella coscienza …per questo motivo nel medesimo istante Dio è con tutti gli uomini

Gesù non ci ha detto qualcosa di nuovo ….ha solo ricordato all’uomo che la sua coscienza sa cosa è bene e cosa è male…e non vivere in armonia con ciò che si ritiene bene è peccato


Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 08-10-2006, 08.59.11   #36
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
riprendendo il tuo post iniziale dany volevo aggiungere che non è il denaro che ci rende peccatori ma l'uso che se ne fa! se un uso egoistico o un uso parsimonioso e di generosità verso chi è nel bisogno. Il peccato piu grande dell'uomo (grazie anche alla secolarizzazione e al relativismo retaggio delle ideologie ateiste del secolo scorso) è proprio quello oggi di affermare:"Non c'è peccato", nonostante lo vediamo ogni giorno che viene commesso su innocenti per causa di guerre o nella nostra società, sui bambini, noi stessi quando facciamo finta di non vedere il nostro fratello bisognoso, quando ci chiudiamo nell'egoismo, viviamo di soli piaceri, quando odiamo, imprechiamo, non amiamo, insultiamo, invidiamo. Per cui non c'è peccato perchè non c'è nessun Dio che ci deve giudicare perchè chi è Dio che deve giudicare me dany? non è forse vero il contrario? chi sono io per alzare lo sguardo verso Dio e proferir parola per dire cos'è o cosa non è giusto? ecco il peccato piu grande, e l'inganno di sentirsi liberi nonostante il mondo è nel travaglio!

<Se diciamo che siamo senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. Se riconosciamo i nostri peccati, egli che è fedele e giusto ci perdonerà i peccati e ci purificherà da ogni colpa. Se diciamo che non abbiamo peccato, facciamo di lui un bugiardo e la sua parola non è in noi.> (Gv 1, 8-10).

condivido e non condivido quel che hai scritto.

Se hai una coscienza viva e la luce dell'amore dentro, che ci sia un dio o non ci sia non fa alcuna differenza: tu stai male quando ti accorgi di aver fatto male a tuo fratello.
Il rendere conto a se stessi, il giudice più inflessibile che esista. Ovviamente se non lo hai imprigionato! E allora neppure Dio può sostituirlo.

Ci sono errori che ho fatto che non riesco a perdonarmi, che Dio esista o non esista il dolore per averli commessi resta.

Quando abbiamo abbandonato le nostre coscienze, allora andiamo in cerca di uno che sta fuori di noi per poterlo più facilmente imbrogliare.

I preti i Papi, credono di imbrogliare dio.
Allora per giustificare tutto, quando si vuole, si tira in ballo la buona fede.
Non credo sia così, credo che ciascuno deve accertarsi delle proprie azioni controllando i frutti che produce.

Oggi tutti i mali sembrano provenire dall'abbandono di Dio. Non è vero. Non abbiamo abbandonato Dio, ma noi stessi. Anche perché Dio è dentro di noi e ritrovando noi stessi ritroviamo Dio.

Se qualcuno rispetta la legge, tutte le leggi (solo i pazzi potrebbero farlo) ed è privo di amore a cosa gli serve? meglio che sbagli cento volte, pecchi migliaia di volte se questo lo potrà condurre alla riflessione, al dubbio, alla ricerca, all'amore.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 08-10-2006, 11.05.58   #37
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
condivido e non condivido quel che hai scritto.

Se hai una coscienza viva e la luce dell'amore dentro, che ci sia un dio o non ci sia non fa alcuna differenza: tu stai male quando ti accorgi di aver fatto male a tuo fratello.
Il rendere conto a se stessi, il giudice più inflessibile che esista. Ovviamente se non lo hai imprigionato! E allora neppure Dio può sostituirlo.

Ci sono errori che ho fatto che non riesco a perdonarmi, che Dio esista o non esista il dolore per averli commessi resta.

Quando abbiamo abbandonato le nostre coscienze, allora andiamo in cerca di uno che sta fuori di noi per poterlo più facilmente imbrogliare.

I preti i Papi, credono di imbrogliare dio.
Allora per giustificare tutto, quando si vuole, si tira in ballo la buona fede.
Non credo sia così, credo che ciascuno deve accertarsi delle proprie azioni controllando i frutti che produce.

Oggi tutti i mali sembrano provenire dall'abbandono di Dio. Non è vero. Non abbiamo abbandonato Dio, ma noi stessi. Anche perché Dio è dentro di noi e ritrovando noi stessi ritroviamo Dio.

Se qualcuno rispetta la legge, tutte le leggi (solo i pazzi potrebbero farlo) ed è privo di amore a cosa gli serve? meglio che sbagli cento volte, pecchi migliaia di volte se questo lo potrà condurre alla riflessione, al dubbio, alla ricerca, all'amore.

ciao
mary

infatti cara Mary,
senza errori (o esperienze) non si cresce:
Certo nessuno vorrebbe che i propri figli si scottassero o si facessero del male
e per questo si cerca di prevenire dicendo attento/a non mettere le mani
sul fuoco, perchè ti puoi bruciare, ma se il figlio vuole provare la scottatura
per evitarla successivamente non si può che accettare che impari attraverso l'esperienza . E' stato così per noi che siamo ancora qui nonostante i nostri errori (esperienze) ed è e sarà sempre così per tutti i figli di Dio.....D'altronde
anche i proverbi che sono espressione di saggezza ci dicono che si arriva agli astri solo per aspera.....
paperapersa is offline  
Vecchio 08-10-2006, 11.59.10   #38
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

non ci riesci a perdonarti gli errori, ovvero provi un senso di colpa che si rivela nel tuo cuore; eppure per non riconoscere il peccato affermi che nemmeno il senso di colpa sussiste ma come vedi inganni il tuo cuore. Proprio perchè solo Dio può liberarci dal peccato ecco che si rivela un altra cosa che hai detto ovvero che siamo noi i giudici di noi stessi, inflessibili; eppure se così fosse già ti saresti perdonata da tempo gli errori commessi nel mentre vedo che questi errori macerano la tua anima quando il ricordo ritorna. Il vero giudice è Dio e solo lui può liberare il tuo cuore dal peccato; anche quello di ergersi a giudici di se stessi, proprio perchè a Dio non diamo quel che a lui appartiene, noi stessi ma, infin dei conti, giudichiamo lui stesso, le sue parole, i suoi profeti, mai le nostre azioni che nel tempo rimangono ingiudicate, per questo ci fanno restre nella sofferenza. Il nostro giudizio in fin dei conti è ipocrita ed imperfetto. Sol Dio ci dona l'amore e la pace per rivedere la nostra vita, al di fuori del peccato, da cui ci libera.
joannes is offline  
Vecchio 08-10-2006, 19.05.57   #39
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
non ci riesci a perdonarti gli errori, ovvero provi un senso di colpa che si rivela nel tuo cuore; eppure per non riconoscere il peccato affermi che nemmeno il senso di colpa sussiste ma come vedi inganni il tuo cuore. Proprio perchè solo Dio può liberarci dal peccato ecco che si rivela un altra cosa che hai detto ovvero che siamo noi i giudici di noi stessi, inflessibili; eppure se così fosse già ti saresti perdonata da tempo gli errori commessi nel mentre vedo che questi errori macerano la tua anima quando il ricordo ritorna. Il vero giudice è Dio e solo lui può liberare il tuo cuore dal peccato; anche quello di ergersi a giudici di se stessi, proprio perchè a Dio non diamo quel che a lui appartiene, noi stessi ma, infin dei conti, giudichiamo lui stesso, le sue parole, i suoi profeti, mai le nostre azioni che nel tempo rimangono ingiudicate, per questo ci fanno restre nella sofferenza. Il nostro giudizio in fin dei conti è ipocrita ed imperfetto. Sol Dio ci dona l'amore e la pace per rivedere la nostra vita, al di fuori del peccato, da cui ci libera.

Dalle tue parole comprendo che non hai vissuto esperienze simili alle mie.

Le tue parole non fanno una piega, ma altro è viverle.

I miei "peccati" che tornano a farmi male, sono stati due nella mia vita. Due che ancora bruciano nel mio cuore.
Mi è stato concesso di fare del male a due persone nella piena lucidità e nello stesso tempo nella impossibilità di evitarlo.
Non è facile spiegarsi. Ma quando fai del male e in quel momento non ne sei perfettamente consapevole, quando fai del male e comunque vi è dentro di te un ritorno di qualsiasi genere, è più facile (credo) poi perdonarsi.

Quando tu vivi nella perfetta lucidità di quel che stai facendo e la tua psiche non ti permette di evitarlo, perdonarsi è dura. Che Dio mi abbia già perdonata, lo so. L'Amore perdona senza risentimento nè rancore. Ma il dolore che è dentro di me non si spegne neppure con i decenni.

Vivo questa cosa come un dono, è un punto di riferimento che mi mostra sempre la mia parte umana, in qualsiasi momento e mi permette di non sentirmi superiore a nessuno.

Per questo ti dico che i sensi di colpa uccidono, non aiutano per nulla.

Ti uccidono dentro e non ti permettono di crescere. E permette ad altri di manipolarti a loro piacimento.
Così come è stato fatto da genitori, preti, insegnanti che catalogavano la vita in: questo è peccato, questo è dovere, questo puoi farlo, questo non puoi farlo, ubbidienza, ubbidienza, ubbidienza.

Il peccato, come a me personalmente è stato insegnato, non era certo improntato al mio ben-essere, alla preoccupazione della mia crescita spirituale. No, per niente era solo un modo per modellarmi come la società mi pretendeva, per controllarmi, per manipolarmi, per usarmi.

Non si può usare Dio per trasformare la massa in marionette.

Cominciamo a rivedere qual è il concetto di peccato.

ciao
mary


Il peccato equivale al
Mary is offline  
Vecchio 08-10-2006, 23.58.54   #40
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Siamo tutti peccatori?

Mary, non so cosa hai vissuto e mi spiace se ti è capitato di far qualcosa che volevi non accadesse; ma non ho detto che i sensi di colpa aiutano tutt'altro. Il senso di colpa ti fa comprendere che qualcosa è andato oltre nella tua vita, qualcosa contro Dio e la nostra natura che per il bene e l'amore è stata creata (a immagine e somiglianza..)! per questo è naturale ciò che provi. Tuttavia quel che non ci permette di andare avanti è proprio credere di potersene liberare da soli, di poter fare a meno del Signore che ci perdona è vero, ma se noi gli diamo il consenso di farlo. Hai mai chiesto al Signore di guarirti dal tuo dolore, da quel che hai commesso? o hai sempre portato quel peso sempre tutto da sola? forse per questo il dolore nel tuo cuore nonostante sia passato tanto tempo, rimane.
joannes is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it