Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 24-12-2006, 00.46.55   #41
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

7 punti di riflessione:

1) staccando la spina e riattaccandola al momento in cui il paziente (non so se definirlo ancora paziente o se non era piu' paziente) e riattaccandola nel momento in cui si aggrappava a chiedere aiuto , si sarebbe potuto ancora salvare (nel senso di tenerlo in Vita) ?

2) La sofferenza provata nel momento del distacco dalle strumentazioni , avrebbe potuto motivarlo , stimolarlo e rafforzarlo ad andare avanti nella cura di cui era prima sottoposto e a capire che (al di la che il malato sia terminale o no) finchè c'è vita c'è speranza?

3) Vi è un plausibile reato oltre a quelli palesi , di Omissione Di Soccorso , dal momento del distacco della spina fino al decesso (del paziente o non paziente) , ed una illecita strumentalizzazione del malato ?

4) Si è negato il diritto di recesso della volontà?
Cioè ha comunicato in qualche modo qualcosa che volesse indicare il ritrattamento della sua volontà per riagrapparsi alle strumentazioni con una nuova convinzione per continuare a vivere Gli è stato negato il riallacciamento?

5) Il medico è uno strumento di guarigione e di salvaguardia della vita ?

6) Il malato si è affidato al Dio della vita negli ultimi istanti ?
E il "medico" a chi o cosa si è agrappato?

7) Se si spendono innumerevoli risorse per la ricerca di nuove terapie tecnologiche ,
possibile che piuttosto di valorizzare la speranza ai pazienti per attendere cure piu' efficaci , lo si plagi a desistere ?
Significa che la ricerca è inutile al paziente , ma utile all'interesse altrui ?

Penso che occorrerà fare chiarezza almeno anche su questi punti.

Ciao!
DarkTy is offline  
Vecchio 24-12-2006, 09.27.44   #42
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
scusa la mia ignoranza, ma vuoi spiegarmi meglio il concetto che ho quotato?

Perché l'"atto" mi sembra abbastanza in contrasto da quanto detto nel Giuramento di Ippocrate (attuale) al paragrafo 4 nonché all'articolo 36 del Codice Deontologico Medico del 1998.
Grazie molte

...il codice deontologico ha avuto un aggiornamento nel dicembre di quest'anno...

...rileggiti l'art. 39...

...e comunque la valutazione deve essere gobale...

...e non scaldarti tanto che ti fa male alle coronarie, ma piuttosto vai a vedere come si muore di certe malattie...

Spaceboy is offline  
Vecchio 24-12-2006, 10.57.32   #43
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Citazione:
Originalmente inviato da Spaceboy
...il codice deontologico ha avuto un aggiornamento nel dicembre di quest'anno...

...rileggiti l'art. 39...

...e comunque la valutazione deve essere gobale...

...e non scaldarti tanto che ti fa male alle coronarie, ma piuttosto vai a vedere come si muore di certe malattie...



Io non mi scaldo per niente, sono troppo vecchio.

Mi preoccupo solo che persone di valore come te, e non solo i gonzi portati al guinzaglio, non facciano una piega a lamentare prima un "vuoto legislativo" (anche se magari vuoto non è ma solo inadeguatezza, e su questo siamo d'accordo), e subito dopo a plaudire alla violazione delle stesse leggi!

Ricorda, perché lo sai di certo, che nessuna legge "è buona per tutti", e nessuno può pretendere che vengano rispettate solo quelle che vanno bene a lui!

Quindi poi non meravigliatevi, se le cose vanno a catafascio!

Buon Natale!... ah!, già, non si può dire più!... buona nuova lunazione!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 24-12-2006, 18.53.22   #44
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Per me ognuno dev'essere libero di abbandonare la vita quando vuole, se soffre, a meno che non sia un depresso con istinti suicidari...ed il tentativo secolare da parte della chiesa di manipolare tutto questo mi ha sempre fatto alterare!
sisrahtac is offline  
Vecchio 24-12-2006, 22.45.35   #45
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Citazione:
Originalmente inviato da Catharsis
Per me ognuno dev'essere libero di abbandonare la vita quando vuole, se soffre, a meno che non sia un depresso con istinti suicidari...ed il tentativo secolare da parte della chiesa di manipolare tutto questo mi ha sempre fatto alterare!


anche per me è la stessa cosa, ed incredibilmente, anche per la Chiesa!...
anzi, per la "volontà di Dio" che la Chiesa di Roma dice di professare, non ci sono "nemmeno" le limitazioni che dici tu"!

Infatti la "libertà" dell'uomo, è per il Dio dei cristiani tale addirittura da anteporre ai "comandamenti" scritti!... ed è per questo che l'uomo è libero di "peccare", cioè di trasgredire a quelle norme!
Ti pare che Dio (un Dio creatore ed onnipotente quale quello in cui crediamo noi) avrebbe avuto difficoltà a metterci dei "blocchi" per impedirci di fare qualcosa che a lui non fosse gradito?... suvvia!.. se ci riesce Windows, avrebbe potuto farlo anche lui!...

Ed invece no. Ci ha lasciati liberi di decidere!... naturalmente assumendoci le nostre responsabilità!

Ed è invece prorpio questo, questa "naturale" libertà, se ci vuoi far caso, che si cerca di aggirare!... l'eutanasia, quale la si vuol far passare, è il dare la "libertà" (o l' "arbitrio"?) a "qualcuno" di fare "ad altri" un qualcosa... anche se non sono disponibili a farlo!... non come dici tu di lasciar libero "ognuno" di far qualcosa per sé stesso!

Pensaci un attimino, e vedrai anche che la Chiesa non c'entra niente!

Buon Natale!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 25-12-2006, 00.43.18   #46
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Credo che la comprensione per il dramma umano unisca un po' tutti, ma sono diverse le prese di posizione.
Non so se chi è contrario all'eutanasia lo sia per motivi religiosi o per una speranza in una specie di miracolo o in una possibile eventuale ripresa, la differenza è consistente.

Ovviamente anche se la possibilità di ripresa è statisticamente minima, penso che non si debba desistere, diversamente per un malato che è in fase terminale la pietà umana e la sua stessa volontà debbano venir rispettati.

Non è in gioco l'attesa di una fine imminente, o almeno non solo, ma la sofferenza stessa.

Chiunque l'abbia provata o abbia assistito impotente alla sofferenza di un proprio caro, probabilmente ha un'idea precisa di cosa siano il sentimento d'impotenza unito alla disperazione, il libero arbitrio e la pietà.
cannella is offline  
Vecchio 25-12-2006, 11.06.20   #47
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
... l'eutanasia, quale la si vuol far passare, è il dare la "libertà" (o l' "arbitrio"?) a "qualcuno" di fare "ad altri" un qualcosa... anche se non sono disponibili a farlo!... non come dici tu di lasciar libero "ognuno" di far qualcosa per sé stesso!

...ti ricordo che esiste una eutanasia attiva, alla quale sono contrario, ed una eutanasia passiva, alla quale sono favorevole.
E il sig. Welby chiedeva appunto questo, una sospensione della ventilazione meccanica.

...vi ricordate la sig.ra che non voleva farsi amputare la gamba?
Bene i medici non hanno potuto fare altro che accettare la sua volontà e la sig.ra è morta poco dopo...

...il sig. Welby, ha fatto un errore, ha sbagliato a farsi fare la tracheotomia, di fatto se la rifiutava sarebbe morto per cause naturali.

...tutto ciò verrà superato dal testamento biologico...

...speriamo presto...

Spaceboy is offline  
Vecchio 25-12-2006, 18.15.26   #48
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Scusa Rudello ma quando la gente mi argomenta tirando in Ballo Dio mi cadono le braccia. Come chi è contro i pacs tira in ballo Adamo ed Eva dicendo che dio non ha creato Adamo e ..Giuseppe!

Siamo nel 2006, ed in quanto ateo, la bibbia o qualsiasi altro testo sacro o parola divina per me è..carta straccia!
sisrahtac is offline  
Vecchio 25-12-2006, 19.39.39   #49
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Citazione:
Originalmente inviato da Catharsis
Scusa Rudello ma quando la gente mi argomenta tirando in Ballo Dio mi cadono le braccia. Come chi è contro i pacs tira in ballo Adamo ed Eva dicendo che dio non ha creato Adamo e ..Giuseppe!

Siamo nel 2006, ed in quanto ateo, la bibbia o qualsiasi altro testo sacro o parola divina per me è..carta straccia!


Scusami per le tue braccine, ma vorresti essere così cortese da spiegarmi dove, come, quando e perché io ho "argomentato" tirando in ballo Dio?

Ho solo parlato di Chiesa, perché "tu" l'hai implicata ed ho nominato Dio solo fra virgolette, riferendomi alla Chiesa che "dice" di volerne seguire i dettami.

O forse sei "epidermicamente" allergico proprio alla parola?... non lo sapevo, non l'avrei usata!... scusami!

Naturalmente non ho assolutamente nulla da ridire se tu consideri questo o quel testo valido o meno... sarei contento se ne portasse comunque riguardo per rispetto agli altri che la pensano diversamente. Non trovi?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 30-12-2006, 13.53.55   #50
anacleto
Ospite
 
Data registrazione: 27-12-2006
Messaggi: 10
Riferimento: Il grande dramma dell'eutanasia

Sono contrario all'eutanasia in primo luogo come mezzo per evitare il dolore che è insito nell'umanità e in secondo luogo vedo con orrore quelo che sta succedendo in Olanda. Nel 2002 si approvò la legge dell'eutanasia, per i malati terminali adulti e allora si evocarono gli spettri delle diaboliche leggi naziste e con ragione. Infatti dopo si disse che anche i giovani possono avere dolori e sofferenze e s'introdusse un'altra aberrazione quella che anche gli adolescenti e i bambini inferiori ai 12 anni, con il consenso dei genitori possono essere oggetto dell'eutanasia. Quando poco tempo fa si approvò il partito dei pedofili in Olanda la coerenza dei sostenitori dell'eutanasia mi sembrò logica. Infatti se si decide che un bambino gli si può togliere la spina e può dunque morire, allora è giusto che un adulto possa avere rapporti sessuali anche con i bambini, così come chiede il partito dei pedofili olandesi. Allora si evoca ancora il fantasma mai scomparso in Europa(io vivo fortunatamente in un paese del terzo modo latinoamericano dove non c'è tempo di parlare di queste cose)le leggi naziste quando un altro emendamento da la possibilità di togliere la vita ai malati mentali solo con il consenso dei medici. Che differenza c'è dunque tra Hitler e le sue farneticanti teorie razziali e la democratica Olanda?. Qui non si tratta soltanto di religione e di credere in Dio. Si tratta di coerenza e di civiltà. Mi sembra che siamo arrivati nell'abisso della barbarie nazi.
anacleto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it