Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 10-02-2005, 21.48.33   #11
elisa.a
Ospite abituale
 
L'avatar di elisa.a
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 100
A me farebbe prorpio piacere sentire il resto della storia, poichè le esperenze vissute sono tesoro per chi vuole progredire nella saggezza..................
Una sola curiosità quanti anni hai?
Non vorrei che questa mia domanda suscitasse in te indignazione, non è così, è solamente una curiosità personale.
Sono contenta di sentire che finalmete hai trovato l'intesa e l'amore con un'altro essere e questo mi consola non poco.
Sii sempre così e sopratutto conbatti, se necessario per mantenere tutto questo. Penso che nella vita sia la cosa più importante. Chi ti esorta è ,in fine ,.un po' una perdente.
elisa.a is offline  
Vecchio 10-02-2005, 23.38.02   #12
nectario
la metafisica stanca
 
Data registrazione: 19-03-2003
Messaggi: 0
elisa

l'amore è una questione molto semplice, e forse banalmente brutale. il problema sta nella disillusione e nella capacità di convincere se stessi che la verità delle cose non sta mai sulla pelle, ma circola nel sangue.

noi, come uomini, abbiamo esigenze fisiche, che non voglio qui elencare per intero.
La soddisfazione di tali esigenze permette al nostro corpo un corretto funzionamento, e, al di là della questione medico-biologica, permette pure il mantenimento dell'equilibrio psicofisico.
L'attività sessuale è un obbligo impostoci per natura.
un obbligo che può essere un piacere (ma leopardi scrriveva che anche defecare dopo un lungo viaggio in carrozza era un atto di indescrivibile piacere...).
L'amore è una situazione a posteriori, nata dall'attività sessuale come sentimento di continuità, per il quale i partners non si abbandonano, vicendevolmente attratti da altre relazioni, ma si tengono stretti l'uno all'altro come preludio alla crescita dei figli in una faiglia.
Sesso e amore sono interdipendenti. ora, è chiaro che, come esseri umani, siamo in grado di dissociare il sentimento dalla sua origine naturale e istintiva, in modo da provare attaccamento verso una persona senza, per questo motivo, sentire nei suoi confronti nessun tipo di desiderio appagabile sessualmente (ad esempio la relazione madre-figlio).
noi viviamo per essere felici. se l'amore ci procura afflizioni abbiamo due scelte:
-- o continuare ad indagare all'infinito sui fenomeni che la nostra mente è in grado di generare in relazione a questo sentimento e rispetto all'oggetto al quale questo sentimento fa riferimento;
--o convincerci dell'origine naturale dell'amore e cercare di appagare, soltanto, i nostri bisogni fisiologici, senza nessuna implicazione di tipo sentimentale: come per dire "meglio una bistecca ai ferri, piuttosto che un pallido piatto uscito da un ricettario di "nouvelle cuisine...

lisa, sono troppo materialista?bruto?meschino?

no, sai cosa mi preoccupa?

spero che alessio non mi abbia ascoltato!

Alessio, tappati gli occhi.
e quando la afferri, una di quelle gonne
alzala pure...

nectario is offline  
Vecchio 11-02-2005, 00.02.20   #13
elisa.a
Ospite abituale
 
L'avatar di elisa.a
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 100
Ognuno esprime la sua oppinione, ma in fondo sono sicura che quello che dici non è quello che il tuo cuore vorebbe ...................
Sono una sognatrice, idealista?

Forse si............
elisa.a is offline  
Vecchio 11-02-2005, 00.32.41   #14
dani62
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-11-2004
Messaggi: 245
.....

NECTARIO...appoggio il tuo ragionamento.
Possiamo colorare i nostri incontri e sognare di continuo...ma tu Nectario hai colto nel segno.
Spesso chi parla d'Amore ne parla a sproposito, enfatizzando ogni incontro...giustificando così quelle che sono le normali attrazioni fisiche...o la fottuta paura di rimanere soli e invecchiare soli...confondendo e mistificando amore e bisogno..

dani62 is offline  
Vecchio 11-02-2005, 15.39.11   #15
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Re: amore?

Citazione:
Messaggio originale inviato da elisa.a
Amore....Amore.......quanto inchiostro si è versato per parlare di questo argomento.......Ma in realtà in cosa consiste?, Dopo tante ricerche ed alcune esperienze (sfortunatamente terminate non bene) ancora temo di non aver capito nulla.
Gli scienziati danno la loro versione.....
Gli spiritualisti la loro.........
Ma guardandomi attorno e facendo la somma delle confidenze ricevute quasi nessuno si sente amato.
Forse il guaio è che ognuno di noi vorebbe essere amato a modo suo , ma quanto difficile è capire le esigenze interiori delle persone ed avere la capacità di adeguarsi e dare ciò che e neccessario per la persona amata?
Grazie a quanti voranno accettare questa provocazione.

Elisa











hai ragione, si è versato litri e litri di inchiostro per definire l'amore, sonos tati scritte enciclopedie, trattati, ognuno crede di aver conosciuto l'amore e quindi ognuno puo' darti la sua definizione di amore.

PErsonalmente credo che l'amore, in quanto sentimento, non lo puo' essere trovato al di fuori di noi stessi. E' un sentimento che è dentro di noi e cercarlo al di fuori non solo è inutile, ma buffo.

Immagina 2 mendicanti che cercano l'elemosia l'uno dall'altro...
ecco come mi immagino 2 persone che cercano l'amore l'uno dall'altro.

L'amore secondo me, potrebbe essere descritto come quel sentimento che consiste solo nel DARE. Ossia, amare è voelre il bene di un essere vivente senza PRETENDERE nulla in cambio. Ami perchè, avendo scoperto quel sentimento dentro di te, quell'essere vivente esiste, e vuoi unicamente il suo benessere.

Ipoteticamente, dovresti essere contenta se e solo se, lui è contento SENZA MAI PRETENDERE ne un comportamento particolare ne altro.

Credo che pochissimi nell'arco della vita conoscano veramente l'amore, anche perchè credo che questo non possa essere provato SOLO per una persona, ma è un sentimento verso l'universo intero, non condizionato dal sesso
bluemax is offline  
Vecchio 11-02-2005, 15.40.29   #16
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
perdonami gli orrori di itaGliano ma ho scritto a rate, mentre sono a lavoro
bluemax is offline  
Vecchio 11-02-2005, 16.04.56   #17
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da elisa.a
A me farebbe prorpio piacere sentire il resto della storia, poichè le esperenze vissute sono tesoro per chi vuole progredire nella saggezza..................
Una sola curiosità quanti anni hai?
Non vorrei che questa mia domanda suscitasse in te indignazione, non è così, è solamente una curiosità personale.
Sono contenta di sentire che finalmete hai trovato l'intesa e l'amore con un'altro essere e questo mi consola non poco.
Sii sempre così e sopratutto conbatti, se necessario per mantenere tutto questo. Penso che nella vita sia la cosa più importante. Chi ti esorta è ,in fine ,.un po' una perdente.

Mia moglie ed io siamo accumunati da una caratteristica che si chiama disabilità fisica. Entrambi abbiamo dificoltà motorie e questo secondo alcuni potrebbe essere una somma di problemi, secondo altri un modo per capirsi reciprocamente, sostenersi vicendevolmente ed aiutarsi. Io propendo per questa seconda ipotesi.
Se le due esperienze di vita, completamente diverse, ci hanno aiutato reciprocamente, il fatto di essere sintonizzati sulla stessa lunghezza d'onda è stato qualcosa di fantastico. Sì, credo fermamente che mia moglie sia il mio grande amore!
Sul fatto di combattere... cosa intendi?
Bene, ho 46 anni, anche se ho lo spirito di un ventenne. Purtroppo "mi frega" la disabilità sommata all'età fisica, che mi fa capire che forse non sempre si può "esagerare"....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 12-02-2005, 10.49.06   #18
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Mr.Bean buongiorno, buongiorno a tutti

Io sono figlia una portatrice di handicap mia madre quando io avevo solo 12 anni si è amputata sul lavoro un braccio, da allora sono passati molti anni.
Li chiamo portatori di handicap perché lo fate anche voi qui e lo sento in giro nel mondo, io personalmente vista la mia età e soprattutto visto che mia madre allora fu inviata a Budrio a Bologna in un centro specializzato (credo uno dei più grandi con il Rizzoli sempre di Bologna) per protesi allora sperimentali come la "mioelettrica", ed io ho avuto fin da allora la fortuna di accompagnarla in quei viaggi almeno tre volte l'anno, sono cresciuta non identificando queste persone come "portatore o non Portatori" ma solo come persone uguali a me, e questo forse grazie al fatto che per un periodo dovendo seguire mia madre ho vissuto nei pressi del centro e grazie alla mia età e quest’esperienza sono cresciuta senza veder in nessuno differenze sostanziali con me...premesso questo vorrei far rilevare un dato doloroso soprattutto dei giovani...parlo dei giovani di allora quando lo ero anch’io…che è l’amore tutti o quasi subito l’incidente sono stati rispettivamente lasciati dalle loro compagne-fidanzate, ora non si dica subito come solito “persone sciocche, non capiscono, non li amavano abbastanza” tutto cio che è facile dire nell’osservare atteggiamenti altrui in cui noi non siamo chiamati a scegliere nulla quindi più facili da commentare. Questo mi fa pensare che tutto sommato l’amore ha precisi canoni anche apparenti da soddisfare e tutti quelli che ne parlano come se fosse l’essenza umana da ricercare nell’intimo, sintonie varie, slanci ecc. sia solo un grande imbroglio…uno dei tanti in cui l’uomo cade o meglio gli comoda cadere, rivestendo il proprio egoismo e chiamandolo “amore”…forse mi sbaglio ma mi domando se è con l’anima che si ama come suole dire la gente come mai l’occhio ce lo impedisce.
Io credo che noi non amiamo quello che c’è dentro ma soprattutto quello che c’è fuori poi vediamo di farci andare bene anche quello che c’è dentro e da qui l’errore e l’evidenza che siamo molto meno superficiali nell’accontentare i sensi che portati ad investigare l’anima altrui per cercare di scoprirne quei lati, sfaccettature che potrebbero appagarci a maggior ragione che la sola vista.
Non dite subito no non è così, forse la mia e solo una riflessione sciocca non ne dubito e non centrerà nulla con il vostro tema sull’amore, ma il mio intento ero solo quello di farvi riflettere che per qualcuno meno fortunato, anche del nostro povero amore egoistico dovrà farne a meno…purtroppo…


un sorriso



Kim is offline  
Vecchio 12-02-2005, 20.10.49   #19
federico
Ospite
 
Data registrazione: 09-02-2005
Messaggi: 0
Amore....Amore.......quanto inchiostro si è versato per parlare di questo argomento.......Ma in realtà in cosa consiste?, Dopo tante ricerche ed alcune esperienze (sfortunatamente terminate non bene) ancora temo di non aver capito nulla.
Gli scienziati danno la loro versione.....
Gli spiritualisti la loro.........
Ma guardandomi attorno e facendo la somma delle confidenze ricevute quasi nessuno si sente amato.
Forse il guaio è che ognuno di noi vorebbe essere amato a modo suo , ma quanto difficile è capire le esigenze interiori delle persone ed avere la capacità di adeguarsi e dare ciò che e neccessario per la persona amata?
Grazie a quanti voranno accettare questa provocazione.

Eliisa




io penso che prima devi riuscire ad amare te stesso e poi, puoi solo cominciare ad amare qualcuno .
E penso fermamente che in questa società così impostata sia difficile riuscire ad amarsi però è anche vero che : IMPOSSIBLE IS NOTHING
federico is offline  
Vecchio 12-02-2005, 20.36.06   #20
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Confessando, una volta di più, che fatico a mettere a fuoco il termine “amore”, che vedo per lo più come un (non meglio precisato) “addensamento di bene”, premesso questo, prendo le distanze dai due estremi dove da una parte si descrive l’amore come mera risposta a stimoli fisici e dall’altra lo si definisce come una forza purissima scevra da ogni velleità egoistica.

Per me quell’”addensamento di bene”, che posso avere dentro e che nel contempo cerco anche attorno a me, sta in ogni punto a metà strada tra questi due estremi.

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it