Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 15-12-2005, 18.22.01   #51
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
esilarante

par si parli del nulla come se si sapesse di cosa star parlando.


par si parli di niente come sapendo di far silenzio.



par si taccia a parole.



Io parla l'altrui tacere.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 18.26.10   #52
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Epicurus:

1. mi devi definire bene cosa intendi per "verità oggettive".

2. mi devi far capire bene perchè il "relativismo" sarebbe insostenibile, poichè mi sa che intendiamo due cose differenti con questa parola.

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Mi spiego meglio: il vivere (ora) soggettivamente esperienze implica (dal significato di tale termine) che io sto pensando. E da ciò si deduce (sempre dai significati dei termini) che io esisto (ora).
Quindi che io esista ora è simile all'enunciato "l'alfiere muove in obbliquo".
Relativamente a questo argomento mi sembra già di essermi espresso nel post del 14-12 12:03.


Citazione:
Ma nell'altra accezione, per cui tale credenza è indipendente da ogni altra cosa, è falsa. Ho mostrato sul forum sull'esistenza delle certezze assoluta, che non può darsi mente (e quindi il cogito, neppure quello ridotto all'istante presente) senza mondo esterno.

P.S. Piccola precisazione. Il cogito istantaneizzato non può di certo essere vero, perchè una fotografia istantaneizzata della nostra mente non avrebbe di certo senso, non corrisponderebbe a nessun pensiero.
D'accordo.
nexus6 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 18.33.33   #53
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Forse non mi sono espresso bene: sono daccordissimo sul fatto che il mio cervello sia condizionato dalla società ecc, ma la mia domanda è questa: Secondo voi è possibile che esista il nulla più totale?

A mio avviso no.
E' possibile che esista il nulla??
nexus6 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 18.38.08   #54
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: esilarante

Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
par si parli del nulla come se si sapesse di cosa star parlando.


par si parli di niente come sapendo di far silenzio.



par si taccia a parole.



Io parla l'altrui tacere.


Ciau Zen0, ti vedo in gran forma!
Yam is offline  
Vecchio 15-12-2005, 19.02.16   #55
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Bene abbiamo trovato in due un punto in comune, ora non resta altro da fare che sentire le risposte su questa domanda del signor Nexus6 e del signor kantaishi, che sono pregati di esprimersi con un Si, o No, inserendo se lo desiderano le motivazioni come ha fatto Epicurus.

Da li partiremo.
Quale sarebbe il tuo punto fermo... che non esiste il nulla? Ma ciò non è già compreso nella "abituale" ed intuitiva definizione di nulla? Alcuni filosofi hanno identificato essere e nulla, altri l'hanno dotato di "poteri particolari", altri ancora ....... in conclusione ognuno la può pensare come vuole circa questo termine; certo, mi dirà Epicurus, il linguaggio è pubblico e dunque non tutte le definizioni possono andare bene...

Che è, dunque, questo "nulla"? L'avete mai visto? Riuscite a definirlo senza incorrere in tautologie? No? Beh... allora con la presente discussione c'entra poco o nulla...

Dunque proseguirete con il solito "qualcosa deve esistere..."; ebbene vi chiedo: cosa vuol dire "qualcosa"? Cosa vuol dire "deve"? Cosa vuol dire "esistere"? Non sapete rispondere? E allora come pretendete che queste siano verità assolute?

Sostenere che il tutto non sia nulla è solo un giochetto linguistico, lo capite?

Ultima modifica di nexus6 : 15-12-2005 alle ore 19.05.47.
nexus6 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 20.41.24   #56
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Re: Re: esilarante

.L'informe ferma la forma nel momento della pronuncia.

.Io, un po' in forma e molto amorfa.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 20.53.38   #57
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Nexus6, capisco cio che dici, ma per cominciare a discutere di un argomento è utile partire tutti da un punto fisso per poi allargare il discorso.

Altrimenti è inutile che mi scrivi una marea di ragionamenti psicofilosofici se ognuno interpreta le parole complesse a modo suo, traendone ognuno un suo giudizio diverso sulla stessa affermazione.

Vedo che anche con epicurus incontrate il problema di intendere diverse cose con la stessa parola...

Se vuoi, non obbligo nessuno, potresti collaborare; del resto non siamo filosofi che devono trovare la soluzione del concetto cartesiano per il loro prossimo libro.

Siamo persone normali che cercano di trarre conclusioni comuni, e se non possibile possono assieme capire esattamente quali sono i punti di discordanza ecc.
alessiob is offline  
Vecchio 15-12-2005, 21.30.03   #58
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
PRECISAZIONI NECESSARIE DA LEGGERE.

Il punto fisso della presente discussione, ovvero la tesi, è il seguente: la verità è un concetto necessariamente limitato e non assoluto; tutto il resto deriva da questo.

Con questo thread non intendevo certo discutere delle varie verità umane, che ci troviamo costretti ad ammettere per non impazzire....... pensi che io non accetti l'assioma che Alessiob sia un essere cosciente?
Non volevo parlare delle certezze più o meno ragionevoli con cui l'uomo è costretto a convivere (l'ho fatto nel mio primo post a pag. 4), ma solo focalizzare l'attenzione sul fatto che il concetto stesso di verità assoluta sia illogico ed inopportuno; ho aperto il presente thread precisamente per questo e non per scavalcare il tuo "Nella vita esiste una certezza?"; a questa domanda avrei potuto tranquillamente rispondere in modo affermativo, con le opportune precisazioni, ma poi leggendo i tuoi post e quelli degli altri, mi sono accorto che volevate fortemente una verità, la Verità indubitabile, assoluta...........

Ebbene la tesi ovvero il nocciolo del presente thread è proprio questo: non ha senso parlare di verità assolute, ovvero di verità che prescindono dagli schemi concettuali, formali, linguistici, nei quali il suddetto concetto è stato definito.

La marea di ragionamenti psicofilosofici ti fa capire la complessità della questione e l'impossibilità di considerare assoluti concetti puramente umani.

Spero di averti fatto capire che il mio intento qui NON è quello di parlare degli assiomi che l'uomo assume nella sua vita, poichè per codesta questione c'è già aperto il tuo thread; stai cercando di spostare la presente discussione sui binari della tua!

Il tuo thread parla di certezze umane (che esistono), il mio di certezze assolute (che non hanno senso).


COMPRESO?
nexus6 is offline  
Vecchio 15-12-2005, 22.17.32   #59
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Come ho cercato di dirti altrove, semplificando, il significato di "Questo è un albero" è determinato (in modo complesso) dalle volte che sono stato a contatto con gli alberi. Semplificando ulteriormente, ho imparato che significato ha la parola 'albero' tramite ostensione (me lo indicano più e più volte). Quindi la maggior parte delle volte, quando credo che ci sia un albero, deve esserci, per l'interdipendenza dei significati colle credenze.
...
Se ho appena sfasciato la mia macchina e dico "cavolo!!! ho distrutto la macchina", allora è vero che potrei anche sbagliarmi ma in generale non mi sbaglierò e tale mio enunciato sarà vero in modo oggettivo. Questo io intendo quando dico che la verità non è assoluta, ma è oggettiva, e che il relativismo non funziona.
Penso di aver compreso il tuo ragionamento e concordo con te (questo te lo potevi pure immaginare, poichè NON ho mai detto che non esistono verità, ma solo che queste ultime sono "limitate"!); comunque uno scettico che ti domandasse: "Come fai ad essere sicuro che quello è un albero?" sarebbe uno scettico piuttosto ingenuo...; io sono scettico ad un livello, spero, più "elevato"...


Citazione:
Inoltre considerare che si possono avere delle credenze solo se se ne hanno altre (più basilari) non implica che la verità è relativa, ma eventualmente che le proposizioni che crediamo vere e che lo sono di certo non esistono.
Questo me lo devi spiegare.
nexus6 is offline  
Vecchio 16-12-2005, 11.33.19   #60
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Nexus6 ho capito il tuo discorso.

Infatti io cerco certezze assolute umane, e non certezze assolute in senso generale.

Credo che comunque potremmo tranquillamente riuscire a gestire entrambe le conversazioni in questo stesso post dato che abbiamo ormai cominciato a farlo.

Riguardo alle certezze umane spero siamo tutti daccordo su questo punto: Il nulla per ora non esiste.
alessiob is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it