Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-12-2005, 21.44.59   #71
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
"Il tempo esiste?" e "che cos'è il tempo?" sono domande che esulano completamente dalla presente discussione e hanno poco a che fare con il solipsismo o almeno con il tipo di ragionamenti che si stanno facendo in questo thread; se vuoi parlarne puoi aprire una discussione apposita.
Figurati se ho tempo per aprire dei tread...
In realtà trovo la filosofia un qualcosa di assai ambiguo...
...cosa che sei riuscito ad esporre bene te all'inizio di questo tread...

Citazione:

come hanno capito da tempo i filosofi ed i logici, bisogna abbandonare la pretesa di conseguire una qualche verità o certezza “assolute”, ma accontentarsi di limitare i suddetti concetti in un certo sistema formale, sistema di rappresentazione o linguaggio, che dir si voglia; se qualcuno pretende di aver accesso ad una certezza “assoluta”, quel qualcuno si sarà allontanato dalla scienza e dalla filosofia, quando quest’ultima cerca di conseguire i propri risultati tramite la logica; quel qualcuno sarà inevitabilmente approdato a conclusioni dogmatiche, prive di ogni fondamento logico e/o ragionevole.

La filosofia come la logica e anche la ragione sono limitate... e non hanno possibilità di risolvere alcunché...
Sono un eterno discutere senza MAI raggiungere qualcosa...
... e alla fin fine io mi chiedo:
perché mai discutere, se non si arriva da nessuna parte? Perché non starsene zitti? Cambia infatti forse qualcosa tra il rimanere in silenzio o il parlare in eterno senza averne qua mai qualcosa?
Che utilità ha il dibattito?

[domande retoriche offtopic ]

Vi lascio continuare a discutere... ma ricordatevi... è un correre dietro al vento...

Elia



P.S.:
sulla verità assoluta...

"La verità non è venuta nel mondo nuda, ma è venuta in simboli e immagini" (dal Vangelo secondo Filippo)

Commento alla frase:
Per essere accessibile all'uomo, la Verità assoluta si traduce in simboli e immagini...

Elijah is offline  
Vecchio 16-12-2005, 22.21.19   #72
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da Elijah
perché mai discutere, se non si arriva da nessuna parte? Perché non starsene zitti? Cambia infatti forse qualcosa tra il rimanere in silenzio o il parlare in eterno senza averne qua mai qualcosa?
Che utilità ha il dibattito?
Ti pongo le stesse domande, caro Elia, visto che anche tu sei un forumista di riflessioni.it...; che ci stai a fare qui? Perchè ti sei preoccupato di leggere i miei post se trovi inutile il dibattito?

Comunque pure questo mio post è , dunque non dico altro e se vuoi rispondimi in pvt.
nexus6 is offline  
Vecchio 17-12-2005, 14.03.13   #73
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
EPICURUS: "Inoltre considerare che si possono avere delle credenze solo se se ne hanno altre (più basilari) non implica che la verità è relativa, ma eventualmente che le proposizioni che crediamo vere e che lo sono di certo non esistono."

NEXUS: "Questo me lo devi spiegare."

Quello che volevo dire - in modo piuttosto criptico, ora mi rendo conto - è che se un enunciato è vero e la sua verità dipende dal linguaggio che si sta adottanto ciò non implica il relativismo. E' normalissimo che il significato di un enunciato dipenda dal linguaggio adottato.

Ma una volta scelto il linguaggio, allora gli enuciati sono veri o falsi in modo non relativo. Ma la scelta del linguaggio non è una scelta ontologicamente sporca, quindi è più che sorvolabile: a noi interessa se il grado di verità delle proposizioni dipende radicalmente da ciò che crediamo, oppure no.

Il relativista dovrebbe essere disposta a dire che la proposizione "Quel grattacielo è alto 22 piani" è vera o falsa a seconda di ciò che crediamo. In altre parole, il relativista sostine che gli enunciati sono veri per l'agente A se e solo se A li crede veri (e sono falsi per A se e solo se A li crede falsi).

A questo relativismo (che è quello che usualmente la filosofia intende) io mi oppongo, e forse da ciò puoi ricostruirti più o meno cosa intendo io per 'verità oggettiva'.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 17-12-2005, 16.58.09   #74
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
[quote]Messaggio originale inviato da sunday01
[b]Il nulla per ora non esiste.

IL NULLA NON ESISTE

O meglio: se tu non esisti non esiste nulla per te....

Tutte le nostre certezze, affermazioni o negazioni partono dalla nostra esistenza!




p.s. ma se noi esistiamo, esiste tutto il resto, e se tutto esiste, non può esistere il nulla....



Nein! Nein!
E' questione di linguaggio: quando un sannyasin di Buddha parla agli occidentali di Nirvana o estinzione dell'"io"nel nulla,precisa una cosa di fondamentale importanza.
E lo spiega con la parola inglese"nothing"che non vuol dire nulla ma"nessuna cosa".Ciò vuol dire che il nulla del Nirvana vuol dire:
"Nessuna cosa che io conosco"e cioè un mondo nuovo.
Perchè nuovo non significa modificazione del vecchio ma fine del vecchio e inizio del nuovo.
E' come dire che io ho bruciato,distrutto la penna a sfera e scrivo con la tastiera del computer.Ma la tastiera è una cosa totalmente diversa dalla penna,non è una penna modificata.
Ed è per questo che l'uomo ha paura di cambiare,perchè confonde l'annullamento,l'estinzione assoluta,con l'annullamento positivo.

Una storia zen:
Fu chiesto al Maestro Lin-chi:"Come vivi ora che hai ottenuto l'illuminazione?"
"Beh-rispose Lin-chi-prima dell'illuminazione attingevo acqua dal pozzo e spaccavo la legna,ora che sono un illuminato,spacco la legna e attingo l'acqua dal pozzo."

Ma lui è entrato nel "Nirvana kaya",nell'estinzione eppure...........
è sempre lì che spacca la legna !
Ma la sua visione del mondo è TOTALMENTE nuova.

Shalom!

Kantay.
kantaishi is offline  
Vecchio 17-12-2005, 17.41.56   #75
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
nexus6 is offline  
Vecchio 17-12-2005, 18.10.51   #76
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
x Epicurus

Ho perfettamente compreso ciò che dici nel tuo post; il relativismo, tuttavia, mi sembra che lo riduci banalmente alla proposizione "tutto va bene, se a me va bene" nonostante, secondo me, il problema risulti molto più complesso. Forse, in futuro aprirò un bel thread sul relativismo (non quello morale!), per fare un pò di chiarezza.

In effetti dici:
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Quello che volevo dire - in modo piuttosto criptico, ora mi rendo conto - è che se un enunciato è vero e la sua verità dipende dal linguaggio che si sta adottanto ciò non implica il relativismo. E' normalissimo che il significato di un enunciato dipenda dal linguaggio adottato.

Ma una volta scelto il linguaggio, allora gli enuciati sono veri o falsi in modo non relativo.
E no... gli enunciati sono precisamente veri RELATIVAMENTE a quel dato linguaggio e NON lo sono in un altro; posso convenire con te che siano veri non relativamente, all'interno di quel linguaggio o sistema di rappresentazione (dai uno sguardo al mio post del 16/12 ore 13:00), ma il fatto di rendersi conto che i sistemi di rappresentazione sono ineludibili corrisponde ad ammettere una posizione relativista! Epicurus, vi sono più modi per essere relativisti......... e non li banalizziamo dicendo che essi comportano tutti la seguente proposizione: "tutto va bene!".
nexus6 is offline  
Vecchio 18-12-2005, 02.02.31   #77
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: x Epicurus

Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
gli enunciati sono precisamente veri RELATIVAMENTE a quel dato linguaggio e NON lo sono in un altro; posso convenire con te che siano veri non relativamente, all'interno di quel linguaggio o sistema di rappresentazione (dai uno sguardo al mio post del 16/12 ore 13:00), ma il fatto di rendersi conto che i sistemi di rappresentazione sono ineludibili corrisponde ad ammettere una posizione relativista! Epicurus, vi sono più modi per essere relativisti......... e non li banalizziamo dicendo che essi comportano tutti la seguente proposizione: "tutto va bene!".

Ho letto il post che mi hai suggerito, comunque continuo a sostenere che il relativismo che tu sostieni sia innocuo.

Faccio un esempio parallelo. Ho una scacchiera e sto giocando a scacchi. Ora ho di fronte una situazione che mi permette di fare scacco matto. Bè se uno mi dicesse "il tuo poter far scacco matto dipende dal gioco che stai giocando, se tu stessi giocando ad un'altro gioco diverso da scacchi allora magari non potresti fare scacco matto". Ma io potrei rispondere "sì, ma con ciò? io sto giocando a scacchi!".

Se uno mi chiede "esiste x?", allora io interpreto la sua richiesta tramite l'italiano e vedo cosa abbia in testa, ma quello che ha in testa è esattamente (si presume per ipotesi) quello che ho interpretato, quindi non ha senso obiettare "sì, ma se si interpretasse diversamente?". Se io mi chiedo se la mia auto è rossa, non ha utilità dire che in un'altro linguaggio possibile tale enunciato magari avrebbe significato (e grado di verità) differente.

Il discorso è difficile e spero di essermi spiegato bene, altrimenti sono qui

epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 18-12-2005, 11.09.48   #78
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: Re: x Epicurus

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Se uno mi chiede "esiste x?", allora io interpreto la sua richiesta tramite l'italiano e vedo cosa abbia in testa, ma quello che ha in testa è esattamente (si presume per ipotesi) quello che ho interpretato, quindi non ha senso obiettare "sì, ma se si interpretasse diversamente?". Se io mi chiedo se la mia auto è rossa, non ha utilità dire che in un'altro linguaggio possibile tale enunciato magari avrebbe significato (e grado di verità) differente.[/b]
Avevo già compreso questo tuo discorso......; comunque, come hai detto, la faccenda non è semplice (il grassetto non è casuale ).
nexus6 is offline  
Vecchio 18-12-2005, 19.41.11   #79
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
nex
a te che gli piacciono le definizioni:
sappimi definire verità.
vuoi?

(ps: puotrebbe qualche duno inventarsi un tread ove si definiscono le paroline curiose ..tipo quelle che ognuno usa in modo personale?)
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 19-12-2005, 12.16.19   #80
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Voce in fase di aggiornamento dal dizionario Nexus6 2005:

--------------------------------------------------------------------------------

Verità: utile proprietà definita ed utilizzabile esclusivamente all'interno di un dato sistema formale rigido (es. logica matematica) o linguaggio verbale; in quest'ultimo caso, il concetto di V. è attualmente dibattuto come problema filosofico rilevante, poichè il concetto stesso si presta a molteplici interpretazioni, pure notevolmente differenti tra loro, che danno luogo ad altrettante controverse Teorie della V..
Se ne ricordano alcune: della corrispondenza, della coerenza, pragmatista, relativista, deflazionaria; ognuna di queste presenta una certa variabilità di posizioni al suo interno, sottolineando l'intrinseca difficoltà propria di questo concetto.

ps. il corsivo corrisponde all'attuale posizione dell'autore del dizionario.

--------------------------------------------------------------------------------
© Copyright
Nexus6 2005
Tutti i diritti riservati.
nexus6 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it