Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 02-10-2005, 10.01.06   #21
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
sarei curiosa

di sapere com'è che un uomo raggiunge l'orgasmo senza eiaculazione. Non sono un uomo e non posso vivere questa esperienza

Per Edali
Mi trovi daccordo se intendi fare sesso senza amore, non c'è coinvolgimento emotivo e quindi non c'è "danza" che tenga.

Personalmente credo che fare sesso fine a sè stesso si possa avere solo a pagamento, è un lavoro e come tale è giusto che vada retribuito, ma fare sesso tra due "conoscenti" penso che una certa attrazione ci sia comunque, una certa emozione si viva comunque e quindi si possa goderne reciprocamente senza l'assillo del "dopo" doversi per forza scambiare promesse o numeri di telefono... che palle che siete!
Una serata o un pomeriggio piacevole con un amico o amica perchè non dovrebbe avere anche un risvolto benefico senza complicazioni future?
tammy is offline  
Vecchio 02-10-2005, 10.22.35   #22
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Re: sarei curiosa

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
di sapere com'è che un uomo raggiunge l'orgasmo senza eiaculazione. Non sono un uomo e non posso vivere questa esperienza
...
Una serata o un pomeriggio piacevole con un amico o amica perchè non dovrebbe avere anche un risvolto benefico senza complicazioni future?

alla prima domanda:
credo che sia necessario un rapporto profondo con se stessi ed un'abitudine a dialogare col proprio corpo, arrivando a comprenderne i meccanismi più delicati...
un po' come per noi donne essere capaci di chiudere fuori tutto e lasciarci andare ad un orgasmo non casuale...


alla seconda domanda:
infatti può averlo un rapporto benefico senza altri tipi di risvolti...
anche se non per tutti è possibile attingerci...

si è fatto il paragone tra la danza ed il sesso...
alcuni ballano solo se inseriti in un determinato contesto (magari solo su un palcoscenico e solo col compagno di cui conoscono le reazioni)...
altri... che il ballo se lo sentono pulsare dentro ballano ovunque e con chiunque sia in grado di seguirli nel ballo (senza escludere per questo nè il ballare anche su un palcoscenico con un compagno noto)...

per il sesso mi sembra sia la stessa cosa...
alcuni riescono a farlo solo se inserito nel contesto di un rapporto a due fisso...
e non credo che ci sia un modo valido per tutti...

basterebbe un po' di rispetto verso le scelte degli altri...
senza stare a dire...
da una parte che chi fa sesso senza amore ha qualche problema e che quel sesso è squallido ed è un'inconscia paura quella che spinge ad un rapporto così, paura verso un rapporto più profondo...
dall'altra che chi lo fa poco e solo con un compagno noto è un inibito e non riesce a lasciarsi andare liberamente...
rodi is offline  
Vecchio 02-10-2005, 11.35.42   #23
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
riguardo all'orgasmio senza eiaculazione:

E' una questione decisamente fisiologica. Sì tratta di trattenere la contrazione del muscolo pubico-coccigeo (quello che trattiene la pipì) per tutta la durata dell'orgasmo. In questo modo si possono avere orgasmi multipli a volontà . almeno finchè si ha la forza di trattenere 'sto muscolo. Non è da tutti. Io ci sono riuscitio solamente con la masturbazione e poche rare volte per qualche orgasmo, ma dopo il terzo quarto cedevo.
"Sul pezzo" è tutt'un'altra cosa..... credo che sia veramente un'abilità da supereroi... mai conosciuto nessuno tanto "macho".
nonimportachi is offline  
Vecchio 02-10-2005, 11.38.35   #24
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: Re: sarei curiosa

Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi
alla prima domanda:
credo che sia necessario un rapporto profondo con se stessi ed un'abitudine a dialogare col proprio corpo, arrivando a comprenderne i meccanismi più delicati...
un po' come per noi donne essere capaci di chiudere fuori tutto e lasciarci andare ad un orgasmo non casuale...


alla seconda domanda:
infatti può averlo un rapporto benefico senza altri tipi di risvolti...
anche se non per tutti è possibile attingerci...

si è fatto il paragone tra la danza ed il sesso...
alcuni ballano solo se inseriti in un determinato contesto (magari solo su un palcoscenico e solo col compagno di cui conoscono le reazioni)...
altri... che il ballo se lo sentono pulsare dentro ballano ovunque e con chiunque sia in grado di seguirli nel ballo (senza escludere per questo nè il ballare anche su un palcoscenico con un compagno noto)...

per il sesso mi sembra sia la stessa cosa...
alcuni riescono a farlo solo se inserito nel contesto di un rapporto a due fisso...
e non credo che ci sia un modo valido per tutti...

basterebbe un po' di rispetto verso le scelte degli altri...
senza stare a dire...
da una parte che chi fa sesso senza amore ha qualche problema e che quel sesso è squallido ed è un'inconscia paura quella che spinge ad un rapporto così, paura verso un rapporto più profondo...
dall'altra che chi lo fa poco e solo con un compagno noto è un inibito e non riesce a lasciarsi andare liberamente...

appunto
tammy is offline  
Vecchio 02-10-2005, 12.11.06   #25
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Re: sarei curiosa

Messaggio originale inviato da tammy di sapere com'è che un uomo raggiunge l'orgasmo senza eiaculazione. Non sono un uomo e non posso vivere questa esperienza

Per Edali
Mi trovi daccordo se intendi fare sesso senza amore, non c'è coinvolgimento emotivo e quindi non c'è "danza" che tenga.

Personalmente credo che fare sesso fine a sè stesso si possa avere solo a pagamento, è un lavoro e come tale è giusto che vada retribuito, ma fare sesso tra due "conoscenti" penso che una certa attrazione ci sia comunque, una certa emozione si viva comunque e quindi si possa goderne reciprocamente senza l'assillo del "dopo" doversi per forza scambiare promesse o numeri di telefono... che palle che siete!
Una serata o un pomeriggio piacevole con un amico o amica perchè non dovrebbe avere anche un risvolto benefico senza complicazioni future?



Sono con te!

Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 02-10-2005, 12.41.40   #26
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: sarei curiosa

Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
di sapere com'è che un uomo raggiunge l'orgasmo senza eiaculazione. Non sono un uomo e non posso vivere questa esperienza

Per Edali
Mi trovi daccordo se intendi fare sesso senza amore, non c'è coinvolgimento emotivo e quindi non c'è "danza" che tenga.

Personalmente credo che fare sesso fine a sè stesso si possa avere solo a pagamento, è un lavoro e come tale è giusto che vada retribuito, ma fare sesso tra due "conoscenti" penso che una certa attrazione ci sia comunque, una certa emozione si viva comunque e quindi si possa goderne reciprocamente senza l'assillo del "dopo" doversi per forza scambiare promesse o numeri di telefono... che palle che siete!
Una serata o un pomeriggio piacevole con un amico o amica perchè non dovrebbe avere anche un risvolto benefico senza complicazioni future?




perche spesso uno dei due pensa che sta tanto bene con quella persona per cui oltre il sesso dovrebbe esserci qualcosa di piu sta proprio nella mnetalita italiana questo discorso ....
bomber is offline  
Vecchio 02-10-2005, 13.07.59   #27
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Re: Re: sarei curiosa

Messaggio originale inviato da bomber
perche spesso uno dei due pensa che sta tanto bene con quella persona per cui oltre il sesso dovrebbe esserci qualcosa di piu sta proprio nella mnetalita italiana questo discorso ....


Penso che dietro di noi ci siano tanti tabu', condizionamenti dall'educazione ricevuta, repressioni...che il vivere il sesso anche solo in un rapporto di amicizia, per molte donne sia difficoltoso



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 02-10-2005, 13.18.49   #28
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
L’amore per il ballo, lasciarsi andare con la musica, con o senza palcoscenico. Un gesto puro. Ma non è solo il ballo. Possono essere tante le situazioni della vita, le quali vissute in totalità, insieme ad un'altra persona, ti possono dare quella sensazione piacevole.
Il sesso tantrico o sublime o di valle, insegna trattenere l’eiaculazione. per arrivare ad un sentire più ampio.
Però non era questo che volevo sottolineare. Mi domandavo soltanto se il fatto di fare sesso potrebbe essere così spogliato dai condizionamenti come il ballare. A me piace ballare e lo faccio ogni volta che mi capiti l’occasione. Ed è una rivelazione quando incontro un partner con il quale entrare in sintonia.
Per il sesso suppongo che dev’essere l’amore per il sesso.
Comunque si è sempre in due a provare la stessa sensazione. Almeno così dovrebbe essere.


Ultima modifica di edali : 02-10-2005 alle ore 13.20.01.
edali is offline  
Vecchio 02-10-2005, 16.12.57   #29
lobelia
Utente bannato
 
Data registrazione: 28-07-2005
Messaggi: 448
sembra che a qualcuno continui ancora a dispiacere sapere che il clitoride e la vagina siano fornite di terminazioni nervose atte a dare sensazioni di piacere e a raggiungere l'orgasmo, offrendo alla donna la possibilità di avere rapporti sessuali, riproduttivi e non, piacevoli. Come a confermare un retropensiero maschile che, provando piacere, le donne mentano quando affermano di fare l'amore con amore.
Ma che equazione è?
"Non lo fo' per piacer mio, ma per dare figli a dio" era la dicitura finemente ricamata sulla enorme camicia da notte con buco anch'esso finemente orlato in corrispondenza della zona proibita, che in tempi non lontani le nostre nonne erano costrette ad indossare dalla cultura dominante. A tutt'oggi in troppe parti del mondo si taglia il clitoride alle bambine, o si cuciono le grandi labbra. E qui da noi...si pensa ancora troppo spesso, come retropensiero anche se non a volte esplicitato, che il piacere vada a discapito dell'amore ed alla dedizione e attenzione per il rapporto di coppia o genitoriale. Come se sia logico che, provando piacere, le donne siano portate a darla a destra e a manca senza discriminazione e distraendosi dal compito principale.
Equazione già diventata ufficiale per gli uomini. Ma sarà davvero così anche per loro?
Oltre alle differenze di genere tipiche della specie, che portano per mille motivi noi donne ad essere generalmente più selettive e attente degli uomini nell’ambito dei rapporti sessuali, non credo proprio esista una regola generale.
Ci sono donne che non si lasciano andare se non in presenza di un'attrazione non solo fisica. Ce ne sono altre che ripetono compulsivamente rapporti sessuali con chiunque gli capiti a tiro alla disperata ricerca di un orgasmo mai provato o di un equivocato riconoscimento. E poi ci sono quelle che amano sentirsi ansimare addosso un uomo. E quelle che gli fa schifo, paura o disinteresse e stanno sole o amano altre donne. Anche donne che hanno una visione totalmente romantica, mitologica e distaccata dalla realtà. O quelle che s'innamorano di tutti, o di nessuno mai. E mille altre combinazioni di queste possibilità. Conseguenze dirette della cultura, della famiglia, delle esperienze più o meno dirette e più o meno traumatiche vissute, delle rispettive patologie o sani equilibri raggiunti o mantenuti.
Personalmente, per rispondere alla prima domanda, ritengo che il sesso sia ovviamente fondamentale per entrambi i generi della nostra specie. E penso che ognuno di noi gli accordi quindi le principali proiezioni ed esperienze legate alla sfera della propria affettività.
Le differenze tra uomini e donne sono legate al differente compito nella continuità della specie, ma anche alla cultura da cui proveniamo e in cui siamo immersi.
Per quanto mi riguarda, una brutta esperienza infantile ha bloccato per tanti anni la libera espressione della mia sessualità e, dopo avere affrontato e superato il problema, la mia successiva esperienza mi ha portato a preferire di gran lunga il sesso con amore. L'altro, il sesso senza altre implicazioni, mi fa un po' tristezza, lo trovo monco. Anche se praticato con degnissime, fascinosissime e affettuosissime persone. Provato e sperimentato. Non riesco a non fare confronti.
Una volta provato il meglio...il meglio per quanto riguarda la mia esperienza naturalmente, non mi accontento più.
Ciò non significa che trovi immorale o impossibile per altri il piacere del sesso senza amore o comunque grande attrazione. Chi è capace di viverlo allegramente, serenamente, senza aspettative altre e senza fare danni in giro, ha tutta la mia ammirazione. Però mi chiedo sempre come è possibile disgiungerlo dalla sfera dell’affettività e della relazione. Non so come dire. E’ talmente intimo, evoca in sé connessione profonda tra le due persone in gioco…mi parrebbe una schizofrenia.
Non è solo un ballo, almeno per me. Se ballando un uomo m’incanta, poi trovo stupido lasciarlo tornare al tavolo. Se lo lascio tornare al tavolo, è quindi perché non m’ha mosso nient’altro di chè. Quindi un ballo, in fondo, niente di speciale. E se lo fa lui, provo senso d’abbandono e tristezza.
Niente da fare, sesso felice e amore o grande attrazione, per me sono legati inscindibilmente.
Una metafora stupida, ma calzante. Il sesso senza amore, pure con la migliore delle performance, per me è come accontentarsi di mangiare quelle albicocche maturate in frigorifero che sanno di patata cruda. Autoconvincersi che sono ugualmente buone. Io che so come sono quelle maturate al sole sull’albero, non ce la faccio proprio a mangiare le altre senza intristirmi ogni volta.
Eh, lo so. Mi sono buttata la zappa sui piedi. La possibilità statistica di fare buon sesso e per di più con amore reciproco è nettamente bassa…direi quasi talmente rara…è che quando ti capita, poi niente ti sembra più che ne valga la pena.
Oh, certo, mica rinuncio completamente al sesso, ma con quella consapevolezza di tristezza di fondo che rovina un po' tutto. Peccato.

Avete visto stanotte su rai2 "Delirio amoroso" di Alda Merini interpretato da Licia Maglietta? Ecco, non proprio così drammaticamente folle, ma per me è un po' così.
Ho risposto?
Ciao Edali!
lobelia is offline  
Vecchio 02-10-2005, 17.09.28   #30
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Lobelia ciao

Certo che hai risposto!
Quando non c’è la stagione delle albicocche non mangi la frutta? La mangi la frutta di stagione penso. E durante l’inverno le buone pere o mele che si conservano in cantina. Questo è per il nome generico “frutta”.
Così è anche per chi ama ballare e potrebbe essere la stessa cosa per chi ama fare sesso per il semplice piacere.

Tornando al post di Tammy, io credo che chi fa sesso a pagamento non lo fa tanto per il piacere del sesso quanto per i soldi (che li piacciono o che li mancano). Nel libro di Coelho “Undici minuti” le ragazze del bar sapevano dei trucchi per simulare l’orgasmo. È diverso da chi di piacere ne prova.

Comunque devo riconoscere che non sono la persona adatta a trattare argomenti di psicologia. Quando è stato paragonato il sesso al ballo ho avuto subito un flash. Se io amo ballare e trovo piacere in ciò che faccio indipendentemente che conoscevo o no la persona con cui stavo ballando, senza preoccuparmi di tenermela stretta, potrebbe essere la stessa cosa anche dal punto di vista di coloro che amano il sesso.


edali

e quando si farà la replica del programma della scorsa notte? Se venite a sapere per favore mandatemi un msg pvt.
edali is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it