Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-11-2003, 15.20.08   #91
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Per Tutti:

"Provate ad essere, unicamente essere. Concedetevi giornalmente abbastanza tempo per sedervi nella calma e provare, solo provare a oltrepassare la personalità e le sue ossessioni. Perseverando in tal modo non potete fallire. Quello che importa soprattutto è la serietà e la sincerità; bisogna proprio che abbiate la nausea di essere la persona che siete e che vediate il bisogno urgente di essere libero dalle identificazioni inutili, da un fascio di ricordi e di abitudini."
Nisargadatta Maharaj
Marco_532 is offline  
Vecchio 30-11-2003, 15.34.51   #92
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Per Mirror:

"Non cercate di liberarvi dalla sensazione dell’io: consideratela, finché dura, un aspetto o un gioco dell’intero processo, come una nuvola o un’onda, il sentir caldo o... freddo... Liberarsi del proprio io è l’ultima possibilità che rimane all’invincibile egoismo. Finirebbe col... rinforzare la realtà di quella sensazione. Quando la sensazione di essere separati è vissuta come tutte le altre, svanisce dimostrandosi il miraggio che è in realtà. Quando (gli "esercizi spirituali") sono praticati con lo scopo di raggiungere... il risveglio spirituale, rinforzano l’illusione che l’io possa essere strappato e gettato da qualche parte."
Alan Watts

"Potete osservare una cosa detta "io"? Sfugge. Osservatelo ora e ditemi. Come lo guardate? E cos'è la cosa che sta guardando ciò che chiamate "io"? Ecco il nocciolo della questione...: quello che sta guardando ciò che chiamate "io" è... l' "io". Sta creando un'illusoria divisione di se stesso, in soggetto e oggetto, ed è grazie a questa divisione che continua ... Ed è interessato solo a continuare così... Finché vorrete capire questo "io" o cambiarlo in qualcosa di spirituale, o santo... continuerà. Se lo lasciate in pace, non c'è più, se n'è andato."
U.G.
Marco_532 is offline  
Vecchio 02-12-2003, 20.38.49   #93
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: Per Mirror:

Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
...Potete osservare una cosa detta "io"? Sfugge. Osservatelo ora e ditemi. Come lo guardate? E cos'è la cosa che sta guardando ciò che chiamate "io"? Ecco il nocciolo della questione...: quello che sta guardando ciò che chiamate "io" è... l' "io"...
E' questo il punto: (duepunti)
L'Io é la quintessenza della singolarità, della pretesa eccezione. Ogni "Io" si ritiene il centro dell'universo... mentre l'universo non ha che una straminima percezione della sua esistenza infinitesimale, marginale, provvisoria e sperimentale... Boh...
Quando devo di studiare il mio "Io", non ho da far altro che guardare gli altri. La cosa é molto più comoda e presenta un bel numero in più di esempi da considerare.
Il fatto é che siamo molto più che fondamentalmente... tutti pressocchè identici, agli occhi di qualunque cosa che non sia umana.
L'"Io" é il "bel niente" sono molto più simili di due assi di coppe.
eheheh!
Mistico is offline  
Vecchio 03-12-2003, 20.16.10   #94
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
x SonoGiorgio

Ti volevo solo dire queste poche cose per chiudere, per quanto mi riguarda, questo dibattito su “ sto cercando chi sa”.
Innanzituttio chi “sa” (un Risvegliato) non é detto che sia anche un Maestro; su questo punto si fa spesso tanta confusione.
Un risvegliato, probabilmente, potrebbe non avere il carisma e le doti per trasmetterti il “sapere”; il suo incomunicabile stato di coscienza, la sua autentica esperienza.
Potrebbe essere molto meno colto e preparato di te; potrebbe essere una persona semplice, in piena accettazione di stesso, ordinario; o forse, strano, eccentrico oppure riservato.
Il risvegliato é un uomo che ha accettato totalmente se stesso e la vita in tutte le sue manifestazioni, con riconoscenza, serenita e gioia di vivere; é aperto e creativo.
Ma non per questo deve e può essere un individuo adatto o intenzionato a comunicarti quel “qualcosa” che ha in Sé.
Il suo “Sapere” anche se é Essere e non avere, é spesso elusivo e può sfuggirti.
Quindi potresti anche non riconoscerlo avendo filtri culturali, schemi morali, modelli e aspettative comportamentali sul come dovrebbe essere “uno che sa".
Se, invece, cerchi un Maestro che ti sappia condurre alla soglia del “Sapere”, e veramente ti interessa, devi trovartene, o sarai trovato da uno con il quale senti una forte risonanza interiore, e che ti ispira una grande fiducia.
Dopodiché, devi anche tu, fare la tua parte.
Rispetto alle allusioni polemiche, lasciamo perdere il problema inesistente che ci sia qualcuno che voglia fare il “guru”. Ognuno fa il suo gioco. Che male c'é?
Le frasi attinte dai saggi non sono sciocchezze se sono vissute e meditate.
Ma chi vuol convincere qualcuno ? Se c'é chi ha delle esperienze "importanti" é giusto che le dica, anche se questo può disturbare e irritare i disagiati e confusi permanenti.
E se vuoi proprio essere rassicurato, a questo punto, ti do una bella botta di sano “egoismo”, visto che la fiducia, da parte di molti, é ai minimi termini: ma chi se ne importa di dire chi sa !!!
Sii felice, te lo auguro.
Mirror is offline  
Vecchio 03-12-2003, 21.36.51   #95
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
e poi...

...non é sempre comodo far sapere apertamente a tutti ciò che si ritiene di sapere.
Non sempre si é disposti a fare lunghi discorsi destinati ad essere ripetuti al primo cambio di interlocutore.
Generalmente il vero cercatore tende a "carpire" la verità e non a discuterla... cosa che induce "chi sa" ad evitare di sentirsi processato.

Siamo tutti dotati di belle teste... peccato che funzionino tutte in modo diversissimo per poi ottenere risultati dalla similissima qualità. Ma, a chi importa misurare? Non erano le risposte quelle che cercavamo?
Mistico is offline  
Vecchio 04-12-2003, 09.35.25   #96
Golden
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 28-11-2003
Messaggi: 457
Red face SCUOLA DI DHARMA??

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror
Ti volevo solo dire queste poche cose per chiudere, per quanto mi riguarda, questo dibattito su “ sto cercando chi sa”.
Innanzituttio chi “sa” (un Risvegliato) non é detto che sia anche un Maestro; su questo punto si fa spesso tanta confusione.
Un risvegliato, probabilmente, potrebbe non avere il carisma e le doti per trasmetterti il “sapere”; il suo incomunicabile stato di coscienza, la sua autentica esperienza.
Potrebbe essere molto meno colto e preparato di te; potrebbe essere una persona semplice, in piena accettazione di stesso, ordinario; o forse, strano, eccentrico oppure riservato......

Sii felice, te lo auguro.

Riprendo l'inizio del tuo bel discorso, un punto molto forte e spesso mal interpretato, dal momento che l'insegnamento alle masse avviene per immagini, la stessa sorte spetta all'immagine ideologica del "risvegliato", mentre il nuovo Individuo, superati i grovigli di leggi fredde disordinate e confuse, nella sua accettazione ristabilisce un equilibrio, ovvero ritorna in cio che era la sua Vera natura (che a livello comportamentale potrebbe essere anche l'opposto di una vita vissuta dormendo, infatti non esistono regole), tornando a godere di quel "terreno prodigio" di chi ha accettato e capito lo scopo dell'esistenza da un punto di vista superiore, da cui saprà sopportare meglio di chiunque altro, i dolori della vita. Egli sarà grato a tutto e, consapevole che esiste quel "piano divino" che regolato da leggi ad ogni livello, saprà vivere in armonia.
Ecco il senso religioso della Vita, di chi E' partecipe ed unito con tutto il creato. Ecco la meta che porta verso altre mete.
Di qui inizia il vero viaggio che con infinito stupore e con nuova intelligenza più intuitiva, l'uomo Nuovo volendo potrà accarezzare e trasmettere nel silenzio o attraverso i mezzi che GLI saranno dati, le giuste vibrazioni a a far si che possa espandere quella fertile scintilla chiamata Amore...

Come la grande Terra ha bisogno del Cielo per liberarsi dall'oscurità, così il Cielo ha bisogno della grande Terra per espandersi. (...)



Golden is offline  
Vecchio 04-12-2003, 11.38.40   #97
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Non ho mai alimentato la polemica...non mi interessa la polemica, evito le discussioni. Chi discute è sempre alla ricerca di qualcosa, perchè non ha le idee chiare. Io, per quanto sbagliate possano essere, le idee chiare le ho. E non le discuto, al massimo le comunico. Ma mi interessa sapere cosa pensano gli altri.
Mi permetto solo di dire che non ho mai detto che un "Risvegliato" debba essere per forza un Maestro, ma ho semplicemente constatato che un Risvegliato che non sia anche un Maestro è un individuo utile solo a se stesso, perchè è incapace di trasferire ad altri la sua esperienza. E non essendo utile che solo a se stesso, deduco che egli non sia utile all'economia universale, chiuso nel suo bel mondo ovattato di esperienze superiori. Ma se questo gli garantirà l'eternità, è un Uomo fortunato; inutile all'Universo, ma fortunato grazie alla sua bella "botta" di egoismo.
Un'ultima cosa non solo non amo discutere solo per polemizzare, ma non amo discutere con chi non mi dice il proprio nome. Io do importanza al mio nome, perchè al mio Ego ci tengo e non lo abbandono. E' il nocchiere del mio vero Essere.
Io sono Giorgio.
Sono già felice. Grazie comunque dell'augurio.
Giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 04-12-2003, 12.02.09   #98
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Un risvegliato può anche non avere il dono o il compito di grande Maestro. Un risvegliato sa che ogni cosa è la giusta cosa. Un risvegliato può influire con uno sguardo, con una parola, con una carezza o con il suo esempio di vivere la vita. Un risvegliato può essere un qualsiasi anonimo che vive in armonia la sua vita anonima.
edali is offline  
Vecchio 04-12-2003, 12.48.22   #99
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Lightbulb Risvegliati ed intellettuali

Citazione:
Messaggio originale inviato da SonoGiorgio
Io do importanza al mio nome, perchè al mio Ego ci tengo e non lo abbandono. E' il nocchiere del mio vero Essere.

Giorgio

Vedi che una guida gia ce l' hai ? Seguila fino in fondo e ti condurra dove devi andare. Ti condurra alle esperienze che t'aspettano.

Un Risvegliato vivendo con amore ed accettazione di se stesso e degli altri, proprio come sono, senza la pretesa di convertire o istruire chicchessia, non
ha nemmeno il senso di essere utile, perché non ha più Volonta e Merito
che considera proprio.
Per Lui quel deve essere é accettato con serena e gioiosa disposizione d'animo.
Lui gioca la "sua" parte creativa alla Luce di questa consapevolezza e libertà.
Mirror is offline  
Vecchio 05-12-2003, 09.20.07   #100
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Un Risvegliato vivendo con amore ed accettazione di se stesso e degli altri, proprio come sono, senza la pretesa di convertire o istruire chicchessia, non
ha nemmeno il senso di essere utile, perché non ha più Volonta e Merito
che considera proprio.


Allora... le parole hanno un senso che è tale....
Vediamo di capire....

Un risvegliato (quindi una persona, in ogni caso)...vivendo con amore (termine ambiguo dato che significa tutto e nulla) ed accettazione di se stesso (accettare ogni sfaccettatura?) e degli altri (bha... accettare passivamente m'appare come una forma di rinuncia...ma forse ho capito male)... proprio come sono.. (come sono? Tu non puoi sapere come è un'altra persona, non puoi penetrare la sua intimità mentale e spirituale), senza pretendere di convertire o istruire.... NON HA VALORE D'UTILITA??????
Spè..dunque... non è utile vivere accettando se stessi e gli altri..ma allo stesso tempo neppure è utile convertire o pretendere?....il motivo? Non ha volontà...chi? Il soggetto in causa? Non ha meriti nei confronti di se stesso? Di altri?

deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it