Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-11-2007, 12.13.44   #21
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da krjisoul
.... ma piuttosto al fatto che avendo studiato a lungo, e presumibilmente approcciandosi a questi discorsi avrà anche fatto un lavoro su di sé, conoscerà perlomeno delle tecniche di schermatura, fondamentali in questi discorsi, in primis per se stesso, e per la persona trattata, ma conoscerà pure come ‘differenziare’ l’uso del Prana, ovvero non andrà più ad attingere ad una ‘energia indifferenziata’ , ma utilizzerà di volta in volta solo ‘quello’ che gli serve, che a sua volta dovrà saper indirizzare solo ‘dove’ serve….

mmhhh.. non sono molto daccordo.. prima, secondo me, va fatto lavoro su di sè serio e non mirato al divenire "guaritore".. e semmai successivametne sviluppato quella capacità di condurre il Prana..
dunque secondo me si ritorna al "trip" del reiki.. al voler salvare il mondo senza aver prima di tutto salvato se stessi..
e non è cosa semplice... (salvare completamente se stessi)
quanto alle schermature.. un essere puro e disinteressato non ne ha bisogno.. egli è il Canale...
ed è naturale egli usi la sua Intenzione libera (il cosiddetto prana individuale) e l'energia Una.. egli usa tutti i cinque "elementi" del Prana, non vedo come poterne usare solo due sì e uno no..
quelle che raccontano sono fandonie.. scusami se sono diretta.. ma parlo anche per esperienza...


Citazione:
Qui penso tu ti riferisca ad un per-corso che va molto oltre, e quando parli di ‘Magia Bianca’ o meglio impersonale (bianco/nero nel piano unitario non esistono più, l’energia/prana di per sé è neutra/o…) io la intendo come riferentesi a un ‘Vero Yogi’, ovvero il corrispondente orientale dell’occidentale ‘Vero Mago’, ma qui siamo davvero molto, molto oltre, inoltre pare che, chi ha veramente i/le siddhi, non li usa…..



non va oltre il per-corso ma è Il Percorso..
non ci sono vie di mezzo, questo il mio punto (fermo) di vista..

come non si tratta di usare le siddhi.. ma l'Amore..

atisha is offline  
Vecchio 30-11-2007, 17.12.31   #22
Mr.Chakra
Ospite abituale
 
L'avatar di Mr.Chakra
 
Data registrazione: 27-09-2006
Messaggi: 64
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
prima, secondo me, va fatto lavoro su di sè serio e non mirato al divenire "guaritore".. e semmai successivametne sviluppato quella capacità di condurre il Prana..
dunque secondo me si ritorna al "trip" del reiki.. al voler salvare il mondo senza aver prima di tutto salvato se stessi..
e non è cosa semplice... (salvare completamente se stessi)
quanto alle schermature.. un essere puro e disinteressato non ne ha bisogno.. egli è il Canale...
ed è naturale egli usi la sua Intenzione libera (il cosiddetto prana individuale) e l'energia Una.. egli usa tutti i cinque "elementi" del Prana, non vedo come poterne usare solo due sì e uno no..
quelle che raccontano sono fandonie.. scusami se sono diretta.. ma parlo anche per esperienza...

Lavoro su se stessi? Pienamente d'accordo ...
Il lavoro su se stessi prima di intraprendere qualsiasi strada (reiki, pranoterapia, yoga ecc) andrebbe sempre fatto.
Un piccolo lavoro su se stessi, in quanto che ritengo che ogniuna di queste tecniche sia valida per completare questo lavoro.
Diciamo che il punto iniziale su cui si vuole lavorare è "quale strada è più indicata per noi?"
Chiaro che uno non può scegliere in base a quello che appare più valido, ma in base a quello che ritiene più oppurtuno per se stesso ... e infatti vedo tanti che hanno preso il primo, o addirittura il secondo livello di reiki e poi dopo un mese stoppano i loro auto trattamenti... si vede che non era la loro strada...

Atisha, tutto quello che dici sul reiki lo dice in base alla tue esperienze, niente da contestare.... ma a questo punto tanto vale che per esperienza dica qualcosa di buono di questo reiki...

Inanzitutto mi scuso per l'errata traduzione della parola reiki (non deriva dal sanscrito la dal giapponese come ha detto bene Atisha!)

Io sono uno scettico per natura... metto in dubbio qualsiasi cosa, e quindi la prima domanda sul reiki che tutti si saranno fatti era "ma funzionerà davvero?"
Ho sentito tante storie di guarigioni, schermature, ecc... ma come dico sempre non posso dire che queste storie sono vere finchè non mi sarà capitata un'esperienza simile...
Prima di prendere il reiki (primo livello) mi sono fatto un esamino di coscienza chiedendomi : "cosa porterà a me prendere questa strada?" "siamo sicuri che mi farà del bene?" "e se dovessi prenderlo perchè lo voglio?"... insomma non è che ho deciso all'istante...
All'inizio pensavo che fosse una scelta di ego (cioè voglio diventare uno che guarisce con le mani), cosa che l'idea mi faceva rabbrividire ... poi pian pian ho capito che volevo prenderlo per me stesso... per risolvere, mutare i mie problemi (sia fisici che emotivi che mentali)... infatti appena ho fatto il corso sono passati mesi prima di fare trattamenti sulle altre persone...

Che dire? io a forza di trattamenti mi sono sempre stupito di come andavano le cose... una volta era più calda una zona del corpo, la volta dopo era più calda un'altra (quindi dire che la mia mente associava il calore al dolore era impossibile in quanto era imprevedibile quale punto "doleva" di più)... pian piano mi rendo conto che l'associazione organo-emozione era abbastanza valida (infatti mi domandavi perchè certe volte il fegato era così caldo, pur non avendone mai sofferto... la risposta era che poco prima avevo avuto un attacco d'ira che si risentito sull'organismo)... insomma in conclusione voglio dire che io parlo bene del reiki per tutto quello che mi ha dato, che mi ha fatto scoprire... non perchè mi hanno inculcato nella testa che sono diventato il "grande guaritore" ....

Il trip del reiki è di salvare il mondo? Non credo ... o almeno forse alcuni lo insegno in questo modo... "se tutti si fosse reikisti il mondo sarebbe migliore, quindi divulgate questa cultura".
Da quanto so il reiki era all'origine una "tecnica casalinga"... qualcuno in casa "curava" il resto dei familiari e si fermava li...
adesso chiaramente diventando una moda e un buisness la cosa è un pò degenerata...
il fatto di lavorare su se stessi, come ho detto prima, è un passo che bisogna fare all'inizio, ma un volta scelta una strada stai pur certo che porterà ad un intenso lavoro su se stessi... e questo può darlo il reiki, come la pranoterapia, come lo yoga, la meditazione, o una buona psicanalisi... tutte prima o poi portano ad una realizzazione di se stessi ed a un cambiamento...

Sul fatto dei cinque elementi del prana non so cosa risponderti... mi dispiace ma io ne conosco una sola... un energia neutra, che diventa negativa i positiva in base a come viene utilizzata o indirizzata.

Poi ho ripensato al fatto della suggestione, e mettiamo che sia vero quando ce lo facciamo per se stessi o alle altre persone... ma ti racconto due episodi e son curioso di sapere la tua spiegazione :

- una persona che conosco comprò due piante ugali dal vivaio, stesso tipo, grandezza ecc... tutte e due le teneva con molta cura solo che decisa ad una di farle reiki e l'altra no... passano mesi e la pianta che non ha ricevuto reiki è cresiuta normalmente, l'altra era enorme... di differenza notevole rispetto all'altra...

- una ragazza con un gruppo di amici erano in autostrada... e all'improvviso la macchina si ferma. Vanno sula corsia di emergenza e prima di chiamare il carroattrezzi la ragazza disse: " aspettate, aprite il cofano e lasciatemi fare, se quello che faccio non funziona dopo si chiama il carro attrezzi". I ragazzi non capivano cosa volesse fare ma la lascioro agire... e si stupirono a vedere questa ragazza con le mani sulla batteria dell'auto. Infine la macchina ripartì tranquillamente...

(Non voglio convincervi sulla verità di questi fatti, qualcuno può pensare che abbia scritto delle cavolate solo per spezzare una lancia a favore del reiki. Uno queste cose può verificarle solo tramite l'esperienza.)

Insomma, la suggestione qui è difficile metterla in mezzo ... conosco gente che ricarica pile, batterie del cellulare, ripara elettrodomesti col reiki (anche se gli elettrodomestici possono funzionare per poco tempo, se è rotto è rotto... ma diciamo che se ne hai un essoluto bisogno, il reiki può farlo funzionare per quel momento)...

Infine voglio dire che ho notato che il reiki è vista dalla maggior parte delle persone come una cosa negativa ... e i motivi pensano siano tanti e validi (pessimi maestri, esperienze negative ecc). Quindi è comprensibile che la visione di questa pratica sia tenuta alla larga da molta gente ...
Magari chi racconta le proprie esperienze sarà più chiaro a tutti il perchè hanno una consierazione di tale pratica così bassa... ma questo non rientra ai fini della discussione.

Non cosa cosa vi hanno raccontato o cosa vi ha dato il reiki, ma posso dire che a me ha dato tanto...

Ciao
Mr.Chakra is offline  
Vecchio 30-11-2007, 21.20.35   #23
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Ma guarda te, si impara tutti i giorni, io avevo capito un'altra cosa per auto trattamenti... la mente è strana, va pensare le cose più complicate... invece intendevano proprio l'automobile... certo se anche avessi letto frigo trattamenti o cellulari trattamenti, sarei andato a pensare a trattamenti sulle cellule o crio trattamenti, cosa che non mi risultava con il reiki ma almeno avrebbe evidenziato la mia limitatezza
Ebbeh... adesso che so, metto da parte i soldini, perchè voglio fare una cosa fatta per bene, non voglio fermarmi al secondo perchè non ho quei migliaia di euro per prendere il terzo e finalmente fregiarmi di un titolo di qualche MASTER
Spero che mi diano però qualcosa di tangibile da appendere al muro, qualcosa da mostrare.

Ah dimenticavo, devo dire qualcosa di buono se no Mr Chakra rimane male, niente... ci ho pensato due minuti, sul serio, ma non mi viene nulla , avevo pensato di dire che se fa star bene chi si accosta perchè no? Però calcolando quello che poi pagheranno (e non parlo di soldi, solo di soldi) non mi sento di dire neanche questo.
Non chiedetemi cosa si paga, tanto non mi credereste.


Uno is offline  
Vecchio 01-12-2007, 07.48.53   #24
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Non chiedetemi cosa si paga, tanto non mi credereste.

sarebbe il caso che lo dicessi.. trova tu il modo..
io ho tentato, ma non è stato colto.. ed oltre non sono brava ad andare.. poi non ho nessun diploma, neanche quello di pranoterapista....

atisha is offline  
Vecchio 01-12-2007, 08.34.53   #25
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da Mr.Chakra
Lavoro su se stessi? Pienamente d'accordo ...
Il lavoro su se stessi prima di intraprendere qualsiasi strada (reiki, pranoterapia, yoga ecc) andrebbe sempre fatto.
Un piccolo lavoro su se stessi, in quanto che ritengo che ogniuna di queste tecniche sia valida per completare questo lavoro.

Mr.Chakra.. temo tu abbia un po' di confusione.. il lavoro su se stessi non deve essere un accompagnamento a quelle che chiami strade..
(in più non mi puoi assemblare il reiki con lo yoga..) ma ripeto, il lavoro è la Strada..
ed il reiki semmai può essere una disciplina, una piccola introduzione.. ma piccola piccola e banda blanda.. che non ha niente a che vedere con la Tradizione e con lo yoga che è una Scienza fine a se stessa..

Citazione:
Diciamo che il punto iniziale su cui si vuole lavorare è "quale strada è più indicata per noi?"
Chiaro che uno non può scegliere in base a quello che appare più valido, ma in base a quello che ritiene più oppurtuno per se stesso... e infatti vedo tanti che hanno preso il primo, o addirittura il secondo livello di reiki e poi dopo un mese stoppano i loro auto trattamenti... si vede che non era la loro strada...

allora, diciamo che può esserci un approccio e che il reiki può donare un incontro minimo con se stessi.. con la respirazione per esempio e con la scoperta del proprio corpo ed a un grossolato incontro con le proprie energie, d ancor più grossolano incontro con la meditazione.. come qualsiasi altra tecnica che vendono ormai dappertutto, anche sotto casa.. sono piccoli incontri base per condurre alla propria Spiritualità.. e se possono far bene a chi ne ha bisogno, a chi soffre, è un bene.. se possono servire a placare ansie e piccoli malesseri ancor di più.. ma tutto deve restare lì..
poi vi è un salto che non è raccomandabile.. cioè il voler curare gli altri.. poi a distanza!
ma non sta più a me dire altro.. che ognuno segua ciò che gli pare ed a seconda delle proprie "intuizioni".. ho già scritto molto a proposito, per chi è pronte a cogliere anche altri aspetti.. ognuno dovrà far le proprie esperienze in merito.. quello è il cammino che porta all'evoluzione..
e so che nel cammino spesso s'incontrano cartelli stradali.. ma non è detto che tutti debbano guardarli.. spesso si evitano, perchè così deve essere... .. perchè l'ego identificato si sente astuto e non vuole essere "manipolato"



Citazione:
All'inizio pensavo che fosse una scelta di ego (cioè voglio diventare uno che guarisce con le mani), cosa che l'idea mi faceva rabbrividire... poi pian pian ho capito che volevo prenderlo per me stesso... per risolvere, mutare i mie problemi (sia fisici che emotivi che mentali)... infatti appena ho fatto il corso sono passati mesi prima di fare trattamenti sulle altre persone...


tanto vale che lo dica.. ogni scelta è fatta dall'ego.. perchè non ne possiamo fare a meno di questo ego.. ma per far scelte pulite e prive di intenti egoici, dovremmo già essere a Casa.. o come alcuni dicono essere Svegli, cosa improbabile riuscirci con il reiki...
capisco che hai tentato di far autoanalisi fin dove riuscivi, poi hai optato di prendere reiki per "aggiustare" i tuoi problemi.. è la stragrande maggioranza
che va verso il reiki con gli stessi buoni motivi.. benvenga..
meglio il reiki che il tavor
l'ho sempre detto.. dei due mali è il minore.. però, dato che sai è un sentiero, tanto vale adoperarsi a scoprirlo privi della cecità tipica (condizionamento) tipici di ogni sentiero.. solo così è possibile discernere e camminare realmente nella Via che porta all'autorealizzazione.. che non significa certo divenire Master (furbetti sarebbe il termine esatto) a caro prezzo..
questo il mio ultimo consiglio..

Citazione:
Che dire? io a forza di trattamenti mi sono sempre stupito di come andavano le cose... una volta era più calda una zona del corpo, la volta dopo era più calda un'altra (quindi dire che la mia mente associava il calore al dolore era impossibile in quanto era imprevedibile quale punto "doleva" di più)... pian piano mi rendo conto che l'associazione organo-emozione era abbastanza valida (infatti mi domandavi perchè certe volte il fegato era così caldo, pur non avendone mai sofferto... la risposta era che poco prima avevo avuto un attacco d'ira che si risentito sull'organismo)... insomma in conclusione voglio dire che io parlo bene del reiki per tutto quello che mi ha dato, che mi ha fatto scoprire... non perchè mi hanno inculcato nella testa che sono diventato il "grande guaritore" ....

va capito cos'è quel calore.. e ciò è parte dell'energia (circolazione) e come funzione la suggestione verso se stessi e verso gli altri.. poi, compresi questi due punti, qualcosa appare... e ciò che appare non può che portarci benessere...

Citazione:
Da quanto so il reiki era all'origine una "tecnica casalinga"... qualcuno in casa "curava" il resto dei familiari e si fermava li...
adesso chiaramente diventando una moda e un buisness la cosa è un pò degenerata...

ecco appunto.. diciamo che è istintuale appoggiare una mano dove duole.. il calore stesso placa, tranquillizza la mente.. rilassa, è un segno di affetto verso se stessi e verso l'altro.. e l'affetto, l'amore guarisce ogni cosa.. ma da lì a parlare di energia guaritrice.. c'è un buco.. ed è il nostro Cammino!

Citazione:
il fatto di lavorare su se stessi, come ho detto prima, è un passo che bisogna fare all'inizio, ma un volta scelta una strada stai pur certo che porterà ad un intenso lavoro su se stessi... e questo può darlo il reiki, come la pranoterapia, come lo yoga, la meditazione, o una buona psicanalisi... tutte prima o poi portano ad una realizzazione di se stessi ed a un cambiamento...

sicuro che porterà un intenso lavoro su se stessi? ho i miei dubbi che tu non conosca affatto cosa significa lavorare su se stessi.. in più non puoi mischiarmi psicanalisi, con yoga e meditazione per esempio...

Citazione:
Poi ho ripensato al fatto della suggestione, e mettiamo che sia vero quando ce lo facciamo per se stessi o alle altre persone... ma ti racconto due episodi e son curioso di sapere la tua spiegazione

una persona che conosco comprò due piante ugali dal vivaio, stesso tipo, grandezza ecc... tutte e due le teneva con molta cura solo che decisa ad una di farle reiki e l'altra no... passano mesi e la pianta che non ha ricevuto reiki è cresiuta normalmente, l'altra era enorme... di differenza notevole rispetto all'altra...

- una ragazza con un gruppo di amici erano in autostrada... e all'improvviso la macchina si ferma. Vanno sula corsia di emergenza e prima di chiamare il carroattrezzi la ragazza disse: " aspettate, aprite il cofano e lasciatemi fare, se quello che faccio non funziona dopo si chiama il carro attrezzi". I ragazzi non capivano cosa volesse fare ma la lascioro agire... e si stupirono a vedere questa ragazza con le mani sulla batteria dell'auto. Infine la macchina ripartì tranquillamente...

nel primo caso è stata data attenzione alla pianta (amore) e la seconda è possibile sia divenuta rigogliosa.. o così doveva accadere..
nel secondo caso, quello della macchina, mi pare naturale che a parte tutte le buone intenzioni della ragazza, si sia raffreddato il motore e che in modo naturale sia potuto ripartire.. a tutti è successo di lasciar raffreddare la macchina e per "magia" la stessa sia ripartita.. daiii


Citazione:
Insomma, la suggestione qui è difficile metterla in mezzo ... conosco gente che ricarica pile, batterie del cellulare, ripara elettrodomesti col reiki (anche se gli elettrodomestici possono funzionare per poco tempo, se è rotto è rotto... ma diciamo che se ne hai un essoluto bisogno, il reiki può farlo funzionare per quel momento)...

non escludo sia possibile (voglio essere generosa) ma non sono quelli i casi da tenere in considerazione..
sarebbe necessario prima capire come funzionano le pile e le batterie.. e la suggestione..che RIPETO non è un malanno o una cosa negativa, anzi.. conoscendola si potrebbe usare con giusta relazione.. ma bisogna indagare, conoscere la nostra mente, le sue complicazioni e come agisce.. quel minimo utile..


Citazione:
Non cosa cosa vi hanno raccontato o cosa vi ha dato il reiki, ma posso dire che a me ha dato tanto...
Ciao

capisco.. all'inizio anche a me aveva dato tanto.. soprattutto al mio ego
ciò non toglie che se ho un disturbo, lo pratichi su di me.. solo su di me..

un caro saluto...
atisha is offline  
Vecchio 01-12-2007, 12.55.31   #26
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Salve e buon giorno!
del reiki so poco...ho visto i risultati, fortunatamante per poco tempo ,in mio figlio, ha capito in fretta, ; magia bianca, idee di "superiorità"...;
ma pure se una maccHina "riparte" e una pianta "cresce" , a chi giova...sento uno strano IO.IO.Io claudio
fallible is offline  
Vecchio 01-12-2007, 13.27.02   #27
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Salve e buon giorno!
del reiki so poco...ho visto i risultati, fortunatamante per poco tempo ,in mio figlio, ha capito in fretta, ; magia bianca, idee di "superiorità"...;
ma pure se una maccHina "riparte" e una pianta "cresce" , a chi giova...sento uno strano IO.IO.Io claudio

magia bianca?

puoi spiegarti meglio?

atisha is offline  
Vecchio 01-12-2007, 14.02.14   #28
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

In linea di massima sembrerebbe consigli giusti, di buon senso, quasi luoghi comuni...in superficie.

La rabbia si manifesta come aggressività?
Se è a questo sentimento che ci si riferisce direi che l'ira è una potenzialità dell'uomo che ha un suo valore.
L'importante è, secondo me, che come qualsiasi altra potenza dell'uomo sia controllata e dosata dalla volontà.
Sono cristiano e quindi il mio punto di riferimento è il Cristo, per altri può essere Mikao Usui o Hawayo Takata ed il loro insegnamento Reiki.

L'episodio della cacciata dei mercanti dal tempio mi conferma che una giusta aggressività non solo è giustificata ma è uno strumento fisico-psicologico utile ed ineliminabile dell'uomo.
Anche questo passo, che bisogna interpretare figuratamente " Ma ora, chi ha una borsa, la prenda; così pure una sacca; e chi non ha spada, venda il mantello e ne compri una" mi conferma in questo.
Una giusta aggressività o una giusta ira sono necessarie per tenere a giusta distanza sia una interlocutore troppo aggressivo verbalmente sia per evitare, per quanto possibile, violenze fisiche.

Se osservi un gatto aggredito da un cane puoi vedere un giusto esercizio dell'ira, con lo sguardo riesce spesso a bloccare l'aggressività del cane. Non sempre però...

Un comportamento eroico insegnato da Cristo è quello di non opporre resistenza alla violenza che ci è fatta... fino a perdere la vita, per una giustizia più grande di quella abitualmente praticata dagli uomini.

La mia conclusione, quindi, è che ci sono circostanze diverse e motivazioni diverse per usare una giusta aggressività controllata o per non usarla affatto.

Sempre restando fermo che l'ira è un sentimento legittimo e positivo quando è rivolta contro quello che chiamiamo male e che interpreta come vuole.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 01-12-2007, 14.07.16   #29
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Salve!
per sentito dire, ripeto che non ho conocenze in merito; sono lo sviluppo di capacità?? volte a fin di bene...guarigioni e boh! claudio
fallible is offline  
Vecchio 01-12-2007, 15.09.38   #30
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: REIKI....che ne pensate?

Citazione:
Originalmente inviato da Phantom

Per oggi non ti preoccupare

Guadagna da vivere onestamente

Mostra gratitudine a tutti gli esseri viventi.


Sulla bontà di questi consigli concordo perfettamente.
Giorgiosan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it