Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-12-2007, 10.42.33   #51
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Per Veraluce


Citazione:
“Scusami Spirito , non ho ancora capito chi ha detto: "ho ragione perché sono in contatto con Dio?"”

In molti interventi Koan sostiene questo. Lui lo chiama Spirito ma dice anche che Spirito e Dio sono la stessa cosa.




Per Noor

Citazione:
“Non dico che non ci possa essere dibattito in quest'ambito spirituale,ma cosa si può dimostrare ,confutare..se non filosofeggiare..”

Infatti io non ho detto che si può “dimostrare” qualcosa, ho scritto che occorre argomentare per portare sostengo alle proprie testi. Sono perfettamente consapevole che le dimostrazioni non esistono, proprio per questo è inaccettabile sentire qualcuno che sostiene di possedere la Verità assoluta.

Citazione:
“Anzi..insistere troppo in questo senso sarebbe solo fare proliseitismo “

Il proselitismo viene da chi vuol convincere gli altri di possedere la Verità. Inoltre io non insisto “troppo”, lo faccio solo quando dall'altra parte si pontifica, si mettono in tavola verità pretendendo di renderle universali e sostenendo che tali verità sono LA verità perchè vengono da Dio e dunque debbono essere accettate da tutti, anzi, che chiunque è in contatto con Dio non può che accettare tali verità, questa è dittatura delle idee e se permettete io non ci sto affatto.



Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 05-12-2007, 11.01.07   #52
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Vuoi un esempio di posizioni inconciliabili ? mah... facciamo la descrizione di Dio di un buddista mahayana e di un musulmano.
Amano Dio entrambi ed entrambi possiedono una manifestazione soggettiva dell'Oggettività della dimensione divina ( parlo per chi ne hanno avuto e ne hanno esperienza ).
DOvrei approfondire il discorso per far sì che possa arricchirmene, sia rispetto all'una che all'altra spiritualità, perché quanto muove me parla di Unità e non di separazione o contraddizione logica a quanto tu ne dica. Non hai strumenti per giudicare, questo è quanto comprendo di te, perché usi una logica terrena incapace di comprendere una realtà di sostanza e non ANALITICA.

Le tue analisi sono sbagliate e te lo posso dimostrare anche per logica.

Vuoi dei punti fermi nell'analisi ??? bene, vediamo di capire di che vuoi parlare o che stai dicendo ( anche se non amo ripetere continuamente quello che dico, dovendo al contempo dimostrare l'assurdità dei discorsi di altri... il tuo "senso" di Logica è Materiale/Terreno ) ..

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Perché la logica e la razionalità non sono forse parte integrante di uomo e donna ?
Ti ho già risposto: sono limitate per poter penetrare concezioni e realtà spirituali ( anche se su di esse hai posto le tue sicurezze e convinzioni personali ).

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Che circolo vizioso !! stai dicendo che solo chi è spirituale (cioè chi condivide la tua idea) conosce le leggi per decidere che la tua idea sia quella giusta !
Non ho detto questo, leggi bene il discorso.
Vuoi dei punti fermi ?
Allora elimina pure la realtà dello Spirito: solo per mezzo di Esso se ne può giudicare. E' un punto fermo/oggettivo ? Sì, ma ognuno - ripeto - può farne quel che vuole.
E' soggettivo ?
Lo Spirito è Oggettivo, mentre le interpretazioni personali sono Soggettive ( è chiaro così ? ).

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Non so se ti rendi conto dell’assurdità.
Non so se ti rendi conto dell'assurdità di de-finire la realtà dello Spirito in termini e logiche terrene !

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Se la fede è fede non può essere certezza, altrimenti non è fede. Poi quali certezze ? ci sono migliaia di fedi diverse e tutte dicono di essere l’unica vera fede, la Verità ! Nella fede e nella spiritualità non ci sono affatto certezze, è l’esatto contrario, perché tutto è estremamente labile e soggettivo, pieno di influenze psicologiche, sociali, culturali.
La Fede, per definizione, è: "fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono" ( Lettera agli Ebrei, cap.11 ).
E' esattamente il contrario di quello che dici .. o vuoi dimostrare anche l'assurdità di una Fede molto differente da quella di cui ti permetti di parlarne ?
Con questo tipo di atteggiamento qual è la verità:
hai provocato semplicemente la suscettibilità di un credente o piuttosto parli presuntuosamente di quello che non conosci ?
Tu che non la possiedi, credi che la Fede sia risultato dei condizionamenti da te elencati ? ma sai di che cosa cavolo ti ostini a parlare sparlandone ? è la tua logica che ti rende così "sicuro" di te ?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Non hai risposto alla mia domanda. Tu hai asserito che c’è gente che mente nelle cose spirituali, ti ho chiesto: “E tu come stabilisci chi è mendace e chi no ? perché non potresti essere tu ?”

Tu mi rispondi che chi mente pagherà ! ma non mi hai detto come stabilisci chi è mendace e chi no e soprattutto in base a quali regole e perché io o altri dovrebbero accettare le tue regole.
Quello che ho risposto è quanto segue, dunque copio-incollo:
"Se dico menzogne pagherò in prima persona ripetto ad esse, ma quanti possiedono le verità provenienti dallo Spirito comprendono da se stessi se quanto si afferma è vero oppure no; lo stesso vale per stabilire chi è mendace e chi invece non lo è.
Seguire la verità significa seguire la propria coscienza, essa è lo strumento per comprendere la verità; il problema è che siamo deboli come persone, umanamente parlando ..
E' dunque un "metro" di giudizio soggetivo ?
No, lo si raggiunge per mezzo dello Spirito ( se esiste .. Non esiste ? non tutti possono farne esperienza ).
"

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Allora io ho avuto l’illuminazione che il tuo approccio spirituale è completamente errato, me lo ha detto lo Spirito di Dio.
Liberissimo, ma qui non si parla di uno spirito libero .. Dunque, Dio te ne dia conferma ( questo è l'atteggiamento del fedele ).

[quote=spirito!libero]Ancora una volta cadi nel banale errore di pensare di essere tu nel giusto e chi non è d’accordo con te sbaglia, però non hai la minima intenzione ne di spiegarci perché ne di fornirci alcun elemento per giudicare cosa è vero e cosa è falso, ti rendi conto vero che in pratica stai affermando: “ho ragione io punto e basta, chi non è d’accordo con me sbaglia perché non è in contatto con lo spirito” ?
Potrei non essere io in contatto con lo Spirito, solo Dio può darne conferma.

Ad ogni modo la tua logica ti dice che quanto ho asserito, cioè:

"Chi conosce Dio potrebbe riconoscere la verità di un "guro" ad "occhi" chiusi !",
significa :
ho ragione io punto e basta, chi non è d’accordo con me sbaglia perché non è in contatto con lo spirito

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Ovviamente chiederti conto di questa affermazione è del tutto inutile, tu sei in contatto con Dio….quindi….
Su cosa ?

Benissimo, riporto a che cosa ti riferisci:
Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Il mondo non è bianco o nero, è ricco di sfumature, per fortuna.
Citazione:
Originalmente inviato da koan
Tutte hanno un'Origine e tutte hanno un senso; nessuna è a prescindere dalle altre, ma formano un tutt'uno.
Il problema è dato da chi "separa" e non è in grado di "unire" ..
Ti rendo conto della mia affermazione:
le sfumature dei colori di cui parli e a cui ti ho risposto - sinteticamente - sono solo dei riflessi della radiazione della Luce e tutti i colori sono riflessi nel bianco, viceversa per il nero. Inoltre tutte le sfumature sono date dalla combinazione dei tre colori principali ( a seconda se rispetto all'occhio umano o relativamente alla Luce ), ergo tutte le sfumature hanno un'unica Origine e tutte hanno un senso unitario

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Ma cosa stai dicendo ? per dialogare le definizioni sono indispensabili, altrimenti diventa tutto un gran casino.
ED IO TE LE HO DATE !!!
Non è invece possibile de-finire in termini di logica-fisica o materiale quanto NON è de-finibile "per definizione" materialisticamente parlando ! La Logica che ti fregi di conoscere è una costruzione umana LIMITATA per poter comprendere la REALTA' ! tutto si basa su ASSIOMI indimostrabili e dati per scontato !!! sono io che non comprendo o sei tu ?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Stai studiando “scienza” ? ma cosa fisica, chimica, biologia, matematica… o tutte insieme ? e cosa dimostrerai di grazia ?
Studio scienza dei materiali, perché ho decisono di non lavorare per sempre in campo Logistico di tipo ingegneristico, ma non ho bisogno di questo per confrontarmi con quello che dici ..

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Anche qui chiedere perché affermi ciò sarebbe come chiedere a un bambino di 2 anni perché vuole un gioco…perché lo vuole e basta.
Cioè riguardo il seguente periodo da me espresso:

"Tutto è Duale, è proprietà non solo della Materia, ma anche dello Spirito; questo volevo - correggendomi - dire."

Hai bisogno di trovare delle ragioni logiche per comprendere l'evidenza di quanto ho scritto ? ! ?
Hai presente il concavo ed il covesso, oppure elettroni e protoni ? non appartengono a tutte le forme della materia ? E NON sono DUALI ?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
No, sono due.
Sbaglliato, NON basta !
Sono due e sono messe in relazione reciproca !

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Certo certo.
Come su tutto quanto NON comprendi ..
Non è dimostrabile quello che dico ? meglio saranno allora gli assiomi "de-finitivi" di cui ti fregi di possedere a livello nazionale !
Io preferisco comprendere ALTRO, senza fermarmi a concezioni passate !

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Vi può essere un terreno di dialogo con chi sostiene: "ho ragione perchè sono in contatto con Dio" ? ovviamente no è del tutto inutile. In questo forum, come in tutti i luoghi di dialogo, si deve dar conto delle proprie affermazioni, non ci si può trincerare dietro alla rivelazioni personali, perchè non ci sarebbe dialogo se tutti facessimo così, ma una mera esposizione di convinzioni personali e soggettive che non servirebbero a nessuno, nemmeno a chi le scrive. Quindi ti prego di abbandonare questo atteggiamento del tutto fuori contesto.
Parla pure per te .. per il resto: No Comment.

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Saluti
Andrea
Saluti, Paolo.
koan is offline  
Vecchio 05-12-2007, 11.29.55   #53
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Da Spirito:
“hanno raggiunto il "distacco dal frutto delle azioni"”

Se hanno raggiunto tale distacco, credo proprio che sia contraddittorio partecipare ad un forum. Chi scrive in un luogo del genere non può pretendere di fare dei monologhi, siamo qui per confrontarci. Il pensiero umano, filosofico e non, ha raggiunto i livelli più eccelsi proprio grazie al dibattito serrato, al confronto sulle idee, alla cotinua critica del pensierto altrui, alle argomentazioni e dimostrazioni con relative confutazione e contro-confutazioni. Senza tutto ciò vivremmo ancora nelle grotte.

Innanzitutto il distacco è dal FRUTTO... e non dalle azioni in sé stesse...
perché dovremmo essere già materialmente morti per non compiere la minima azione...purtroppo ci tocca stare ancora in questa "materia" per ora...

Chi scrive comunica... dà se stesso e non impone sè stesso... allora dovremmo smettere anche di parlare nel quotidiano soltanto perché non giustifichiamo il nostro essere... noi siamo quel che siamo, punto... sul forum e nella vita, e ciò che facciamo lo facciamo solo per essere ciò che siamo...
Chi è "essere" scrive per "essere", punto...
Chi ha raggiunto il distacco può essere dovunque senza esserne condizionato... per questo il vero "spirituale" accetterà sempre chi avrà davanti... non gli dice tu devi fare così, devi parlare cosà, ma lo comprenderà, lo accoglierà, lo Amerà per quel che è... perché non si pone limiti e se comunque se ne ponesse, tenterebbe di superarli per andare "Oltre"... verso il "centro" della persona e non verso il comportamento
apparente...
Nessuno pretende niente... ci si accoglie...
Comunque tu puoi liberamente "essere" la tua concezione di dialogo... ovviamente io sono libera di "essere", con rispetto, la mia

Forse sarebbe meglio stare nelle grotte... almeno avremmo accesso più facilmente a noi stessi senza tante sovrastrutture mentali della cultura contemporanea, che ci condizionano dall'esterno e che ci fanno credere di essere qualcosa che non siamo oppure non ci fanno proprio comprendere chi siamo.




Citazione:
Da Spirito:
“Dialogo per me è "comprensione" in sé stessi per l'essere del prossimo... e non avere certezze o dimostrazioni da altri al di fuori di noi... le uniche certezze sono dentro di noi.”


Se avessi solo certezze non mi confronterei., non credo si possa accettare una tesi altrui solo perchè “l'ha detto lui” o no ?

Si, certo che se qualcuno ti volesse imporre qualcosa o condizionarti volontariamente non sarebbe bello... ma è un essere umano e bisogna "comprenderlo" proprio perché è un essere umano.

Il confronto per me non nasce dal fatto che io parlo per confutare ciò che dice l'altro o per giustificare il mio essere, ma nasce dalla mia esperienza espressa senza giudizio verso la tua che si incontra con la tua esperienza che esprimi senza giudizio verso la mia... la riflessione avverrà in sé stessi dall'incontro delle due...
Sono per la non violenza ... come dice il Dalai Lama: "La mia religione è la Gentilezza"...
Se una persona vuole esprimere solo la sua esperienza non ci vedo alcun male... ...non gli posso inculcare che non può parlare perché la sua esperienza non basta... se a qualcuno non basta probabilmente basterà a qualcun altro... ci sono tante persone diverse che leggono il forum... viva tutti!

Citazione:
Da Spirito:
Se avessi solo certezze non mi confronterei La comprensione si può avere se si comprende il perchè qualcuno afferma qualcosa.

La comprensione parte prima comprendendo te stesso... quel che sei... se non sai quel che sei, non potrai comprendere gli altri... quando saprai quel che sei comprenderai l'intero universo, senza che esso si giustifichi...
perché se ad esempio oggi basi le tue affermazioni su qualcosa che "pensi di essere" ma che in realtà non "sei", allora la tua vita sarà fondata su un pensiero... invece se basi la vita su ciò che sei, essa sarà senza limiti mentali... perché scoprirai che sono i ilimiti mentali che trattengono il tuo essere dal riconoscersi... quando il tuo pensiero sarà scomparso e resterai soltanto "te stesso" allora sarai libero...

Se fossi certo di quel che sei, non ti importerebbe nulla di mettere in discussione le esperienze e l'atteggiamento altrui... perché sapresti cosa sei e ti basterebbe perché per te stesso tu sei tutto, non avresti motivo di dover dire altro che non sia il tuo essere... ma forse per quel che conosci di te stesso non ti basti...
...perché dubiti troppo degli altri... e chi dubita degli altri dubita perché egli è ancora "dubbio" nel suo centro ( chi sei?)... se tu non sei più dubbio nel tuo essere non dubiteresti degli altri, ma li comprenderesti perché avresti compreso te... (sto usando il tu perché sto comunicando con te ma il mio discorso è generico e non è un giudizio meglio-peggio )... questo è il pensiero che nasce dalla mia esperienza, se puoi accoglierlo senza i limiti della mente
per me sarebbe bello, ma se non puoi, pazienza, ti "comprendo".


Io sono qui perché amo esser qui... ...perché sono quel che sono... e con molte persone sul forum ho potuto dialogare benissimo, tranquillamente...
non ho altri scopi, forse dovrei andarmene perché in me ho una certezza che non può intaccare nessun essere umano? Io sono niente (essendo tutto solo per me), e posso anche non parlare più se questo turba qualcuno, ma nessuno può turbare il mio "centro" come ho già detto... e quando anche tu troverai il tuo centro... sarò lì ad aspettarti!

Non ho altro da dire e da dare al momento... tutto è...
...e pensatela come vi và!

Sempre con inalterato affetto da Eva.
veraluce is offline  
Vecchio 05-12-2007, 11.36.31   #54
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio è oggettivo ?

P.S.: Ho notato che ho riferito ad Andre2, che in questa discussione non c'è (ma che me lo sogno pure la notte perché in un'altra discussione abbiamo acceso un "accanito" dialogo) una frase di Spirito... mi sembra giusto scusarmi facendo notare che è stato un mio involontario errore ...
veraluce is offline  
Vecchio 05-12-2007, 17.03.23   #55
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
“Se una persona vuole esprimere solo la sua esperienza non ci vedo alcun male... “

Nemmeno io, ma non vedo alcun male a non essere d'accordo con la sua esperienza e dirlo o no ?

Se poi costui reagisce sostenendo che non posso non essere d'accordo perchè la sua è LA verità ed io non capisco perché sono limitato (cioè non ho accesso allo spirito), allora a mia volta chiedo conto di questa sua idea che mi riguarda.

Citazione:
“non gli posso inculcare che non può parlare perché la sua esperienza non basta”

Dipende. Ci sono delle regole e i monologhi non sono, a mio avviso, utili in un forum, comunque come lui è libero di esprimere i suoi monologhi derivanti da illuminazioni private alle quali dovremmo attenerci perché “lo dice lui” allo stesso modo io sono libero di sostenere che chi afferma dovrebbe provare ciò che afferma se pretende di essere creduto.

Citazione:
“ se non sai quel che sei, non potrai comprendere gli altri”

Io non conosco essere umano che si conosca compiutamente.

Citazione:
“quando saprai quel che sei comprenderai l'intero universo, senza che esso si giustifichi”

Non sono d'accordo, posso ?

Citazione:
“per me sarebbe bello, ma se non puoi, pazienza, ti "comprendo". “

Anche per me sarebbe bello che tu comprendessi, ma se non puoi pazienza, ti comprendo.

Citazione:
“ in me ho una certezza che non può intaccare nessun essere umano?”

Vedi, chi è che ha certezze ? Chi non può cambiare idea a pre-scindere ? Sono coloro che hanno certezze inammovibili. Il sottoscritto, invece, non ha certezze inammovibili, sono prontissimo a cambiare idea se qualcuno mi mostra che sono in errore, che le idee altri sono più giuste, ma non solo, ovviamente, con ipse dixit, ma con fondate argometnazioni, proprio per questo chiedo evidenze ! Capisco che per chi invece è convinto di essere nella verità assoluta, che ha certezze assolute inammovibili, questo discorso non ha senso perché tanto ormai possiede quelle certezze con cui vive e nessun argomento può intaccarle. Non credo serva la definizione di questo stato mentale. Comunque appare chiaro chi è colui che cerca il dialogo perché pronto a cambiare opinione e chi invece non cerca il dialogo perchè tanto non cambierà mai idea qualsiasi cosa dica l'altro, mi chiedo allora, perché ascoltare gli altri se tanto non si cambierà mai idea ?

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 05-12-2007, 17.31.48   #56
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero

Vedi, chi è che ha certezze ?
.......

Comunque appare chiaro chi è colui che cerca il dialogo perché pronto a cambiare opinione e chi invece non cerca il dialogo perchè tanto non cambierà mai idea qualsiasi cosa dica l'altro, mi chiedo allora, perché ascoltare gli altri se tanto non si cambierà mai idea ?


Severino...
...direbbe che per quanto se ne dica...non v'è credente che sia convinto in cuor suo, tanto quanto parrebbe trapelare dalle parole o dalle scritture.
I nostri amici spirituali questo lo sanno benissimo ...ma non possono ammetterlo!
Con diversi gradi...ma siam tutti degli agnostici!

maxim is offline  
Vecchio 05-12-2007, 17.47.39   #57
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Dio è oggettivo ?

In effetti spesso sembrano (e magari lo sono) discussioni "inconcludenti" quelle che riguardano dio e la fede.
Quindi, SpiritoLibero, non crucciarti se chi crede non è pronto a mettersi in discussione (tantomeno lo farebbe in un forum): parlare di dio non è come parlare, ad esempio, dell'esistenza della vita extraterrestre. Probabilmente perchè mentre della seconda chiunque potrebbe addurre tesi ragionevoli (pro o contro), del primo stiamo parlando di un'entità che sta soprattutto nella testa delle persone, senza la possibilità di spiegazioni logiche (e qui mi prenderò le lavate di capo di Koan).
Personalmente ritengo che dio sia del tutto "soggettivo", e le discussioni in atto mi sembra che confermino questo fatto, in considerazione del fatto che egli venga vissuto e sperimentato essenzialmente a livello personale.
Peraltro se dio fosse "oggettivo", ovvero un'entità sperimentabile da tutti, la fede non sarebbe più tale e non avrebbe anzi senso, come ammettono i protestanti.
Eretiko is offline  
Vecchio 05-12-2007, 18.35.01   #58
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
se dio fosse "oggettivo", ovvero un'entità sperimentabile da tutti, la fede non sarebbe più tale e non avrebbe anzi senso, come ammettono i protestanti.
Si potra' mai mostrare o dimostrare con le parole il profumo di una rosa per chi non l'ha mai annusata?
No.
Eppure la Rosa è li...a portata di mano per tutti..
L'Esperienza si può solo condividere.
Da Cuore a Cuore.
Sin quando non si comprende che l'Organo che percepisce quella Dimensione
non è la mente discriminatoria,c'è un bel nulla da fare...
Anzi..quella deve proprio morire
Non si potrà che girere intorno alla carota senza avvederci che in realtà è legata alla nostra testa..
oppure,altra metafora, continueremo a guardare il dito che indica la luna e non avvederci che è..lì..
Noor is offline  
Vecchio 05-12-2007, 19.26.50   #59
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Da me:
“Se una persona vuole esprimere solo la sua esperienza non ci vedo alcun male... “

Citazione:
Da Spirito:
Nemmeno io, ma non vedo alcun male a non essere d'accordo con la sua esperienza e dirlo o no ?

Condivido!


Citazione:
Da Spirito:
Se poi costui reagisce sostenendo che non posso non essere d'accordo perchè la sua è LA verità ed io non capisco perché sono limitato (cioè non ho accesso allo spirito), allora a mia volta chiedo conto di questa sua idea che mi riguarda.

E' giusto... sei libero di farlo!



Citazione:
Da me:
“non gli posso inculcare che non può parlare perché la sua esperienza non basta”

Citazione:
Da Spirito:
Dipende. Ci sono delle regole e i monologhi non sono, a mio avviso, utili in un forum, comunque come lui è libero di esprimere i suoi monologhi derivanti da illuminazioni private alle quali dovremmo attenerci perché “lo dice lui” allo stesso modo io sono libero di sostenere che chi afferma dovrebbe provare ciò che afferma se pretende di essere creduto.

Certo... spiegato in questo modo il tuo ragionamento non fa una piega...
sono d'accordo con te!


Citazione:
“ se non sai quel che sei, non potrai comprendere gli altri”
Citazione:
Io non conosco essere umano che si conosca compiutamente.

Cosa intendi? Anch'io penso che i nostri limiti umani non li esploreremo mai bene tutti, se ne presenteranno sempre di nuovi fino alla morte e quindi in questo senso ci sorprenderemo sempre a scoprire nuove debolezze, difetti, etc... però per quel che sono dentro so chi sono e ammetto che non posso dimostrarlo (e comunque non pretendo che mi si creda)...
... però magari anche la ragionevolezza può servire a comprendere gli altri... anche se una persona non sa bene cosa è dentro... ad esempio te, che mi fai pensare che dentro non sai proprio certamente chi sei, ma con la "ragione" roccia affidabilissima, cerchi di comprendere chi parla con te... un pò come Maxim, che ho battezzato affettuosamente il "costruttore di ponti" perché nonostante sia molto razionale tenta comunque di capire (e con me ci riesce benissimo) chi gli sta davanti... e mi ha insegnato tanto con il suo modo di porsi...
E ammetto anche che per me spesso sono davvero le persone cosiddette "spirituali" che non riescono a dialogare... certo... bisognerebbe usare tutti almeno la ragione per capirsi perché quella dovremmo avercela tutti, no? E magari ammettere sempre, che ciò di cui parliamo quando ci riferiamo ad esperienze "trascendentali", non si può dimostrare al momento con la ragione... ma può essere solo scoperto direttamente e personalmente... altrimenti sarebbe solo credo (anche il credo non è condannabile ma comunque anch'esso non è dimostrabile razionalmente).


Citazione:
Da me:
“quando saprai quel che sei comprenderai l'intero universo, senza che esso si giustifichi”


Da Spirito:
Non sono d'accordo, posso ?

Certo che puoi, perché no?

Citazione:
Da me:
“per me sarebbe bello, ma se non puoi, pazienza, ti "comprendo". “

Da Spirito:
Anche per me sarebbe bello che tu comprendessi, ma se non puoi pazienza, ti comprendo.

Ma io ti comprendo perché voglio comprenderti
( o forse non ti senti compreso da me? Non me ne ero accorta, scusami... )
e ammetto che mi sento compresa anche da te,
perché più parliamo e più a me pare che c'è un contatto (=un ponte) tra noi e non un "rifiuto"...
un'accoglienza e non un allontanamento... non sento che giudichi i miei pensieri, fai dei ragionamenti comprensibili e leciti (e spero di riuscire a farlo un pò anch'io)... per gli altri non posso parlare ma per me è così.


Citazione:
Da me:
“ in me ho una certezza che non può intaccare nessun essere umano?”

Citazione:
Da Spirito:
Vedi, chi è che ha certezze ? Chi non può cambiare idea a pre-scindere ? Sono coloro che hanno certezze inammovibili.

Hai ragione, ma almeno per me ti dico che non sono io che voglio questo... non riesco a fare diversamente perché non parte da me o dalla mia mente... ma da non so neanch'io cosa... e questo "non so neanch'io cosa", lo definisco Dio-Luce-etc per farmi capire da chi mi circonda...

Citazione:
Da Spirito:
Il sottoscritto, invece, non ha certezze inammovibili, sono prontissimo a cambiare idea se qualcuno mi mostra che sono in errore, che le idee altri sono più giuste, ma non solo, ovviamente, con ipse dixit, ma con fondate argometnazioni, proprio per questo chiedo evidenze !

Ammiro la tua apertura ma se un giorno dovessi sperimentare qualcosa direttamente tu (senza discorsi dagli altri), che adesso non puoi neanche immaginare che accada, potresti cambiare anche idea su questo... si o no?
E poi le idee degli altri non saranno mai più giuste delle tue... le più giuste per te sono le tue... e deve essere così... perché tu hai un tuo percorso che è unico... e troverai tu la tua verità (ma questo già lo sai) perché con la tua intelligenza non potrà essere altrimenti...( per me l'intelligenza è importante anche nelle questioni dello "Spirito"... anzi anche la razionalità ci metto da oggi và...)

Citazione:
Da Spirito:
Capisco che per chi invece è convinto di essere nella verità assoluta, che ha certezze assolute inammovibili, questo discorso non ha senso perché tanto ormai possiede quelle certezze con cui vive e nessun argomento può intaccarle. Non credo serva la definizione di questo stato mentale. Comunque appare chiaro chi è colui che cerca il dialogo perché pronto a cambiare opinione e chi invece non cerca il dialogo perchè tanto non cambierà mai idea qualsiasi cosa dica l'altro, mi chiedo allora, perché ascoltare gli altri se tanto non si cambierà mai idea

Perché quando in un essere umano si annulla la "dualità" (come si dice da queste parti) per poter restare nel mondo senza essere del mondo (sempre come si suol dire ) si può farlo solo attraverso l'amore e la comprensione, altrimenti dovremmo praticare l'ascetismo, il ritiro in una grotta lontano dai propri simili, etc... ad esempio io personalmente sono qui per questo: per avere comprensione del prossimo... ho la spinta a perfezionarmi in questo (se così posso dire)...
sento (permettimi di entrare nel metafisico) che per star qui ed essere lontana da qui posso soltanto amare gli altri indistintamente... e ammetto che mi sto "allenando" con voi... spero non vi dispiaccia se vi amo...?
Ecco per me è solo questo... devo amare, e sono qui per amare cercando di capire-comprendere-non giudicare gli altri... e ovviamente cerco di far questo anche nel quotidiano... in tutto insomma... il forum fa parte della mia vita attulmente così cerco di farlo anche sul forum... non sarà mica illegale?Scherzo ovviamente
Può andar bene come motivazione secondo te? Spero di si...
però anche se non andasse bene, abbi pazienza, ma io proprio non riesco a fare diversamente... e poi non è tanto irragionevole, no? Cosa ne pensi tu...?

Ciao Andrea ( e scusa se ho saltato un pò di punteggiatura, ma quando sono stanca fisicamente si riflette anche nella scrittura)!
veraluce is offline  
Vecchio 05-12-2007, 19.31.38   #60
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio è oggettivo ?

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
In effetti spesso sembrano (e magari lo sono) discussioni "inconcludenti" quelle che riguardano dio e la fede.
Quindi, SpiritoLibero, non crucciarti se chi crede non è pronto a mettersi in discussione (tantomeno lo farebbe in un forum): parlare di dio non è come parlare, ad esempio, dell'esistenza della vita extraterrestre. Probabilmente perchè mentre della seconda chiunque potrebbe addurre tesi ragionevoli (pro o contro), del primo stiamo parlando di un'entità che sta soprattutto nella testa delle persone, senza la possibilità di spiegazioni logiche (e qui mi prenderò le lavate di capo di Koan).
Personalmente ritengo che dio sia del tutto "soggettivo", e le discussioni in atto mi sembra che confermino questo fatto, in considerazione del fatto che egli venga vissuto e sperimentato essenzialmente a livello personale.
Peraltro se dio fosse "oggettivo", ovvero un'entità sperimentabile da tutti, la fede non sarebbe più tale e non avrebbe anzi senso, come ammettono i protestanti.

Quoto il tuo intervento perché lo trovo sensato, ragionevole e lo condivido!

Ciao Eretiko!
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it