Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-12-2007, 19.35.51   #21
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Chi conosce l'India, oggi, direbbe che gli induisti sono affascinati dalla cultura scientifica che l'Europa e gli Stati Uniti hanno costruito.
Buona o cattiva, gli induisti l'hanno adottata e la stanno vivendo con entusiasmo.
Si vedono asceti con le radioline o con i Nintendo.
Già negli anni settanta quando ne ho visitata una piccola parte lo "spirito" della nostra cultura aveva già conquistato molti, i più colti, la classe borghese, gli intellettuali. Si poteva, pensare ed in parte era vero che fosse, il residuo del colonialismo inglese.
Oggi non si può più dire a meno di essere ciechi e sordi.
Il Pici e la Rete sono i nuovi invasori dell'India; la differenza con le antiche invasioni e con quelle colonialiste consiste nel fatto che i nuovi invasori sono desiderati.

Per amore di equità bisogna dire che l'induismo custodisce dei tesori preziosi di spiritualità sepolti in un mare di aberrazioni religiose e sociali...a cominciare da quella più odiosa: la divisione in caste.
I sedicenti maestri abbondano... e i più fanno pena...meglio stendere un velo pietoso... questo non toglie il fatto che vi siano autentici Maestri, pochi, però, come ovunque. ... e questo non toglie nulla al valore dell'induismo, da non sottovalutarsi mai.
Provvidenzialmente questa contaminazione con la nostra cultura sfoltirà la giungla religiosa e farà meglio apparire ciò che vi è di prezioso per l'umanità.

Il mito dell'"oriente" è stato anche alimentato, almeno negli ultimi due secoli, dai viaggiatori inglesi ed europei stanchi e a volte nauseati delle nostre religioni ed a ragione.

Oggi ed ancor più domani la realtà dell'interscambio religioso e culturale faranno di molta parte della tradizionale cultura indiana un oggetto museale.

Esattamente come è successo al cristianesimo lo studio critico demitizzerà l'induismo e...via via... le altre religioni.
E questo è opera dello Spirito di verità.

Non voglio negare l'importanza dei miti...però c'è una misura per tutto.

Già oggi nel villaggio globale sono ridicolizzate certe distinzioni come quella di riferirsi all'oriente quale luogo privilegiato della spiritualità... gli snob dicono che è provinciale...io non approvo perché abito in provincia ..per me è ingenuità.

Siamo in cammino verso la verità.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 12-12-2007, 20.06.03   #22
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Eccomi qua Van, in sincerità da come hai posto il thread ad iniziare dal titolo non mi sembra che tu abbia sincera volontà di discutere della cosa, hai servito su un piatto d'argento il terreno per le solite polemichine e il solito stilare le pagelle
Veramente non pensavo di discutere di questo, ma semplicemente di avere delle risposte diverse da quelle che ho già, su un fatto che per me è una semplice constatazione dell’evidenza e cioè, che il mercato della spiritualità alternativa, (se mi passate l’uso un po’ orrendo della parola “mercato”), è nelle mani dei “maestri orientali”.

Da dove si origini questa constatazione è molto semplice: fino a qualche tempo fa, (+ o - prima dell’avvento del codice Da vinci), nell’angolo sull”esoterismo” delle librerie, (esoteriche e non), erano loro a farla da padroni. Ne sono certo perché è un angolo che visito e soprattutto visitavo assiduamente, ogni qualvolta vado o andavo in libreria. Ora una capillare opera di “restaurazione” li ha un po’ spazzati via in favore di “altro”, ma questo è un altro discorso.

Mi si potrà dire che il metro “delle librerie” non è un metodo valido e quello ci può stare. Si potrà elencare, come ha fatto Atisha una lunga lista di nomi di “maestri” occidentali, di cui, per altro,la maggior mi sono sconosciuti e pure quello ci può stare. Se vuoi ci sta anche l’apprezzamento sulla mia “non sincera volontà di discutere”, ma io non mi stancherò mai di ripeterlo: - isoliamo quanto viene espresso, dimenticando chi lo esprime - Solo così le parole si concentrano sui contenuti e possono tornare a veicolare il senso.

La (tua) frase: La tradizione sapenziale piena non è ancora uscita fuori allo scoperto ne a oriente e meno ancora ad occidente e la base è unica e comune... è un’affermazione grave ed importante. E’ l’affermazione che quello che c’è sulle librerie esoteriche e che molti di noi hanno divorato come vero, non è la vera sapienza. Ecco sarebbe bello sviscerare questa affermazione.

Io non so quanto potrò partecipare ancora. Stò cambiando casa e nella nuova non so quanto ci vorrà ad avere la connessione. Forse poco, forse tanto. Ma come dicevo, io con la discussione, c’entro come i cavoli c’entrano con la merenda, anche se l’ho aperta io…. Quello che conta veramente è ciò che possiamo "dire" e “dare” a chi legge.

VanLag is offline  
Vecchio 12-12-2007, 20.09.07   #23
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Perché l’occidente non ha maestri spirituali e "idee", alternative alla religione dominante? Se ci sono perché non si fanno riconoscere? Perché come i loro cugini “orientali” non diffondono apertamente il loro messaggio?


Il messaggio e' sempre aperto e ininterrotto, in occidente come in oriente.
Ma quello che e' riconosciuto e' sempre un'impostore, nasce dal rifiuto.

I Maestri sono tutti impostori, orientali e occidentali,
non se ne salva uno,

Il salvarne uno e' quella stessa miseria per cui se ne rende necessario un'altro..
Flow is offline  
Vecchio 13-12-2007, 10.38.09   #24
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag

La (tua) frase: La tradizione sapenziale piena non è ancora uscita fuori allo scoperto ne a oriente e meno ancora ad occidente e la base è unica e comune... è un’affermazione grave ed importante. E’ l’affermazione che quello che c’è sulle librerie esoteriche e che molti di noi hanno divorato come vero, non è la vera sapienza. Ecco sarebbe bello sviscerare questa affermazione.


E svisceriamola...allora...( ) .... chi e' ancora convinto che ci sia qualcosa da scoprire, da realizzare, da svelare e' sempre colui che crede di essere...ma non e'.

Di speculazioni sulla dimensione spirituale ne e' pieno l'oriente e ancor di piu' l'occidente (le speculazioni sulle lettere di Lull, dei Kabbalisti ci sono anche nello Shivaismo Kashmiro per esempio).

C'e' qualcosa che non puo' essere rivelato, ad oriente come ad occidente e che non sta scritto proprio da nessuna parte, ne mai verra scritto, perche' ogni scrittura e' blah blah blah, ad oriente come ad occidente.....questo qualcosa non puo' essere rivelato perche' non c'e' nessuno che puo' rivelarlo.

Il Tao che può essere detto
non è l'eterno Tao,
il nome che può essere nominato
non è l'eterno nome.
Senza nome è il principio
del Cielo e della Terra,
quando ha nome è la madre
delle diecimila creature.
Perciò chi non ha mai desideri
ne contempla l'arcano,
chi sempre desidera
ne contempla il termine.
Quei due hanno la stessa estrazione
anche se diverso nome
ed insieme sono detti mistero,
mistero del mistero,
porta di tutti gli arcani.


Le bugie invece possono essere dette.
Yam is offline  
Vecchio 13-12-2007, 11.05.41   #25
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam


C'e' qualcosa che non puo' essere rivelato, ad oriente come ad occidente e che non sta scritto proprio da nessuna parte, ne mai verra scritto, perche' ogni scrittura e' blah blah blah, ad oriente come ad occidente.....questo qualcosa non puo' essere rivelato perche' non c'e' nessuno che puo' rivelarlo.

Il Tao che può essere detto
non è l'eterno Tao,
il nome che può essere nominato
non è l'eterno nome.
Senza nome è il principio
del Cielo e della Terra,
quando ha nome è la madre
delle diecimila creature.
Perciò chi non ha mai desideri
ne contempla l'arcano,
chi sempre desidera
ne contempla il termine.
Quei due hanno la stessa estrazione
anche se diverso nome
ed insieme sono detti mistero,
mistero del mistero,
porta di tutti gli arcani.


Immagino allora che anche questa scrittura sia blah blah blah, come dici tu.

E persino la tua firma:

Pace, gioia e silenzio sono spontaneamente sempre presenti in ciascun uomo, nel profondo del suo cuore.
Questa pace naturale emerge solo se glielo permettiamo...non facendo troppo rumore con la nostra mente.(Me)


Allora, perché leggere e scrivere.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 13-12-2007, 11.55.24   #26
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
io sono a favore di ogni bla bla bla...

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
(da yam) Questa pace naturale emerge solo se glielo permettiamo...non facendo troppo rumore con la nostra mente.(Me)[/i]


...mi chiedo come possiamo permetterglielo..
e come possiamo non far rumore con la nostra mente..
atisha is offline  
Vecchio 13-12-2007, 12.10.00   #27
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Immagino allora che anche questa scrittura sia blah blah blah, come dici tu.

E persino la tua firma:

Pace, gioia e silenzio sono spontaneamente sempre presenti in ciascun uomo, nel profondo del suo cuore.
Questa pace naturale emerge solo se glielo permettiamo...non facendo troppo rumore con la nostra mente.(Me)

Allora, perché leggere e scrivere.

Nagarjuna lo chiamava "errore utile".
La consapevolezza dell'identita' tra assoluto e relativo dovrebbe perlomeno, in una fase iniziale, alleggerire il peso dato alla identificazione nella conoscenza di tipo discorsivo...
Yam is offline  
Vecchio 13-12-2007, 14.40.34   #28
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Nagarjuna lo chiamava "errore utile".
La consapevolezza dell'identita' tra assoluto e relativo dovrebbe perlomeno, in una fase iniziale, alleggerire il peso dato alla identificazione nella conoscenza di tipo discorsivo...

Insomma dobbiamo colloquiare con noi stessi usando appunto concetti "naturalmente e normalmente" errati per comprenderci...abbiamo fatto così dalla notte dei tempi è normale. Fino a quando il silenzio interiore non avrà più voce...usiamo le parole e gli scritti dei Maestri non per riempirci, ma per svuotarci
crepuscolo is offline  
Vecchio 13-12-2007, 14.51.57   #29
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Nagarjuna lo chiamava "errore utile".
La consapevolezza dell'identita' tra assoluto e relativo dovrebbe perlomeno, in una fase iniziale, alleggerire il peso dato alla identificazione nella conoscenza di tipo discorsivo...

Siamo tutti allora in una fase iniziale e tutti ci sbagliamo ...ma utilmente.

Parlare e leggere sono un male necessario

Perfettamente d'accordo!

Ciao Yam.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 13-12-2007, 15.32.40   #30
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Da Giorgiosan:
Allora, perché leggere e scrivere.

Proprio in questo momento in cui a me stessa parlare (e scrivere) sembra non bastare più, leggevo le vostre riflessioni... come se capitassero "a fagiolo"...

Riporto un contributo, non direttamente mio, ma di Mikhail Naimy (non so se avete letto il libro a cui mi riferisco... io lo sto leggendo ora perché Dio ha fatto sì che un forumista me lo donasse insieme a tanti altri libri senza neanche conoscermi... solo per amore verso una creatura "smarrita" = me... )

Da "Il libro di Mirdad", cap."Sul Silenzio creativo. Il parlare è, nel migliore dei casi, un'onesta menzogna":

"Micayon: E' forse il tacere preferibile al parlare?

Mirdad: Il parlare è nel migliore dei casi, un'onesta menzogna. Mentre il tacere è, nel peggiore dei casi, una nuda verità.

Abimar: Dovremmo forse concludere che persino le parole di Mirdad, seppur oneste, sono solo fandonie?

Mirdad: Si, per tutti coloro il cui Io differisce da quello di Mirdad, le parole di costui non sono che bugie.
Fino a quando i vostri pensieri non saranno estratti da un'unica cava, e sino a che i vostri desideri non verranno attinti da una stessa fonte, le vostre parole, seppur oneste, resteranno menzognere.
Quando il vostro Io ed il mio saranno uno, così come sono uno il mio e quello di Dio, noi faremo a meno delle parole e comunicheremo perfettamente nel veritiero Silenzio.
Poiché però il vostro Io ed il mio differiscono, io son costretto a scatenare su di voi una guerra di parole, sì da conquistarvi con le vostre stesse armi e guidarvi alla mia cava e alla mia fonte."


E' vero, leggere, scrivere, parlare etc... non basta, perché la magnificenza degli argomenti (che non sono solo argomenti) che si cerca di carpire va oltre le nostre limitate capacità umane... ma questo non è buon motivo per non cercare comunque di comprendere... e se ciò che comprenderemo sarà anche solo un barlume di quella Verità inesprimibile, allora quel barlume ci aiuterà a discernere e ad ampliare ogni giorno la nostra comprensione...
...se stiamo parlando, scrivendo, leggendo è perché ancora siamo esseri umani che parlano, scrivono, leggono (così come mangiamo, beviamo, dormiamo etc)... quando non faremo più ciò, forse, chissà.. non saremo più soltanto esseri umani...
ora dobbiamo dimostrare-manifestare l'Amore con tanti gesti e parole che appartengono al nostro corpo...
quando saremo solo Amore senza appartenenza ad un corpo non dovremo più dimostrare-manifestare con gesti e parole... saremo e basta...
nel frattempo ci "accontentiamo" (volentieri) di comunicare tra di noi, di incontrarci in un discorso sempre più "unificante"...
I maestri per me sono persone che tentano di aiutare altre persone... e al di là del fatto che siano valutati più o meno bravi nel loro tentativo.. o che siano veri maestri o falsi maestri... restano comunque esseri umani come noi...
e questo ci dice che qualsiasi conoscenza essi hanno "raggiunto" è accessibile anche a tutti noialtri esseri umani... il discernimento resta sempre e comunque a noi.

Vi saluto... con affetto.
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it