Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 14-12-2007, 10.36.15   #41
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

In Oriente, ci sono molte vie Esoteriche, le principali sono Taoismo, Shivaismo Kashmiro, Buddismo Tantrico, lo Dzoghchen, Hatha Yoga, e altre ...
Essenzialmente le vie orientali vengono suddivise in: vie dirette, di trasformazione e di rinuncia. L'esoterismo rientra nella via della trasformazione. Ha ragione VanLag, a questo livello si lavora sull'energia...quindi sul fenomenico, quindi sulla mente, quindi sui poteri della mente (Siddhi). E' questa infatti la via dei Siddha (nel subcontinente indiano). Nel Taoismo e' la stessa cosa, ci sono Maestri Taoisti che solo qualcuno incontrera', ne ho testimonianza diretta di un amico maestro di Kung Fu che a causa di una spalla e clavicola frantumata in combattimento inizio' a cercare questi maestri in Cina, disperato perche' la sua pratica era compromessa. Alla fine li trovo', ma non i piu' importanti (ci sono delle gerarchie..) La sua spalla fu rimessa a posto...poi di nuovo frantumata a tradimento con una sonora risata...poi di nuovo risanata.
Il praticante di una via esoterica orientale lavora a tempo pieno sulla disciplina. O e' un eremita o se vive nella societa' un insegnante di quella stessa disciplina. Il rigore e la pratica richiesti sono dell'ordine di 8-12 ore al giorno, ma anche molto di piu' se si tratta di un eremita che, per esempio nel Buddismo Tantrico dorme nella posizione Yoga in un'apposita cassa di legno. Io stesso ho seguito una tale via che e' sempre psicofisica. Il corpo deve lavorare molto perche' non e' separato dal corpo sottile e dallo spirito. Anche se molti storceranno il naso la realizzazione di queste vie, a parte lo Hatha Yoga in cui c'e' il Nirvikalpa Samadhi, e' quello che in Sanscrito viene chiamato Vajrakaya (Corpo di Diamante)...il corpo fisico viene reintegrato nell'energia degli elementi e lo Yogin non lascia resti.

Quando, molto giovane, incontrai il mio primo Maestro, un Lama Tibetano che aveva passato dieci anni in grotta, egli mi trasmise l'insegnamento come la Tradizione voleva.
All'inizio il discepolo viene studiato dal Maestro che cerca di capire se e' di capacita' inferiori, medie o superiori. Per questo il Maestro parte dalla trasmissione della via diretta, nel mio caso dopo 6 mesi di ritiro intensivo nella bosco (12 ore di meditazione al giorno), ricevetti l'introduzione al Grande Sigillo (Mahamudra). Ero fresco, ricettivo e pronto e fu un fulmine a ciel sereno. Purtroppo non e' cosi semplice..e dopo iniziano i guai...c'e' ancora molto da purificare...ma per qualcuno potrebbe anche non esserci..nel mio caso c'era e c'e' da purificare. In quel momento si inizia a lavorare in modo esoterico con mantra, mudra e visualizzazione. Si lavora sul corpo sottile, sul piano animico come si direbbe qui.
L'anima infatti contiene in se un bagaglio....e non capisce il linguaggio del pensiero...ma quello dei simboli. La purificazione avviene riprogrammando l'Anima....qui pero' il discorso si farebbe troppo lungo e impegnativo.
Concludo sull'esoterismo dicendo che l'esoterista e' sempre un uomo di azione e il suo corpo fisico e' perfetto. (questo non vuol dire che sia realizzato spiritualmente perche' e' sempre la mente con le sue infinite potenzialita' il suo campo di lavoro e azione...in ultima analisi l'esoterista sviluppa al massimo le potenzialita' umane...)

La via diretta e' l'inizio e la fine del percorso...ma puo' essere anche una via a se. Cosi e' l'Advaita Vedanta, tanto caro a VanLag. Li le Siddhi, i poteri della mente, sono visti come ostacoli...perche' gonfiano l'ego...l'ego spirituale ..e questo e' un rischio per chi percorre vie esoteriche.
L'Advaita, ma anche e ancora di piu' lo Dzoghchen piu' antico, vanno subito al sodo e la purificazione avviene recidendo alla radice la mente discorsiva.
Come si fa?
Lavorando sulla pura coscienza di se', che e' lo spirito consapevole (Atman nell'Advaita e Rig Pa'i Ye Shes in Tibetano). C'e' sin dall'inizio la trasmissione del riconoscimento della pura coscienza di se'.
Li dimorando il praticante purifica l'anima.
La purificazione accade nella testimonianza delle Vasanas (Ba Chags in Tibetano) che sono tutte le esperienze vissute precedentemente, sostanzialmente il software che condiziona il nostro agire....ma di questo abbiamo gia' parlato abbondantemente in passato....se si creeranno le condizioni possiamo approfondire. E molto interessante cosa accade ad in certo punto o nel momento della morte fisica...di questo ho gia' parlato con VanLag in un altra sezione del forum.
Yam is offline  
Vecchio 14-12-2007, 14.58.52   #42
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Cogliendo l'essenziale di ogni fase della tua ascesi, Yam, e lo scopo che ogni fase si prefigge, c'è una sostanziale corrispondenza con la via ascetica e mistica cristiana.

Ogni esperienza, poi, è del tutto personale ed incomunicabile, se non in modo formale. Questo intendevo dirti nel post.

Personalmente apprezzo molto il tuo "esporti" rendendo pubblica la tua personale esperienza. E' segno di generosità e di volontà di comunicare ciò che si ritiene importante.

Veraluce ha avuto il tuo stesso coraggio.

Per quanto mi riguarda l'esperienza mi ha reso molto ma molto più cauto.

Ciao Yam
Giorgiosan is offline  
Vecchio 14-12-2007, 19.17.28   #43
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan

Per quanto mi riguarda l'esperienza mi ha reso molto ma molto più cauto.


Certo so cosa vuoi dire, l'apertura e' possibile quando c'e' la pratica, pratica vera. Purtroppo non e' quasi mai cosi.
Yam is offline  
Vecchio 14-12-2007, 20.47.00   #44
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
La via diretta e' l'inizio e la fine del percorso...ma puo' essere anche una via a se. Cosi e' l'Advaita Vedanta, tanto caro a VanLag. Li le Siddhi, i poteri della mente, sono visti come ostacoli...perche' gonfiano l'ego...l'ego spirituale ..e questo e' un rischio per chi percorre vie esoteriche.


Nella via diretta l'iniziazione e' gia' la fine del percorso, non c'e' percorso.
L'iniziazione fulmina alla radice l'idea di un soggetto e di una meta.
Allo stesso tempo la rivelazione e' in se stessa il soggetto e la meta,
il messaggio implicito e' che ogni sforzo e' inutile e non necessario.

Segue un periodo di svutamento, le ghiandole riprendono autonomamente il loro naturale funzionamento, muore e si unisce maschile e femminile, io e dio.

Questo processo non richiede particolari conoscenze esoteriche tantomeno dipende dal contesto in cui avviene, e' la stessa cosa in ogni tempo e in ogni luogo.

I poteri della mente non sono un ostacolo o un pericolo da evitare per non perdersi nel mondo ma un aspetto necessario per comprendere a fondo aspetti della natura o certi comportamenti umani. C'e' sempre questa consapevolezza che nessun potere e' dato veramente al soggetto inesistente ma in qualche modo va sperimentato e incarnato fino all'esaurimento del dubbio. Sono un ostacolo nel senso che l'uso porta alla rinascita e quindi al dolore, usando una metafora direi che piuttosto che essre l'organismo che espelle le feci si ricade nell'identificazione delle feci nel percorso verso la luce.

Queste sono le mie coordinate su cosa mi interessa dialogare..
Flow is offline  
Vecchio 14-12-2007, 21.40.15   #45
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Perché l’occidente non ha maestri spirituali e "idee", alternative alla religione dominante?
Secondo me il più grande "Maestro" del nostro tempo è Martinus che spiega e descrive logicamente le leggi ed i principi fondamentali della vita nel modo che il ricercatore può studiare criticamente le "analisi cosmiche", e arrivare così personalmente alla comprensione delle realtà spirituali.
Con la comprensione della verità o della realtà spirituale su cui si basa la vita fisica noi diventeremo il nostro proprio "maestro". Secondo Martinus questo è lo scopo per tutti gli uomini.
R
Rolando is offline  
Vecchio 15-12-2007, 07.12.51   #46
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Segue un periodo di svutamento, le ghiandole riprendono autonomamente il loro naturale funzionamento, muore e si unisce maschile e femminile, io e dio.

Questo processo non richiede particolari conoscenze esoteriche tantomeno dipende dal contesto in cui avviene, e' la stessa cosa in ogni tempo e in ogni luogo.

I poteri della mente non sono un ostacolo o un pericolo da evitare per non perdersi nel mondo ma un aspetto necessario per comprendere a fondo aspetti della natura o certi comportamenti umani. C'e' sempre questa consapevolezza che nessun potere e' dato veramente al soggetto inesistente ma in qualche modo va sperimentato e incarnato fino all'esaurimento del dubbio. Sono un ostacolo nel senso che l'uso porta alla rinascita e quindi al dolore, usando una metafora direi che piuttosto che essre l'organismo che espelle le feci si ricade nell'identificazione delle feci nel percorso verso la luce.


non so se sono tue o meno queste parole, ma potrei averle scritte io stessa.. anzi, nella sostanza è ciò che scrivo perchè parte determinante del mio processo evolutivo.. al di là della parola [i]esoterismo[/I, oriente o occidente..
Ogni via o sentiero intrapreso si basa su comprensione e verifiche personali oltre che la trasmissione individuale..
ogni Maestro di ogni tempo reinterpreta in modo personale e nuovo.. sta all'intelligenza del discepolo cogliere lo Spirito e non la lettera...
quell'intelligenza è il vero Dono.. non l'illuminazione!!

e per terminare il mio intervento...

Prendi il modo d'intendere dell'oriente e la conoscenza dell'occidente, poi mettiti a cercare.. (G.I.Gurdjieff)

atisha is offline  
Vecchio 15-12-2007, 11.38.47   #47
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Bene Flow, queste sono le coordinate su come ti interessa dialogare, ma intanto che torna Van, inizia un discorso altrimenti ti frantumo un braccio e te lo risano

Perdonami Free, non ho resistito, del resto io non ho mai detto di essere Illuminato e posso permettermi di fare il giullare,
ah... lunedì ridanno uno degli episodi di guerre stellari in tv, lo consiglio al lettore che passi di qua: oriente e occidente insieme

Flowww scherzavo, ma non del tutto....

a tutti
Uno is offline  
Vecchio 15-12-2007, 12.05.36   #48
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da atisha

Prendi il modo d'intendere dell'oriente e la conoscenza dell'occidente, poi mettiti a cercare.. (G.I.Gurdjieff)


Oppure:

Abbandona il modo di intendere dell'oriente e la conoscenza dell'occidente, poi smetti di cercare...
(Y)am

Yam is offline  
Vecchio 15-12-2007, 12.33.04   #49
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Nella via diretta l'iniziazione e' gia' la fine del percorso, non c'e' percorso.
L'iniziazione fulmina alla radice l'idea di un soggetto e di una meta.
Allo stesso tempo la rivelazione e' in se stessa il soggetto e la meta,
il messaggio implicito e' che ogni sforzo e' inutile e non necessario.


Se parliamo di via diretta tradizionale...orientale...non e' cosi. Quando si dice assenza di sforzo, perfino nello Hatha Yoga dove si lavora sul corpo fisico..e dove lo sforzo puo' causare danni fisici..,si intende una cosa ben precisa: l'azione disinteressata, spontanea, gratuita..non mediata dalla mente.
Yam is offline  
Vecchio 15-12-2007, 13.57.43   #50
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: I Maestri sono tutti orientali?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Abbandona il modo di intendere dell'oriente e la conoscenza dell'occidente, poi smetti di cercare...
(Y)am


Se parliamo di via diretta tradizionale...orientale...non e' cosi. Quando si dice assenza di sforzo, perfino nello Hatha Yoga dove si lavora sul corpo fisico..e dove lo sforzo puo' causare danni fisici..,si intende una cosa ben precisa: l'azione disinteressata, spontanea, gratuita..non mediata dalla mente.
Quale dei due Yam ha ragione?
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it