Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 19-02-2008, 00.54.59   #51
albatro
Ospite
 
Data registrazione: 11-05-2006
Messaggi: 27
Riferimento: Peccato originale e battesimo

E' veramente troppo tardi per ora voglio solo dire che non mi piace il termine "peccato" in quanto intriso di cattolicesimo deteriore, di contrizione, dannazione ecc.. Parliamo di "errore" (poi cercherò di approfondire il discorso), un errore che può anche essere legato alla MALATTIA, in quanto il nostro male fisico è sempre legato ad una mancata armonia interiore, quindi a un "errore" nel considerare soggettivamente la realtà. Ragazzi, è veramente tardi...buonanotte!
albatro is offline  
Vecchio 19-02-2008, 08.29.37   #52
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Citazione:
Originalmente inviato da albatro
non mi piace il termine "peccato" in quanto intriso di cattolicesimo deteriore, di contrizione, dannazione ecc.. Parliamo di "errore"
Son d'accordo :e cos'è questo errore se non il voler riconoscere innanzitutti i sensi di colpa inculcati dalla cultura del Vecchio Testamento che ancora ci portiamo nel DNA,al quale Gesù portò una Ventata di Aria fresca parlando di Perdono (perdonarsi e perdonare gli altri)?
Questa ' l'unica Via possibile della Liberazione.
Questa è la Chiave Nuova che ha offerto Gesù ,sopra ogni altra ,visto che presuppone anche l'Amore (innanzitutto verso di sè..senza ipocrisie o falsi moralismi..)
Noor is offline  
Vecchio 19-02-2008, 09.26.37   #53
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Una malattia è dunque frutto di una nostra errata valutazione della realtà. Ciò vale tante per un individuo adulto quanto per uno che nasce affetto da una malattia invalidante. Forse la teoria andrebbe radicalmente rivista. Usando un eufemismo mi pare di poter dire che è piuttosto semplicistica, se non addirittura errata nei presupposti. Se dovessimo provare a curare la malattia inculcando nelle persone una diversa visione della realtà staremmo freschi (mi domando anche quale possa essere la visione corretta). Addirittura l’Antico Testamento è diventato fonte di malattia fisica… tale affermazione sarebbe risibile se non fosse grottesca e tragica. Tutta qui l’Illuminazione? Scommetto che attraverso il Karma riuscite a spiegare le morti in culla, l’handicap e altre simpaticherie del genere.
Ciao
visechi is offline  
Vecchio 19-02-2008, 11.08.58   #54
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Dio ha "separato" sin dalle Origini le acque dalle acque e la luce dalle tenebre.
Questo però non è "male".
Dio ha "separato" l'uomo dalla donna e, ancora, questo non è male.
Se l'uomo fosse "malato" nei propri sensi spirituali ed iniziasse ad avvertire vertigini o disorientamento, ad avere problemi di cecità, a confondere la donna per una rivale, allora sarebbe accaduto qualcosa e quanto fosse stato creato con "discernimento" non servirebbe più a nulla .. Sarà allora necessario ridestare la capacità sopita e storpiata del giusto Discernimento perduto ( quanto viene perduto può essere anche riconosciuto nel proprio animo ).


Ti ho risposto dicendoti che "il male è l'antitesi ( negazione ) del Bene" .. e che idealizzi Dio filtrandolo attraverso la tua mente e non attraverso il cuore. Niente è senza Dio, ma esiste la negazione di Dio in questa nostra dimensione duale, dove persino il "bene" diventa "male" e viceversa...


E chi è in grado di giudicare quando un altro individuo è "malato" nei propri sensi spirituali?

1-un altro uomo?

2-è possibile capirlo leggendo la bibbia?

come tu stesso hai affermato nessun uomo può giudicare un altro senza cadere in errore.

capirlo dalla bibbia mi sembra un po' difficile visto che ci sono tante di quelle interpretazioni che sceglierne una vorrebbe dire giudicare sbagliate tutte le altre, quale è quella giusta poi, quella cattolica, quella protestante, quella ortodossa o quale?

può secondo te la Verità escludere qualcosa?
Che Verità assoluta sarebbe se non comprendesse tutte le verità soggettive?

tu hai scritto:
Ti ho risposto dicendoti che "il male è l'antitesi ( negazione ) del Bene" .. e che idealizzi Dio filtrandolo attraverso la tua mente e non attraverso il cuore. Niente è senza Dio, ma esiste la negazione di Dio in questa nostra dimensione duale, dove persino il "bene" diventa "male" e viceversa

io ti rispondo che dalla negazione di Dio si può arrivare ad esso perchè la negazione di cui tu parli non riguarda Dio ma ciò che gli uomini ci hanno costruito sopra....Gesu stesso negava Dio nella forma proposta dai farisei.
marco cossu is offline  
Vecchio 19-02-2008, 11.46.12   #55
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Addirittura l’Antico Testamento è diventato fonte di malattia fisica… tale affermazione sarebbe risibile se non fosse grottesca e tragica.
Non traslare i discorsi e relative conclusioni a tuo piacimento,Visechi..
Ho solo affermato che l'errore che va riconosciuto nel Vecchio Testamento,
è il karma del senso di colpa,la forte valenza non riconosciuta di questo "male" dell'essere..
L'unica medicina che si conosca è l'amore che guarisce.
Girateci intorno e aggiungetevi tutti gli orpelli (mentali-intellettualistici-linguistici )che volete e che nulla cambiano alla realtà(perchè in fondo non volete...)
ma questo è il Succo del Vangelo.
Noor is offline  
Vecchio 19-02-2008, 12.15.55   #56
albatro
Ospite
 
Data registrazione: 11-05-2006
Messaggi: 27
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Anche la dottrina cattolica asserisce qualcosa del tipo "ciò che è fatto è reso", per cui io non mi rassegno a dover pensare che siamo tutti in balìa del caso cieco, se così fosse non varrebbe la pena vivere. Esiste una logica ferrea in ogni avvenimento, i collegamenti non sono MAI casuali. Le parole non servono a un cavolo, karma, destino, fato ecc.. Chiamiamolo pure "Filippetto", almeno fa sorridere. Da tanti anni mi sforzo di arrivare a cogliere questi benedetti "collegamenti", se ci arriverò vedrò la mia vita sotto un aspetto di chiarezza mai vissuta, potrò anche finalmente comprendere meglio gli altri. Perché sono convintissimo che la vita di ognuno di noi è come un libro che occorre saper leggere e interpretare. Altrimenti si sopravvive a stento, vittime del NOSTRO caos che ci porta ad attribuire valori sbagliati alle cose. L'"errore" appunto, da cui anche la MALATTIA fisica, che ne è solo un riflesso. Poco male, tutto serve all'Evoluzione, così come l'errore è utilissimo allo scienziato per andare avanti nelle sue ricerche. Un caro saluto a tutti ( ma perché la polemica )
albatro is offline  
Vecchio 19-02-2008, 13.56.42   #57
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Dio ha "separato" sin dalle Origini le acque dalle acque e la luce dalle tenebre.
Questo però non è "male".
Dio ha "separato" l'uomo dalla donna e, ancora, questo non è male.
Se l'uomo fosse "malato" nei propri sensi spirituali ed iniziasse ad avvertire vertigini o disorientamento, ad avere problemi di cecità, a confondere la donna per una rivale, allora sarebbe accaduto qualcosa e quanto fosse stato creato con "discernimento" non servirebbe più a nulla .. Sarà allora necessario ridestare la capacità sopita e storpiata del giusto Discernimento perduto ( quanto viene perduto può essere anche riconosciuto nel proprio animo ).


Ti ho risposto dicendoti che "il male è l'antitesi ( negazione ) del Bene" .. e che idealizzi Dio filtrandolo attraverso la tua mente e non attraverso il cuore. Niente è senza Dio, ma esiste la negazione di Dio in questa nostra dimensione duale, dove persino il "bene" diventa "male" e viceversa...


dimenticavo, tu scrivi: ....e che (tu) idealizzi Dio filtrandolo attraverso la tua mente e non attraverso il cuore.

secondo me mente e cuore si fondono in un unico individuo non si può prescindere dalle emozioni ma neanche dal pensiero altrimenti il nostro rapporto con Dio rischia di diventare autosuggestione.

l'autosuggestione è uno dei tanti modi della mente di procurare emozioni cioè è l'uomo che ama se stesso e vuole plecare la sua sete di emozioni.

nel momento in cui si è impegnati ad amare se stessi ci si chiude a Dio.
Il rapporto con Dio è l'unione con tutto ciò che esiste che fa di noi tutto e contemporaneamente una parte infinitesimale del tutto.

Quindi sono felice di usare anche la logica oltre alle emozioni.
marco cossu is offline  
Vecchio 19-02-2008, 15.17.17   #58
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Stiamo parlando di una Verità che è rivelata, a questa ognuno può dare la propria interpretazione. Parliamo anche di una Verità perduta o che l'uomo e la donna hanno dimenticato, quella che la vita ci mette davanti tutti i santi giorni della nostra vita. Se avverrà il giudizio, allora ciò significa che sarà la nostra coscienza stessa a giudicarci; inutile girarci intorno. E' necessario mettersi nella verità e cercare di non soccombervi, ma di poter crescere in essa; gli strumenti dovremmo conoscerli tutti o cmq molti, l'importante è usarli: non si arriva a Dio se non iniziando con il negare se stessi, questo se si è compreso di aver perduto i Principi di Vita nascosti nella realtà che viviamo.
Ripeto, se qualcosa è andata perduta, questo significa che dentro di noi è possibile rinvenirla e riconoscerla .. senza ombra di dubbio; non è possibile inculcare la Verità, come non lo è stato sin dal principio dei tempi su cui stiamo trattando.

Dunque: mettersi nella verità, in quella propria e personale, ma non senza negare ancor prima se stessi ( anche la logica può non essere così infallibile, quando manca una comprensione profonda della realtà, mentre ogni religione può essere buonissima; la differenza la compie ognuno nella propria individualità e nella propria maturità di cuore, ove risiede cioè Dio .. Un cristiano sia innanzi tutto un buon cristiano ).

Tornando ad Adamo ed Eva ..

Un peccato è stato commesso dalle origini, il quale ha procurato l'allontanamento dell'uomo e della donna dalla vera Vita e dalla Natura, che dal punto di vista umano finisce per rivoltarglisi contro.
Qualcosa di molto radicale è venuto a mancare nella natura dell'uomo e della donna.
Ora credo che se qualcosa è stata perduta ed alterata, questo sia più facilmente osservabile in uno stato d'infanzia ( in cui si è meno condizionati, anche se più condizionabili ), che in quello della maturità ( dove i giochi sono oramai stati fatti .. ); questo perché tutto segue un processo di crescita ed ogni stadio possiede in sé delle caratteristiche che sono e rimangono proprie; non tutto credo infatti sia andato necessariamente perso.

Qual è questo peccato che tanto ha condizionato ed ammorbato il mondo, l'umanità intera ?
In chiave simbolica sappiamo, secondo il messaggio biblico, che Adamo ed Eva si accorsero di essere nudi ed intrecciarono delle foglie di fico intorno alle loro parti sessuali.
Ho già parlato in altro 3d del simbolismo dell'albero di Fico ( vi prego di rivisitarlo: Perché il fico fu seccato? ).
Non credo neanche sia un caso che da Abramo in poi, ossia con la nascita del popolo eletto diviene da subito pratica religiosa la "circoncisione", che Dio cercherà con il tempo a trasformare ed approfondire in termini di cuore ( interiorizzando termini che potrebbero restare solo meramente esteriori ).

Ora vi chiedo, invitandovi a riflettere:

fu un peccato sessuale quello commesso da Adamo ed Eva, i quali attraversavano uno stadio di crescita e di formazione ( come in basso così in alto .. ) che ancora non era ultimato - essendo immaturi, prerogativa dell'Albero del Fico - e che attraverso l'influsso o germe satanico di male è divenuto qualcosa di molto diverso - e persino antitico - rispetto a quello che sarebbe raffigurato come l'Albero ( figura dell'uomo ) di vita del racconto biblico ..

Che cosa è andato perduto e che cosa si è insinuato all'interno della natura umana, congiuntamente a quella satanica ( ovvero esteriore e fine a se stessa ) ?

Ha valore per Dio l'atto sessuale, dove persino Abramo fece compiere un giuramento dal suo servo facendogli mettere una mano sotto il proprio attributo sessuale ( anche se nella Bibbia ciò figura tradotto come: "sotto la coscia"), come segue:

"Allora il servo mise la mano sotto la coscia di Abramo, suo padrone, e gli prestò giuramento riguardo a questa cosa." ?

Lo stesso avvenne con Noè e Cam ( Canaan ), quando venne ricostituita una sorta di condizione originale della Creazione ..

Buona riflessione.
koan is offline  
Vecchio 19-02-2008, 15.36.45   #59
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Non traslare i discorsi e relative conclusioni a tuo piacimento,Visechi..
Ho solo affermato che l'errore che va riconosciuto nel Vecchio Testamento,
è il karma del senso di colpa,la forte valenza non riconosciuta di questo "male" dell'essere..
L'unica medicina che si conosca è l'amore che guarisce.
Girateci intorno e aggiungetevi tutti gli orpelli (mentali-intellettualistici-linguistici )che volete e che nulla cambiano alla realtà(perchè in fondo non volete...)
ma questo è il Succo del Vangelo.

E a te cosa sembra che io abbia evidenziato? Non hai forse esplicitamente affermato che l’Antico Testamento induce all’errore del “senso di colpa”? Non hai forse convenuto con Albatro che l’errore è la scaturigine della malattia? Se quanto precede è corretto, mi domando come possa contestare che, per induzione, sostieni anche che il cancro deriva dalla lettura (forse errata) dell’AT, e che l’handicap, le nascite di bambini deformi o malati siano anch’esse, in ultima istanza, riconducibili all’AT. SE il “senso di colpa” derivante dalla nozione di “peccato”, indiscutibilmente pregnante nell’AT, determina il Karma negativo che fa germinare la malattia, l’AT è, inopinatamente, un agente patogeno.
A questo punto ti domando quale e di che genere possa essere, secondo te, l’amore in grado di curare (negli effetti patologici) o porre riparo a malattie gravi che spesso colpiscono i bambini fin dalla nascita o nei primissimi anni di vita (ti evito l’obbrobrioso elenco).
Il Vangelo è una bellissima lettura, non sufficiente però a curare le malattie… questa è la realtà… puoi imbeverti di amore, inzupparti di serafiche frasi e pensieri amorevoli, ma certe malattie continueranno ad essere tali e rodere il corpo ed erodere le possibilità di vita… puoi davvero riempirti la mente e la bocca di orpelli spirituali, ma la malattia continuerà a sfottersene di ogni buon proposito e divina disposizione d’animo… ancora una volta, questa è la cruda realtà.

per Albatro:
La dottrina cattolica, così pure quella islamica o giudaica, possono anche immergersi totalmente nella “legge del contrappasso”, fino ad obliare completamente il mondo e la sua realtà, ma non potranno impedire che un virus, un batterio, una malformazione distruggano o isteriliscano le aspettative di vita delle persone. Giobbe, fra l’altro, anch’esso parte integrante del canone cattolico, smentisce senza possibilità d’appello questa stramba legge.
Forse non siamo in balia del caso cieco. Il Dramma, però, così non svanisce, non evapora, non si estingue, bensì si consuma fino all’epilogo più macabro che suggerisce l’amara constatazione che, non essendo preda del caso, il suo alter ego, ovverosia il disegno intelligente o la legge di “causa-effetto” (‘filippetto’, così fa anche sorridere… chissà che risate per talune persone sotto il giogo della malattia) innescata dall’intelligenza superna, è davvero un meccanismo aberrante che non tiene in alcun conto delle pedine che utilizza per il suo macabro gioco. La malattia fisica, purtroppo, non è un riflesso di qualcos’altro, ma è la conseguenza di un’imperfezione presente nella Natura, oppure è la longa mano della Natura protesa a carpire la vita di cui si ciba.

CIao
visechi is offline  
Vecchio 19-02-2008, 15.40.50   #60
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Peccato originale e battesimo

Chiaramente quello che avvenne ebbe una risonanza ben più profonda all'interno dell'animo umano, sconvolgendo l'ordine stesso della Natura e del Creato... non fu cioè un avvenimento - a partire dal legame tra satana ed Eva e successivamente tra Eva ed Adamo - puramente marginale ed esteriore.

Saluti.
koan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it