Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 15-07-2003, 09.38.43   #81
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
per Kri

Bhe essere in accordo con me non è una malattia ... in ogni caso ho detto che ambedue le tradizioni citano la medesima sostanza ma con termini diversi, provare ad analizzare avvicinandosi ad ambedue è la via migliore per poi ccompiere una scelta. Ciao

Ultima modifica di deirdre : 15-07-2003 alle ore 09.42.36.
deirdre is offline  
Vecchio 15-07-2003, 09.40.26   #82
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
x ancient

... cavoli, non ero più abituata a rispondere al forum, ho perso l'allenamento per le botte e risposte ...


tornando a bomba ...

la psicoanalisi "abitua" l'uomo moderno occidentale a guardarsi allo specchio, togliendo da se tutti i meccanismi mentali, obblighi morali indotti, congetture o paturnie .. come la NOSTRA società e modernità ci induce ...

è chiaro ed evidente che si tratta di un mio pensiero ... discutibile, e poi a me piace poter cambiare idea ... magari hai ragionissima tu!!!


kri is offline  
Vecchio 15-07-2003, 09.41.30   #83
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
per ancient

Non mi pare d'aver usato il termine moda, se l'ho fatto è stato un errore..pioché non penso che chi s'avvicini alla filosofia orientale lo faccia per quel motivo, almeno..ci spero...
Non ho detto neppure che sia migliore o peggiore..solo ho affermato che la tradizione occidentale s'avvicina maggiormente al nostro modo di pensare, nato da secoli di cristianesimo... questo è quanto.
deirdre is offline  
Vecchio 15-07-2003, 09.48.01   #84
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Re: per Kri

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Bhe essere in accordo con me non è una malattia ... in ogni caso ho detto che ambedue le tradizioni citano la medesima sostanza ma con termini diversi, provare ad analizzare avvicinandosi ad ambedue è la via migliore per poi ccompiere una scelta. Ciao


... forse una volta conosciute entrambe una scelta non può più esser fatto ... proprio perchè l'una completa e si incastra perfettamente nell'altra.

... forse si viene a creare il punto di partenza ... ma qui sforiamo alla grande

kri is offline  
Vecchio 15-07-2003, 09.52.26   #85
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: Re: per Kri

Citazione:
Messaggio originale inviato da kri
... forse una volta conosciute entrambe una scelta non può più esser fatto ... proprio perchè l'una completa e si incastra perfettamente nell'altra.

... forse si viene a creare il punto di partenza ... ma qui sforiamo alla grande

Non credo si tratti di punto di partenza..piuttosto di vera e propria scelta, una volta compreso il tuo io, il tuo modo di "vedere" la spiritualità..sceglierai la via..sai bene che la via mistica è differente da quella occulta.
deirdre is offline  
Vecchio 15-07-2003, 09.58.32   #86
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Re: Re: Re: per Kri

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Non credo si tratti di punto di partenza..piuttosto di vera e propria scelta, una volta compreso il tuo io, il tuo modo di "vedere" la spiritualità..sceglierai la via..sai bene che la via mistica è differente da quella occulta.


scusami, ancora una volta mi sono espressa male ... dall'unione delle due culture, nasce una "terza" che potrebbe essere la primordiale cultura da cui poi sono nate le altre ... oppure la partenza verso lo "sdoganamento" dalle catene mentali della "cultura" occidentale e orientale ... insomma, la fonte di Ermete e di Zoroastro (si scrive così) ... e di chissa quanti altri ...

Uè ... questa è una mia illazione ... non una convinzione e verità ... solo un'intuizione ...
kri is offline  
Vecchio 15-07-2003, 10.19.11   #87
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Secondo me non è un problema di cammino, via, percorso psicologico o quant'altro.

Il problema è di comprendere la propria domanda esistenziale e aspettare, o meglio, saper vedere cosa la vita ti mette davanti.

Una volta incontrato una via (orientale, occidentale, centrale, obliqua ecc. ecc.) la cosa veramente importante è seguirla con costanza.
Essere determinati oltre le proprie paturnie (mi piace perchè mi corrisponde altrimenti non ci stò più) ci permette di andare oltre noi stessi.

Altrimenti con la scusa di conciliare oriente e occidente, insegnamenti e comportamenti, si rischia di fare un minestrone che risulta indigesto.

Più una cosa ci mette in merda meglio risulta per noi stessi, questa dura lezione non ci vuole entrare in testa. Abituati come siamo a cercare la via in discesa cioè quello che ci viene meglio.

Sorge però un'altro problema.
Come faccio a essere sicuro che quello che faccio è la cosa giusta?
In questo caso non ho ricette, ma posso dire cosa è utile per me.
La scelta deve essere una scelta di cuore, istintiva, quasi naturale, come il fiore che si volta verso il sole.
Una volta che si coglie quest'onda (e se non lo avete provato è inutile che continuate a leggere) cavalcarla come un surfista fino a che reggono le gambe e non si rompono i tendini.
Bisogna aderire alla via pefettamente, ma essere consci che il mio modo è diverso dal tuo e quindi me la devo "smazzare" tutta da solo.

Il problema non è dove si scava, ma quanto è profonda la buca.

Quindi scaviamo, scaviamo e scaviamo ancora...Consci che il tesoro che si cerca non è nel fondo della terra, ma nello scavare.
Non lasciamo (come diceva mio padre) che i buoni indendimenti muoiano all'alba.

Credo che per i prossimi dieci anni possa bastare...
visir is offline  
Vecchio 15-07-2003, 10.36.24   #88
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
caro visir,

e chi ti dice che il congiungimento delle due culture non crea incastro invece che minestrone?

La mia personale esperienza mi porta ad affermare, che tale "minestrone" è chiarificatore. Ad uno risponde l'altro. Dove pecca l'altro pronto è l'uno ...


kri is offline  
Vecchio 15-07-2003, 10.41.47   #89
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Re: L'onda lunga dell'Oceano

Citazione:
Messaggio originale inviato da visir
Sono impressionato che a distanza di tanto tempo la vita di Osho susciti ancora tanto scalpore.
E' sicuramente un buon indizio.
Solo un uomo veramente libero genera intorno a sé sentimenti d'amore, odio, rancore, ma mai di indifferenza.

Solo questo conta, toccare lo spirito.

Ho letto qualche libro di Osho ( una ventina o giù di lì) ma il suo mistero rimane.
Fu certo un'uomo eccezzionale (si dice che leggesse cento libri alla settimana) e che come parlava così veniva scritto (senza correzzioni!).
Chi gli fu vicino nell'ora della morte scrisse che l'affrontò con grande coraggio e serenità (potremmo noi essere certi di fare altrettanto?)

Scrisse cose sublimi e contradditorie (per fortuna) poichè se ti rivolgi al cuore devi ingannare la mente.
Ho provato leggendolo momenti di felicità intensa, tanto mi basta per dire:- "Grazie".
Delle rolls, delle donne, dei soldi non me ne occupo è solo polvere del mondo....



Sei impressionato? Anche di Hitler si parla ancora, e c'è anche qualche fanatico che ancora ne parla bene. Non voglio dire che questo Osho sia come lui, ma dimostrarti la stupidità di quello che dici: non sono certo queste le motivazioni per capire il reale valore di un personaggio.
Sono contento per te se hai provato momenti di felicità intensa:
"Delle rolls, delle donne, dei soldi non me ne occupo è solo polvere del mondo.... " Polvere? NON direi proprio. Che frase furba.

Giulio.
Giulma is offline  
Vecchio 15-07-2003, 11.06.17   #90
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da kri
...
Conta tanto il contorno e l'abito??? Conta tanto l'essere ricco??? Esseri ricchi significa non essere in grado di insegnare e dare un messaggio??? Abbiamo per caso visitato le case di queste persone??? Abbiamo vissuto con loro per un mese intero??? Abbiamo potuto toccare la loro elevatezza?? Oppure abbiamo visto solo macchine ... e tanto ci è bastato a dire "no questo è ipocrita!!!". Chi è ipocrita? Chi giudica con gli occhi o chi vive apertamente la propria onestà intellettuale, con le proprie contraddizioni? Vogliamo davvero essere trattati ancora come pecore, e dover seguire un esempio distorto di verità???

questa è solo una riflessione che nasce da tutto questo ...

[/b]

Essere ricchi e non aiutare chi non ha nulla arrivando a vendere le proprie ricchezze per gli altri significa solo essere ricchi.
Un essere che parla di spiritualità e di amore, opera diversamente. E la differenza, si VEDE!
Saper scrivere o parlare ad arte non significa nulla, si può copiare dal passato e inventare qualcosa di nuovo, e chi legge potrebbe trovare anche interessante quanto legge, ma, attenzione a non fissarvi con l'autore: anche un demone potrebbe scrivere cose "apparentemente" molto interessanti. E' nei fatti che si vedono le differenze tra i veri illunimati, visto che non si è capaci di capirle da ciò che scrivono.
Questo è solo un piccolo consiglio che dò a chi vuole verificare con maggior attenzione, poi ognuno è giusto che faccia come vuole.
E poi, non attacatevi alla persona, al nome, capito? nessuno è Nessuno.

Ciao, Giulio

E' solo il mio pensiero.

Giulio
Giulma is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it