Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-09-2014, 22.05.18   #51
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da nikelise:




Esatto, è proprio questo l'errore, lo sbaglio, pensare che si possa trattare la questione Chiesa, in questo caso il contenuto spirituale nei messaggi dei Papi, senza la dottrina della Chiesa, o l'interpetazione autenticamente cattolica (ossia non di chi crede che Gesù è il figlio di Dio e basta, ma di chi consegna totalmente tutta la sua vita a quel Nazareno!).
A meno che tu precisi (e troveresti tutto il mio sincero consenso) che nella discussione non s'intervenga con pensieri cattolici ortodossi.
Quante volte mi è successo! Davanti alla fede (la spiritualità), preferiamo discutere di religione.


Inoltre "l'integralista ortodosso" cattolico (io per esempio) non è convinto che l'unica via spirituale sia quella cattolica cristiana (anche il diavolo riconoscendo in Gesù poteri trascendenti ha la sua, quindi figuriamoci!), ma è persuaso che l'unica maniera, il miglior modo, di vivere la propria esistenza, è fondata sul comandamento dell'amore riconosciuto da Dio in Cristo crocifisso ("Il Cristianesimo non è un’etica. Il Cristianesimo è una persona, Cristo". - "Amare non è seguire un comandamento, è seguire qualcuno: Gesù". ), esempio su cui conformare la propria vita per la salvezza dell'anima - evento a cui fa riferimento @freedom: - salvezza che la Chiesa si è ben guardata dal decretare per tutti (infatti in nessun catechismo cristiano si afferma questo concetto), proprio perché non tutti si salvano o si salveranno.

Ecco, allora, che siamo giunti, inevitalbilmente, al punto cruciale di ogni atteggiamento laico o senso ampio evolutivo dell'uomo: la Fede.
A tal proposito c’è una frase molto bella del Beato Pino Puglisi che recita: "Venti, sessanta, cent’anni… questa è la vita. Ma cosa serve se poi sbagliamo direzione?"».

Ma a che serve parlare di spiritualità se poi nell'esistenza quotidiana non prendiamo mai la sua direzione, le coordinate che essa c'invia?!?!

La spiritualità è una protezione contro ogni tipo di immoralità della civiltà.
Quindi il primo atteggiamento di amore deve essere verso noi stessi, altrimenti criticare o discutere se un Papa è anticristiano ha lo stesso spessore introspettivo del parlare di calcio o di dieta al bar, alimentando, così come sostiene Papa Francesco, l'unica vera crisi mondiale in atto: quella culturale, morale e spirituale.




Pace&Bene


P. S. = La parte esoterica del messaggio cristiano è il Vangelo (poichè senza Fede il lettore non potrà mai decifrare il significato nascosto, la verità occulta in esso contenuta, sarà solo un libro di leggende), raggiungendo il suo acume esoterico nelle parabole.
Il Vangelo ha , come tutte le rivelazioni , un contenuto esoterico , non È il contenuto esoterico del messaggio cristiano ;il Vangelo ha molto livelli di comprensione accessibili a chi e' in grado di capirli , partendo dal suo contenuto letterale ovvero essoterico . Duc la fede di cui parli tu , che hai tu , e' un dono ma non è' il solo che consente di parlare di spiritualità . Tanti parlarono e parlano di spiritualità pur senza avere la tua fede . Quella che intendi tu per fede , perche' la fede può aver molti contenuti , molte direzioni , altrettanto nobili ed importanti . Non c'è una sola fede . E' proprio questo il senso dell'incontro di tutte le fedi religiose ad Assisi che Giovanni Paolo 2 volle e realizzò primo tra tutti i papi .
nikelise is offline  
Vecchio 21-09-2014, 23.03.00   #52
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

** scritto da vanina:


Citazione:
E qui non desidero portare polemiche sterili, ma spero di riuscire a portare la voce di chi, nato dentro un Cristianesimo che ha del sublime, NON riesce a trovare in questi Papi quella Spiritualità CHE CERCA!!!!!!! E non credo che questo possa considerarsi fuori luogo.



Ma la spiritualità nel cristianesimo la si trova nell'autore di ogni bene: Lo Spirito Santo, e non nel Papa.
Non potrei mai trovare la spiritualità che cerco in qualcosa in cui non ho fiducia, che non conosco, che non mi si è presentato.

Non si può scegliere la spiritualità così come si cerca il canditato politico che meglio ci rappresenti; in questo incontro (specialmente per il cristianesimo) il primo passo è del divino, e mai dell'uomo o della donna.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 22-09-2014, 00.52.14   #53
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

** scritto da nikelise:

Citazione:
Il Vangelo ha , come tutte le rivelazioni , un contenuto esoterico , non È il contenuto esoterico del messaggio cristiano ;il Vangelo ha molto livelli di comprensione accessibili a chi e' in grado di capirli , partendo dal suo contenuto letterale ovvero essoterico.

Il Vangelo ha molti livelli di comprensione poiché differenti sono i gradi di fede, ossia, differente rapporto di fiducia tra la persona e lo Spirito Santo: "dall'uomo di poca fede" al "in verità io vi dico, in Israele non ho trovato nessuno con una fede così grande!".
Ma per entrambi (e per tutti) ciò che è celato in Esso (il contenuto esoterico) è l'essenza viva del messaggio di Gesù per cercare, incontrare, vivere e amare Suo e nostro Padre, unico ed universale fondamento del cristianesimo.




Citazione:
Duc la fede di cui parli tu , che hai tu , e' un dono ma non è' il solo che consente di parlare di spiritualità . Tanti parlarono e parlano di spiritualità pur senza avere la tua fede . Quella che intendi tu per fede , perche' la fede può aver molti contenuti , molte direzioni , altrettanto nobili ed importanti . Non c'è una sola fede . E' proprio questo il senso dell'incontro di tutte le fedi religiose ad Assisi che Giovanni Paolo 2 volle e realizzò primo tra tutti i papi


Certo che non c'è una sola fede, ognuno è libero d'illudersi come meglio desidera (io per primo approfitto di questo privilegio!), ma per ognuno la Verità Assoluta sara unica ed universale, qualunque essa sia, comunque tu voglia chiamarla o definirla.
Quindi, qualcuno avrà avuto fede in Qualcosa di vero (fosse anche il Nulla divino), e qualcun'altro in qualcosa di falso.
Quindi è altrettanto vero, per conseguenza logica, che non tutte le fedi sono importanti e nobili, anzi.
Quindi parlare, parlare, parlare e parlare, di spiritualità, se non conduce all'incontro con la gioia, la serenità, l'entusiasmo e la pace, nel cuore e nella mente, nel corpo e nella coscienza, in tutto quel che si vive, concretamente, quotidianamente, resteranno solo chiacchiere, e le chiacchiere se le porta via il vento, mentre le opere definiranno la nostra fede, la nostra esistenza e, forse, la nostra eternità.

Le fedi sono tante, tantissime, ma uno solo è Dio, la Verità Assoluta (poiché due verità si annullano a vicenda!), io azzardo su quello cristiano-cattolico-romano, un altro su Manitù, qualcuno sullo Yoga, e qualcuno su E.T., ma non tutte le scommesse conducono alla stessa direzione, altrimenti perché indicare la morale o insegnare l'etica ad un bimbo, o l'essere è più dell'avere?


Sull'incontro di Assisi da te chiamato in causa ti rammento che è stato voluto e portato a compimento dal Vescovo di Roma, come monito ed esempio per tutti dell'esistenza di un Dio, ma per il Papa e per la Chiesa è, e sarà sempre e solamente, la Santissima Trinità, cosa che Benedetto XVI rispiegò, precisando questo concetto, alla vigilia del II° incontro dei capi religiosi da lui presieduto sempre ad Assisi, e non perché esistono tanti dèi quante siano le fedi nel mondo.

Infatti negli altri incontri mondiali di capi di religioni, non organizzati dalla Chiesa di Roma, il Papa non partecipa inviando Cardinali e Vescovi, proprio in virtù del fatto che la Chiesa scommette tutto sé stessa sul ritorno del Cristo figlio di Dio.



Pace&Bene.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 22-09-2014, 14.29.43   #54
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da vanina:

Ma la spiritualità nel cristianesimo la si trova nell'autore di ogni bene: Lo Spirito Santo, e non nel Papa.
Non potrei mai trovare la spiritualità che cerco in qualcosa in cui non ho fiducia, che non conosco, che non mi si è presentato.

Non si può scegliere la spiritualità così come si cerca il canditato politico che meglio ci rappresenti; in questo incontro (specialmente per il cristianesimo) il primo passo è del divino, e mai dell'uomo o della donna.

A me sembra che si stia giocando con le parole, sinceramente.
Esiste una Dottrina Cristiana Cattolica, perfettamente in grado di attrarre ed appagare eccelsi aneliti spirituali individuali.
Esiste questa Dottrina ed esiste Chi dovrebbe esserne (per Ruolo stabilito dalla stessa Dottrina) la prima guida spirituale.
Alcuni hanno contestato la fedeltà della guida alla dottrina.
E il tema - molto modestamente - mi sembra essere e restare questo, e non un ipotetico (anche un po' blasfemo in ottica integralista, se mi consenti) "chi se ne frega del Papa, sei hai spiritualità cristiana ti rifai alla Trinità!".

Prendila come una battuta in cordialità, ma...se io avessi speso la mia vita nell'integralismo cattolico (cosa che non ho fatto nè riuscirei a fare), oggi direi a capo chino e serenamente "il Papa è la mia guida nella Fede, e ...lo accetto per come il Signore ha voluto che fosse!".

Riesco a spiegarmi?
Non so come ci si possa definire integralisti CATTOLICI e poi bypassare il ruolo del Papa! (ruolo che l'integralista non dovrebbe neanche discutere per le modalità con cui si realizza, perchè quello E'!) .
vanina is offline  
Vecchio 22-09-2014, 16.28.44   #55
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

** scritto da vanina:

Citazione:
Alcuni hanno contestato la fedeltà della guida alla dottrina.
E il tema - molto modestamente - mi sembra essere e restare questo, e non un ipotetico (anche un po' blasfemo in ottica integralista, se mi consenti) "chi se ne frega del Papa, sei hai spiritualità cristiana ti rifai alla Trinità!".
Prendila come una battuta in cordialità, ma...se io avessi speso la mia vita nell'integralismo cattolico (cosa che non ho fatto nè riuscirei a fare), oggi direi a capo chino e serenamente "il Papa è la mia guida nella Fede, e ...lo accetto per come il Signore ha voluto che fosse!".
Riesco a spiegarmi?
Non so come ci si possa definire integralisti CATTOLICI e poi bypassare il ruolo del Papa! (ruolo che l'integralista non dovrebbe neanche discutere per le modalità con cui si realizza, perchè quello E'!) .


[Francamente (visto che è da un po' che ci frequentiamo) nelle tue affermazioni, nei tuoi pensieri e nelle tue battute, io incontro un forte desiderio di ricerca della certezza dell'assurdo, un desiderio più che normale, forse inconscio, ma anche più che maturo e non consueto, quindi al tuo: "cosa che non ho fatto, nè riuscirei a fare" - posso solo replicare con ciò che ho vissuto: "mai dire mai"- essendomi convertito a 40 anni.]


Riesci a spiegarti benissimo, infatti io personalmente rafforzo, sviluppo ed affermo, maggiormente, ogni giorno, la mia fede cristiana-cattolica grazie alle omelie quotidiane di Papa Francesco, e alle sue esegesi teologiche; a punto tale che mi sono creato una pagina, nelle bozze e-mail, dove annoto tanto dei suoi commenti, delucidazioni e punti di vista, sulla vita pratica nel rapporto persona-Dio.
Non l'avevo fatto con nessun Papa precedente, neanche con Benedetto XVI, il mio preferito come modello di spiritualità e di guida nella Fede.

Io sostengo, semplicemente, il fatto che se non hai radicato la tua fede nella Santissima Trinità, ma solo in quel che dice o fa il Papa, non sei un credente ma un credulone.
E da questo principio che bisogna distinguere la contestazione alla fedeltà di Papa Bergoglio verso la dottrina, il magisterio e la tradizione della Chiesa.
Se per esempio, fantastichiamo, domani mattina Novella 2000 pubblicasse un servizio sul Papa, veritiero 100%, di una notte passata mondanamente, in tanti verrebbero in Parrocchia con ansia, smarrimento e lacrime, come il giorno che Ratzinger ha abdicato, chiedendo: "che si fa?!?!" (mentre alcuni di noi eravamo innondati di gioia e gaudio per un'ennesima manifestazione della Stella Cometa, per un ulteriore segno del metodo a seguire e per accettare il Papa come il Signore ha voluto che fosse!) - dimenticando che l'unico dovere per dare un senso alla vita è fare quel che Dio ha scelto e deciso per noi.

Il Papa, Bergoglio o chi sarà eletto in futuro, è pur sempre un uomo nel camino di perfezione ...nel cammino, non nell'essere già perfetto, anche il Papa è soggetto alle tentazioni del "parassita" come ognuno di noi, e come ognuno di noi fino a 5 minuti dopo la Morte.
Quindi il Papa è una guida spirituale, deve dare delle direttive (e con Bergoglio le indicazioni sono sublimi!!), ma è sempre la vita, morte e risurrezione di Gesù Cristo la sceneggiatura da interpretare, il modello su cui incomincia e finisce la Dottrina della Chiesa.




Pace&Bene



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


** “Papa rivoluzionario” insomma va bene. Ma “Papa comunista”... a chi? - (Papa Francesco)

Ultima modifica di Duc in altum! : 22-09-2014 alle ore 18.45.45.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 22-09-2014, 18.05.53   #56
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
**
Quindi il Papa è una guida spirituale, deve dare delle direttive (e con Bergoglio le indicazioni sono sublimi!!), ma è sempre la vita, morte e risurrezione di Gesù Cristo la sceneggiatura da interpretare, il modello su cui incomincia e finisce la Dottrina della Chiesa.




Pace&Bene



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


** “Papa rivoluzionario” insomma va bene. Ma “Papa comunista”... a chi? - (Papa Francesco)

Duc , Donquixote di Papa Bergoglio scrive cosi':

'' Ma nel caso particolare di Papa Bergoglio è significativo il fatto che in questo caso la centralità, nella sua Chiesa, sia assegnata non a Dio ma all'uomo. Per Bergoglio non è importante l'amore verso Dio, e poi verso il prossimo come se stessi (tenendo sempre presente la regola d'oro che recita "non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te"), ma per lui è attraverso l'amore verso il prossimo, inteso peraltro in senso molto materiale di elemosina, che si dimostra l'amore verso Dio. Un concetto che di spirituale non ha proprio nulla, da qualunque parte lo si guardi, ma ha invece molto di sentimentale ''

Chiesi il tuo intervento perché piu' ''specializzato '' di te in tema di Regola , dopo aver detto che per me non c'e' contraddizione ma solo differenze di accenti : a volte l'accento cade su Dio a volte sull'uomo e poi su Dio , che cio' dipende dal momento storico , dalla personalita' del Papa , dalla sua psicologia ecc .
Che anzi ,spesso , nella storia della Chiesa in nome di Dio , si sono commessi i peggiori crimini , guerre , crociate ma mai , nella storia della Chiesa , chi avesse messo al centro l'uomo , gli ultimi , gli emarginati , ha mai fatto del male a nessuno .
Poiché hai appena affermato e con te concordo assolutamente , che le indicazioni di Papa Bergoglio sono sublimi , puoi farmi sapere cosa pensi tu su quanto soprae spresso da Donquixote .
Grazie Ciao
nikelise is offline  
Vecchio 22-09-2014, 18.18.49   #57
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Purtroppo ti devo contraddire: la storia è piena di esempi di persone che in nome della giustizia, uguaglianza, in definitiva amore per il prossimo hanno commesso i più atroci delitti. Non voglio far nomi per non suscitare polemiche irrilevanti ma se ci pensi sono davvero tanti. Anche se tu puoi contraddirmi a tua volta sostenendo, a ragione, che avevano travisato il vero significato dell'amore per il prossimo!

Come vedi, anche in questo caso, bisogna mettersi d'accordo su cosa è amore per il prossimo.

Hai ragione assolutamente ma qui io ho omesso un particolare mi riferivo ai Papi e alla storia della Chiesa in genere : mai nella storia della Chiesa chi ha messo al centro l'uomo , gli emarginati , gli ultimi ha mai fatto male ad alcuno , al contrario nella storia della Chiesa non sempre questo e' avvenuto quando e' stato messo al centro il nome di Dio .
Quindi mettere al centro l'uomo e non Dio di per sé non e' indicativo di alcuna devianza rispetto la Dottrina . Questo era il ragionamento .
Che poi non sapevano cosa fosse l'amore di Dio quei Papi che spinsero alle crociate siamo d'accordo .

Certo che nella storia del mondo , non della Chiesa, molti anche affermando di avere a cuore l'uomo ne hanno commesse di tutti i colori , anzi e' quasi la norma che cosi' sia avvenuto .
nikelise is offline  
Vecchio 22-09-2014, 18.28.13   #58
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da nikelise:



Il Vangelo ha molti livelli di comprensione poiché differenti sono i gradi di fede, ossia, differente rapporto di fiducia tra la persona e lo Spirito Santo: "dall'uomo di poca fede" al "in verità io vi dico, in Israele non ho trovato nessuno con una fede così grande!".
Ma per entrambi (e per tutti) ciò che è celato in Esso (il contenuto esoterico) è l'essenza viva del messaggio di Gesù per cercare, incontrare, vivere e amare Suo e nostro Padre, unico ed universale fondamento del cristianesimo.







Certo che non c'è una sola fede, ognuno è libero d'illudersi come meglio desidera (io per primo approfitto di questo privilegio!), ma per ognuno la Verità Assoluta sara unica ed universale, qualunque essa sia, comunque tu voglia chiamarla o definirla.
Quindi, qualcuno avrà avuto fede in Qualcosa di vero (fosse anche il Nulla divino), e qualcun'altro in qualcosa di falso.
Quindi è altrettanto vero, per conseguenza logica, che non tutte le fedi sono importanti e nobili, anzi.
Quindi parlare, parlare, parlare e parlare, di spiritualità, se non conduce all'incontro con la gioia, la serenità, l'entusiasmo e la pace, nel cuore e nella mente, nel corpo e nella coscienza, in tutto quel che si vive, concretamente, quotidianamente, resteranno solo chiacchiere, e le chiacchiere se le porta via il vento, mentre le opere definiranno la nostra fede, la nostra esistenza e, forse, la nostra eternità.

Le fedi sono tante, tantissime, ma uno solo è Dio, la Verità Assoluta (poiché due verità si annullano a vicenda!), io azzardo su quello cristiano-cattolico-romano, un altro su Manitù, qualcuno sullo Yoga, e qualcuno su E.T., ma non tutte le scommesse conducono alla stessa direzione, altrimenti perché indicare la morale o insegnare l'etica ad un bimbo, o l'essere è più dell'avere?


Sull'incontro di Assisi da te chiamato in causa ti rammento che è stato voluto e portato a compimento dal Vescovo di Roma, come monito ed esempio per tutti dell'esistenza di un Dio, ma per il Papa e per la Chiesa è, e sarà sempre e solamente, la Santissima Trinità, cosa che Benedetto XVI rispiegò, precisando questo concetto, alla vigilia del II° incontro dei capi religiosi da lui presieduto sempre ad Assisi, e non perché esistono tanti dèi quante siano le fedi nel mondo.

Infatti negli altri incontri mondiali di capi di religioni, non organizzati dalla Chiesa di Roma, il Papa non partecipa inviando Cardinali e Vescovi, proprio in virtù del fatto che la Chiesa scommette tutto sé stessa sul ritorno del Cristo figlio di Dio.



Pace&Bene.

E qui siamo in netto contrasto .
Io credo fermamente che tante sono le vie ma il centro e' unico e che una delle vie e' quella Cattolica Cristiana .
Questo non semplifica ma semmai complica gia' di per se difficili .
Ed anche su questo non pretendo di convincerti ma ci sono e ci sono stati grandi maestri nella storia del mondo oltre a Gesu' e dire che sbagliassero non mi pare proprio possibile .
nikelise is offline  
Vecchio 22-09-2014, 20.33.25   #59
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
nella storia della Chiesa non sempre questo e' avvenuto quando e' stato messo al centro il nome di Dio.
Lo so. Ma non eseguire un comando o eseguirlo male non è un buon motivo per sostenere che il comando stesso non è buono. Scusa i giochini di parole. Bisogna esercitarsi di più. Nella comprensione naturalmente. A questo punto mi chiedo se non sia il caso di aprire un thread dedicato a cosa significa amare Dio sopra tutto. Lo facciamo?
Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Quindi mettere al centro l'uomo e non Dio di per sé non e' indicativo di alcuna devianza rispetto la Dottrina . Questo era il ragionamento .
Oddio, devianza è una parola grossa. Diciamo che prima viene l'amore per Dio e poi, poi quello per l'uomo. E' Vangelo e Vecchio Testamento, Nike. Amate Dio sopra tutto e , "E" il prossimo come voi stessi. E anche i comandamenti, il primo è amare Dio.
Ribadisco, vogliamo analizzare cosa significa amare Dio sopra tutto?
freedom is offline  
Vecchio 22-09-2014, 21.57.10   #60
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: La Chiesa e l'atteggiamento spirituale di Papa Francesco e G Paolo 2

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Lo so. Ma non eseguire un comando o eseguirlo male non è un buon motivo per sostenere che il comando stesso non è buono. Scusa i giochini di parole. Bisogna esercitarsi di più. Nella comprensione naturalmente. A questo punto mi chiedo se non sia il caso di aprire un thread dedicato a cosa significa amare Dio sopra tutto. Lo facciamo?

va bene !! Facciamolo , ma io parlerei di tutti e 2 i comandamenti sull'amore e del loro significato piu' vero e dei loro nessi e della loro novità rispetto al vecchio testamento .
nikelise is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it