Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 31-01-2015, 13.30.02   #21
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

@Davide M.

Sbagliato (anch'io fino a qualche tempo fa!), la salvezza riguarda tutti.

La questione è che la salvezza è già, non che deve giungere ancora.

Non è che prima ci si converte e poi si riceve la salvezza, la salvezza già è, già è vita piena e per sempre, convertirsi significa accettare che questa salvezza è GesùCristo, altrimenti, se Dio proponesse, prima ti converti e poi ti salvo, sarebbe un Dio tiranno che minaccia, ma Dio è amore, quindi la salvezza è che la Verità è nell'aver Fede (nel credere con tutto sé stesso) nell'Amore, ossia, che bisogna donarsi (sacrificarsi) agli altri.
Qualsiasi idolatria (a-teismo per capirci), intellettualmente onesta, discerne che nel messaggio: 'Il senso della vita è donarsi' - c'è tanta pazienza, prudenza e saggezza.

Questo è importante, anzi fondamentale.


La salvezza già è per tutti grazie al pagamento del riscatto (la Redenzione) eseguito, in carne, ossa, anima e divinità, da Gesù crocifisso; la Fede è credere che tutto ciò sia vero.

Come è misurabile questa Fede?
Attraverso l'amore per gli altri.

Come faccio a sapere se Dio ha donato questa Fede anche a me?
Sperimentando materialmente e spiritualmente che posso amare gli altri.

Che succede se non accetto questa Fede?
Non ci si salva.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 31-01-2015, 14.38.59   #22
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Perché si crede??

Ciao ragazzi ho letto le vostre risposte e sono tutte molto interessanti. ..Ma forse non è stata capita bene la mia domanda iniziale...
Si crederebbe in Dio se la Bibbia non fosse mai stata scritta o non fosse mai arrivata a noi??? Non ho chiesto cos' è credere, una volta si credeva al dio tuono ecc..perché si crede in Dio per come lo conosciamo oggi??, cioè creatore che ci ha formato ad immagine e somiglianza, che ci guarda che ci ascolta se preghiamo ecc ecc. Se la Bibbia non fosse mai arrivata a noi, staremmo qui a dire che c'è qualcuno che ci guarda che vuole essere pregato che ti dice che sei peccatore, che se fai del male vai all'inferno...quindi chiedevo hai religiosi, di riflettere se in realtà stanno credendo ad un libro o ad un creatore, perché ad un creatore o una creazione ci credono anche gli scienziati alcuni...ora ripeto la mia domanda è perché si crede in Dio per come lo conosciamo, e sesnon fosse stata mai scritta la Bibbia, come descriverebbero l'esistenza di un Dio è che ruolo aveva nelle nostre vite??visto che dicono con assoluta certezza che Dio esiste allora descrivere melo senza la Bibbia. .nella Bibbia ne hanno saputo dare una descrizione..se non fosse stata scritta come mi descrivere sti un dio ed esisterebbe???queste domande che gli ponevo erano solo per fargli capire di riflette se in realtà stessero credendo ad un libro scritto 2000 anni fa..o a Dio..e che quindi sarebbe più saggio non dar niente per scontato..e che la via del credere è una soluzione comoda, come avere la sedia sotto il sedere...
jolly666 is offline  
Vecchio 31-01-2015, 14.46.29   #23
Davide M.
Ospite abituale
 
L'avatar di Davide M.
 
Data registrazione: 06-04-2014
Messaggi: 193
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@Davide M.

Sbagliato (anch'io fino a qualche tempo fa!), la salvezza riguarda tutti.

La questione è che la salvezza è già, non che deve giungere ancora.

Non è che prima ci si converte e poi si riceve la salvezza, la salvezza già è, già è vita piena e per sempre, convertirsi significa accettare che questa salvezza è GesùCristo, altrimenti, se Dio proponesse, prima ti converti e poi ti salvo, sarebbe un Dio tiranno che minaccia, ma Dio è amore, quindi la salvezza è che la Verità è nell'aver Fede (nel credere con tutto sé stesso) nell'Amore, ossia, che bisogna donarsi (sacrificarsi) agli altri.
Qualsiasi idolatria (a-teismo per capirci), intellettualmente onesta, discerne che nel messaggio: 'Il senso della vita è donarsi' - c'è tanta pazienza, prudenza e saggezza.

Questo è importante, anzi fondamentale.


La salvezza già è per tutti grazie al pagamento del riscatto (la Redenzione) eseguito, in carne, ossa, anima e divinità, da Gesù crocifisso; la Fede è credere che tutto ciò sia vero.

Come è misurabile questa Fede?
Attraverso l'amore per gli altri.

Come faccio a sapere se Dio ha donato questa Fede anche a me?
Sperimentando materialmente e spiritualmente che posso amare gli altri.

Che succede se non accetto questa Fede?
Non ci si salva.


Pace&Bene
si, ma è anche scritto che la fede senza le opere, è morta

Gc 2:26
la fede senza le opere è morta

Matteo 5:16
Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, affinché vedano le vostre buone opere e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli.

Giovanni 3:21
ma chi mette in pratica la verità viene alla luce, affinché le sue opere siano manifestate, perché sono fatte in Dio.

Giovanni 5:36
Ma io ho una testimonianza maggiore di quella di Giovanni; perché le opere che il Padre mi ha date da compiere, quelle stesse opere che faccio, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato.

Giovanni 8:39
Essi gli risposero: «Nostro padre è Abraamo». Gesù disse loro: «Se foste figli di Abraamo, fareste le opere di Abraamo.

Giovanni 10:25
Gesù rispose loro: «Ve l'ho detto, e non lo credete; le opere che faccio nel nome del Padre mio, sono quelle che testimoniano di me

Romani 2:6
Egli renderà a ciascuno secondo le sue opere
Davide M. is offline  
Vecchio 31-01-2015, 16.36.56   #24
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

@Davide M.

Opere eseguite per fede (grazia ricevuta, non acquisita!).

Dio prima concede la grazia, il regalo (La Fede), poi si decide con le opere se alimentarla, svilupparla ed affermarla, o rinnegarla.

E' questo che Santiago spiega sagacemente in 2:26.
Se non ami l'altro con i fatti (l'opera che Gesù ci ha insegnato d'imitare), la Fede si debilita pian piano sino a morire completamente; Essa, senza opere, rimane un regalo chiuso nel pacco, non scartocciato, resta solo una buona intenzione; ma, come si dice: "...di buone intenzioni è pavimentato l'Inferno..."


Per quanto riguarda Romani 2:6, dopo aver riletto tutto il contesto, è un riferimento all'evento escatologico: la fine dei giorni.
Ma anche in questo caso non è Dio che condanna, ma uno stesso che si auto-infligge la dannazione per non aver "voluto" credere.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 31-01-2015, 16.46.47   #25
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

** scritto da jolly666:

Citazione:
Si crederebbe in Dio se la Bibbia non fosse mai stata scritta o non fosse mai arrivata a noi???

Potresti tu fare questa riflessione se non fossi mai nato?

I 'se' non aiutano nell'affascinante e vitale battaglia nella ricerca della Verità, bisogna porsi i quesiti con i "nonostante ciò", "sebbene", "malgrado".


Citazione:
visto che dicono con assoluta certezza che Dio esiste allora descrivere melo senza la Bibbia.

Dio è affetto, bene, affettuosità, attaccamento, amicizia, tenerezza, calore, dolcezza, attenzione, cura, amorevolezza, presenza, vicinanza, attrazione, attrazione sessuale, desiderio, passione, innamoramento, persona amata, amante, compagno, fidanzato, partner, coniuge, consorte, marito, moglie, estro, predilezione, aspirazione, interesse, forte desiderio, devozione, ardore, fuoco, fiamma, trasporto, adorazione, brama&cupidigia (intesi come sete e fame), bellezza, meraviglia, opera d'arte, perla, gioiello, splendore, capolavoro, carità, generosità, solidarietà, benevolenza
amorino.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 31-01-2015, 16.58.23   #26
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

** scritto da leibnicht:

Citazione:
Stiamo alla lingua italiana. Credere è un concetto che proviene dal latino, non va confuso con l'atto di Fede, oppure con "avere Fede". Credere è il correlativo oggettivo del "dovere". In nessuna società civile esisterebbero azioni ritenute "doverose" se esse non scaturissero da un "sentimento comune" che ispira ogni individuo a "credere" nel valore di esse.

Infatti l'unico dovere a cui ogni individuo dovrebbe rispondere coerentemente con tutto sé stesso (Io Credo) è amare l'altro (sentimento comune universale).

E' il non accettare questo dovere come Verità Assoluta che fa confondere il dovere con il volere per convenienza od opportunismo.
E' da ciò la crisi etico-morale odierna dell'apparente società civile.

Ultima modifica di Duc in altum! : 31-01-2015 alle ore 19.32.22.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 31-01-2015, 18.15.53   #27
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da jolly666
Ciao ragazzi ho letto le vostre risposte e sono tutte molto interessanti. ..Ma forse non è stata capita bene la mia domanda iniziale...
Si crederebbe in Dio se la Bibbia non fosse mai stata scritta o non fosse mai arrivata a noi??? Non ho chiesto cos' è credere, una volta si credeva al dio tuono ecc..perché si crede in Dio per come lo conosciamo oggi??, cioè creatore che ci ha formato ad immagine e somiglianza, che ci guarda che ci ascolta se preghiamo ecc ecc. Se la Bibbia non fosse mai arrivata a noi, staremmo qui a dire che c'è qualcuno che ci guarda che vuole essere pregato che ti dice che sei peccatore, che se fai del male vai all'inferno...quindi chiedevo hai religiosi, di riflettere se in realtà stanno credendo ad un libro o ad un creatore, perché ad un creatore o una creazione ci credono anche gli scienziati alcuni...ora ripeto la mia domanda è perché si crede in Dio per come lo conosciamo, e sesnon fosse stata mai scritta la Bibbia, come descriverebbero l'esistenza di un Dio è che ruolo aveva nelle nostre vite??visto che dicono con assoluta certezza che Dio esiste allora descrivere melo senza la Bibbia. .nella Bibbia ne hanno saputo dare una descrizione..se non fosse stata scritta come mi descrivere sti un dio ed esisterebbe???queste domande che gli ponevo erano solo per fargli capire di riflette se in realtà stessero credendo ad un libro scritto 2000 anni fa..o a Dio..e che quindi sarebbe più saggio non dar niente per scontato..e che la via del credere è una soluzione comoda, come avere la sedia sotto il sedere...

Spero di avere compreso il vero senso della tua domanda.
Ebbene non ci fosse stata la Bibbia a farci conoscere un Dio..le sue regole etc.....come potremmo noi OGGI,persone odierne dare un senso alla vita,all'universo...etc....?
Posso rispondere solo con la mia personale opinione.
Cerco di calarmi nei panni di una persona in cui sino ad oggi non è mai esistita la bibbia...con varie religione a seguito.
Bene..credo,essendo di natura curiosa,che mi porrei cmq molte domande...stenterei a credere che tutto quello che vedo e solo quello e basta...forse cercherei di andare in qlc maniera oltre..capire come possa una persona essere concepita...e poi morire...e quelle sensazioni,intuiti...da dove arrivano?...la mente così perfetta come è stata CREATA?..probabilmente giungerei ad una mia personale risposta:cè un creatore..o una fonte creatrice.....oltre non oserei azzardarmi(credo)
Koirè is offline  
Vecchio 31-01-2015, 18.42.33   #28
Davide M.
Ospite abituale
 
L'avatar di Davide M.
 
Data registrazione: 06-04-2014
Messaggi: 193
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@Davide M.

Opere eseguite per fede (grazia ricevuta, non acquisita!).

Dio prima concede la grazia, il regalo (La Fede), poi si decide con le opere se alimentarla, svilupparla ed affermarla, o rinnegarla.

E' questo che Santiago spiega sagacemente in 2:26.
Se non ami l'altro con i fatti (l'opera che Gesù ci ha insegnato d'imitare), la Fede si debilita pian piano sino a morire completamente; Essa, senza opere, rimane un regalo chiuso nel pacco, non scartocciato, resta solo una buona intenzione; ma, come si dice: "...di buone intenzioni è pavimentato l'Inferno..."


Per quanto riguarda Romani 2:6, dopo aver riletto tutto il contesto, è un riferimento all'evento escatologico: la fine dei giorni.
Ma anche in questo caso non è Dio che condanna, ma uno stesso che si auto-infligge la dannazione per non aver "voluto" credere.
Sia chiaro, Duc, io sono assolutamente d'accordo con te, tu la chiami salvezza, io lo chiamo assoluto, ma senza scadere in inutili elucubrazioni teologiche sul senso dell'assoluto, che ci porterebbero OT, esso è già qui, ora. E' altresì innegabile che la chiesa secolarizzata ha usato e abusato le parole di cui sopra per tenere sotto il proprio giogo l'inerzia politica delle masse, nel solco della più schietta dimensione escatologica del cattolicesimo, vincolando la vita spirituale dei popoli a dogmi e precetti per i quali potrebbe essere anche una risposta, alla domanda "perché si crede?"
Davide M. is offline  
Vecchio 31-01-2015, 21.28.31   #29
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

@Davide M.

Gli uomini della Chiesa, non la Chiesa, hanno usato e abusato ecc. ecc.

La Chiesa è presenza vivente di quella salvezza (il tuo assoluto) che non è di origine e spiegazione terrestre, è diretta dallo Spirito Santo, è infallibile, oltre che incrollabile.

Certo, come non posso essere d'accordo con te che si crede (purtroppo e non grazie a Dio!) anche per tradizione, per paura, per così fan tutti.
Ma i tempi sono cambiati, oggi si è disinformati o negligenti solo se si desidera.



Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 31-01-2015, 22.15.34   #30
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da jolly666

Ma se la Bibbia il vangelo e testi sacri non fossero mai stati scritti o per causa degli eventi non fossero mai arrivati a noi, ccredereste in Dio e come spieghereste che esso esiste?? Seguono grandi silenzi e poi successivamente mi dicono si ma la Bibbia c'è e se è arrivata fino ad oggi un motivo c'è, io rispondo si certo che c'è chiunque predicherebbe del bene e poi si faceva uccidere avrebbe delle ottime credenziali, allora gli pongo una domanda più specifica, credete nella Bibbia o in Dio?? o credete in Dio perché scritto dalla Bibbia???
.


é' una domanda che non puo' avere una risposta. Gia' proporla con " SE ".. non sara' possibile otenere una risposta convincente, proprio perchè non si ha la controprova di " come " quell' evento ( e/o fenomeno ) si sarebbe potuto verificare in modo diverso da quello che è invece conosciuto.
Il famoso il detto: con il SE o con il MA.. la storia non si fa - è di una limpidezza tale che non resta che abbandonare qualsiasi altra eventuale considerazione.

Caso mai si potrebbe argomentare .. come è nato il sentimento religioso ?
E perchè mai nelle varie parti del globo si è verificato un simile fenomeno ( direi universale ) prettamente umano?
E comunque "" senza "" alcun Libro sacro PRE-esistente.

La stesura delle Scritture ( Bibbia è un termine prettamente cristiano - gli incorruttibili monoteisti ( gli ebrei ) preferiscono usare il termine Tanak- che è un acronimo delle loro SScritture ) sono alquanto tardive.. rispetto ad altre scritture ( vedi le 14 Tavole Tartaria - considerate come forse le piu' antiche in assoluto ).

Comunque .. le Scritture sono apparse quando la fede nel Dio biblico era GIA' diffusa in quelle popolazioni nomadi.
E' pur vero che viene asserito che le SScritture ( il "vangelo" per i credenti del Messia/Cristo divinizzato ) sono la " fonte " della fede, la quale trova in esse la " manifestazione " della volonta' divina. In effetti quello che i cristiani definiscono Legge mosaica - in verita' è un termine mal tradotto.
La divina Torah, nella sua esatta traduzione, è da intendere come: Istruzione ( Insegnamento ) tramite la " Rivelazione " del Dio biblico.
Da qui quel termine, quel principio tanto caro a M. Lutero: le Scritture sono la fonte della fede !

Ora .. perchè mai quel fenomeno universale ?

Il poeta latino Publio Stazio Papino ( vissuto al tempo di Nerone ) ha scritto quella memorabie frase ( ripresa poi da Svtonio e/o Petronio ) che potrebbe essere la " chiave " di quell' impellente bisogno del nostro primitivo antenato ( e che poi sarebbe stato trasmesso ai suoi discendenti ).

Eccola: Primus in orbe " deus " fecit timor/ ardua coelo fulmini cum caderent !
Il terrore / la paura creo' gli dei - alla vista dei fulmini che cadevano dal cielo !

Che sia per questo motivo, ovvero la NON conoscenza dei vari fenomeni dell' impaurito e terrorizzato uomo antico a far generare quel tremendo sentimento di impotenza? Da qui la percezione dell' esistenza di "" quel qualcuno " che incuteva paura .. da richiedere la sua sottomissione ?

Potrebbe essere questa la vera causa che ha prodotto, come effetto, quel sentimento verso un' Entita' potente, sconosciuta, capricciosa e soprattutto misteriosa?

SOLO " dopo " verra' la sedicente Bibbia, la quale ( per i credenti ) è riconoscuta come la Rivelazione / manifestazione divina "" accessibile "" all' impaurito e terrorizzato uomo del tempo antico.


Scriveva A. Schopenhauer che per il clero ( di qualsiasi religione ) la priorita' delle priorita' è l' indottrinamento precoce di dogmi e/o ( presunte ) verita' assolute nella mente dei "" fanciulli "" -
Quando non si è in grado di intendere e volere .. nelle menti degli "" innocenti "" si introiettano, in modo coercitivo,
dottrine.. spacciate come divine. In tal modo si attua un " condizionamento " che lo segnera' per tutta l' esistenza.
Solo con molta fatica il poveretto potrebbe liberarsi da quel " dio " terribile .. pronto a punire l' infedele credente
che " oserebbe " voltargli le spalle.

Quindi.. se fossimo nati in un Paese islamico il clero locale ci avrebbe introiettato sin dai primi giorni di vita.. la dottrina del Corano ( se nati in una famiglia ebrea.. circoncisi " dopo " 8 giorni di vita ! ) -
E dunque determinante è il contesto ( la famiglia d' origine ) in cui si nasce e si vive ... e quella sedicente fede
( inculcata ) avra' come riferimento il corrispondente Libro sacro.
sebastianb is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it