Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-02-2015, 20.06.34   #61
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

** scritto da laryn:

Citazione:
Questa veduta è assolutamente in linea con quella dell' Islam, che ha le sue origini nell'ebraismo, terribilmente vendicativa e spietata.
La Geenna è il carcere? Non si accosta al carcere nemmeno lontanamente. La Geenna rappresenterebbe un fuoco inestinguibile che divora chi vi è gettato dentro, come è successo al pilota giordano, ingabbiato nella "Geenna" e bruciato vivo... la Geenna era una valle a lato della città di Gerusalemme e lì confluiva tutta la spazzatura della città, per distruggere la quale era tenuto acceso il fuoco notte e giorno. Dalla Geenna si estrae la dottrina dell'inferno di fuoco per i cattolici, di distruzione eterna per altre confessioni cristiane.
Per quanto riguarda la punizione di un figlio ribelle era prevista dalla legge ebraica la lapidazione. I primi a rompere il capo del figlio ribelle dovevano essere gli stessi genitori, chiamati a lanciare la prima pietra. Mi piacerebbe sapere se tu avresti mai avuto il coraggio di rompere il cranio a tuo figlio.

Prova a rileggere la mia domanda precedente attentamente, senza pregiudizi, e vedrai che in nessun momento io ho scritto che il genitore tira pietre al figlio che disubbidisce.
Lascia la retorica sulla legge del taglione, secondo te: un genitore è colpevole se un figlio, contrariando i consigli, le avvertenze, le dritte che gli vengono suggerite con affetto, prende delle decisioni inique e termina condannato all'ergastolo? Chi è il responsabile (anzi l'irresponsabile)? Chi è l'implacabile?
Dove incontri o interpreti questa vendetta del padre?


Citazione:
Quando un kamikaze si fa esplodere pensa che sia dio a volerlo e per questo è deciso e felice nel farsi saltare in aria, con guai per lui e per gli altri.

Le credenze scandiscano l'esistenza degli esseri umani.


No, il kamikaze s'illude che sia nella Verità.
E' ciò che crediamo sia la Verità che scandisce e determina la nostra esistenza, è questo il motivo recondito e palese del perché è inevitabile il Credere.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 09-02-2015, 10.39.27   #62
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da laryn:
Prova a rileggere la mia domanda precedente attentamente, senza pregiudizi, e vedrai che in nessun momento io ho scritto che il genitore tira pietre al figlio che disubbidisce.
Lascia la retorica sulla legge del taglione, secondo te: un genitore è colpevole se un figlio, contrariando i consigli, le avvertenze, le dritte che gli vengono suggerite con affetto, prende delle decisioni inique e termina condannato all'ergastolo? Chi è il responsabile (anzi l'irresponsabile)? Chi è l'implacabile?
Dove incontri o interpreti questa vendetta del padre?

No, il kamikaze s'illude che sia nella Verità.
E' ciò che crediamo sia la Verità che scandisce e determina la nostra esistenza, è questo il motivo recondito e palese del perché è inevitabile il Credere.
Pace&Bene

Ho la sensazione che tu di Bibbia conosca ben poco. Retorica del taglione?
E' tutta una favola allora?

Prova a leggere questi solo esempi fra migliaia di altri:

Genesi, 34:13 – Sichem si unì carnalmente – in un atto prematrimoniale – a Dina, figlia di Giacobbe, destando la collera degli altri suoi figli... Tre giorni dopo, mentre gli uomini ancora pativano i dolori dell’operazione, “due dei figli di Giacobbe, Simeone e Levi, fratelli di Dina, presero ciascuno la propria spada, assalirono la città che si riteneva sicura, e uccisero tutti i maschi.” – “Passarono a fil di spada anche Camor e suo figlio Sichem, presero Dina dalla casa di Sichem, e uscirono.” – “I figli di Giacobbe si gettarono sugli uccisi e saccheggiarono la città, perché la loro sorella era stata disonorata” – “presero le loro greggi, i loro armenti, i loro asini, quanto era nella città e nei campi.” – “Portarono via come bottino tutte le loro ricchezze, tutti i loro bambini, le loro mogli e tutto quello che si trovava nelle case.“

Genesi, capitoli 6 e 7 – Dio sterminò ogni creatura del pianeta risparmiando soltanto la famiglia di Noè. Uomini, donne, bambini ed animali morirono annegati in una impensabile agonia.

Genesi, 19:6 – Una sera, Lot ospitò due angeli nella sua casa a Sodoma. Quella stessa sera la casa di Lot fu assalita da una folla di delinquenti omosessuali in cerca di esperienze carnali con gli angeli. Lot cedette volontariamente le sue figlie vergini alla folla, esortandola: “Vi prego, fratelli miei, non fate questo male!” – “Ecco, ho due figlie che non hanno conosciuto uomo: lasciate che io ve le conduca fuori, e voi farete di loro quel che vi piacerà; ma non fate nulla a questi uomini, perché sono venuti all’ombra del mio tetto.”

Genesi, 19:26 – Dio, impassibile davanti alla proposta di stupro delle figlie vergini di Lot, trasformò sua moglie in una statua di sale per aver commesso il nefando crimine di essersi guardata le spalle.

Genesi, 38: 8-10 – Giuda pregò Onan di dormire con la moglie di suo fratello – ucciso da Dio per la sua malvagità – incoraggiandolo: “Va’ dalla moglie di tuo fratello, prenditela in moglie come cognato e suscita una discendenza a tuo fratello.” Onan ottemperò, “ma ogni volta che si univa alla moglie del fratello, disperdeva per terra, per non dare una posterità al fratello.”

Esodo, 12: 29 – Dio uccise il primogenito di ogni famiglia egiziana la cui casa non fosse stata contrassegnata da sangue d’agnello.

Esodo, 17:13 – Il bastone di Dio, retto dalle mani di Mosè sulla vetta del colle, permise a Giosuè di sterminare Amalec e la sua gente “passandoli a fil di spada“.

Esodo, 21:20-21 – Per la legge di Dio “se uno bastona il suo schiavo o la sua schiava fino a farli morire sotto i colpi, il padrone deve essere punito” – “ma se sopravvivono un giorno o due, non sarà punito, perché sono denaro suo.” – Dio approvava la schiavitù.

Esodo, 32:27 – Alla vista del vitello d’oro, Dio comandò ai figli di Levi: “Ognuno di voi si metta la spada al fianco; percorrete l’accampamento da una porta all’altra di esso, e ciascuno uccida il fratello, ciascuno l’amico, ciascuno il vicino.” – “In quel giorno caddero circa tremila uomini” e Dio ne fu compiaciuto.

Levitico, 26:22 – Dio ammonì la popolazione che, qualora non lo avessero ascoltato, avrebbe inviato loro le bestie feroci: “che vi rapiranno i figli, stermineranno il vostro bestiame, vi ridurranno a un piccolo numero, e le vostre strade diventeranno deserte.“

Levitico, 26:27-29 – “E se, nonostante tutto questo, non volete darmi ascolto,... “Mangerete la carne dei vostri figli e delle vostre figlie.“

Numeri, 15:32-26 – Un uomo raccolse della legna di sabato. Per ordine divino dato a Mosè, “tutta la comunità lo condusse fuori dal campo e lo lapidò, e quello morì.“


Numeri, 16:49 – Con una piaga, Dio sterminò quattordicimilasettecento uomini.

Numeri, 21:3 – Il Signore affidò i Cananei ad Israele, che “votò allo sterminio i Cananei e le loro città.“

Numeri, 21:6 – Il Signore “mandò tra il popolo dei serpenti velenosi i quali mordevano la gente, e gran numero d’Israeliti morirono.“

Numeri, 21:35 – Con l’approvazione di Dio gli Israeliti si recarono nella città di Og, ne uccisero il re Basan – senza risparmiare i figli – sterminarono l’esercito senza lasciare superstiti, e assunsero il controllo del territorio.

Numeri, 25:4 – “Il Signore disse a Mosè: Prendi tutti i capi del popolo e falli impiccare davanti al Signore, alla luce del sole, affinché l’ardente ira del Signore sia allontanata da Israele.“

Numeri, 25:8 – Fineas, figlio di Eleazar, figlio del sacerdote Aaronne, si recò in una tenda occupata da un uomo israelita ed una donna madianita e “li trafisse tutti e due, l’uomo d’Israele e la donna, nel basso ventre.“

Elia disse loro:
“Afferrate i quattrocentocinquanta profeti di Baal, non ne scappi uno!”.
Li afferrarono.
Elia li fece scendere nel torrente Kison dove li scannò.
1 RE XVIII , 36,40
(poi ci sorprendiamo dell'Isis)


Non credo serva continuare per mostrarti che non è retorica.

Vuoi vedere un linguaggio simile anche nel NT?
Basta chiedere.

Ripeto: IO ho cercato di rispondere alla domanda "perchè si crede", tu invece stai facendo apologia del tuo credo religioso.
Non è questo che mi interessa, ma, AL PIÙ, PERCHE' TU CREDI, sempre che ti va dare una risposta... ovvio!

Buona giornata
laryn is offline  
Vecchio 09-02-2015, 12.05.36   #63
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

@laryn


D'accordo, non è retorica, ma adesso, per favore, tenta di rispondere alla domanda precedente (se vuoi), visto che sei stato tu a tirare in ballo l'ipotesi che Dio è vendicativo (forse perché ci credi?!?!), cosa che non ha niente a che vedere col perché si crede, e causa delle mie devianti dal tema risposte (ca' nisciun è fess'!!).

[quesito]:un genitore è colpevole se un figlio, contrariando i consigli, le avvertenze, le dritte che gli vengono suggerite con affetto, prende delle decisioni inique e termina condannato all'ergastolo?
Chi è il responsabile
(anzi l'irresponsabile)?
Chi è l'implacabile?
Dove incontri o interpreti questa vendetta del padre?

Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 09-02-2015, 13.18.10   #64
Davide M.
Ospite abituale
 
L'avatar di Davide M.
 
Data registrazione: 06-04-2014
Messaggi: 193
Riferimento: Perché si crede??

Si, ma Dio si ravvede anche,

------------------------------

Il Signore
abbandonò il proposito di nuocere al suo popolo.
[Esodo 32,14]


------------------------------

[Dio] Non maledirò... né colpirò più
ogni essere vivente come ho fatto.
[Genesi 8,21]

-- -----------------------------------

Così l'ira del Signore si accese in quel giorno ed egli giurò: Gli uomini che sono usciti dall'Egitto, dall'età di vent'anni in su, non vedranno mai il paese che ho promesso con giuramento ad Abramo, a Isacco e a Giacobbe, perché non mi hanno seguito fedelmente,
[Numeri 32, 10]


---------------------------------

Ma se esso compie ciò che è male ai miei occhi non ascoltando la mia voce, io mi pentirò del bene che avevo promesso di fargli. [Geremia 18, 10]

-----------------------------

Il Signore disse:
"Sterminerò dalla terra l'uomo che ho creato: con l'uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo, perché sono pentito d'averli fatti".
[Genesi 6, 7]

----------------------------

Ecco dunque l'oracolo del Signore, Dio d'Israele: Avevo promesso alla tua casa e alla casa di tuo padre che avrebbero sempre camminato alla mia presenza. Ma ora - oracolo del Signore - non sia mai! Perché chi mi onorerà anch'io l'onorerò, chi mi disprezzerà sarà oggetto di disprezzo.
[1-Samuele 2, 30]


----------------------------------

Il Signore se ne pentì: "Neanche questo avverrà", disse il Signore. [Amos 7, 6]


Nessuno di voi potrà entrare nel paese nel quale ho giurato di farvi abitare..
[Numeri 14,29]

---------------------------


"Abramo! Uccidi tuo figlio! Anzi no, che fai? Scherzavo dai... ma credi a tutto quello che dico?"
Davide M. is offline  
Vecchio 09-02-2015, 16.14.30   #65
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Perché si crede??

Ragazzi la domanda iniziale era come spiegare l'esistenza di Dio senza i testi sacri...state scrivendo versetti del vangelo e della Bibbia. ..dai tanto sempre li si va a finire..confermo che le persone credono nella Bibbia non in Dio...
jolly666 is offline  
Vecchio 09-02-2015, 21.02.46   #66
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@laryn


D'accordo, non è retorica, ma adesso, per favore, tenta di rispondere alla domanda precedente (se vuoi), visto che sei stato tu a tirare in ballo l'ipotesi che Dio è vendicativo (forse perché ci credi?!?!), cosa che non ha niente a che vedere col perché si crede, e causa delle mie devianti dal tema risposte (ca' nisciun è fess'!!).

Mi deludi. Io avrei tirato "in ballo l'ipotesi che Dio è vendicativo"?
Perchè travisi dal momento che sei stato tu a introdurre l'idea della salvezza sì, salvezza no e relativo castigo?
Per quel che mi riguarda ho semplicemente citato dai testi nei quali tu credi e che qui cito ancora, salvo smentita da parte tua:

"Mia sarà la vendetta"
"...farò vendetta dei miei avversari"
" Egli vendicherà il sangue dei suoi servi"

Oltre altre diecine di versetti e,
nel N.T.:

"A me la vendetta, sono io che ricambierò, dice il Signore."
"... saranno infatti giorni di vendetta"
"... in fuoco ardente, a far vendetta di quanti non conoscono Dio e non obbediscono al vangelo del Signore nostro Gesù."
(Traduzione CEI)

Citazione:
[quesito]:un genitore è colpevole se un figlio, contrariando i consigli, le avvertenze, le dritte che gli vengono suggerite con affetto, prende delle decisioni inique e termina condannato all'ergastolo?
Chi è il responsabile
(anzi l'irresponsabile)?
Chi è l'implacabile?
Dove incontri o interpreti questa vendetta del padre?

Guarda che io ti ho già risposto.
Sei tu a voler cambiare le carte in tavola.
Qui tu fai riferimento a leggi umane, alla violazione di leggi e al carcere.
Dici che il padre non centra nulla.
Fortunatamente le nostre leggi non obbligano i genitori a dare dimostrazione della loro riprovazione per i figli. I genitori vengono perfino scagionati se depistano, in ossequio al comprensibile sentimento umano che lega un padre a un figlio.
Io invece ti ho riportato l'esempio della legge ebraica che condannava il figlio alla lapidazione e che a tirar le prime pietre dovevano essere i genitori. Era un'ordinanza della legge e i genitori dovevano essere i primi a condannare e ad eseguire la condanna. Chi aveva promulgato quella legge? Ti ho anche chiesto se tu avessi tirato le prime pietre e non hai risposto. Come l'avresti considerata la tua partecipazione all'esecuzione?

La domanda iniziale resta sempre e comunque "perchè si crede".
Ed allora: Perchè tu credi? Sempre che tu voglia esprimerti.
Ed io il fatto del credere l'ho sempre inteso in senso lato, ascrivibile, oltre che alla religione, anche alla politica, alla scienza, ai rapporti umani e via di questo passo.
laryn is offline  
Vecchio 10-02-2015, 00.04.55   #67
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

** scritto da laryn:

Citazione:
Mi deludi. Io avrei tirato "in ballo l'ipotesi che Dio è vendicativo"?
Perchè travisi dal momento che sei stato tu a introdurre l'idea della salvezza sì, salvezza no e relativo castigo?
Per quel che mi riguarda ho semplicemente citato dai testi nei quali tu credi e che qui cito ancora, salvo smentita da parte tua:

"Mia sarà la vendetta"
"...farò vendetta dei miei avversari"
" Egli vendicherà il sangue dei suoi servi"

Oltre altre diecine di versetti e,
nel N.T.:

"A me la vendetta, sono io che ricambierò, dice il Signore."
"... saranno infatti giorni di vendetta"
"... in fuoco ardente, a far vendetta di quanti non conoscono Dio e non obbediscono al vangelo del Signore nostro Gesù."
(Traduzione CEI)


Sì, grazie a Dio l'hai tirata tu in ballo la vendetta:
Citazione:
scritto da laryn
: Linguaggio metaforico?
E poi dici che nel NT non si sprizza vendetta. Cos'è il fuoco della Geenna? O fai come ti dico io o ti distruggo. E il libero arbitrio?

Difatti la salvezza o la condanna eterna (da me chiamate in causa), ben illustrate e spiegate in Mt 25, 31-46 (senza potersi equivocare nella traduzione), la parabola del giudizio universale, non implicano un desiderio di vendetta da parte di Dio, cosa che invece tu opini si dia interpretando la Bibbia, cercando di attenuare o insabbiare l'irresponsabilità nella scelta del perché si crede ad una cosa o ad un'altra.

La salvezza o la condanna eterna, sperimentabile già in questa nostra dimensione, è solo la volontà del singolo individuo a decretarla col proprio libero arbitrio, e non la conseguenza della Sacra Scrittura.

Dio ti dice se tu sei con me, anzi, se tu vuoi stare con me ti salvi, se tu non vuoi ti auto-condanni, amen e così sia.
Quindi il non voler stare con Dio è il fondamento del perché non credo a Dio, che potrebbe essere: non credo che esista o non credo che possa esisterci o non credo a tutto quel che dice ma solo a ciò che mi piace e conviene, ecc. ecc.
E per rafforzare questo concetto si cercano interpretazioni del Nuovo e Vecchio Testamento che sostengano che è Dio il colpevole della mia condanna e non la nostra ostinazione all'amore che salva e perdona tutto.


Citazione:
Guarda che io ti ho già risposto.
Sei tu a voler cambiare le carte in tavola.
Qui tu fai riferimento a leggi umane, alla violazione di leggi e al carcere.
Dici che il padre non centra nulla.
Fortunatamente le nostre leggi non obbligano i genitori a dare dimostrazione della loro riprovazione per i figli. I genitori vengono perfino scagionati se depistano, in ossequio al comprensibile sentimento umano che lega un padre a un figlio.
Io invece ti ho riportato l'esempio della legge ebraica che condannava il figlio alla lapidazione e che a tirar le prime pietre dovevano essere i genitori. Era un'ordinanza della legge e i genitori dovevano essere i primi a condannare e ad eseguire la condanna. Chi aveva promulgato quella legge? Ti ho anche chiesto se tu avessi tirato le prime pietre e non hai risposto. Come l'avresti considerata la tua partecipazione all'esecuzione?

Bravo, continui con l'astuzia, invece di rispondere mi riporti una questione ebraica che non ha niente a che vedere con la contemporaneità del messaggio evangelico proclamato 2000 anni fa.
Non so se avrei tirato la pietra a mio figlio 3000 di anni fa, 1000 anni prima della rivelazione di Gesù, nuova direttiva di Legge, forse sì, ma io vivo nel 2015 ed in Italia, ed oggi bisogna rispondere al quesito da me presentato:
un genitore è colpevole se un figlio, contrariando i consigli, le avvertenze, le dritte che gli vengono suggerite con affetto, prende delle decisioni inique e termina condannato all'ergastolo?
Chi è il responsabile (anzi l'irresponsabile)?
Chi è l'implacabile?
Dove incontri o interpreti questa vendetta del padre?

...e non se avrei sacrificato mio figlio sul monte Moriah.


Citazione:
La domanda iniziale resta sempre e comunque "perchè si crede".
Ed allora: Perchè tu credi? Sempre che tu voglia esprimerti.


Penso che già l'abbia detto in qualche altro post, ma non ho nessuna reticenza nel ribadirlo.
Io credo perché ho sperimentato materialmente e poi spiritualmente la Misericordia, il perdono, un'altra opportunità di esistere, da parte del trascendente; che io identifico e delineo nel Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, papà di Gesù che ha parlato per mezzo dei profeti e dirige la Chiesa attraverso lo Spirito Santo.



Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 10-02-2015, 08.38.50   #68
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da laryn:

Sì, grazie a Dio l'hai tirata tu in ballo la vendetta:


Io? Dopo aver riportato passi biblici che l'attribuiscono a Dio, che parlano da soli?
Già...Tu inveci lo neghi. Benissimo, ne prendo atto.

Citazione:
La salvezza o la condanna eterna, sperimentabile già in questa nostra dimensione, è solo la volontà del singolo individuo a decretarla col proprio libero arbitrio, e non la conseguenza della Sacra Scrittura.

Dio ti dice se tu sei con me, anzi, se tu vuoi stare con me ti salvi, se tu non vuoi ti auto-condanni, amen e così sia.

E' da tempo che continui ad insistere sull'autocondanna.
Quindi è tutto falso quel che è scritto nella bibbia quando ordina di uccidere, massacrare, sterminare.

Galileo non è stato condannato, ma autocondannato.
Giordano Bruno non è stato bruciato vivo, ma si è autobruciato.
Gli albigesi non sono stati massacrati dalla chiesa, ma si sono automassacrati.
La storia che condanna i crimini della chiesa sbaglia, perchè la chiesa non ha mai condannato, ma son state sempre le persone a autocondannarsi.
Non sono stati i crociati a uccidere, ma gli eretici si sono autocondannati e poi autouccisi

Ecco adunque la convinzione che ti guida: gli altri si autocondannano. Si tratta della legge dell'autotaglione.
In contrapposizione c'è, ovviamente, l'auotoassoluzione.
Importante è che tu ti autoassolva.
Complimenti.
In sintesi, la ragione è dalla tua.

Pace e bene!

Perchè si crede?
laryn is offline  
Vecchio 10-02-2015, 10.07.33   #69
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perché si crede??

** scritto da laryn:

Citazione:
E' da tempo che continui ad insistere sull'autocondanna.
Quindi è tutto falso quel che è scritto nella bibbia quando ordina di uccidere, massacrare, sterminare.

Galileo non è stato condannato, ma autocondannato.
Giordano Bruno non è stato bruciato vivo, ma si è autobruciato.
Gli albigesi non sono stati massacrati dalla chiesa, ma si sono automassacrati.
La storia che condanna i crimini della chiesa sbaglia, perchè la chiesa non ha mai condannato, ma son state sempre le persone a autocondannarsi.
Non sono stati i crociati a uccidere, ma gli eretici si sono autocondannati e poi autouccisi

Ma che fai adesso ti arrampichi sugli specchi??!!!
Prima parli della Vecchia Alleanza di Dio, fondata anche sulle atrocità della guerra (e chi potrebbe negarlo visto che è scritto!), e poi gli intrufoli le meschinità dell'uomo che in nome di Dio (ma non Dio, eh!) eliminava e condannava e si vendicava di quello che non gli piaceva o conveniva con le sue idee.

Caro laryn sei rimasto al medioevo, anzi all'epoca di Mosè, tratto da wikipedia: Con il termine "alleanza" nel Cristianesimo si può intendere la Antica Alleanza, un patto che, secondo l'antica scrittura, Yahweh stipulò con Adamo e rinnovò con Noè, Abramo e Mosè, e la Nuova Alleanza, quella che Dio ha stipulato con tutti coloro che credono in Gesù Cristo.
La nuova alleanza o Nuovo Testamento è continuazione ed espansione dell'antica alleanza su cui era fondata la religione ebraica, è la base della religione cristiana.
La nuova alleanza prende vita sul Calvario con il sacrificio di Gesù e la sua resurrezione. Chiunque crede nell'opera di Gesù ottiene il perdono dei peccati e la salvezza, e può camminare in santità come un figlio di Dio.


...sei sleale anche quando affermi che condannare la Chiesa per i crimini passati dei suoi rappresentanti (ma non di Dio, eh!) è sbagliato, dopo che sia Giovanni Paolo II, sia Benedetto XVI e sia Papa Francesco hanno chiesto e continuano a chiedere perdono per le nefandezze e le iniquità che il clero, nel passato e nell'oggi, hanno perpetrato.


Oggi, se ancora non ti è chiaro, secondo il perché si crede del cristiano, l'alleanza con Dio, il patto stipulato e vigente tra il trascendente divino e la miseria umana, è accettare che Lui ti ama o rifiutare questo invito d'amore, stop.
Tutta la conseguente dialettica lascia il tempo che trova.

Se si accetta ci si salva, altrimenti ci si auto-condanna, non incontro motivi per cui si debba condannare il padre o la madre per le scelte scellerate prese in tutta coscienza e con completa sanità di mente dai figli, così come tu stai proponendo.
Spero tu possa riflettere su questo principio con onestà intellettuale e sincerità di cuore.

Citazione:
Ecco adunque la convinzione che ti guida: gli altri si autocondannano. Si tratta della legge dell'autotaglione.
In contrapposizione c'è, ovviamente, l'auotoassoluzione.
Importante è che tu ti autoassolva.
Complimenti.
In sintesi, la ragione è dalla tua.
Perchè si crede?

No, la ragione è di Dio, non mia, è Lui che ha deciso che le regole del gioco (il senso della vita) siano queste, è Lui che ha posto gli articoli della Legge nella Nuova Alleanza, è Lui che già ci ha salvati, già ci ha assolti, dopo la crocifissione di Cristo e la risurrezione di Gesù.
Non è che poi giungerà la salvezza e l'assoluzione: essa già è, se uno la vuole vivere ed accettare; e già non è, diventando condanna (basta guardarsi intorno: persone che posseggono tutto e non hanno pace e gioia), se uno non vuole o non incontra il perché credere che tutto ciò sia vero.

Ecco, questo è il perché si crede, perché è inevitabile non credere che una cosa o l'altra o l'altra ancora sia la Verità Assoluta che include il senso della vita e concede la pace e l'allegria per sempre.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 11-02-2015, 18.26.38   #70
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Perché si crede??

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
**

La nuova alleanza o Nuovo Testamento è continuazione ed espansione dell'antica alleanza su cui era fondata la religione ebraica, è la base della religione cristiana.
La nuova alleanza prende vita sul Calvario con il sacrificio di Gesù e la sua resurrezione. Chiunque crede nell'opera di Gesù ottiene il perdono dei peccati e la salvezza, e può camminare in santità come un figlio di Dio.[/i]


Pace&Bene


Il Dio della Creazione ha stabilto UN SOLO Patto ! Lui non mente e non cambia " partner.

Quello che affermi tu Duc.. è tutta farina del Tarso. E' tutto frutto del suo pensiero, della sua personalissima interpretazione.

E' il Tarso che prospetta quel ( suo ) Messia/Cristo spirituale come nuova entita' divinizzata e che " sarebbe " il Nuovo Redentore / Giudice e Salvatore.

E' il Tarso che afferma che - solo - ponendo la fede nel (suo) Messia/Cristo si " avrebbe " la matematica certezza della salvezza.
E' il Tarso che fa credere ai suoi devoti sono: " figli della luce " - cosi' come l' insieme della Nuova comunita' rappresenterebbero "" il Nuovo popolo eletto " !

Il Gesu' della carne MAI fece intendere di voler fondare una nuova fede - ponendo la sua persona come Nuova entita' dinina da adorare .. al pari del Dio della Genesi -

Il Gesu' terreno esortava al contrario lo Shema Israel .. e l' osservana della divina Torah ( manifestazione del Dio monoteista di Abramo, Isacco e Giacobbe ) -

Il Gesu' storico MAI parlo' di una sua strepitosa incarnazione nè tantomeno di aver avuto una madre vergine - cosi' Mai fece intendere di essere un dei membri della ( futura ) Tri-Unita' divina ( basterebbe considerare quell' imperativo di Mt. 4.10: il culto essere riservato SOLO al Dio biblico ! ).. eccc. ecc..

Come gia' detto tutto quanto esponi tu .. va benissimo per i credenti del Messia/Cristo " della fede " -


sebastianb is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it