Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-01-2004, 18.26.15   #41
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Io apoggio in pieno Ste-detonator, d'altronde lui riprende la mia idea (per modo di dire "mia") che l'uomo arriva a crearsi false credenze di questo genere (anima, spiriti, eternità...) (false per me, senza offendere nessuno), perchè effettivamente è vittima di ILLUSIONI.

e ancora senza offendere, ritengo che le illusioni siano causate da ignoranza. E' una parola dura, si, ma la dico mettendomici dentro, io per primo, ignorante perchè spesso ho sensazioni e sono portato a interprearle nel modo sbagliato perchè non conosco ogni lato di questa sensazione.

Ora, quali sono le illusioni corporali che provocano l'idea dell'esistenza dell'anima?
-coscienza del mondo percettivo
-auto-coscienza
e altro...

dove sta qui l'ignoranza? che appena abbiamo queste sensazioni, URLIAMO SUBITO "è L'ANIMA, è L'ANIMA!!!!!!!!" mentre invece, se fossimo veramente interessati alla verità, dovremo andare ad approfondire gli studi di psicologia e neuroscienze... TROVANDO NON LA RISPOSTA AL MONDO, ma alcune piccole verità che prima credevamo inconoscibili.

Capire che la coscienza è dovuta a meccanismi mentali non è una cosa così difficile, non è uno dei grandi misteri indissolubili (es: chi ha creato l'universo?).

Ora, tirando a CASO, perchè è questo che si fa quando si dice che l'anima esiste, tirare a caso, accettando questa OPINIONE, perchè si arriva POI a fare un altro grave PASSO, si arriva a dire "l'anima è eterna"? PERCHè?
Perchè FA COMODO COSì, Perchè si è più felici a questo modo, perchè l'eternità è allietante.
Perchè un prete che rinuncia ai piaceri naturali per tutta la vita ama pensare che l'anima sia eterna? Perchè non ha avuto la forza di affrontare questa vita e quindi ripone le sue ultime speranze nel fututo, una rivalsa.
Quindi, perchè ama pensare all'eternità? perchè ha PAURA di vivere questa vita e quindi ripone le sue speranze al dopo.
Detto così sembra uno dei miei soliti sbraitamenti... ma a me pare che non sia mia l'idea per cui...in questa vita dobbiamo comportarci bene (limitarci) per poi gioire nella vita ultraterrena.

Queste sensazione le ho provate anche io, e spesso le provo, spesso ho paura ad affrontare la vita, quindi penso alla possibilità di RIFUGIARMI, NASCONDERMI IN UN CONVENTO, trovare una scusa per non espormi.
Certo, non voglio ridurre tutta la chiamata religiosa a questo, (NON VOGLIO OFFENDERE NESSUN PRETE O SUORA) però ritengo che una buona parte di chi si rifugia in un convento per tutta la vita sia colui che ha paura di affrontare cosa c'è fuori, preferenso CONTEMPLARE IL SUO MONDO INTERIORE, COLUI (il mondo interiore) CHE GLI Dà SEMPRE RAGIONE, COLUI CHE LO FA VIVER SICURO.

ORA, STO PASSANDO PER UNO CHE HA DELLE CERTEZZE E NON SI VUOLE SMUOVERE DA QUESTE CERTEZZE?
NON è QUESTA LA MIA POSIZIONE.

IO SONO ARRIVATO QUA, IN QUESTO MONDO DAL NULLA, NON CREDO A NULLA, MI SI METTE DAVANTI 2 POSSIBILITà:
-credi ragionando in questa piccola prova che è la scienza psicologica.
-credi nell'anima E BASTA.

Io sono più propenso ad accettare la prima possibilità, MA SE VOI MI DASTE ANCHE SOLO UNA TESI ACCETTABILE, IO SONO APERTO A TUTTO. TUTTO, BASTA CHE NON SIA UNA TESI BASATA SU "CREDENZA". Perchè l'immaginazione HA UN POTERE DEVASTANTE.

PS: CHIARA, MI DEVO RISCURARE PER LA QUINTA VOLTA PER LA MIA DUREZZA INIZIALE? OK.
Scusatemi ancora, ho scritto quelle parole immaginando che mi si sarebbe risposto per le rime, magari che qualcuno dicesse: "il tuo Darwinismo è creduloneria".

Mi preme dirvi, che io non vengo nel forum per sbraitare e basta contro chi crede , vengo nel forum perchè sono interessantissimo a questi argomenti, perchè io stesso di continuo mi faccio domande, e vedere che molti hanno certezze mentre io sono pieno di dubbi, MI TURBA, così CERCO DI CAPIRE DA DOVE VENGONO QUESTE CERTEZZE !
Dunadan is offline  
Vecchio 27-01-2004, 18.39.31   #42
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Unhappy !

Ok, Ok. Mi rendo conto di lanciare cose che richiedono almeno di conoscere gli altri interventi che ho fatto su questo sito. Comunque donuorri, non sono mai morto ma ho provato alcune sensazioni vicine a questo a causa dei percorsi ‘spirituali’ in cui ero incappato. Purtroppo tutte queste esperienze sono sempre indotte, quando dalle reazioni chimiche che il nostro organismo stesso provoca, quando da attivatori chimici esterni (pur sempre droghe anche se chiamate con nomi + naturali in quanto si tratta di ‘piante sacre’). Dunadan, non sono per niente certo della verità, espongo solo dei fatti che ho constatato, non essendo il solo ad averlo fatto. Non direi poi che non c’è nulla di là, proprio perché non c’è un di là. È un movimento unico che solo il pensiero divide e scandisce perché questo pensiero s-funziona come meccanismo di ricerca di senso per la sua stessa autoconservazione, l’ho ripeto. Semmai mi verrebbe da dire che ‘non c’è nulla di quello che ci promisero proprio per ottenere la nostra dipendenza’. Anche a te Mirror, ti dico, attenzione, è proprio questo il doppio inganno da cui non si esce: come mai anche te (tutti quelli che hanno accorgimenti simili fraintendono in questo modo) hai scambiato quello che espongo come una crociata per la ‘negazione assoluta’? Non è per nulla questo, anzi, quella dottrina del ‘neti-neti’ ben conosciuta in India è un altro dei bersagli che, io come altri (con ciò non mi paragono assolutamente a quei rarissimissimi individui che hanno avuto esperienze concrete di un cero tipo), non possiamo fare a meno di scegliere proprio perché sono la maschera più facile da appiccicarci addosso. Codesti filosofi spiritualisti del ‘neti-neti’ negano tutto ma solo per sperare anch’essi in un raggiungimento positivo, quindi è solo un trucco ben impostato. D’altra parte non mi si deve prendere neanche come nichilista, ma questo mi sembra facile da comprendere leggendo bene e tutto. Mi spiace solo che, non potendo far altro che essere sincero e smascheratore, col mio temperamento vulcanico, sembra sempre che io mi faccia portatore di verità assolute o che sia il massimo dei presuntuosi; vi assicuro, e chi mi conosce ‘live’ lo sa, che non è così. Ops…vedete, io leggo passo passo e butto giù di getto.., e ora mi vieni con UG che ha scoperto l’acqua calda…., ascolta, conosci bene tutto di UG? Lo conosci di persona, soprattutto? L’ho appena detto che sono solo un portavoce, non di comodo, ma perché anch’io ho passato, sebbene un briciolo, cose del genere. Non è affatto nelle mie credenze e men che meno nelle anticredenze, non è proprio di questioni o giochi dualisti che si parla, e non è affatto un insegnamento che faccio mio. Già da questo si vede che non hai afferrato tu per prima/o la concretezza di quella persona e quello che gli tocca dire solo perché gente va a rompergi le scatole facendogli domande idiote sulla consapevolezza. Forse tu sei ancora nei giochi filosofici e ‘spirituali’ di dualisti contro unicisti, mentali contro consapevoli o chissàcos’altro. Già, mi dici cosa intendi con ‘La mente ti mente, la consapevolezza no.
.............................. .............................. .......
Beato Colui che muore a sé stesso, ancora in Vita’; perché appunto anchio ti chiedo dove prendi tutto ciò. Dove lo prendi?
– Ed eccone un altro, a Golden, lo stesso vale per te quanto detto a Mirror, a quanto vedo. Sai cos’è l’Ayahuaska, Golden, sai cos’è il Kalachakra? Mi vuoi parlare a me di Osservazione Krishnamurtiana (alla Jiddu) o alla 4° via? Ve lo ripeto, non mi conoscete neanche per valutare questo lato. Per ora non aggiungo altro su questi punti; tanto son cose che cadranno da sé nel corso degli anni, a meno che voi non vi siate definitivamente resi schiavi consenzienti e compiaciuti di quei sistemi.
–Freedom, per carità, fermati finché sei in tempo. È la ricerca stessa che è sofferenza! Ma come si fa a non ascoltare il corpo che ci sta maledicendo energeticamente per ogni nostra imposizione di ricerca spirituale al quale non gliene fregherebbe assolutamente nulla, in quanto tutto quello che gli serve è già lì. Ripeto ancora questo (e nonmi stancherò mai di farlo). È inutile e stupido andare a fare la guerra per la pace in un luogo che è già in pace! Se continuiamo a fare queste ricerche, a creare questi conflitti (la meditazione è guerra, l’osservazione della mente è impossibile, ed è semrpe pensiero che si accorge di osservare i pensieri sfumare, nient’altro, e non c’è un altro strumento oltre a questo pensiero per quelle cose; quindi è tutto ancora conflitto), se continuiamo dicevo, non ci sorprendiamo poi se la guerra interna a noi si ripercuote al di fuori.
– Vedi freedom, cosa fa infatti Mirror, come gli altri maestri da cui prende spunto, coglie alcuni dati di fatto e di natura, ma poi dà speranza con tecniche e con un principio (risposta intelligente cosmica) che presuppone l’autosvelamento. Cosa implica questo sennon un percorso per arrivarci? Beh, io dico che risiamo nell’errore, perché anche questo deve cadere, non con la volontà di farlo cadere, come chi medita per anni rovinandosi la vita in grotte o in alcune sette più o meno mascherate da sacre scuole spirituali. Non esistono risposte non concettuali. Non esiste ‘la conoscenza per amore della conoscenza’, è solo appunto un fatto di potere: ‘io so e tu non sai’, ‘io sono più vicino di te alla consapevolezza che non mente e tu no, per cui puoi ascoltare meglio me di qualc’un altro’. Mi spiace, davvero, ma non posso far altro che rispondere detonando, è come pigiare dei bottoni. E infine se ci impelaghiamo in quella domanda (‘Chi siamo?’) siamo fritti e non viviamo più. Quel ‘Chi’ implica ancora una volta che c’è un ‘io’ di fatto da svelare…., ma non vi rendete conto del circolo vizioso in cui da millenni ci fanno girare come idioti? Se lasciamo perdere tutto questo, l'energia non più sprecata che ci rimane ci fa VIVERE in una maniera semplice e fluida, è così.
Sté-detonator is offline  
Vecchio 27-01-2004, 18.42.56   #43
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Thumbs up !

"Perchè un prete che rinuncia ai piaceri naturali per tutta la vita ama pensare che l'anima sia eterna? Perchè non ha avuto la forza di affrontare questa vita e quindi ripone le sue ultime speranze nel fututo, una rivalsa.
Quindi, perchè ama pensare all'eternità? perchè ha PAURA di vivere questa vita e quindi ripone le sue speranze al dopo."
Complimenti Dun!
Sté-detonator is offline  
Vecchio 27-01-2004, 18.45.06   #44
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
... ... ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-01-2004, 19.04.52   #45
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Millo, ho letto quell'articolo che mi hai linkato, grazie, è veramente molto interessante. Una psicologa che cerca di mettere in dubbio la scienza, la sua professione.
E' difficile replicare a un messaggio con tanti argomenti e di così considerevole lunghezza.
Concordo soprattutto con la prima parte, dove spiega i limiti della scienza al poter dimostrare solo quello che si può dominare, RIPRODURRE. Però, specialmente verso la fine, mi fae che ponga come certezze dei punti di vista che sarebbero da ragionare meglio... Sembra che infine, visto che ad esempio l'amore non si può riprodurre in laboratorio, ma esiste, allora esiste anche l'anima.

L'articolo finisce con le frasi: "Gli effetti dell’anima sono visibili analizzando il suo passaggio da una vita all’altra. L’ipnosi regressiva lo ha dimostrato e continua a dimostrarlo. " e "L’anima manifesta la sua esistenza grazie al miglioramento della capacità di amare dei pazienti.".
Frasi buttate lì per ultime, PER DARE L'EFFETTO.
FORSE voleva proprio confermare quello che aveva detto all'inizio, cioè che l'ipnosi non è una cosa RIPETIBILE, quindi non è scienza, QUINDI, L'ANIMA NON è DIMOSTRABILE.

Non per questo, (aggiungo io) se l'anima non è dimostrabile come i sogni non sono dimostrabili, non vuol dire che dobbiamo fermarci e urlare "allora l'anima esiste come i sogni esistono"...
perchè comunque, un buon psicologo dovrebbe ricercare la risposta nel cervello umano. senza lasciare intendere certe speranze.

Ultima modifica di Dunadan : 27-01-2004 alle ore 19.09.02.
Dunadan is offline  
Vecchio 27-01-2004, 19.11.33   #46
Golden
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 28-11-2003
Messaggi: 457
stè-detonator.......akasha? akasa!

Enorme tristezza nelle tue parole!
Sei preparato..concettualmente e per ciò ti difendi...ma quella non è comprensione e lo sai...
Infatti non stai smascherando un bel niente.... se non il tuo avvilimento, la tua non accettazione profonda di ciò che E' già così come è.... questa è la più alta comprensione, l'ultimo scalino.
UG parla bene..... e coloro che sono giunti a Casa possono comprendere ciò che vuole comunicare, ma è anche pericoloso per chi si trova a mezza strada....
Essere a Casa significa anche saper comprendere ogni linguaggio di ogni maestro, perchè ne è avvenuta Esperienza...e l'esperienza è Unica!!
Ti invito nuovamente a gettare i concetti ed a cercarne l'esperienza..... cosa ancora te lo impedisce? Chi si frappone fra te e la realizzazione? CHI? Che differenza esiste tra Te e UG?
ed ancora CHI SEI TU?...sei quello che scrive paginate dicendo a noi che non ti conosciamo e non sappiamo niente di te? "Io" vedo chi Sei! e Tu...lo vedi?


Golden is offline  
Vecchio 27-01-2004, 19.15.14   #47
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
...io vedo che lui non è te , che tu non 6 lui, che io non sono te e che tu non sei me... ...parole... ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-01-2004, 19.16.12   #48
Golden
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 28-11-2003
Messaggi: 457
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
...io vedo che lui non è te , che tu non 6 lui, che io non sono te e che tu non sei me... ...parole... ...

ecco la differenza tra te e me!
Golden is offline  
Vecchio 27-01-2004, 19.20.50   #49
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
...si, che tu ti IDENTIFICHI con me... ...
...il fatto è che se consideri il contenuto della mente come un'entità a parte da te, vedi che non sei me, in caso contrario non vedi differenza...ma pur sempre inutile è...non favorisce la comprensione...
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-01-2004, 20.04.13   #50
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
x Sté...ma chi fugge la vita? Io, no.

Ma chi ha mai parlato di non vivere pienamente il corpo, di non pensare, di cercare l’aldilà? Leggimi meglio e vedrai.
Nella tua nuova comprensione, forse ti fai prendere un po troppo da quel che afferma U.G.
Si vede che non hai mai sperimentato la differenza fra il pensare ed essere consapevoli del pensiero. Ti manca, chiaramente quest’esperienza.
La Consapevolezza é il cielo, lo sfondo, ed i pensieri sono le nuvole che vengono e vanno. L’ho provato e fidandomi di individui, per me, più acuti e saggi di U.G, del quale, peraltro, ho letto un libro, interviste,e domande -risposte di incontri con i suoi amici.
A questo punto, però, permettimelo, apprezzo e trovo molto più più profondo l’insegnamento di Jiddu Krishnasmurti che quello di U.G.Krisnhnamurti , visto gli effetti che provoca, nonostante tantissime cose che dice siano valide.
E dello Zen, dell’Advaita ha mai sentito parlare?
Tradizione secolari, fatte solo per gli illusi, gli stupidi, per cercatori di sogni?
Non mi sembra proprio che neghino il corpo, che sfuggano l’immanenza per rifugiarsi nella trascendenza, o nell’illusione dell’aldilà.
Approfondisci, se ti va, se no, goditi la vita come ti va di godertela e non pensare di essere l’unico a vivere pienamente i sensi e la mente (spero, come serva).
Ti chiedo di non chiedermi di dimostrarti niente, perché a me tu vai benisssimo
come sei, e questo vale anche per me: mi vado bene, sono in piena accettazionedi me stesso.
E stai tranquillo che ho i piedi ben piantati per terra, inserito nel mondo, senza rinunce e rifugi.

Mirror is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it