Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-12-2006, 13.11.29   #81
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
chi? La consapevolezza....di cio che è.....

,....il resto sono chiacchere!

Si ma se tu dici "la puoi rimuovere" non spieghi come e non indichi come riconoscere la Consapevolezza, sembra che sia una cosa che ha a che fare sempre con la mente o Ego.
Qual e' la differenza tra la Consapevolezza e la Mente? E in che relazione stanno le due?
Yam is offline  
Vecchio 04-12-2006, 15.12.55   #82
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Meditazione

stiamo facendo un discorso di lana caprina.
Io ho ben chiaro cosa sia la consapevolezza di cio che è, ho ben chiaro che fino a quando si vive basandosi su credo (la benda) invece di basarsi cosa è la comprensione è impossibile.
Chiariti questi due concetti , ti ripeto il resto sono chiacchere. tu mi chiedi chi toglie la benda, chi vede cio che è? Io ti rispondo a che scopo ti fai queste domande?
Quando sarai in tale situazione non ci saranno risposte perchè non ci saranno domande. Tu vuoi sapere che vede perima di sapere "cosa" vede, è cio è impossibile.
Vuoi sapere chi è che vede? Vedi.
MIMMO is offline  
Vecchio 04-12-2006, 18.57.03   #83
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
stiamo facendo un discorso di lana caprina.

No Mimmo, ti sto solo chiedendo di essere piu' chiaro....e meno prevenuto nei miei confronti, anche perche' chi e' prevenuto non e' certo la Consapevolezza.

Citazione:
Io ho ben chiaro cosa sia la consapevolezza di cio che è, ho ben chiaro che fino a quando si vive basandosi su credo (la benda) invece di basarsi cosa è la comprensione è impossibile.

Non e' cosi semplice e semplicistico....se ti va ne parliamo, possibilmente nel rispetto reciproco.

Citazione:
Chiariti questi due concetti , ti ripeto il resto sono chiacchere. tu mi chiedi chi toglie la benda, chi vede cio che è? Io ti rispondo a che scopo ti fai queste domande?

Perche' tu hai detto che c'e' qualcuno che toglie la benda....

Citazione:
Quando sarai in tale situazione non ci saranno risposte perchè non ci saranno domande. Tu vuoi sapere che vede perima di sapere "cosa" vede, è cio è impossibile.
Vuoi sapere chi è che vede? Vedi.

Sono sicuro che c'e' stato in te un attimo di piccola illuminazione in cui hai compreso qualcosa, ma non e' cosi semplice, te lo ripeto e bisogna essere cauti, soprattutto con se stessi...ci si puo' anche fare del male.

Anche J.K. dava delle indicazioni sulla presenza, sulla pura Coscienza di Se' e chiunque ne abbia compreso il senso e' in grado di farlo....senza banalizzare.... Tieni presente che altri leggono questi interventi e devono poterne trarre qualche cosa.
Yam is offline  
Vecchio 04-12-2006, 20.47.17   #84
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da Ateo
Perchè se la meditazione è la verità ultima, il massimo stato raggiungibile, si sono sviluppate infinite idee diverse intorno ad essa, come il Buddismo, l'Induismo, il Taoismo, lo Zen... Queste filosofie, nonostante tutte abbiano come centro la meditazione, hanno sempre come contorno idee diverse e cotradditorie. Vorrei sapere come mai. Se la meditazione porta a uno stato di illuminazione totale, ritengo che tutte le persone illuminate dovrebbero avere il linea di massima le stesse idee.


Mi verrebbe da rispondere:
Perchè se la vita è la vita ognuno o tanti di noi ne hanno un'idea diversa?
Perchè le idee ovviamente non sono la vita e quindi ognuno se ne ne fa una in base al proprio vissuto.

1) Quindi o vi sono vari tipi di meditazione e quindi idee diverse

2) Oppure ce n'è un solo tipo ma si hanno comunque idee diverse

3) Si hanno idee ...per altri motivi...e ce ne sono...


Di solito comunque convergono su una cosa:
La meditazione è quello stato in cui colui che medita è assente.
Poi c'è chi dice che comunque per imparare a meditare occorre un metodo per arrivare al non metodo e c'è chi dice che la meditazione può solo accadere e che non dipende dalla nostra volontà.
C'è da dire ad onor del vero che, ad un broker di Wall Street tra le otto e le dodici di un lunedi mattina, sarà davvero difficile che gli capiti di trovarsi in meditazione.......ma neanche impossibile
individuo is offline  
Vecchio 05-12-2006, 08.19.10   #85
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
coscienza ordinaria e straordinaria...

Con l'uso progressivo e continuato dei mezzi di sviluppo spirituale, per esempio con una corretta meditazione, posso svegliare alcune facoltà della supercoscienza (o Sè Superiore).

Questa capacità è stata conseguita da molti chiamiamoli ricercatori sia d'oriente che d'occidente.. ma è ignorata o ridicolizzata dalla maggior parte di noi..
Un esempio che mi pongo: con il solo aiuto delle mie conosciute facoltà coscienti, posso asserire che Dio esiste, cioè un qualcosa mi dice che egli E'.. un barlume di supercoscienza mi suggerisce che così E'...
ma solo dal mio sviluppo mentale sarò ad un certo punto certa di ciò che ora percepisco.

Lo stesso vale per l'immortalità dell'anima.. la mia coscienza attuale non è in grado di provarla, però la avverto in qualche modo, ( la stessa percezione vedo che l'ha anche chi è in grado di negarla, dunque non la negherebbe), come una possibilità..
Anche qui una scintilla di supercoscienza mi provoca questa sensazione..

Con l'ampliarsi del mio progresso spirituale, (sviluppo spirituale).. questi concetti si fanno più sottili in me.. meno infantili, e così facendo, avanzo in questo lungo percorso, movimentando una sequenza d'intuizioni, e diminuendo i miei credo vado ad aumentare la Conoscenza.. la mia consapevolezza.

Per farmi un ulteriore esempio, basta pensare da dove derivano i miei sentimenti puliti di Amore, Bene, Bontà ,Giustizia e quanto altro (ho evidenziato in maiuscolo per una sostanziale differenza).. non certo dalla mia coscienza ordinaria (l'intelletto.. ego) ..
ma non riesco ad abbandonarmi a quei sentimenti puri totalmente, perchè qualcosa ancora me lo impedisce.. cioè li percepisco a tratti ma ancora non li posso esprimere con forza..

Meditando, nel tempo, sono in grado di ascoltare quella Voce interna... in realtà ascolto l'emanazione di questa supercoscienza..
Posso concludere che la meditazione, per ciò che ho scoperto, indagato ecc., è una finestra sulla supercoscienza.. che non va contro la ragione, il pensiero, l'intelletto.. ma semplicemente, come ho espresso più volte, la trascende... riesce anche a guardare oltre..

Trascendendo l'intelletto, il ragionamento ecc.. creando spazio alla super coscienza, si apre una nuova sorgente di conoscenza, d' ispirazione.. intuizione, la stessa che muove la penna allo scrittore, al poeta.. che permette al veggente di vedere anticipatamente, al saggio di captare e sapere..

Tra queste chiamiamole facoltà, esiste una scala di valori e sequenze.. ed ogni gradino va a completare l'altro..

atisha is offline  
Vecchio 05-12-2006, 09.10.56   #86
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
No Mimmo, ti sto solo chiedendo di essere piu' chiaro....e meno prevenuto nei miei confronti, anche perche' chi e' prevenuto non e' certo la Consapevolezza.



Non e' cosi semplice e semplicistico....se ti va ne parliamo, possibilmente nel rispetto reciproco.



Perche' tu hai detto che c'e' qualcuno che toglie la benda....



Sono sicuro che c'e' stato in te un attimo di piccola illuminazione in cui hai compreso qualcosa, ma non e' cosi semplice, te lo ripeto e bisogna essere cauti, soprattutto con se stessi...ci si puo' anche fare del male.

Anche J.K. dava delle indicazioni sulla presenza, sulla pura Coscienza di Se' e chiunque ne abbia compreso il senso e' in grado di farlo....senza banalizzare.... Tieni presente che altri leggono questi interventi e devono poterne trarre qualche cosa.


anche j.k........ logico chiunque ti può indicare cosa non-fare, non cosa fare. Ti posso dire non crede ma comprendi...ma non vuoi capire. Se mai stato adirato?
Bhe in quel momento c'è un Sè? C'è l'uomo è l'ira? Oppure c'è solo un fenomeno unico! Allo stesso modo in tutto il resto della vita è possibile essere in unicità con ciò che è!
Anche j.k......se io vedo una donna molto bella e adesso è dietro a un muro...posso spigartela, disegnartela,descriverla...... ma quando la vedi sarà diversa dalle mie descrizioni...per vederla devi alzarti e guardare.....
le cose sono due.....ho sai che sbaglio perchè tu hai sperimentato cio che è ed è diverso da ciò che dico io, o non lo hai fatto è credi sia impossibile se non lo fai tu lo possa fare un 'altro.....Io Per. es. sono sicuro che tu non lo hai fatto! Hai una gran voglia e desiderio di farlo che ti autoconvincono del successo...ma dentro sai che non è vero......
volevi la differenza bene "tu" sei convinto di essere nel vero...........la tua consapevolezza sa che non è vero!
MIMMO is offline  
Vecchio 05-12-2006, 09.48.33   #87
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Meditazione

leggendo atisha ho avuto un momento di grazia notevole.
direi che la voce dello spirito si è manifestata in lei a mio sentire.

ritengo la meditazione un "mezzo" importante di conoscenza di se stessi
turaz is offline  
Vecchio 05-12-2006, 09.57.17   #88
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
anche j.k........ logico chiunque ti può indicare cosa non-fare, non cosa fare. Ti posso dire non crede ma comprendi...ma non vuoi capire. Se mai stato adirato?
Bhe in quel momento c'è un Sè? C'è l'uomo è l'ira? Oppure c'è solo un fenomeno unico! Allo stesso modo in tutto il resto della vita è possibile essere in unicità con ciò che è!

Se il cio che e' fosse questo allora sarebbe inutile ogni nostra discussione.
L'ira infatti, ma cosi qualsiasi identificazione con le emozioni, siano esse positive o negative, implica un coinvolgimento con l'oggetto da parte di un soggetto. In quel momento, cioe' quando avviene il contatto tra i due, scattano tre dimaniche energetiche possibili: attrazione, repulsione, indifferenza e da li tutta la gamma di emozioni. La consapevolezza e' oltre questa dimensione dualistica.
Cosi come lo hai presentato tu sembra che tutti siano perfettamente realizzati, anche perche' in un momento di forte emozione, chiunque e' esattamente quell'emozione e nient'altro. Questo va bene per tutto il regno animale ed umano (ma anche vegetale e minerale ) sino ad un certo punto dell'evoluzione...all'uomo e' possibile un ulteriore passo...oltre la dualita'.

Citazione:
Anche j.k......se io vedo una donna molto bella e adesso è dietro a un muro...posso spigartela, disegnartela,descriverla...... ma quando la vedi sarà diversa dalle mie descrizioni...per vederla devi alzarti e guardare.....
le cose sono due.....

Questo e' gia' piu' corretto, perche' distingui tra l'esperienza diretta e quella filtrata dalla mente.
Tuttavia la nuda presenza non implica la soppressione del pensiero...e' solo un certo tipo di pensiero che viene abbandonato..non quello funzionale che serve all'occorrenza.

Citazione:
ho sai che sbaglio perchè tu hai sperimentato cio che è ed è diverso da ciò che dico io, o non lo hai fatto è credi sia impossibile se non lo fai tu lo possa fare un 'altro.....Io Per. es. sono sicuro che tu non lo hai fatto! Hai una gran voglia e desiderio di farlo che ti autoconvincono del successo...ma dentro sai che non è vero......
volevi la differenza bene "tu" sei convinto di essere nel vero...........la tua consapevolezza sa che non è vero!

Lasciamo perdere le cose personali, ci si puo' confrontare "oggettivamente" oltre i nostri piccoli ego....oltre le emozioni perturbatrici.
Yam is offline  
Vecchio 05-12-2006, 10.18.37   #89
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Meditazione


Scusa, ma chi rimuoverebbe la benda che gli copre gli occhi e per giunta senza sforzo?


Come può una mente che è la radice del disordine scoprire l’ordine?

L’unica cosa che può fare la mente è VEDERE il disordine e smettere di alimentarlo.
Quel VEDERE è comprensione.
salvatoreR is offline  
Vecchio 05-12-2006, 10.45.50   #90
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Meditazione

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
leggendo atisha ho avuto un momento di grazia notevole.
direi che la voce dello spirito si è manifestata in lei a mio sentire.

ritengo la meditazione un "mezzo" importante di conoscenza di se stessi

dipende cosa si intende per meditazione.......

io dico non servce tecnica...anzi la tecnica nuoce....
la tecnica conduce dove è nata per condurre è li non è di casa la verità......
MIMMO is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it