Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 20-07-2006, 12.50.10   #21
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
ciao a tutti
Hai ragione cara Patri15 le spese in armamenti sono
veramente.....MOSTRUOSE!
Pensa ai MILIARDI DI DOLLARI spese nel periodo della
cosidetta "guerra fredda".
Migliaia di testate nucleari, soldi buttati al vento per realizzarle
e per ...smantellarle!.
Veramente una cosa "assurda". Ti ricordi il programma
"scudo spaziale" americano: non ho parole!.
Con quei soldi avremmo potuto risovere il problema della povertà in tutto il mondo!
Avremmo salvato milioni di persone che ogni giorno muoiono di
sete, fame e malattie.
In fondo non servono grandi piani economici per rivatalizzare un
paese: basta dare le risorse necessarie a sfamare, dissetare,
curare le malattie, alfabetizzare le persone ,creare quelle minime strutture operative che servono a questi scopi.
Noi invece, è gli americani sono leader in questo, abbiamo voluto
"democratizzare" le civiltà, portare l'economia di mercato, in civiltà che chiedevano solo un aiuto alla sopravvivenza.
Peccato che questi "buoni principi democratici e economici" sono
mascherati dalla barbara finalità del profitto.
In campio di una illusoria democrazia e sviluppo economico, le grandi multinazionali hanno trovato "terreno di conquista", ricalcando il vecchio sistema coloniale di cui noi europei e americani siamo "storicamente" abili.
ciao da metodico
metodico is offline  
Vecchio 20-07-2006, 13.52.14   #22
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
il problema è che......

....che produciamo più di quello che consumiamo , ogni continente ha le sue "specialità" , chi le armi , chi il mangiare , chi i figli....le guerre e la fame , come le carestie sono sempre servite a regolare le popolazioni , tutto questo pateticismo è fuori luogo. Siamo in troppi , troppi , lo volete capire!! , non sono cinico , ne crudele , ne criminale , sono obbiettivo e realista......
svirgola is offline  
Vecchio 20-07-2006, 14.11.12   #23
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Citazione:
Messaggio originale inviato da metodico
ciao a tutti
Hai ragione cara Patri15 le spese in armamenti sono
veramente.....MOSTRUOSE!
Pensa ai MILIARDI DI DOLLARI spese nel periodo della
cosidetta "guerra fredda".
Migliaia di testate nucleari, soldi buttati al vento per realizzarle
e per ...smantellarle!.
Veramente una cosa "assurda". Ti ricordi il programma
"scudo spaziale" americano: non ho parole!.
Con quei soldi avremmo potuto risovere il problema della povertà in tutto il mondo!
Avremmo salvato milioni di persone che ogni giorno muoiono di
sete, fame e malattie.
In fondo non servono grandi piani economici per rivatalizzare un
paese: basta dare le risorse necessarie a sfamare, dissetare,
curare le malattie, alfabetizzare le persone ,creare quelle minime strutture operative che servono a questi scopi.
Noi invece, è gli americani sono leader in questo, abbiamo voluto
"democratizzare" le civiltà, portare l'economia di mercato, in civiltà che chiedevano solo un aiuto alla sopravvivenza.
Peccato che questi "buoni principi democratici e economici" sono
mascherati dalla barbara finalità del profitto.
In campio di una illusoria democrazia e sviluppo economico, le grandi multinazionali hanno trovato "terreno di conquista", ricalcando il vecchio sistema coloniale di cui noi europei e americani siamo "storicamente" abili.
ciao da metodico

Condivido in Pieno, caro Metodico

Da una intervista a Noam Choamsky su orizzonteiraq

Amy Goodman: Volevo chiederti cosa pensi del commento dell'ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite, Dan Gillerman, che ha difeso le azioni di Israele come risposta giustificata.


Dan Gillerman: Mentre ci troviamo qui in questi giorni difficili, vi chiedo di porvi questa domanda: che cosa fareste se i vostri paesi si trovassero esposti a tali attacchi, se i vostri vicini si infiltrassero attraverso i vostri confini per rapire vostri connazionali e se centinaia di missili fossero lanciati contro le vostre città e insediamenti? Ve ne stareste tranquilli o fareste esattamente quello che Israele sta facendo proprio ora?



Amy Goodman: Era Dan Gillerman, ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite. Noam Chomsky, la tua risposta?



Noam Chomsky: Faceva riferimento al Libano, invece che a Gaza...



Amy Goodman: Esatto...



Noam Chomsky: Sì. Beh, è vero che sono stati lanciati centinaia di missili, e ciò ovviamente deve essere fermato. Ma non ha detto, almeno non in questo commento, che i missili sono stati lanciati dopo i pesanti attacchi israeliani contro il Libano, che hanno ucciso secondo gli ultimi rapporti circa una sessantina di persone e distrutto molte infrastrutture. Come sempre, le cose hanno dei detonatori e occorre decidere quale sia stato l'evento scatenante. Dal mio punto di vista l'evento che ha scatenato tutto ciò, gli eventi, sono quelli che ho detto - la costante e intensa repressione, i molti sequestri, le numerose atrocità a Gaza, l'occupazione in pianta stabile della West Bank, che, di fatto, sarebbe semplicemente l'assassinio di una nazione, qualora continuasse, la fine della Palestina; il rapimento dei due civili palestinesi a Gaza il 24 giugno, e la reazione alla cattura del caporale Shalit. E c'è differenza, per inciso, tra rapimento di civili e cattura di soldati, anche il diritto internazionale la riconosce.


Amy Goodman: Puoi spiegarci in cosa consiste?


Noam Chomsky: Se c'è un conflitto in corso, al di là della guerra vera e propria, in caso di cattura di soldati, questi devono essere trattati umanamente, ma non si tratta di un crimine equiparabile con il rapimento di civili e il loro trasferimento oltre confine. Questo è un crimine grave ed è questo di cui non si dice nulla nella stampa. E, di fatto, si ricordi che -- voglio dire, non è necessario ricordare ogni volta che ci sono attacchi continui contro Gaza, che è in pratica una prigione, una immensa prigione, sotto attacco continuo: strangolamento economico, attacco militare, assassinii, e così via. In confronto con ciò, la cattura di un soldato, comunque la si consideri, non figura molto in alto nella scala delle atrocità.

Ciao a tutti.
Patri15 is offline  
Vecchio 20-07-2006, 14.17.14   #24
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
DIFESA SPROPORZIONATA?
Scrive l’editoriale del Jerusalem Post: (...) I paesi che fanno pressione sugli Stati Uniti perché facciano pressione su Israele devono scegliere. Non possono continuare a rallegrarsi tra sé e sé per i colpi inferti da Israele a Hezbollah, capendo benissimo il diritto di Israele all’auto-difesa, e nello stesso tempo sostenere pubblicamente che tutto ciò che fa Israele per difendersi è “sproporzionato”. Il diritto all’auto-difesa esiste solo se traducibile nel mondo della realtà. Non è un concetto teorico che possa essere tenuto distinto dalla difficoltà concreta di combattere contro dei terroristi che deliberatamente piazzano i loro missili nelle abitazioni civili e i loro bunker sotto le case delle città. E non può nemmeno ignorare la realtà di fatto di uno stato, il Libano, che ha abdicato ai suoi compiti e ha consegnato le proprie frontiere nelle mani di una feroce organizzazione terroristica che agisce per conto e su mandato di potenze straniere. (…) Israele non deve accettare che altre nazioni gli facciano la morale in fatto di sensibilità per le vittime civili, quando nessun altra nazione, nelle stesse circostanze, avrebbe adottato tali e tante misure come Israele per evitare il più possibile tali vittime. E questo mentre cittadini israeliani vengono uccisi, feriti e confinati nei rifugi da missili che vengono lanciati con l’intento dichiarato di causare il massimo possibile di perdite fra i civili.
(Da: Jerusalem Post, 17.07.06)
Bige is offline  
Vecchio 20-07-2006, 15.46.33   #25
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
ciao a tutti
hai ragione Svirgola!!!!!!!
Prendi un megafono, affitta un "pedalo", attraverso
il Mediterraneo, poi cominci a camminare tra le popolazioni
dell'Africa, del Medioriente e sudestasiatico, e spiega loro
quello che hai esposto nel tuo intervento!.
Forse loro ti......capiranno!
E troverai certamente qualcuno che ti offrirà un pò d'acqua,
non proprio potabile, recuperata dopo chilometri di viaggio
in mezzo alla terra arida e bruciante, in un pozzo scavato a
decine di metri di profondità.
ciao metodico
metodico is offline  
Vecchio 20-07-2006, 22.02.10   #26
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
ciao a tutti
Risposta a Patri15 su Noam Chomsky: è uno degli autori
"radical" più letti da coloro che si battono contro l'imperialismo
militare ed economico americano.
E' uno di quelle persone "odiate" dai sostenitori dell'economia liberale, dell'economia del "libero scambio.
Peccato che l'economia liberale professata dagli economisti liberali e dall'amministrazione Bush in particolar modo, quando parla di libero mercato, di libera concorrenza, non chiarisca anche
il fatto che per loro "libero scambio" vuol dire aiuti statali massicci
all'economia americana ( vedi soltanto il mostruoso budget a disposizione del Pentagono e dell'apparato militare e difesa), dazi
doganali all'importazioni ( cioè limitazioni, controlli severi e normative burocratiche restrittive alle merci provenienti dall'Europa e dal resto del mondo), sussidi all'agricoltura (questo
vale anche per l'Europa) che rendono praticamente impossibili
o riduttive le esportazioni dei paesi poveri.
Agevolazioni e libertà d'azione alle multinazionali nei paesi poveri e in via di sviluppo (comprandosi a suon di miliardi i capi di stato e i vari dittatori diffusi nel mondo), quindi sfruttamento intensivo
delle risorse naturali a discabito delle popolazioni locali.
Quindi protezionismo americano e libero scambio e concorrenza solo per gli stati poveri e in via di sviluppo: grazie vi portiamo via tutto quello che avete per pochi spiccioli!!!!!!!
Come non essere, secondo il mio credo, favorevole a Noam Chonsky e alla lettura dei suoi interventi e dei suoi libri.
Come del resto non essere "amici" di Joseph Stigliz, consigliere
economico di Bill Clinton, ex membro della Banca Mondiale.
Il primo ad avere abbandonato una prestigiosa carica e aver
denunciato le "malefatte" della Banca mondiale e del FMI.
Come infine non essere "sostenitori" dell'economista Bernard
Maris, consigliere economico dell'associazione francese ATTAC, che si batte per una migliore distribuzione della ricchezza e per
la tassazione dei capitali speculativi (Tobin Tax) e contro i paradisi fiscali. Sintesi del libro "Antimanuale di Economia" lo puoi leggere
sul nostro sito. (vedi mio profilo).
ciao da metodico

metodico is offline  
Vecchio 22-07-2006, 20.09.32   #27
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
vita e morte......pace e guerre....

Certo che ho ragione , in 6.000.000.000 di persone se vuoi darti da fare con la pietà , non sai più da dove cominciare , vita e morte si succedono come la pace con le guerre da sempre , suppurazioni dalla società che con le carestie , le calamità , e le epidemie ciclicamente sono inevitabili. Non si può continuamente tenere coperta la pentola quando bolle , prima o dopo esplode.....come tutto e tutti negli eccessi , si deve trovare nello sfogo il ritorno alla normalità........metodo e metodica.....ma non alla......"metodico". Ciao.
Citazione:
Messaggio originale inviato da metodico
ciao a tutti
hai ragione Svirgola!!!!!!!
Prendi un megafono, affitta un "pedalo", attraverso
il Mediterraneo, poi cominci a camminare tra le popolazioni
dell'Africa, del Medioriente e sudestasiatico, e spiega loro
quello che hai esposto nel tuo intervento!.
Forse loro ti......capiranno!
E troverai certamente qualcuno che ti offrirà un pò d'acqua,
non proprio potabile, recuperata dopo chilometri di viaggio
in mezzo alla terra arida e bruciante, in un pozzo scavato a
decine di metri di profondità.
ciao metodico
svirgola is offline  
Vecchio 22-07-2006, 21.53.17   #28
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Gli ebrei sono stati massacrati dai nazisti. Ma oggi si stanno comportanto con metodi simili ai loro.

Ho la sensazione che la vita di un ebreo valga molto ma molto di più di un palestinese.

Mi domando se qualcuno venisse a bombardare le nostre case come ci comporteremmo?

La vittima è divenuta un feroce carnefice, e non vi è giustificazione alcuna che possa valere.
In fin dei conti sono andati ad impossessarsi di una terra che non era più la loro. Come se un ladro venisse in casa mia e poi pretendesse il mio assenso e riconoscessi il suo diritto sulla mia casa solo perchè un suo antenato di centinaia d'anni fa stava sullo stesso terreno.

Ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 22-07-2006, 22.21.24   #29
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
COMBATTIMENTI TRA SOLDATI ISRAELIANI E HEZBOLLAH NEL LIBANO

Svolta nel conflitto fra Israele e le milizie sciite Hezbollah, all'undicesimo giorno dell'offensiva israeliana in Libano. Aspri combattimenti sono in corso nello strategico villaggio di Marun al-Ras, sul versante libanese a poche centinaia dal confine, che Israele dichiara di aver conquistato, dopo essere entrato nel Libano sud con numerosi blindati e stabilito una postazione nel centro abitato. I guerriglieri filoiraniani affermano invece di aver respinto il nemico.

Le forze israeliane hanno frattanto ordinato lo sgombero immediato di numerosi villaggi frontalieri libanesi, mentre non si arresta la fuga dei civili verso nord e tutto il Libano è martellato dalle bombe dei caccia con la stella di David, che hanno causato la morte di quattro civili.

Per alleviare la drammatica situazione dei libanesi sfollati o martoriati dai combattimenti, si prepara intanto l'attivazione di corridoio umanitari. Domani approderà a Beirut la nave San Giorgio della marina militare italiana con un primo carico di aiuti umanitari d'emergenza, mentre, in risposta ai pressanti appelli internazionali, Israele ha confermato che sono aperti anche agli aiuti umanitari i corridori aerei e marittimi già usati dalla scorsa domenica per l'evacuazione di cittadini stranieri dal Libano.

Sul piano diplomatico, c'é attesa per il viaggio in Medio Oriente del segretario di stato americano Condoleeza Rice, che mercoledì prossimo sarà a Roma per conferenza internazionale organizzata da Italia e Usa.
(fonte: ANSA 22/07/2006)
Bige is offline  
Vecchio 23-07-2006, 11.31.37   #30
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
La sinistra arma della sinistra.....

Tutto cominciò con Stalin e la guerra fredda , con Togliatti e il dopo Truman , il comunismo di allora antiamericano si riflette tutt'ora , la sinistra di oggi è antiamericana e di regola essere contro Israele è un obbligo dell'antiamericanismo. Le priorità come ieri anche oggi sotto il naso non vengono assolutamente rispettate , un'agressione con 6 militari assassinati e due sequestrati con una imboscata non significano nulla , a casa di Mary come a casa di di qualsisasi sinistrodipendente , Israele avrebbe dovuto compiacere gli hezbollah , sottostare al ricatto e questo sarebbe piaciuto . Gli infidi di Hammas , i palestinesi , i libanesi , e gli hezbollaha hanno rotto secondo un chiaro dettame iranosiriano per l'ennesima volta una tregua non firmata con scopi ben precisi , loro sono i ladri , sono gli invasori , loro sono tutte le cause di queste instabilità , Israele si sta solo difendendo , e una volta ancora ma questa credo per....sempre. Le calunnie di Mary , come le calunnie di sempre accattivano sempre nuovi invasati e creduloni , il pianto di una madre o un padre con in braccio il corpicino di un figlio morto "vende" molto per la causa , come nascondersi tra i civili dopo aver colpito , o in una moschea , o in un condomino , comunque tra i civili , questo è così abominevole......come chi li sostiene , cioè tutti i libanesi!! , loro sapevano , collaboravano , tolleravano nonostante gli hezbollah non dovevano stare in quelle zone , liberalizzate da Israele 6 anni addietro senza nulla in cambio.....6 anni trascorsi solo per armarsi , armarsi , armarsi . Mary questo te lo metti nella zucca??........
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Gli ebrei sono stati massacrati dai nazisti. Ma oggi si stanno comportanto con metodi simili ai loro.

Ho la sensazione che la vita di un ebreo valga molto ma molto di più di un palestinese.

Mi domando se qualcuno venisse a bombardare le nostre case come ci comporteremmo?

La vittima è divenuta un feroce carnefice, e non vi è giustificazione alcuna che possa valere.
In fin dei conti sono andati ad impossessarsi di una terra che non era più la loro. Come se un ladro venisse in casa mia e poi pretendesse il mio assenso e riconoscessi il suo diritto sulla mia casa solo perchè un suo antenato di centinaia d'anni fa stava sullo stesso terreno.

Ciao
mary
svirgola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it