Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 26-07-2006, 14.27.51   #41
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
Von Klausewitz (spero di aver scritto giusto ) diceva che la guerra è semplicemente una continuazione della politica... ed io sono perfettamente d' accordo.

E sinceramente anche se una guerra è fatta per motivi economici (vedi petrolio in Iraq), io non ci vedo niente di male. Gli Americani si sono semplicemente garantiti un futuro più sicuro. E' l' istinto di sopravvivenza...

Comunque questo non ha nulla a che vedere con il conflitto Israelo-Libanese. Questo conflitto l' ha scatenato Israele perchè erano 25 anni che piovevano razzi sul suo territorio. A dire il vero negli ultimi due anni i lanci di razzi libanesi si erano drasticamente ridotti, però hanno rapito 2 soldati israeliani, e questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. E si sono presi la "Giusta ricompensa" (<- è questo il nome dell' operazione militare israeliana)
Bige is offline  
Vecchio 26-07-2006, 16.03.43   #42
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
ciao a tutti
ciao Bige, ne sei proprio convinta?
chi arma i terroristi=chi produce le armi.
chi arma israele=chi produce le armi.
chi vuole le guerre=chi produce le armi.
chi fa affari miliardari=chi produca le armi.
ciao metodico
metodico is offline  
Vecchio 27-07-2006, 01.14.32   #43
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
L’ultimi avvenimenti mediorientali confermano l’idea che gli arabi in generale e i palestinesi in particolare non importa di avere un stato palestinese.
Nel 1948, hanno rifiutato la spartizione che mirava di avere due stati in Palestina.
Loro avevano la Cisgiordania e Gaza fino a 1967 e non hanno costruito su quei territori il loro stato, non c’era neanche il tentativo o la volontà di crearlo.
Un anno fa Israele si ritira da Gaza, e qualunque persona sensata aspetterebbe di vedere il loro sforzo nel migliorare la scuola, gli ospedali, creare posti di lavoro. Ma no! Il loro sforzo maggiore è nella produzione di missili “Kassam”, e nel contrabbando di armi dalla frontiera egiziana .
Dalla striscia di Gaza in ultimo anno hanno mandato più di ottocento missili in territorio israeliano.
Perciò mi sembra che la volontà palestinese di “cancellare” Israele prevale sulla loro volontà di avere un stato accanto a quello ebraico.
Poveri bambini palestinesi che hanno dei genitori che sognano per loro un futuro da martiri.
salice is offline  
Vecchio 27-07-2006, 02.12.26   #44
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Sono interessanti......

...le risposte che collimano col mio pensiero. Quello che dice Salice è perfetto e verissimo , la tattica infame è quella del terrorista Hammas che colpisce , ma non è resposabilazzabile perchè politicamente non è identificabile , invece il responsabile politico , ad esempio Abu Mazen , lui non sa , lui non fa , lui non può , cosi il Libano con gli hezbollah , il governo centrale disconosce ( falso ) quello che fanno gli hezbollah , che con 6 anni di ammassamento di armi oggi ci dimostra il via e vai che si doveva avere per le strade del Libano , quindi si dichiara estraneo ai fatti per non pagare il dazio , e così tutti i libanesi , che per la verità non mi fanno nessuna pietà , loro sono i veri responsabili , sostenitori tutti degli hezbollah , con la Siria e l'Iran. Questa guerra costa molto a Israele , ma molto di più al Libano che anche oggi ha condannato Israele , lecitando gli hezbollah come movimento rappresentato nel governo e che ha tutto il diritto di intervenire per riprendersi una frangia di terra che Israele occupò con l'ultima guerra , ben poca cosa che non avrebbe dovuto giustificare l'assassinio di sei soldati ed il sequestro di due. Cercavano rogne e non si aspettavano una reazione simile , forse avranno armi segrete favorite dall'Iran e dalla Siria che di sicuro stanno dietro di loro. Staremo a vedere.....credo che se toccano Tel-aviv salteranno Damasco e Teheran.....Israele lo dovrebbe minacciare......
svirgola is offline  
Vecchio 27-07-2006, 09.41.44   #45
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da salice
L’ultimi avvenimenti mediorientali confermano l’idea che gli arabi in generale e i palestinesi in particolare non importa di avere un stato palestinese.
Nel 1948, hanno rifiutato la spartizione che mirava di avere due stati in Palestina.
Loro avevano la Cisgiordania e Gaza fino a 1967 e non hanno costruito su quei territori il loro stato, non c’era neanche il tentativo o la volontà di crearlo.
Un anno fa Israele si ritira da Gaza, e qualunque persona sensata aspetterebbe di vedere il loro sforzo nel migliorare la scuola, gli ospedali, creare posti di lavoro. Ma no! Il loro sforzo maggiore è nella produzione di missili “Kassam”, e nel contrabbando di armi dalla frontiera egiziana .
Dalla striscia di Gaza in ultimo anno hanno mandato più di ottocento missili in territorio israeliano.
Perciò mi sembra che la volontà palestinese di “cancellare” Israele prevale sulla loro volontà di avere un stato accanto a quello ebraico.
Poveri bambini palestinesi che hanno dei genitori che sognano per loro un futuro da martiri.

forse ai palestinesi non interessava avere uno stato proprio, all'epooca, come non interessa ai cristiani o agli appartenenti alle altre religioni. Lo stato di Israele è nato, secondo me, più per una necessità di Gran Bretagna e Usa, che degli ebrei. Con questo gesto, le due superpotenze intendevano lavare il senso di colpa per non aver fermato la macchina nazista dello sterminio degli ebrei. In effetti, come poterono gli angloamericani affermare di non sapere nulla di ciò che si faceva nei lager nazisti, o nei vari ghetti (Varsavia per esempio), se invece gli stessi ebrei non ancora deportati ne erano al corrente? Perché mai molti ebrei furono salvati da benefattori (per esempio Schindler), se nessuno era al corrente di ciò che accadeva veramente?
Quindi, per lavare il senso di colpa che li rodeva, quale soluzione migliore per gli angloamericani, uno stato abitato da ebrei? Non so se si sia trattato di un errore di valutazione (col senno di poi è facile giudicare....) oppure se il discorso fosse voluto. Poi, probabilmente qualcuno si accorse dell'errore e propose un altro stato tutto musulmano.
Come dire: in Italia ricaviamo uno stato per ogni religione. Così in Francia, Germania, ecc...
Io credo sia semplicemete assurdo identificare uno stato con la religione. Non mi sento di affermare che il presidente iraniano abbia torto quando si chiede e ci chiede perché mai, se gli ebrei sono stati scacciati dall'Europa, se molti di loro sono stati sterminati in Germania, Austria, Cecoslovacchia, Polonia, ecc... non abbiano fatto ritorno lì...
E le armi? Chi le ha vendute ai libanesi?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 27-07-2006, 09.50.02   #46
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Lo stato di Israele è nato, secondo me, più per una necessità di Gran Bretagna e Usa, che degli ebrei.

..perche a usa e gran bretagna vincitrici della seconda guerra mondiale avrebbe fatto comodo uno stato situato in una zona calda di quell'angolo di mondo(questioni religiose-petrolio...) cosi da avere un bel cane feroce(israele) a fare la guardia agli interessi americani
acquario69 is offline  
Vecchio 27-07-2006, 10.32.45   #47
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
buongiorno a tutti
Sono in sintonia con gli ultimi due interventi di acquario69 e
Mr.Bean: lo Stato d'Israele è nato su una cartina geografica,
per interessi americani e direi "europei", per dire non solo
Gran Bretagna. Forse motivato come dite voi, dal senso di
"colpa" per non avere visto o voluto vedere l'Olocausto.
Sta di fatto che "tracciare uno stato sulla carta" difficilmente
accontenta le parti, soprattutto quando una di queste parti
deve accettare di "ospitare" a forza e imposto un popolo
nel suo territorio.
E come dire, per esempio, agli italiani, domani da Roma in su è territorio ebraico, è Roma metà è vostra e metà degli ebrei.
Certamente gli italiani non sarebbero d'accordo, ne farebbe una questione di territorio, di risorse, di opportunità.
Del resto è quello che è successo per l'ex Jugoslavia.
Sicuramente Israele è strategico per gli americani ed europei
in una terra ricca di petrolio e di religione a prevalenza musulmana.
Ma le cose "imposte" spesso non ottengono i risultati sperati,
soprattutto se la parte che deve subire l'occupazione si ritrova
senza le terre migliori.
Credo anch'io che si poteva trovare una soluzione territoriale
più equa fin dall'inizio.
Ricordiamo sempre che il terrorismo prospera dove c'è la miseria
e la povertà della popolazione.
E considerando che le differenze tra ricchi, pochi, e i poveri, è in costante aumento negli anni, non c'è da stare allegri, sulla massa
di persone che per "disperazione" diventano per pochi soldi dei
volontari "terroristi" e "martiri".
ciao metodico
metodico is offline  
Vecchio 27-07-2006, 11.42.31   #48
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Condizionabili.....

La televisione è tuttavia condizionabile , in gran parte di sinistra diffonde continuamente immagini di bambini , di disperati genitori , di soccorsi in gran misura per accusare Israele , il pubblico occidentale è quindi sensibile a quello e come gli viene proposto dalla televisione. Quel medico di Beyrut senza più casa che domanda a Bush se sua figlia o lui stesso sono dei terroristi , io gli direi con la sua stessa foga che sì!! , lui lo è oggi per aver tollerato e appoggiato il terrorismo di casa sua per offendere gli altri , lui sapeva e taceva , lui sapeva ma pesnava che erano problemi di Israele , lui sapeva e mai si sarebbe aspettato che quello che augurava agli altri questi altri glielo avrebbero fatta assaggiare a lui , lui sapeva che i suoi figli sarebbero cresciuti con i suoi stessi odi , tutti sono dei terroristi , gli hezbollah , legittimati , legittimano a loro volta i fatti con i fatti , infatti la loro resistenza è la dimostrazione del male che avevano organizzato per offendere quotidianamente da 30 e più anni i centri abitati israeliani confinanti con loro. Voi facili giudici che avete ancora il coraggio di trovare giustificazioni per ingiustificare l'esistenza dello stato di Israele , e trovate giustificazioni per giustificare gli imngiustificabili nuovi Stati come la Bosnia , la Macedonia , e presto il Cossovo di chiara ispirazione islamica , nella stessa Europa che tanto ha dovuto patire da sempre con invasioni , saccheggi , stupri , assassini , scannamenti , e ogni altri tipo di barbaria da quella stessa gente che ora noi legittimiamo come nuovi stati filoislamici . Imparate a capire dove sta il male , una striscia di terra di nessuno , desertica , per cento anni comprata , coltivata , e riconosciuta come Stato d'Israele , serve a chi non è storicamente mai esistito , ne come etnia , ne come Stato ( la Plalestina mai stata Stato) serve per ricattarci , angustiarci , avvelenarci la vita , quella stessa vita degli stessi ai quali noi doniamo terre nel centro dell'Europa , alla faccia di chi ne rivendica il giusto dominio come la Serbia , ed inoltre quelle stesse vite che a milioni noi accogliamo come islamici , mussulamani a braccia aperte nelle nosatre città. Spudoratamente pro palestinesi , pro terroristi per nuocere a Israele , colonie di rifugiati palestinesi disseminati in vari stati islamici , non sono mai stati nazionalizzati , anzi sono visti come la peste bubbonica , si moltiplicano come le cavallette o i conigli , vivono del parassitismo , per fortuna qui qualcuno ha sottolineato che le terre che recentemente sono state rese loro ultimamente sono ancora nelle stesse condizioni del come lasciate da Israele , sono troppo impegnati a costruirsi razzi e armamenti per torturare Israele , buoni i palestinesi nel cuore dei sinistri della sinistra italiana. La television ha anche lei le sue colpe , il servilismo che addottiamo nei confronti degli islamici è impressionante , andiamo a senso unico contro tutto e tutti pur di avallare le loro angherie , le loro cattiverie , i loro soprusi , li riempiamo di milioni di euro al giorno per il loro petrolio e loro ci ripagano mandandoci affamati e ignoranti extracomunitari , ormai a milioni , anche se ghettizzati preferiscono vivere da noi che a casa loro......sanno che presto la nostra sarà casa loro.....questa è la scommessa , quando sarà??? ............
svirgola is offline  
Vecchio 27-07-2006, 13.26.46   #49
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Non ho parole, Svirgola.

Io non guardo la televisione (sei libero o meno di credermi) ma da anni per me è talmente noiosa e poco informativa che mi dà fastidio anche solo pensare di averne una in casa.

Quindi non può essere quella a condizionarmi: anche i giornali , così spesso di parte, li ho quasi del tutto eliminati.

Mi informo su internet - dove le voci sono diverse.

Mi ricordo che quando ero piccola e qualcuno moriva, forse per scacciar subito il dolore, i grandi dicevano quasi sempre che se l'era cercato.
".. Sì, è morto, ma l'ha voluto lui/lei (es. Beveva dal mattino alla sera, oppure: andava troppo forte in macchina, o anche - fumava 100 sigarette al giorno ....)

E' quello che mi fai venire in mente tu quando leggo i tuoi post su i Libanesi.

Io non credo che tu stia coscientemente dalla parte dei più forti, solo perchè tali.

Guardiamo il mondo oggi, dilaniato, distrutto: non credi che accusare i terroristi sia molto comodo? E sia anche quanto vogliono darci da bere le SUPER_POTENZE?

Per non provare angoscia e dolore di tutte quelle uccisioni di civili, di tutta quella morte, forse è meglio pensare come te?

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 29-07-2006, 01.35.25   #50
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Riferimento: Il conflitto Israelo-Libanese

Mr. Bean:” Lo stato di Israele è nato, secondo me, più per una necessità di Gran Bretagna e Usa, che degli ebrei.”

Acquario 69:”..perche a usa e gran bretagna vincitrici della seconda guerra mondiale avrebbe fatto comodo uno stato situato in una zona calda di quell'angolo di mondo(questioni religiose-petrolio...) cosi da avere un bel cane feroce(israele) a fare la guardia agli interessi americani”

Metodico:”Sono in sintonia con gli ultimi due interventi di acquario69 e
Mr.Bean”

La storia ragazzi non è come una donna che la vesti con i vestiti alla moda soltanto perché ti piace cosi.
Certe volte bisogna spogliarla. E’ un processo lungo, ma ti ripaga. Ti evita di ripetere certe banalità che non trovano nessun riscontro nella realtà.
salice is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it